Mostra ‘Future’ | XVII Giornata del Contemporaneo AMACI

Per la mostra ‘Future’ artisti di tutti i Paesi hanno condiviso le loro riflessioni su come immaginano di poter trasformare il mondo. Niente più dell’arte è in grado di realizzare incanto, visione, sogno e utopia.

Che le utopie abbiano nutrito e seguitino ad alimentare tuttora gli artisti è cosa nota, ma cosa significa esattamente e perché è così importante per ognuno di noi oggi credere nella visione e adoperarsi per realizzare utopie.
Siamo miopi, siamo abituati a vedere troppo da vicino, soddisfiamo desideri immediati, limitando così quella discussione intorno a temi, riguardanti le grandi ambizioni, visioni, utopie che in passato hanno permesso il progresso umano. Di fatto, invece bisognerebbe riflettere profondamente sulla piaga ancora aperta della fame del mondo, sulle disparità sociali, sulle grandi migrazioni, sui cambiamenti climatici e le conseguenti nuove geografie, sull’inquinamento della terra e del mare, per arrivare a riflettere sul livello delle libertà che stanno prendendo diverse forme nel nostro mondo.
Davanti ai nostri occhi abbiamo enormi sfide che sembrano restare fuori dalla discussione pubblica e troppo spesso anche dalla discussione quotidiana di ognuno di noi, mentre potrebbero essere proprio queste sfide a generare occasioni di rivoluzione dello sguardo per proporre nuove idee, nuove imprese, nuove visioni in una geografia planetaria in continuo mutamento.
Naturalmente questa è una generalizzazione, ma gli artisti, attraverso la sensibilità realizzano e comunicano ciò che non è più rintracciabile sul pianeta: le idee.
Non è prerogativa dell’arte risolvere i problemi, ma gli artisti sono capaci di evidenziarli, interpretarli, semplificarli per generare nuove visioni, approcci e spunti. Gli artisti possono porre l’attenzione sulla relazione tra uomo e pianeta, mostrare i drammi umani o della guerra, sollevare problematiche ambientali attraverso le loro opere.

La mostra organizzata da Rossocinabro è sponsorizzata da Amaci (Associazione dei Musei di Arte Contemporanea Italiani) in occasione della Giornata del Contemporaneo 2021 che prevede l’apertura straordinaria di Musei e Gallerie sabato 11 dicembre.
La mostra sarà visitabile fino al 30 dicembre senza prenotazione, le variazioni dovute a nuove misure del Governo saranno comunicate sul nostro sito internet www.rossocinabro.com

Opere di: Daniel Agra, Ralph Aiken, Brian Avadka Colez, Audrey Beharie-McGee, Pineau Bernard, Anna Blom, Glenys Buzza, Çağla Yeliz, Carol Anne, Yenny Carruyo, Nathalie Cougny, Patricia Delorme, Elena Dobrovolskaya, Sophie Donatien, Joel Douek, Heide Fennert, Petra Forman, Graciela Garza, Natasscha Girelli, Susumu Hasegawa, Tondi Hasibuan, Riitta Hellén-Vuoti, Idhem San, Banke Jemiyo, Michael Jiliak, Annamaria Johansson, Monika Katterwe, Alice Daeun Kim, Hea Ja Kim, Denisa Klemscheovà, Marius Knutsen Vigebo, Chikara Komura, Alexandra Kordas, Sandra Lages, Larz, Linda Liao, Tatsiana Lintouskaya, Fiona Livingstone, Michel Marchand, Una Marzorati, Kirstine Mengel, Christina Mitterhuber, Susan Nalaboff Brilliant, Liv Berit Nyblin Løken, Ann Palmer, Sal Ponce Enrile, Antonella Quacchia, Mark Rodgers, Erwin Rios, Belle Roth, I-Vanessa Rumstejn, Jerry Strohkorb, Irene Strolz-Tafener, Christophe Szkudlarek, Veronika Tarnovskaya, Kari Veastad, YunFen Wang, Joanna Wojtal-Kalinowska

Il lavoro di ciascuno è presentato all’interno del sito di Rossocinabro in uno spazio proprio, permettendo così, pur all’interno del contesto unitario della mostra, di mantenere le specificità delle rispettive ricerche.

FUTURE
Giornata del Contemporaneo Amaci 2021
6 – 30 dicembre 2021

Rossocinabro
Via Raffaele Cadorna 28
00187 Roma
Visitabile da lunedì a venerdì 11-17

Giornata del Contemporaneo AMACI
Incontro con gli artisti
sabato 11 dicembre
ore 17-19

a cura di Cristina Madini

(Credit ph.: Heide Fennert, Futura 100×70 cm 2020 | Courtesy of artist)

 

Fonte: Tomaso Costa

About EZrome

Check Also

La Giornata Vietnamita illumina il 21° Asian Film Festival

#VietnamDay #Cinema #Cultura #EZrome L'Asian Film Festival di Roma si conclude con il Vietnam Day, un'intera giornata dedicata al cinema vietnamita, con pellicole che esplorano le sfaccettature della modernità e del dramma familiare attraverso una lente d'innovazione e tradizione.

Japan Day: Un viaggio nel cinema giapponese contemporaneo

#CinemaGiapponese #Cultura #EventoRoma #EZrome Il Japan Day dell'Asian Film Festival delinea un percorso narrativo attraverso la nuova cinematografia giapponese, offrendo uno sguardo intimo sulle relazioni umane. Una giornata di proiezioni che, dal dramma alla fantasia, rivela la complessità delle emozioni e della società nipponica, invitando al dialogo tra culture.

Lascia un commento