Martedì, 22 Gennaio 2019

amazon prime video

Roma Appia_Antica_-_mausoleo_Cecilia_MetellaIn prossimità del circo e della villa di Massenzio, si trova il Mausoleo di Cecilia Metella, edificio messo su per celebrare l'importanza della famiglia di Cecilia Metella.

Questa donna era la figlia del console Quinto Cecilio Metello Cretico. A lei ed alla sua famiglia è stato dedicato, perciò, tale mausoleo che, all'origine, era costituito dall'edificio circolare, che ancora oggi si può notare. Il tamburo che conteneva la camera funeraria era alto circa 39 metri con un diametro, invece, di 30 metri, rivestito interamente di blocchi di travertino.

Per quanto riguarda l'arredo, non ci rimane più nulla. Si è parlato di un sarcofago trasportato a Palazzo Farnese, che alcuni rimandavano proprio a Cecilia Metella, ma l'archeologo e storico Antonio Nibby lo ha poi attribuito ad Appia Annia Regilla, aristocratica romana moglie di Erode Attico, oratore e politico. Alcuni studiosi hanno poi messo in parallelo la struttura del mausoleo con quello delle tombe a thòlos etrusche e con quelle ellenistiche.
In uno scritto risalente al IX secolo, il Mausoleo di Cecilia Metella era così citato: “monumentum quod vocatur ta canetri capita.” C'è da dire che il terreno circostante era già di proprietà della Chiesa, ma la fortificazione dell'edificio e la sua integrazione in un vero e proprio castello fortificato, avvenne solo sul finire del XIII secolo, e questo per volere dei Caetani, importante famiglia nobiliare dell'epoca. Tale castello passò poi nelle mani degli Orsini, dei Colonna, fino ai Torlonia, costituita da mercanti di tessuti e sarti.

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti, ad esempio per un compleanno, scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure i regali last minute

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.