Tiziano

La magnifica arte di Tiziano esposta alle Scuderie del Quirinale

TizianoUna grande mostra – presso le Scuderie del Quirinale di Roma – ospita dal 5 marzo al 16 giugno i capolavori di Tiziano Vecellio, l'artista veneto del Cinquecento che insieme a Giotto, Leonardo, Caravaggio e Michelangelo, incarnò l'idea stessa della pittura.

La mostra allinea più di quaranta opere provenienti dai musei più prestigiosi del mondo con lo scopo di raccontare la storia personale di Tiziano ma anche i momenti della sua inarrestabile ascesa pittorica e culturale, dagli esordi nelle botteghe di Giovanni Bellini e di Giorgione, fino ad arrivare alle committenze imperiali di Carlo V e Filippo II.
Un percorso espositivo che ha il merito di farci conoscere la dimensione e il ruolo di Tiziano, protagonista della pittura veneta intesa come arte rinnovatrice della italiana ed europea del XVI secolo.
I due piani delle Scuderie del Quirinale sono stati divisi in 10 sezioni ognuna delle quali testimonia un periodo di vita del celebre pittore. Sotto, sono state allestite le opere più grandi come la Pala Gozzi di Ancona , la Crocifissione della chiesa dei domenicani di Ancona; sopra invece si trovano i ritratti che hanno reso famoso Tiziano nel mondo. L'esposizione si apre con l'Autoritratto del Prado e si chiude con La Punizione di Marsia del Museo Nazionale di Kromeriz dipinta a quasi 90 anni; straordinario quadro che rappresenta la punizione del satiro Marsia, sconfitto da Apollo in un certame musicale e per questo condannato ad essere scorticato. La violenza espressiva comunicata attraverso le pennellate cariche di dramma e la composizione ribaltata, ne fanno uno dei più impressionanti quadri dell'intero Cinquecento.

tiziano1L'arte di Tiziano è caratterizzata da un forte sentimento della realtà, talvolta carico di sensualità, capace di conferire alle immagini una vivacità naturale mai vista prima. È interprete geniale della pittura tonale con i suoi colori caldi, musicali e trasparenti e la capacità di catturare la luce.
Il tonalismo infatti, caratterizzerà tutta la sua carriera influenzando generazioni di artisti e diventando uno stimolo per i grandi maestri europei: Rubens, scelse la ricchezza fastosa dei nudi femminili e le luci scintillanti delle opere del primo periodo; Caravaggio, invece riprese la drammaticità dei dipinti religiosi.
Tiziano, elaborò l'uso del colore con energia e passione. Per ottenere effetti di luce naturale, i pittori veneti del Rinascimento abbandonarono progressivamente l'uso del disegno per stendere direttamente i colori sul quadro, con sottili passaggi di tono tra ombre e luci.
Vero maestro del colore, nessuno è stato più pittore di Tiziano. Forse solo Velasquez e Van Gogh hanno avuto un gusto simile al suo per il colore. Questa concezione della pittura elaborata intorno alla metà del Cinquecento, è del tutto antitetica al “primato del disegno” celebrato nello stesso periodo da Michelangelo.
Artista eccezionale Tiziano: a lui si ispirò Manet i cui dipinti noti come l'Olympia e la Colazione sull'erba furono realizzati osservando la Venere d'Urbino e il Concerto di Tiziano.
Tra i capolavori presenti alla mostra opere fondamentali, come, oltre a quelle già citate: il Concerto, la Bella, Maddalena, di Palazzo Pitti, la Flora degli Uffizi, l'Annunciazione della chiesa San Salvador a Venezia, le Danae e il ritratto di Paolo III del museo di Capodimonte, il Carlo V con il cane, e la Deposizione di Cristo nel sepolcro,del Museo del Prado di Madrid, il Giulio Romano del museo civico di Mantova, il Martirio di San Lorenzo della chiesa dei Gesuiti a Venezia. In questa tela, Tiziano abbandona ogni retaggio rinascimentale per una composizione di esasperato espressionismo e ricerca luministica che creano una notevole suggestione e fanno di questa opera il preludio per l'ultima fase della sua produzione.
I suoi meravigliosi quadri, vivono con noi, nei , nei musei, e nei colori della nostra vita quotidiana che dall'opera di questi grandi maestri trae ancor oggi, illuminazione ed impulso.

Per info: www.scuderiequirinale.it

About Redazione

Check Also

IF/Invasioni (dal) Futuro_Dark Ages*2024 al Teatro India

#TeatroIndia #Fantascienza #EventiRoma #EZrome Dal 29 luglio al 4 agosto 2024, il Teatro India ospita l'undicesima edizione di IF/INVASIONI (dal) FUTURO_DARK AGES*2024, un festival multidisciplinare dedicato alla fantascienza. Organizzato da lacasadargilla, l'evento include spettacoli, laboratori e installazioni multimediali, esplorando temi contemporanei attraverso narrazioni atipiche e immersive.

Tor Bella Monaca stagione teatrale Estate Romana 2023 – 2024: gli spettacoli dal 23 al 28 luglio

#Teatro #EstateRomana #Cultura #EZrome La stagione teatrale estiva del Teatro Tor Bella Monaca, parte dell'Estate Romana 2023-2024, si svolgerà dal 23 al 28 luglio 2024. La rassegna, che include spettacoli di dramma, commedia e per bambini, è promossa da Roma Capitale e realizzata in collaborazione con LEA e SIAE.