giardino_buffet
giardino_buffet

Casina Valadier, per un matrimonio da sogno nel cuore di Roma

giardino_buffetSe si pensa che fu Napoleone, eccentrico come sempre, a commissionare all'arch. Giuseppe Valadier, un edificio che potesse avere una delle più belle viste di Roma per i suoi Jardin du Grand César, non risulta difficile immaginare lo splendido contesto in cui sorse Casina Valadier, situata nel cuore di Villa Borghese, a sua volta cuore verde della capitale. 
I lavori ebbero inizio nel 1810 e terminarono solo nel 1817, con ottimi risultati: ciò che ne scaturì fu il grazioso e raffinato edificio dall'atmosfera da bistrot parigino in uno stile neoclassico.

terrazza_3Conosciuta anche come il caffé della capitale, divenne uno dei locali di ritrovo della Roma bene solo negli anni venti del ‘900, quando molti intellettuali, artisti e grandi dell'epoca, da Pirandello a Strauss, da Gandhi a Re Farouk, ne fecero il proprio salotto, fino alla fine degli anni sessanta, in cui iniziò per Casina Valadier un lento declino fatto di fallimenti e vicende giudiziarie.
Ci vollero anni, soldi, e la fatica di molti tra architetti e restauratori per riportare questo incantevole luogo alle meraviglie di un tempo: il 16 giugno 2004, alla presenza dell'allora sindaco Walter Veltroni, e di molti altri nomi altisonanti del panorama romano, Casina Valadier fu riaperta al pubblico, e con essa il prestigioso ristorante, guidato dal due stelle Michelin, Antonio Sciullo.

Panorama mozzafiato, saloni stile impero, sobri e al tempo stesso stupefacenti, chef di prima classe, il tutto condito dalla direzione attenta e creativa di Maria Antonietta Pacelli, ed ecco servita una location da sogno per il giorno più bello.
E' il Salone Imperiale, in genere, a fare da scenario ad un banchetto di massimo 150 persone, con arredi curati nel rispetto dello stile neoclassico d'appartenenza e delle iniziali idee di Valadier.
Non è comunque escluso che gli sposi possano optare per diverse soluzioni, per tutti i gusti e soprattutto per tutte le tasche: durante la bella stagione è infatti possibile prendere l'aperitivo in terrazza e poi proseguire il banchetto nelle quattro salette dell'ultimo piano, contenenti circa 12 persone ciascuna, che prendono nome a seconda del panorama: Quirinale, San Pietro, Villa Borghese e Villa Medici; oppure propendere per l'intero buffet in terrazza o in giardino, o ancora brindare agli sposi nel raffinato angolo bar sito nell'ampia e ornata galleria che dà direttamente sulla famosa terrazza dalla vista mozzafiato.

Da maggio ad ottobre Casina Valadier sarà aperta senza giorno di riposo settimanale, quindi l'unica pecca, se di pecca si può parlare, sta nel fatto che in questo periodo non sarà possibile averne l'esclusiva. Da ottobre in poi invece sarà possibile riservare tutto l'edifico nel giorno di chiusura.
E' garantito in ogni modo, che qualsiasi spazio e allestimento si decida di adottare, sia che si decida di banchettare all'aperto o di mangiare seduti nei tavoli interni in uno degli splendidi saloni, i festeggiamenti a Casina Valdier non potranno essere facilmente dimenticati, anche e soprattutto dagli ospiti che qui deciderete di ricevere per festeggiare il vostro matrimonio.

Gli obiettivi della signora del banqueting romano, Maria Antonietta Pacelli e del grande chef  Sciullo, sono gli stessi: "far sentire chiunque entrerà qui dentro a casa. Accolto. Accudito. Coccolato. Senza invadenza però". Con charme e sobrietà da parte della Pacelli, e con una cucina italiana doc, legata alla tradizione territoriale e al tempo stesso arricchita da influssi esterni, da parte di Sciullo.
I promessi sposi alla prese con la ricerca della location perfetta per il primo ciak della loro vita, si staranno ora chiedendo: a che prezzo tutto ciò? Le proposte di menù tipo che la direzione organizzativa di Casina Valadier offre, sono otto,  con prezzi che oscillano dai 100 ai 130 euro (iva inclusa). Un esempio di menù potrebbe essere: Aperitivo composto da Prosecco, succo di ananas, pompelmo, arancia, tartelette fantasia, frittini misti vegetali, crostini con bufala e salmone affumicato; Tonno fresco marinato in salsa di soia con cialde croccanti e cruditè di verdure; Mezzi rigatoni con cozze, baccalà, basilico e pecorino; Mazzancolle in guazzetto con caponatina alla siciliana; Parfait di pesche e meringhe con salsa di fragole e menta; Caffè; Vini selezionati; Champagne Charles Heidsieck per il brindisi; Centrotavola con rose bianche per i tavoli.
La torta nuziale è esclusa, ma volendo lo chef Antonio Sciullo, da buon ex pasticcere, potrà soddisfare qualsiasi palato e ogni audace intento creativo!
Per l'orario del buffet si può scegliere tra un Lunch che va dalle 12.00 alle18.00 e un Dinner, dalle 19.00 alle 24.30.

In tempi di crisi come questi, sostenere che un matrimonio a Casina Valadier sia abbordabile e alla portata di tutti sarebbe davvero un eufemismo, ma per chi è disposto a qualche sacrificio per incorniciare in luogo così suggestivo il proprio giorno, o semplicemente può permetterselo, farà bene a fare al più presto un sopralluogo alla casina, chiudere gli occhi e immaginarsi a brindare al proprio amore sulla terrazza…ne rimarrà incantato e non potrà tirarsi indietro.

Sarà un matrimonio da sogno, anche se non si è Briatore e la Gregoraci!

Per maggiori informazioni
Casina Valadier
Villa Borghese
Piazza Bucarest – 00187 Roma
Tel (+39) 06 69922090
Fax (+39) 06 6791280
info@casinavaladier.it

 

About Redazione

Check Also

“Notti di cinema” a Parco Marconi: al via la prima edizione dal 22 al 28 luglio 2024

#cinema #eventiRoma #famiglie #EZrome Il Municipio XI Arvalia e la Rete Centro Arvalia presentano la prima edizione della rassegna "Notti di Cinema a Parco Marconi", dal 22 al 28 luglio 2024. Una settimana di proiezioni serali gratuite per adulti e bambini, con ospiti speciali come Pilar Fogliati e Michela Andreozzi. Proiezioni alle 20:45.

Guerre&Pace filmfest a Nettuno dal 22 al 28 luglio: focus sul conflitto mediorientale

#GuerrePaceFilmFest #Nettuno #MedioOriente #EZrome Il Guerre&Pace FilmFest torna a Nettuno dal 22 al 28 luglio 2024, focalizzandosi sulle guerre in Medio Oriente e sul conflitto israelo-palestinese. La XXII edizione, a ingresso gratuito, propone film, cortometraggi e libri per stimolare una riflessione profonda su questi temi. Tra i titoli in programma, "I bambini di Gaza" e "Valzer con Bashir".