Lunedì, 26 Ottobre 2020

amazon prime video

gladiatorIl generale che divenne schiavo. Lo schiavo che divenne gladiatore. Il gladiatore che sconfisse un impero.

Fu così infatti che Massimo Decimo Meridio, interpretato da Russell Crowe, riuscì a liberare il popolo romano dalle pazzie e dalle nefandezze di Commodo, uno degli imperatori più scellerati di Roma, forse il peggiore in assoluto, a causa del quale la città conobbe un inarrestabile declino. 

 


Il kolossal di Ridley Scott, uscito nelle sale nel 2000, narra del generale Massimo che, dopo aver condotto vittoriosamente una battaglia in Germania ed essersi distinto come tra i più valorosi, viene scelto dall'imperatore Marco Aurelio come suo successore, il quale lo preferisce al figlio Commodo, ritenuto inadatto al ruolo.

Accecato d'ira, Commodo organizza l'uccisione di Massimo e della sua famiglia; costui sfugge all'agguato, ma poco dopo trova la moglie e il figlioletto massacrati nella sua tenuta in Iberia, dove viveva.

In preda al dolore e allo shock, perde i sensi e al suo risveglio si ritrova prigioniero di ignoti in Africa, ridotto in schiavitù; messosi in evidenza per astuzia e coraggio, diventa il prescelto dell'anziano Proximo, che organizza gli spettacoli al Colosseo. Massimo riesce così a tornare a Roma e, infervorato dalla sete di vendetta, combatte nell'arena dove ha la meglio su diversi avversari, e il popolo lo consacra suo idolo.

Dopo varie vicissitudini e il fallimento della congiura contro Commodo organizzata da sua sorella Lucilla e Massimo, i due antagonisti scendono in arena per il combattimento finale, dove l'Ispanico, così veniva chiamato da gladiatore, ormai stanco e ferito, poco prima di cadere a terra privo di vita, riesce ad uccidere l'inetto Commodo.

Questa scena ha un forte impatto emotivo che culmina nel ricongiungimento finale di Massimo con sua moglie e suo figlio nei Campi Elisi, sicuramente il momento più commovente di tutto il film, accompagnato dalla famosa e a dir poco emozionante Now We Are Free, tema caratterizzante dell'intera colonna sonora. La canzone, scritta dal compositore Hans Zimmer, ha ottenuto una candidatura al Premio Oscar.

Battaglie cruente, scontri fino all'ultima goccia di sangue, violenza, dolore ma anche tanto amore e sentimento: l'amore di Massimo per i suoi cari, l'amore di Lucilla per Massimo, suo ex amante, l'affetto e la stima dell'imperatore Marco Aurelio nei confronti dell'Ispanico. Il tutto sullo sfondo di una Roma del II secolo d.C. ricostruita ad hoc grazie alle tecniche digitali e non solo, perfettamente in grado di ricreare l'atmosfera della fine dell'Impero, con i suoi fasti e le sue ricchezze ostentate.

 Due ore e mezza di sangue, di storia, di amore, senza mai annoiare lo spettatore che, inebriato di emozioni e sussulti, rimane coinvolto dalla prima all'ultima sequenza, affascinato dalle scene di battaglia nell'arena, dalla bellezza di Lucilla, dalle figure emblematiche dei gladiatori e dalle splendide scenografie digitali capaci di ricostruire il Colosseo e alcuni splendidi scorci di Roma.

Il Gladiatore riscosse un enorme successo. Candidato a cinque premi Oscar, sbancò i botteghini e fu la pellicola più vista della sua annata cinematografica. Un film che assurge al livello di opera, lodevole in tutti i suoi aspetti, toccante e capace di regalare più di una sequenza di grande cinema, nel segno dei mitici Ben-Hur e Spartacus.

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.