“Pasqua al Bioparco: un viaggio nella biodiversità delle uova”

Il Bioparco di Roma celebra la Pasqua con un fine settimana all’insegna della scoperta e dell’apprendimento, invitando i visitatori a esplorare la sorprendente biodiversità delle uova attraverso un’ampia gamma di attività didattiche e ludiche. Dal 29 al 31 marzo, dalle ore 11.00 alle 16.00, il parco si trasforma in un laboratorio a cielo aperto dove grandi e piccini possono avventurarsi nei segreti della natura.

Alla scoperta delle uova da record

Una delle postazioni più affascinanti è dedicata alle “Uova da record”, dove si possono ammirare modelli di uova di dimensioni variabili: dall’imponente uovo dell’uccello elefante, specie ormai estinta, al minuscolo uovo di colibrì. Questa esposizione non solo mette in luce la varietà di dimensioni, ma anche le incredibili strategie di mimetismo adottate da alcune specie per proteggere la prole. Un gioco a quiz coinvolgerà l’intera famiglia in una sfida di conoscenza e scoperta.

Non solo uccelli: un viaggio tra le specie

L’attività “Non solo uccelli” amplia l’orizzonte dei partecipanti, mostrando come la deposizione delle uova sia una caratteristica condivisa da un vasto numero di specie animali, ben oltre il mondo degli uccelli. Dai misteriosi squali alle morbide uova dei serpenti, passando per le gelatinose uova dei rospi e le minuscole uova di alcuni pesci, fino ai mammiferi eccezionali come l’ornitorinco. Questa attività offre un affascinante sguardo sulla ricchezza della vita animale.

Nido dolce nido: l’arte di costruire un nido

La postazione “Nido dolce nido”, allestita dai volontari della Lipu, offre l’opportunità di ammirare da vicino nidi di diverse forme e dimensioni. I visitatori apprenderanno l’importanza dei nidi nella protezione dei piccoli dai predatori, scoprendo la varietà di materiali utilizzati e le tecniche di costruzione specifiche di ogni specie.

Animali a sorpresa: la meraviglia della diversità

“Animali a sorpresa” è un’attività che stimola la curiosità attraverso indovinelli e giochi, invitando i partecipanti a scoprire come la natura non smetta mai di stupire con la sua incredibile diversità di forme, colori e strategie di sopravvivenza.

Incontri ravvicinati con gli abitanti del Bioparco

Il programma include inoltre l’incontro “Chi non si adatta è perduto”, durante il quale i visitatori potranno osservare da vicino alcune delle specie più affascinanti del parco, come i gechi del Madagascar, le testuggini dalle zampe rosse e i camaleonti, scoprendo curiosità sulla loro vita e sull’arte del mimetismo.

Un pranzo speciale con gli animali

Infine, non mancheranno i momenti dedicati all’osservazione dei pasti degli animali, dai macachi del Giappone agli elefanti asiatici, dai lemuri catta agli scimpanzé, per concludere con le otarie della California e i pinguini del Capo. Questi appuntamenti offrono uno sguardo unico sulle abitudini alimentari degli animali e sul lavoro quotidiano dei keeper.

Tutte queste attività sono pensate per offrire ai visitatori un’esperienza educativa immersiva, rendendo il fine settimana di Pasqua al Bioparco un’occasione imperdibile per imparare divertendosi. La partecipazione a queste iniziative è inclusa nel prezzo del biglietto, rendendo l’evento accessibile a tutti coloro che desiderano avvicinarsi alla natura in modo interattivo e coinvolgente.

About EZrome

Check Also

Serendipity: L’arte visionaria di Haya Kim a Roma

#Serendipity #Arte #Roma #EZrome L'esposizione "Serendipity" di Haya Kim all'Arte Borgo Gallery segna l'esordio dell'artista sudcoreana nella Capitale. Un viaggio affascinante tra memoria, natura e sensazioni astratte, dove il pubblico è invitato a immergersi nelle profondità dell'animo umano.

Il 21° Asian Film Festival celebra la Corea a Roma

#CinemaCoreano #Cultura #EventoRoma #EZrome Il 21° Asian Film Festival a Roma apre le porte al "Korean Day", celebrando 140 anni di relazioni Italia-Corea. Un'occasione unica per esplorare la nuova cinematografia coreana attraverso film che narrano storie di amore, crescita e sfide della vita, in un dialogo culturale che arricchisce e connette