cena_natale

Ricette per il Cenone e il Pranzo di Natale

cena_nataleCenone della Vigilia di Natale
Secondo la tradizione il Cenone della Vigilia è “di magro”. Si intende, naturalmente, con questo termine un pasto senza carne. Perciò sono concessi pesce, verdure, frutta e pasta. E tanto basta a preparare piatti più che ricchi e nutrienti. Non bisogna poi dimenticare che durante il cenone sono soprattutto gli antipasti a farla da padrone. Il tutto deve essere, rigorosamente, innaffiato da vino bianco, come un Velletri DOC o un più asciutto Maccarese.

Gli ingredienti si intendono sempre per 4 persone

Antipasto di fritti alla romana
Ingredienti: 1 cavolfiore, 2 mele, 8 fiori di zucca, 3 patate, olio. Per la pastella: 6 cucchiai di farina, 1 uovo, 3 cucchiai d’acqua, birra, sale.
Preparazione: preparate la pastella mescolando bene la farina con l’acqua, senza far formare grumi, aggiungete un uovo intero per renderla più densa, un pizzico di sale e, infine, un po’ di birra, prestando attenzione a mantenere il composto abbastanza denso. Sbucciate le mele, togliete il torsolo e tagliatele a fette orizzontali, pulite i fiori di zucca, sbucciate le patate e tagliatele a fette spesse circa mezzo centimetro, pulite e tagliate a pezzi il cavolfiore. Preparate una padella fonda e versate abbastanza olio da coprire le verdure che vi verranno immerse. Portate l’olio a fumo, poi immergete uno alla volta i pezzi di frutta e verdura nella pastella e gettateli subito nell’olio. Lasciate friggere fino a quando la pastella diventa dorata. Quando li togliete poneteli su carta assorbente e servite subito.

Tortino di alici alla giudia
Ingredienti: 1 chilo di alici, 50 g di prezzemolo, 2 spicchi d’aglio, 100 g di pangrattato, olio, origano, peperoncino, 2 limoni grandi
Preparazione: dopo aver pulito le alici tagliatele a metà, togliete spina, lische e testa, poi sciacquatele bene sotto l’acqua corrente. Tritate insieme il prezzemolo, il peperoncino e i due spicchi d’aglio. Versate mezzo bicchiere di olio in una teglia da forno, cospargete il pangrattato e fate uno strato di alici ricoperto da parte del tritato, fate quindi un secondo strato di pangrattato e continuate fino ad esaurimento degli ingredienti. Alla fine coprite con il pangrattato rimasto, il succo dei due limoni e qualche pizzico di origano. Mettete in forno a 180° per circa 30 minuti. Servite il tortino all’interno della teglia a temperatura media.

Linguine con il tonno
Ingredienti: 400 g di linguine, 100 g di tonno sott’olio, mezzo chilo di pomodori pelati, aglio, olio, prezzemolo, pepe
Preparazione: in una padella banda versate mezzo bicchiere di olio e fate rosolare uno spicchio d’aglio tagliato a metà. Spezzettate le alici e i pomodori e versate il tutto nella padella. Quando il sugo è quasi pronto, dopo 10 15 minuti a fiamma media, aggiungete il prezzemolo e il tonno spezzettato. Se vi piace mettete anche un pizzico di pepe. Lasciate cuocere ancora per cinque 10 minuti. Nel frattempo lessate le linguine in acqua salata e scolatele al dente, quindi riversate le nella padella assieme al sugo. Mescolate bene per un minuto sulla fiamma alta, quindi spegnete il fuoco continuate a mescolare aggiungendo ancora un po’ di prezzemolo.

Seppie con i carciofi
Ingredienti: 1 chilo di seppie, 5 carciofi, vino bianco secco, sale, pepe, aglio e olio
Preparazione: tagliate i carciofi a spicchi. Pulite e tagliate a pezzi grandi e le seppie. In una padella abbastanza capiente versate mezzo bicchiere di olio e uno spicchio d’aglio tagliato a metà. Fate rosolare bene la aglio poi mettete le seppie a cuocere per mezz’ora con un coperchio. Aggiungete di tanto in tanto un po’ d’acqua controllando la cottura delle seppie. Mettete quindi i carciofi tagliati, e aggiungete un po’ di sale e pepe. Fate cuocere per un’altra mezz’ora. Sempre controllando la cottura a aggiungete questa volta mezzo bicchiere di vino bianco.

 

pranzo_natalePranzo di Natale
Il pranzo del 25 dicembre è invece tutto a base di carne, molto ricco ed abbondante. Il vino deve essere in questo caso rosso e corposo come un Cerveteri DOC o un Baccanale e l’appetito deve essere tanto!

