“Mille lire al mese”: un viaggio nella musica italiana al Museo del Saxofono

Sabato 16 marzo 2024, alle ore 21:00, il Museo del Saxofono di Maccarese, Fiumicino, si appresta ad ospitare un evento musicale dal sapore unico: “Mille lire al mese”. Questo concerto, che vede la partecipazione di artisti del calibro di Piercarlo Salvia al saxofono e clarinetto, Osvaldo Bellotto in veste di voce narrante, Alessandro Crispolti al pianoforte, Cristian Antinozzi al contrabbasso, Danilo Pierini alla fisarmonica e Alfredo Romeo alla batteria, promette di essere un'immersione affascinante nella musica italiana degli anni Trenta e Quaranta.

Una finestra sul passato

Il concerto “Mille lire al mese” non è solo una performance musicale, ma un vero e proprio viaggio nel tempo, che riporta gli ascoltatori agli anni Venti del Novecento, un periodo di grande fermento culturale e musicale in Italia. Dopo la prima guerra mondiale, il Paese iniziò a sperimentare i primi apparecchi per l'ascolto della musica e venne invaso da un nuovo repertorio jazz dagli Stati Uniti, che si sovrapponeva alla più tradizionale canzone melodica italiana. Questo fu anche il tempo in cui il cinema sonoro iniziò a diffondere stili musicali fino ad allora sconosciuti al grande pubblico italiano, creando un contrasto con il repertorio promosso dal regime dell'epoca.

In questo contesto, artisti e musicisti trovarono modi creativi per aggirare le restrizioni imposte dal regime, mascherando le influenze jazz e swing sotto improbabili titoli italiani o traducendo nomi di celebri interpreti in modo da renderli più “accettabili”. Nonostante gli sforzi del regime di promuovere una musica dal carattere allegro e spensierato, i musicisti italiani furono conquistati dalle sonorità del jazz e dello swing, elaborando nuove composizioni che riflettevano l'influenza di questi generi.

Un repertorio tra storia e leggenda

Il concerto al Museo del Saxofono si presenta come una celebrazione di questa era musicale ricca e complessa. Il repertorio scelto per la serata include alcuni dei brani più iconici dell'epoca, come “Mille lire al mese”, “Non ti scordare di me”, “In cerca di te”, “Ma l'amore no”, e molti altri, arricchiti da aneddoti storici e curiosità sui loro autori e interpreti. Figure leggendarie come Pippo Barzizza, Gorni Kramer e il Trio Lescano, che hanno definito il suono di quegli anni, saranno celebrati attraverso le loro opere più significative.

L'evento non è solo un'occasione per ascoltare musica di qualità, ma anche per immergersi nelle storie che hanno plasmato la musicale italiana, offrendo al pubblico una comprensione più profonda del contesto storico e sociale in cui queste canzoni sono nate e hanno prosperato.

Info utili

“Mille lire al mese” si terrà al Museo del Saxofono, situato in via dei Molini snc, angolo via Reggiani, a Maccarese, Fiumicino (RM). Il costo di ingresso al concerto è di € 17,00, con la possibilità di partecipare, per chi lo desidera, ad un'apericena pre-evento al costo di € 15,00. I biglietti sono disponibili sia in loco che online sul sito Liveticket.

Per gli amanti della musica, della storia e della cultura italiana, questo concerto rappresenta un'occasione imperdibile per rivivere un'epoca d'oro della musica italiana, in una serata che promette di essere indimenticabile.

About EZrome

Check Also

Spettacoli di aprile al Teatro Tor Bella Monaca

#TeatroTBM #Cultura #MemoriaStorica #EZrome Un intenso programma teatrale attende il pubblico romano al Teatro Tor Bella Monaca dal 23 al 28 aprile 2024. Drammi e commedie che non solo intrattengono, ma invitano a riflettere su temi di resilienza e memoria storica.

“Roots/Le radici del contemporaneo” celebra Elsa Morante con “La Storia”

#RootsFestival #LaStoria #ElsaMorante #EZrome Il festival "Roots – Le radici del contemporaneo" celebra il cinquantenario del romanzo "La Storia" di Elsa Morante con un reading speciale alla Libreria Tuba di Roma. Un'immersione nelle emozioni estreme e nella narrativa potente di Morante, in un evento che rievoca i valori della Resistenza alla vigilia del 25 aprile.