Arturo Stàlteri a Roma con il concerto “Alla luna”

Venerdi 14 luglio il pianista sarà al Museo Orto Botanico: sarà l’occasione per suonare
alcuni brani dedicati al corpo celeste fonte di ispirazione per tanti artisti.
L’omaggio tra gli altri a Presley, Cat Stevens, Brian Eno, Debussy, Beethoven e i Police
La luna è sempre stata fonte di ispirazione per Arturo Stalteri, il quale non a caso ha iniziato la sua
carriera nel lontano 1975 con il gruppo progressive rock Pierrot Lunaire.
Il suo concerto ‘Alla luna’, in programma venerdì 14 luglio al Museo di Orto Botanico di Roma (largo
Cristina di Svezia 23°, inizio ore 20.30) si apre con un classico del 1934, quella Blue Moon che fu
uno dei cavalli di battaglia di Elvis Presley.
Segue una lettura enigmatica di Moonchild, in origine sull’album ‘In the Court of the Crimson King’,
uno dei manifesti del prog cerebrale dell’ensemble di Robert Fripp.
Il Notturno in do Minore ci avvicina all’album ‘Child of the Moon’ del pianista romano, mentre
‘Moonshadow’ di Cat Stevens ci mostra il lato rassicurante del nostro satellite.
Brian Eno, sacerdote della ambient music, compose la sua ‘An Ending’ per un documentario sullo
storico sbarco della luna del 1969 e la rilettura pianistica di Stalteri ne svela i lati più romantici.
Colori celtici per ‘Moonshine’ di Bert Jansch e una luna circondata dai riflessi di un prisma magico
in ‘Viaggiando tra i Riflessi’, dal primo lavoro come solista di Stalteri.
Un momento classico dedicato a Debussy e Beethoven, e un’incursione nel reggae stilizzato dei
Police di ‘Walking on the Moon’.
Chiude il sipario il Notturno in Sol minore ‘Starry Night’, ancora da ‘Child of the Moon’, ispirato
alla ‘Notte Stellata’ di Van Gogh.
Il concerto rientra in ‘Classica al tramonto’, il Festival di musica da camera che l’Istituzione
Universitaria dei Concerti organizza ogni estate nella suggestiva sede del Museo Orto Botanico
dell’Università ‘La Sapienza’, un luogo segreto e silenzioso a ridosso di Palazzo Corsini alla
Lungara.
Posto unico euro 10,00 + 1 euro di prevendita + ingresso Orto Botanico (4,00 Euro)
Ridotti euro 8,00 + 1 euro di prevendita + ingresso Orto Botanico ( 4,00 Euro)
Ridotto Under 30 euro 5,00 + ingresso Orto Botanico (4,00 Euro)
Ridotto 1 serata all’Orto euro 16 (2 concerti della stessa serata) + ingresso Orto Botanico (4,00 Euro)
Ridotto 1 serata all’Orto Sapienza euro 12 (2 concerti della stessa serata) + ingresso Orto Botanico (4,00
Euro)
Ridotto 1 serata all’Orto Sapienza Under 30 euro 6 (2 concerti della stessa serata) + ingresso Orto Botanico
(4,00 Euro)

Il programma del concerto al Museo Orto Botanico di Roma
Richard Rodgers
Blue Moon
King Krimson
Moonchild
Arturo Stalteri
Notturno in do minore
Cat Stevens
Moonshadow
Brian Eno
An Ending (Ascent)
Bert Jansch
Moonshine
Arturo Stalteri
Viaggiando tra i riflessi
Claude Debussy-Ludwig van Beethoven
Medley “Clair de Lune-Sonata al Chiaro di Luna op. 27 n. 2”
Police
Walking on the Moon
Arturo Stalteri
Notturno in sol minore “Starry Night”

Arturo Stàlteri, romano, si è diplomato in pianoforte al Conservatorio Alfredo Casella de L’Aquila.
Ha studiato a Roma con Vera Gobbi Belcredi, a Parigi con Aldo Ciccolini e ha frequentato, come
allievo effettivo, i corsi di perfezionamento di Vincenzo Vitale e Konstantin Bogino.
Svolge una vivace attività concertistica, rivolgendo la sua attenzione, oltre alle sue composizioni,
anche ad autori dell’area extra-colta.
Concerti in Italia, Inghilterra, Svizzera, Germania e Ungheria.
E’ spesso in giuria in concorsi pianistici nazionali ed internazionali.
Stàlteri ha cominciato a farsi conoscere con il gruppo Pierrot Lunaire, uno dei nomi storici del rock
progressivo degli anni settanta, una band che seppe mediare tra rock e classicismo, e con il quale ha
registrato due album per la RCA.
Molte sono le incisioni come solista.
Il suo ultimo lavoro, pubblicato circa un mese fa per la prestigiosa etichetta discografica di Philip
Glass “Orange Mountain Music” (e dedicato al maestro del minimalismo), si intitola “Dodecagon”.
Attualmente sta lavorando a tre diverse produzioni.
Sue composizioni appaiono in numerose raccolte.
Nel 2004 Franco Battiato lo ha voluto, come conduttore e musicista, nel suo primo programma
televisivo, “Bitte, keine Réclame”. Lo stesso Battiato gli ha offerto nel 2005 un ruolo nel film
“Musikanten”, presentato alla 62.ma Mostra del Cinema di Venezia, e lo ha coinvolto, nel 2014,
nella stesura del documentario “Attraversando il Bardo”.
Stàlteri ha inoltre collaborato con David Sylvian, Sonja Kristina, Rino Gaetano e Carlo Verdone.
Molti dei suoi dischi sono stati ripubblicati in Giappone e in Corea.
Come critico musicale è attualmente la voce di ”Primo Movimento”, “Il Concerto del Mattino” e
“Qui Comincia”, su Radio 3.

Comunicazione Arturo Stàlteri:
Daniele Mignardi Promopressagency

Fonte: Daniele Mignardi Promopressagency – Comunicazione

About EZrome

Check Also

Tessere è umano: Isabella Ducrot e le collezioni tessili

#mostra #artecontemporanea #tessuti #EZrome Il Museo delle Civiltà di Roma presenta "Tessere è umano: Isabella Ducrot e le collezioni tessili del Museo delle Civiltà", una mostra che esplora i linguaggi e le culture della tessitura attraverso le opere dell'artista contemporanea Isabella Ducrot e le collezioni storiche del museo. L'evento si terrà dal 1 agosto 2024 al 16 febbraio 2025.

“Jazz e Folli legami” al Teatro di Paglia con Massimo Reale

#Jazz #Spettacolo #Teatro #EZrome “Jazz e folli legami” è uno spettacolo-concerto che si terrà il 27 luglio 2024 al Teatro di Paglia di Nemi. L’evento, che unisce musica jazz e narrativa, vedrà la partecipazione dell’attore Massimo Reale e della cantante Dora Sisti. Lo spettacolo esplora i legami umani attraverso le storie di psichiatri e pazienti, offrendo una serata di emozioni intense.