Cappelletti in brodo alla romana
Ingredienti: 2 l di brodo di carne, mezzo chilo di farina, cinque uova, una fetta di petto di tacchino, 100 g di arista di maiale, 100 g di mortadella, 400 g parmigiano grattugiato, noce moscata, sale, pepe, vino bianco
Preparazione: tritate insieme tutto ripieno per i cappelletti, quindi il maiale, mortadella e il tacchino, apritevi sopra un uovo e amalgamate bene aggiungendo 100 g di parmigiano, sale e pepe a piacere e un pizzico di noce moscata, per rendere l’impasto più morbido aggiungere anche un quarto di bicchiere di vino. Preparate la pasta sfoglia con la farina e quattro uova, stendete la bene in modo da ottenere una sfoglia sottile, con un bicchiere fate tanti dischi del diametro di circa quattro o 5 cm. Su ogni disco disponete un po’ di ripieno poi ripiegate il disco prima in due avvolgendo bene il ripieno e facendo aderire bene i bordi (eventualmente usate un po’ di bianco d’uovo per farli ben attaccare), poi prendete due lembi estremi e unica di tra loro per formare un cappelletto. Disponete tutti cappelletti su una tavola polverizzata di farina. Mettete sul fuoco il brodo e quando diventa bollente versate i cappelletti, e lasciateli cuocere per 15 o 20 minuti. Servite bollente e cospargete bene di parmigiano.

Fettuccine alla papalina
Ingredienti: cinquecento grammi di fettuccine, tre uova, 100 g di prosciutto crudo tagliato spesso, burro, cipolla, parmigiano.
Preparazione: in una padella fonda fate soffriggere burro cipolla. Tagliate il prosciutto a quadratini e versatelo nella padella. Mentre fate cuocere le fettuccine nell’acqua salata, in una insalatiera battete le uova con un pizzico di sale. Una volta cotte le fettuccine scolatele e riversate le nella padella con il soffritto, versate sopra luogo battuto e parmigiano grattugiato in abbondanza. Fate mantecare fiamma lenta per qualche minuto, poi versate il tutto dentro di insalatiera in cui avete battuto le uova. Mescolate bene e servite caldo.

Costolette d’abbacchio scottadito
Ingredienti: 16 costolette d’abbacchio, sale, pepe, olio.
Preparazione: ungete, salate e pepate le costolette una ad una. In un tegame versate un cucchiaio d’olio, fatelo scaldare sulla fiamma viva e mettete le costolette le uno accanto all’altra nel tegame. Fate cuocere bene girando spesso Le costolette. Servitele calde.

Puntarelle alla romana
Ingredienti: 700 g. di puntar elle, 7 filetti di alici sottolio, 2 spicchi di aglio, 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, aceto, sale
Preparazione: lavate bene le puntarelle, poi lasciatele in ammollo in acqua fredda, fino a quando si arricciano. Quindi scolatele bene e asciugatele con uno strofinaccio di cotone. Pulite i due spicchi d’aglio della pelle, tagliateli a metà e rimuovete l’anima interna, metteteli quindi in un pestello di legno con le alici ed usate il mortaio per pestare bene il tutto fino ad ottenere un impasto cremoso. Aggiungete l’olio ed amalgamate bene. Unite questo impasto alle puntarelle in una terrina, mescolate e distribuite bene l’impasto. Infine aggiungete aceto e sale secondo il vostro gusto.

Chiudete con frutta secca, panettone, pandoro e torrone, spumante e un buon Aleatico DOC di Gradoli o di Genzano.

About Lana Fiore Falardi

Check Also

Andromeda: la première italiana del film di Luciana Fina

Première #Cinema #Televisione #EZrome Domenica 2 giugno 2024 al Cinema Intrastevere di Roma, si terrà la première italiana di "Andromeda", il nuovo film di Luciana Fina. Nell'ambito dell'UnArchive Found Footage Festival, il film esplora il periodo storico della televisione pubblica italiana tra il 1966 e il 1976, intersecando memoria e sperimentazione.

No-Tabacco Race – #Io respiro: corsa contro il fumo all’Università di Tor Vergata

#NoTabaccoRace #Sensibilizzazione #SalutePubblica #EZrome La "No-Tabacco Race - #Io respiro" si terrà il 31 maggio 2024 presso l'Università di Roma Tor Vergata. L'evento non competitivo punta a sensibilizzare sui danni del fumo e promuovere una vita sana. Con la partecipazione di oltre 400 iscritti, l'iniziativa prevede visite gratuite e stand informativi nel campus universitario.

Lascia un commento