pierluiginervi mostra maxxi

Pier Luigi Nervi. Architetture per lo Sport al MAXXI

pierluiginervi mostra maxxiDal 5 febbraio al 30 aprile 2016, al MAXXI, ci sarà una mostra dedicata a Pier Luigi Nervi, con l’esposizione delle opere realizzate per il mondo dello sport.

Un ampio patrimonio di disegni, fotografie, documenti, e modelli di oltre 60 progetti di impianti sportivi, progettati da Pier Luigi Nervi.  Questa la mostra che aprirà i battenti il prossimo 6 febbraio 2016 al MAXXI di Roma intitolata “Pier Luigi Nervi. Architetture per lo sport”. 

La maggior parte delle opere in visione, proverranno dall’Archivio Nervi nelle collezioni del MAXXI Architettura. Un approfondimento dal grande valore storico, che dona la possibilità di seguire lo sviluppo del metodo progettuale e costruttivo del celebre ingegnere italiano. Dalla prime opere come lo Stadio Berta di Firenze, agli edifici per le Olimpiadi di Roma del 1960, sino ai progetti internazionali come il Kuwait Sports Centre. La sezione dedicata ai progetti per gli stadi in Italia e all’estero, è arricchita da elaborazioni grafiche tridimensionali e modelli costruttivi, realizzati dal La- Mo e dal LaMoVida dell’Università di Bologna.
Se volete approfondire la storia di questo importante protagonista dell’architettura italiana, l’appuntamento è al MAXXI dal 5 febbraio al 30 aprile 2016!

About Serena Cara

Check Also

Sticky Bones al Museo del Saxofono: un tuffo nel Jazz d’epoca

#Jazz #StickyBones #MuseoDelSaxofono #EZrome Il 2 marzo al Museo del Saxofono, gli Sticky Bones porteranno in scena il sound originale del jazz d'epoca, in un viaggio musicale dai primi anni del XX secolo al 1935.

Fragileresistente: uno spettacolo di riflessione intergenerazionale al Centrale Preneste

#Teatro #Riflessione #GiovaniTalenti #EZrome Il 1 marzo 2024, "fragileresistente" della Compagnia il turno di notte illumina il Centrale Preneste Teatro con una narrazione potente su padre e figlio, depressione e speranza. Un appuntamento da non perdere per chi cerca nel teatro uno spazio di dialogo intergenerazionale e di riflessione sul nostro tempo.

Lascia un commento