Polonia fashion week

OSPITE D'ONORE AL FASHION WEEK di KIELCE (Polonia)
OFF FASHION – 5° edizione   (4 – 7 giugno 2009)

l'Accademia KOEFIA

che apre il calendario della rassegna di al MUSEO NAZIONALE – Palazzo dei Vescovi giovedì 4 giugno 2009 ore 21.00.

La rassegna ospita circa 100 giovani stilisti provenienti da tutto il territorio che per l'occasione presentano le proprie collezioni e proposte in un vasto calendario di e mostre, alla presenza di una giuria qualificata che premierà 3 stilisti che si sono distinti per stile e capacità tecnica e creativa.

L'Accademia Koefia offrirà inoltre una Borsa di Studio ( Master Alta Moda) ad uno degli stilisti in rassegna, al fine di creare quello scambio indispensabile per una giusta formazione professionale.

A cura di Bianca Cimotti Lami

LA NOSTRA SFILATA
La collezione che andiamo a presentare è di circa 30 capi,  è composta da tre momenti di stile differenti che però, si completano e si alternano tra di loro perché appartengono ad un'unità comune, quella delle singole occasioni,proponendo così uno stile significativo e unico per la sua proposta:
Pret a porter – una moda indossabile/ AltaModa per le importanti occasioni/ Ricerca e Avanguardia Sculture in tela .
La Moda si pone come unità di stile ma si articola secondo esigenze.
Tutti i capi sono ideati e realizzati a mano dagli studenti e coordinati dallo staff docenti dell'Accademia Koefia.
Sono utilizzate le più raffinate tecniche di alta sartoria Couture, rese possibili dalla capacità creativa  e dalla profonda conoscenza delle tecniche tessili: tutto è realizzato esclusivamente a mano, con tecniche di alto artigianato artistico, nel segno della migliore Couture italiana.

ELEGANZA E FEMMINILITA'
Pret a porter –  UNA MODA INDOSSABILE
I 10 capi sono tratti da DERBY D'ALTA MODA – L'eleganza che si rinnova all'Ippodromo Capannelle.
I capi realizzati per l'occasione si richiamano alle  speciali forme d'alta fattura sartoriale  che s'ispirano al buon gusto ed al buon vestire specifico di questa importante occasione  equestre e trovano la propria soddisfazione nelle straordinarie  creazioni d'Alta Moda che con il cappello, "re " degli accessori, completano le mise.
Sono colori definiti e vivi, linee asimmetriche, giochi e strutture compositive e libere: stimoli per  una moda elegante e indossabile.
MANUELA ADRIANI – FRANCESCA ALEI – BAYSHEVA OKSANA – BAYSHEVA OLENA- LAURA EPIFANI
ELISA NANETTI – YEVGENIYA RUDYK – SILVIA SIDORETTI – ROSARIA DE LUCA – DANIELA COSTANZO

L'ALTA MODA Le occasionimportanti
I  10 capi sono tratti dal Final Work, prova finale del triennio di studio.
La sfilata è stata presentata nell'ambito dell'Alta Moda romana.
Gli stilisti nella loro ricerca, raccontano il tempo dall'ideale al sogno a cui l'Alta Moda tende per il suo stile raffinato e unico, fino alla rappresentazione della  realtà contemporanea  in cui la donna moderna si ritrova confusa e stanca dei ritmi odierni. Sono sia luoghi immaginari che reali quelli ai quali si ispirano , utilizzando le più raffinate tecniche dell'alta moda e la  più raffinata ricerca dei tessuti e delle forme.
Tutti i capi sono realizzati con le più  rigorose tecniche sartoriali nello stile dell'Alta Moda mantenendo viva la tradizione ed il contatto con l'avanguardia.
Ricami, doppiaggi, pannelli e quel lavoro fondamentale che solo l'Alta Moda prevede, ossia le tele,  che sono alla base della costruzione del capo sartoriale.
Tecniche dimenticate e sofisticate che danno alle creazioni oltre che la bellezza dello stile, l'unicità del capo.
SARA BATTISTON – MARIA PIA CAROSA  – ALESSANDRA PORRO – SARA STULIC – SERENA TANZILLI
FILOMENA MIRANDA  – GIUSEPPE DEODATO –   VERGIOLU SERENA – ELEONORA SPATAFINA

