Alla Casa del Jazz la pluripremiata artista croata Tamara Obrovac

Alla Casa del Jazz arrivano il carisma e la forza scenica di Tamara Obrovac, una delle maggiori rappresentanti del jazz croato
La pluripremiata cantante e compositrice croata martedì 5 dicembre alle 21 sarà alla Casa del Jazz di Roma con tre musicisti d'eccezione che compongono il suo TransAdriatic quartet: il pianista Stefano Battaglia, il contrabbassista Salvatore Maiore e il batterista Krunoslav Levačić.

“Tamara Obrovac – una nuova ed eccitante conoscenza…con il suo incredibile trio è riuscita a darci qualcosa di cui avevamo bisogno, e non lo sapevamo”.
Tor Hammerø – Trondheim Jazzfest, Norvegia
Martedì 5 dicembre arriva alla Casa del Jazz di Roma una delle figure di maggiore spicco della scena jazz croata: la cantante e compositrice Tamara Obrovac.
Insignita di numerosi premi, tra cui nove Porin (il Grammy Award croato) e due nomine per il BBC Radio 3 World Music Award, Tamara Obrovac rappresenta l'espressione più incisiva e originale del jazz croato, con all'attivo 13 album e più di 500 concerti internazionali, seguiti con slancio sia dal pubblico che dalla critica.
Siamo di fronte a un'artista poliedrica, originale, autentica, di particolare carisma e forza scenica che riesce a scuotere e a trascinare il pubblico. Compone anche per il cinema e il , ma è la sua terra – la penisola croata d'Istria – il suo cuore adriatico, e in particolare il dialetto antico della sua gente a permeare a caratterizzare la sua visione artistica, trovando una perfetta commistione tra il jazz contemporaneo e le diversità magiche di una complessa area mediterranea.
Alla Casa del Jazz di Roma salirà sul palco alle ore 21.00, insieme ai musicisti d'eccezione che compongono il suo TransAdriatic quartet con cui nel 2019 ha realizzato l'album TransAdriaticum, presentato già al Trondheim Jazzfest in Norvegia, al Porgy&Bess di Vienna, allo Zagreb Jazz festival e in altre manifestazioni in Croazia e Slovenia: il pianista Stefano Battaglia, il contrabbassista Salvatore Maiore e il batterista Krunoslav Levačić. Per la prima volta, il pubblico romano avrà la possibilità di ascoltare un repertorio senza precedenti, nel quale l'ensemble unisce e sublima il melos dell'Istria che alla Obrovac ha dato i natali: insieme ai tre musicisti, la cantante e compositrice costruisce un'incredibile alchimia di improvvisazioni fuori dagli schemi, che rivela il suo eccezionale intuito e la profondità del suo pensiero musicale.
L'evento si svolge in occasione della celebrazione del decimo anniversario dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione Europea, ed è promosso dall'Ambasciata della Repubblica di Croazia nella Repubblica Italiana.
I biglietti per il concerto sono acquistabili al costo di €10 al botteghino e in prevendita su Ticketone
Ufficio Stampa evento
Fiorenza Gherardi De Candei

Fonte: Fiorenza Gherardi De Candei

About EZrome

Check Also

“456”: una commedia sull’arretratezza culturale italiana

#456 #TeatroItaliano #MattiaTorre #EZrome "456" di Mattia Torre illumina la scena teatrale romana con un'acuta riflessione sulla famiglia come microcosmo delle arretratezze culturali italiane, invitando il pubblico a una profonda riflessione sull'identità e i valori della nostra società.

Expo – Teatro Italiano Contemporaneo illumina il Teatro Belli

#ExpoTeatroItaliano #TeatroBelli #CulturaContemporanea #EZrome "Expo – Teatro Italiano Contemporaneo" al Teatro Belli di Roma: "Poi dice che uno beve" e "Shame Culture" esplorano le sfide della vita moderna e il dialogo intergenerazionale, offrendo uno sguardo profondo sulla società attraverso il teatro.