Villae Film Festival Quando l’arte è in movimento

Da lunedì 2 a domenica 8 dicembre l'Istituto Villa Adriana e Villa d'Este ospita la prima edizione di Villae Film Festival. Quando l'arte è in movimento, rassegna dedicata al rapporto indissolubile cinema e arte, che trova spazio nella splendida cornice rinascimentale di Villa d'Este a Tivoli.

Evento unico nel panorama culturale italiano, il progetto è sostenuto dalla Direzione Generale Cinema del MiBACT e organizzato dalle Villae, sotto la direzione artistica di Andrea Bruciati, con la consulenza e la collaborazione dell'Associazione Culturale Seven.

La rassegna associa alla proiezione cinematografica incontri con registi, critici e curatori per esplorare il linguaggio dell'immagine in movimento, coglierne le suggestioni e restituirne la complessità in un mondo in continua evoluzione. I film in rassegna sono stati realizzati da artisti di fama internazionale, che compaiono nelle collezioni di importanti musei di tutto il mondo, dal MoMA di New York al Centre Pompidou di Parigi.

“Villa d'Este – commenta Andrea Bruciati – è un dispositivo visivo complesso e stratificato. L'arte contemporanea sceglie di esprimersi anche con il lessico del linguaggio cinematografico; le Villae si propongono così come luogo di nuove socialità, narrazioni e sperimentazioni. Il nostro è un programma ricchissimo e  multiforme  per  fare  il punto  sullo  stato  dell'arte visiva in movimento, indagarne i codici attraverso molteplici  forme  e  contaminazioni  ed  evidenziarne  pertanto  la relazione con la settima arte. Le suggestioni  e  i sogni  di oggi  incontrano  i miti e  le leggende  che  artisti di secoli  fa  illustrarono sulle pareti e le volte dei grandiosi saloni di Ippolito d'Este.”

 

Ogni appuntamento è preceduto da un incontro con registi e con critici per introdurre il film in programma. Gli incontri sono previsti alle 18.00, a seguire la proiezione del film.

Il 2 dicembre alle ore 19.00 la rassegna si apre con un'anteprima assoluta per l'Italia: il film Middle of Beyond che, mescolando fiction, animazione e videoclip, racconta la vicenda di Mate, trentenne che vuole essere poeta in un mondo dominato dai social. La proiezione si tiene alla presenza dell'artista Keren Cytter, regista del film, dell'interprete Fabian Stumm e del critico d'arte Antonio Grulli. La rassegna prosegue poi nei giorni successivi con altri cinque film realizzati da registi che sono anche artisti visivi. Il connubio arte e cinema è il tema ispiratore anche dell'evento conclusivo: l'omaggio, con la proiezione di Giulietta degli Spiriti, a Federico Fellini, il grande disegnatore prima ancora che regista, di cui ricorrerà, nel 2020, il centenario della nascita e la cui arte ha parlato a tutto il mondo.

Ingresso libero sino ad esaurimento posti.

Sito web

www.villaadriana.beniculturali.it

Profili social

Facebook | Instagram | Twitter | YouTube | Eventbrite

@villaefilmfestival #villaefilmfestival

 

direzione artistica

Andrea Bruciati

direttore Villa Adriana e Villa d'Este, Tivoli

consulenza artistica e organizzazione Associazione Culturale SEVEN

Fonte Ufficio Stampa  EFFECI COMUNICAZIONE – Reggi e Spizzichino

About Redazione

Check Also

“Jazz e Folli legami” al Teatro di Paglia con Massimo Reale

#Jazz #Spettacolo #Teatro #EZrome “Jazz e folli legami” è uno spettacolo-concerto che si terrà il 27 luglio 2024 al Teatro di Paglia di Nemi. L’evento, che unisce musica jazz e narrativa, vedrà la partecipazione dell’attore Massimo Reale e della cantante Dora Sisti. Lo spettacolo esplora i legami umani attraverso le storie di psichiatri e pazienti, offrendo una serata di emozioni intense.

IF/Invasioni (dal) Futuro_Dark Ages*2024 al Teatro India

#TeatroIndia #Fantascienza #EventiRoma #EZrome Dal 29 luglio al 4 agosto 2024, il Teatro India ospita l'undicesima edizione di IF/INVASIONI (dal) FUTURO_DARK AGES*2024, un festival multidisciplinare dedicato alla fantascienza. Organizzato da lacasadargilla, l'evento include spettacoli, laboratori e installazioni multimediali, esplorando temi contemporanei attraverso narrazioni atipiche e immersive.

Lascia un commento