colosseoacceso
colosseoacceso

Earth Hour – Spegniamo le luci per un’ora assieme a Totti

Oh, riaccccendi! Io vado a spegnere il Colosseo… e tu? Così
il grande Francesco Totti si presta con la solita generosità al gioco di
prendersi in giro per una buona causa: l'ora della terra, promossa dal WWF in
tutto il modo. Anche i più acerrimi laziali questa volta non potranno ignorare
il messaggio di Francesco, perché è il messaggio condiviso da milioni di
persone che hanno a cuore il futuro della Terra. Sabato, l'ora di black out
volontario servirà a farci riflettere sul cambiamento climatico e a mandare un
segnale visibile ai nostri politici e governanti affinchè si occupino di
qualcosa altrettanto importante dell'economia o della politica. Alle 20,30 del 28 marzo anche noi di EZ Rome
spegneremo le luci della redazione gesto che, essendo una redazione telematica,
 si tradurrà nello spegnimento di luci in
più parti d'Italia e d'Europa: un piccolo gesto per dare a un grande segnale.

colosseoaccesoQuest'anno è l'anno del clima ed il WWF vuole fare le cose
in grande: si vogliono coinvolgere più di un miliardo di persone ed un migliaio
di città. In Italia dovremmo fare di più per il clima, basti pensare agli
accordi di Kyoto di gran lunga disattesi dal nostro paese, in cronico ritardo
sul ruolino di marcia o al problema della nostra ineliminabile dipendenza dai
combustibili fossili per la produzione di elettricità.

Anche la provincia di Roma aderisce all'iniziativa spegnando
le luci di Palazzo Valentini. 
"La nostra adesione – afferma il presidente della Provincia di Roma, Nicola
Zingaretti – vuole favorire l'innovazione sostenibile e promuovere soluzioni
che favoriscano la riduzione dei consumi energetici. Per questo vogliamo
coinvolgere i 121 Comuni del territorio. Con la sfida dell'innovazione e della
green economy, si attiverà un circolo virtuoso degli investimenti pubblici e
privati in grado di creare in questi settori almeno 20 mila nuovi posti di
lavoro nei prossimi cinque anni".

 

colosseospentoIl ‘giro del mondo' dell'Ora della Terra attraverserà
25 fusi orari,
dalle coste del Pacifico ai paesi delle coste atlantiche, mirando a contagiare un
miliardo di persone per una grande ola mondiale di buio. Tutto inizierà alle
7.45, ora italiana, di sabato 28:dall'altro capo del mondo le prime a spegnersi
(alle 20,30 locali) saranno le Chatham Islands, un piccolo arcipelago al largo
delle coste neozelandesi, il luogo più lontano dall'Italia poiché distano circa
19.250 chilometri
dal centro di Roma". Dalla Nuova Zelanda in poi sarà un susseguirsi di spegnimenti
spettacolari con Sydney, Pechino, Tokyo, Bangkok, Nuova Delhi, Mumbai, passando
per Roma, Parigi, Atene, Madrid, Budapest, Copenaghen e finire a ovest con Rio
de Janeiro, New York, San Francisco. Chiuderà la maratona Las Vegas .
Per
citarne solo alcune.

Alle 20.30 di sabato 28 sarà appunto la volta dell'Italia,
in coincidenza con le principali capitali

europee come Parigi, Copenhagen. Londra si spegnerà 1 ora dopo, alle 21.30 (ora
italiana).

L'evento prevede davanti al Colosseo la
presenza di Francesco Totti: insieme al WWF il Capitano

della Roma spegnerà ‘simbolicamente' il simbolo della
sua città. Allestimenti anche sul canal

Grande, di fronte al Ponte di
Rialto e di fronte alla Cupola di San Pietro.

 

Informazioni dettagliate: http://www.wwf.it/oradellaterra/

video e immagini Courtesy of WWF Italia

About Valerio Amendolagine

Check Also

Leonardo Fabbri punta all’oro agli Europei di Atletica Roma 2024

#EuropeiAtletica #LeonardoFabbri #RecordItaliano #EZrome Leonardo Fabbri si prepara a puntare all’oro ai Campionati Europei di Atletica Leggera Roma 2024. Con un nuovo record italiano nel getto del peso, Fabbri promette uno spettacolo imperdibile. L'evento si terrà allo Stadio Olimpico dal 7 al 12 giugno, con la finale del getto del peso maschile prevista per l'8 giugno.

enCICLOpedia: Le cose che dovresti sapere sulla giustizia mestruale

#giustiziamenmstruale #WeWorld #povermestru #EZrome La recente indagine di WeWorld, "enCICLOpedia. Le cose che dovresti sapere sulla giustizia mestruale", evidenzia come quasi una persona su sei in Italia dichiari di non poter acquistare prodotti mestruali. Il rapporto sottolinea la necessità di un congedo mestruale e lancia una campagna di sensibilizzazione per promuovere la giustizia mestruale.

Lascia un commento