“Le cose che t’ho imparato”: teatro e vita si intrecciano

Nel vivace panorama culturale romano, un nuovo appuntamento teatrale è pronto a catturare l'attenzione degli appassionati di arte scenica. Al Tor Bella Monaca, dal 27 febbraio al 3 marzo, andrà in scena la prima nazionale di “Le cose che t'ho imparato”, un'opera firmata da Carlo Picchiotti, noto autore di testi teatrali e drammaturgo che ha già lasciato un segno indelebile nel mondo del teatro italiano.

Tra noir e commedia: un'opera unica

La regia di Siddhartha Prestinari promette di offrire al pubblico un'esperienza teatrale intensa e ricca di sfumature. L'adattamento scenico, che Prestinari ha sapientemente plasmato, gioca con i contrasti tra il genere noir e la leggerezza della commedia, creando un'atmosfera unica in cui il pubblico è invitato a riflettere sulle dinamiche umane più profonde. Sul palco, le prestazioni di Stefano Ambrogi, attore di cinema e teatro che ha lavorato con nomi illustri come Carlo Verdone e Carlo Vanzina, insieme a Ermenegildo Marciante, giovane promessa della recitazione, promettono di essere un punto di forza dello spettacolo.

L'opera si svolge all'interno di una squallida cella di un carcere di massima sicurezza, luogo in cui si incontrano e si scontrano due figure diametralmente opposte: un giovane pregiudicato, alla sua prima esperienza di detenzione, e un anziano galeotto, indurito da anni di reclusione. Questo incontro, in una dimensione sospesa tra realismo e simbolismo, diventa terreno fertile per un confronto carico di tensioni ma anche di insegnamenti reciproci, dove la vita e le sue contraddizioni si svelano attraverso dialoghi taglienti e momenti di pura emotività.

Un lavoro di squadra

Dietro le quinte, il successo dello spettacolo è garantito anche dall'impegno di un team creativo di eccellenza. I costumi, curati da Graziella Pera, e le scene, ideate da Giulia Colombo, contribuiscono a creare l'atmosfera carceraria in cui si snoda la vicenda. Il disegno luci di Marco Laudando e il progetto audio di Alessandro Acquaroli arricchiscono ulteriormente l'esperienza sensoriale del pubblico, mentre l'aiuto regia di Anna Piscopo e Stefano Mescieri, insieme alla produzione esecutiva di Federico Perrotta, completano il quadro di un allestimento di alto livello.

Info utili

Per chi desidera immergersi in questa affascinante esperienza teatrale, gli spettacoli si terranno dal martedì al sabato alle ore 21.00, con una replica domenicale alle ore 17.30, presso il Teatro Tor Bella Monaca di Roma. Per informazioni più dettagliate e per l'acquisto dei biglietti, è possibile contattare il numero 062010579, attivo dalle 10:30 alle 19:30.

“Le cose che t'ho imparato” rappresenta un'occasione imperdibile per riflettere sulla complessità dell'esistenza umana, sullo sfondo di una narrazione che oscilla tra la drammaticità del noir e la leggerezza della commedia. Uno spettacolo che promette di lasciare il segno nel cuore degli spettatori, portandoli a interrogarsi sul vero significato della vita e sul potere redentivo dell'arte.

About EZrome

Check Also

Live nei teatri: Levante celebra dieci anni di musica

#LevanteLiveNeiTeatri #musica #teatro #EZrome Levante, in tour con "Live nei teatri", celebra i dieci anni di carriera con uno spettacolo che intreccia musica, storia personale e rinnovamento artistico. Tra gli impegni futuri, diverse città italiane ospiteranno le sue esibizioni intime e coinvolgenti.

“Roots/Le radici del contemporaneo” celebra Elsa Morante con “La Storia”

#RootsFestival #LaStoria #ElsaMorante #EZrome Il festival "Roots – Le radici del contemporaneo" celebra il cinquantenario del romanzo "La Storia" di Elsa Morante con un reading speciale alla Libreria Tuba di Roma. Un'immersione nelle emozioni estreme e nella narrativa potente di Morante, in un evento che rievoca i valori della Resistenza alla vigilia del 25 aprile.