Anna Cappelli: Ritorno al Teatro Cometa OFF

Nel cuore pulsante della vita culturale romana, il Cometa OFF si appresta a riaccendere i riflettori su uno degli spettacoli che maggiormente hanno saputo conquistare il pubblico della capitale: “Anna Cappelli”, la tragicommedia scritta dal talento inconfondibile di Annibale Ruccello. Dopo il successo riscosso nell'edizione precedente, questo capolavoro della drammaturgia torna in scena dal 27 febbraio al 3 marzo 2024, promettendo ancora una volta di immergere gli spettatori in un vortice di emozioni intense e contraddittorie.

L'incanto di una storia senza tempo

La narrazione di “Anna Cappelli” ci trasporta nella Latina degli anni '60, dove la protagonista, interpretata dalla magistrale Giada Prandi sotto la regia di Renato Chiocca, vive la sua esistenza quotidiana. La vita di Anna, impiegata comunale, è un intreccio di sentimenti, paure, e desideri inespressi, un percorso che la conduce a confrontarsi con le asfissianti convenzioni sociali di un'Italia in pieno boom economico e con la sua personale ricerca di un amore autentico. La pièce si articola come un monologo tragicomico che, attraverso le vicissitudini di Anna, esplora tematiche universali quali il controllo, il possesso, l'emancipazione e i condizionamenti sociali, facendo emergere la complessità e la fragilità dell'animo umano.

Una messa in scena che sfida il tempo

La regia di Chiocca offre una visione innovativa dell'opera di Ruccello, presentando un allestimento che si muove tra astrazione e concretezza, dove il teatro diventa lo spazio della mente, un luogo di riflessione profonda sulle dinamiche interpersonali e sociali. La scelta di Giada Prandi per il ruolo di Anna non è casuale: l'attrice incarna con intensità la complessità del personaggio, portando in scena una performance che è al tempo stesso potente e delicata, capace di toccare le corde più intime dello spettatore. La collaborazione tra Prandi e Chiocca, insieme al contributo di Massimo Palumbo per la scena, Anna Coluccia per i costumi, Gianluca Cappelletti per le luci e Stefano Switala per le musiche originali, crea un'esperienza teatrale immersiva e indimenticabile.

Un viaggio empatico nell'animo umano

“Anna Cappelli” è più di una semplice rappresentazione teatrale; è un viaggio empatico che conduce lo spettatore attraverso le sfumature dell'animo umano, dal comico al tragico, dalla luce all'ombra. La storia di Anna, con le sue aspettative infrante e i suoi ideali messi alla prova dalla dura realtà, rispecchia l'esperienza di molti, facendo della sua narrativa un racconto senza tempo. È una riflessione sulla condizione femminile negli anni '60, ma anche un'analisi più ampia sui meccanismi di controllo e sulla lotta per l'emancipazione in una società che spesso appare immutabile e opprimente.

Info utili

Per chi desidera immergersi in questa intensa esperienza teatrale, “Anna Cappelli” andrà in scena al Teatro Cometa OFF di Roma, situato in via Luca della Robbia, 47, da martedì 27 febbraio a domenica 3 marzo 2024. Gli spettacoli serali avranno inizio alle ore 21:00, ad eccezione della domenica, quando la rappresentazione inizierà alle ore 18:00. Il prezzo del biglietto intero è fissato a €16,00, con un'aggiunta di €2,50 per la tessera associativa.
Una occasione imperdibile per gli amanti del teatro e per chiunque voglia confrontarsi con le profondità dell'esistenza umana attraverso gli occhi di una donna che, pur in lotta con il suo tempo, rivela una straordinaria universalità.

About EZrome

Check Also

Ardecore trio celebra la festa della Liberazione

#Ardecore #FestadellaLiberazione #MusicaeResistenza #EZrome Il trio Ardecore torna sul palco per la Festa della Liberazione al Casilino Sky Park il 25 aprile. Un concerto che intreccia la musica popolare romana con la poesia di Belli, celebrando la Resistenza e la cultura indipendente.

“Arte in Musica” al Teatro Ivelise: un viaggio nella storia dell’arte italiana

#ArteInMusica #StoriaDellArte #TeatroIvelise #EZrome Il 27 aprile, il Teatro Ivelise di Roma presenta "Arte in Musica", un incantevole viaggio attraverso la storia dell'arte italiana, animato dalle musiche di Gianmarco Giannetti e dalla voce di Greta Arditi.