AVANGUARDIA E RICERCA
SCULTURE IN TELA
I capi esclusivamente realizzati in tela, sono tratti da "Omaggio a Fausto Sarli" presentati all'Auditorium di Roma, nell'ambito del calendario dell'Alta Moda di Roma.
La tela rappresenta il risultato di ciò che in arte è chiamata la "divina proporzione",ovvero quel rapporto d'armonie e di misura che danno alla creazione finale il giusto peso, la perfetta vestibilità e lo stile.
L'idea è quella di estremizzare al massimo la progettazione creativa attraverso i tagli e le forme  che sono alla base del progetto stilistico: la sapienza dei tagli, l'armonia del ritmo, il recupero delle proporzioni, la ricerca del particolare, fanno del capo finito, oltre ad un buon modello d'Alta Moda, un pezzo unico, un'opera indossabile, concepita con quel pensiero che vede andare insieme creatività e scienza.  E' nell'elaborazione dei colli, delle maniche, del godet, delle asole, ecc. che si esprime la ricerca: i particolari diventano oggetto della nostra attenzione.
ALESSIA ARUTA IMPROTA – YEVGENIYA RUDYK – PATRIADI MURDYATI – DANIELA COSTANZO – MIRIAM GALLECO
MARCO SORLI – CRISTINA TEREZAKIS – MARIA LETIZIA CAROLEI- CHAN ZTU FANG – ELISA TRICOLI

 

BIANCA CIMIOTTA LAMI
Bianca Cimiotta Lami opera nel settore del tessile abbigliamento da più di 15 anni, provenendo dal campo dell'arte e del . Collabora con l'Alta Moda e con le più rilevanti realtà della Couture italiana.
Ha organizzato e promosso numerose e significative manifestazioni ed eventi di moda, dedicando in particolare lo sguardo alla formazione: ai giovani stilisti. 
Si ricorda in particolar modo Creativity- Il Villaggio della Moda e i suoi Dintorni … prima rassegna di giovani emergenti italiana.
Organizza convegni ed incontri di singolare rilievo coordinando le migliori forze del settore e pubblica con i tipi Electa – Mondadori la monografia su Coco Chanel.
Fonda il Primo corso di Giornalismo di Moda.
Presente nel Comitato scientifico degli Archivi della Moda dei Beni Culturali, cura da molti anni le Relazioni Esterne e la Comunicazione per l'Accademia Koefia e per altre realtà significative del settore.  

 

ALTAMODA ovvero KOEFIA – 100 anni di Moda – 1912 – 2012
L'Accademia Internazionale d'Alta Moda e d'Arte del Costume Koefia è stata fondata a Roma nel 1951.
Un''istituzione all'avanguardia che mantiene vive le tradizioni sartoriali e lo stile dell'Alta Moda come disciplina di base e guarda con attenzione alle moderne tecniche del Prêt-à-Porter.
Il suo  programma formativo proviene dalla casa di Modelli fondata dalla  stessa Contessa Koefia nel 1912.
L'Accademia si rivolge ad un numero chiuso di studenti e propone un triennio di studio e una formazione completa nell'ambito dello Stilismo di Moda (disegno, modello couture, confezione, modello industriale e tutte le fondamentali materie culturali utili ad una completa formazione): il Diploma è riconosciuto dalla Comunità Europea.
Lo studente attinge ai metodi tradizionali dell'Alta Moda aggiungendo a questa una vasta conoscenza delle tendenze attuali e un completo know-how delle più innovative tecnologie del settore.
Numerose le manifestazioni e gli eventi in Italia e all'Estero, ai quali la Koefia aderisce, come momento di importante confronto: Mittelmoda – It's Four – Hempel Award, Pechino – China Cup, Shangay, e numerosi sono gli scambi internazionali con istituzioni paritetiche (Barcellona, Berlino, Helsinki, Los Angeles).
L'Accademia  Koefia collabora inoltre con il "Laboratorio del Corso di e Stilismo della Moda " della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Firenze ed ha attivato un "Laboratorio creativo di moda: dalla ideazione alla produzione di una collezione" con L'Università di Roma La Sapienza-Facoltà di Scienze Umanistiche – Corso di laurea in Arti e scienze dello spettacolo – Cattedra di Storia della Moda.

About LG

Check Also

“Il mondo alla prova dall’esilio”: eventi a Villa Medici

#Esilio #VillaMedici #EZrome “Il mondo alla prova dall’esilio” si terrà il 29 e 30 maggio 2024 a Villa Medici di Roma, con una serie di eventi gratuiti e a pagamento dedicati all’analisi dell’esilio. L’evento prevede conferenze tenute da esperti, un concerto mediterraneo e uno spettacolo teatrale, offrendo una riflessione critica sulle dinamiche dell’esilio e sulle risposte di solidarietà.

OxidAction / Relocating film decay: la nuova mostra multimediale a Roma

#Mostre #Roma #OxidAction #EZrome "OxidAction / Relocating film decay", la nuova mostra multimediale a Roma, inaugura il 7 giugno presso la Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico ETS. Parte dell'iniziativa Archivissima - La notte degli archivi, la mostra esplora il degrado delle pellicole cinematografiche della Prima Guerra Mondiale in un percorso sensoriale tra fotografia e cinema.