Anomalie 15° Festival di Nuovo Circo – Teatro – Concerti

Anomalie 2021  La sperimentazione in periferia Parco delle Canapiglie,

ingresso da via delle Pispole, angolo via delle Canapiglie – Roma
un progetto di Kollatino Underground
dal 25 giugno all' 11 luglio 2021

Torna per il 15° anno Anomalie, un evento che illumina le periferie con equilibrismi, danze aeree, clownerie, giocoleria, ma anche sperimentale, opere multimediali ed improvvisazioni musicali. Oltre sessanta artisti, tre spettacoli al giorno per diciassette giorni renderanno il parco delle Canapiglie un'anomala piazza dedicata allo spettacolo, alla ed alla formazione. Lo scopo è quello di reinterpretare la periferia metropolitana attraverso l'innovazione e lo scambio intergenerazionale a dimostrazione di come il messaggio delle arti possa migliorarne la qualità della vita dei territori ed aumentare il benessere individuale, in una commistione fra un grande evento ed una festa di quartiere.

Il pomeriggio è dedicato ai workshop di nuovo circo per i più piccoli (4 – 14 anni) e il laboratorio dedicato alla canzone popolare romanesca per far esibire tutto il pubblico. Entrambi porteranno alla creazione di un'opera corale e originale creata e adattata per il luogo ospite. Lezioni spettacolo e performance al tramonto anticipano gli spettacoli serali delle ore 21. Tutto ad ingresso gratuito per un pubblico da 0 a 99 anni. Ideato e promosso dal Kollatino Underground in collaborazione con 238 Hangar delle Arti, Artinconnessione Nuova e la Scuola Popolare di Musica del Testaccio, per la direzione artistica di Alberto Longo (nuovo circo), Chiara Crupi (teatro) e Roberto Nicoletti (musica). .

Alberto Longo, direttore dell'Hangar delle arti, ha affidato l'apertura del festival ad Andrea Papa in Quisquigliaggini che armato di una valigia, traboccante di fantasie, renderà possibile l'impossibile. In programma clownerie, giocolerie e equilibrismi di Daniele Pinzi in Zeppanic Show; Alessio Paolelli in Colpi Di Toss con tante gag e un finale con tre torce infuocate a 3 metri d'altezza su un instabile monociclo. A strabiliare il pubblico la performance di danza trapezio di India Baretto, la danza con l'hoola hop di Chiara Ruggero, la danza aerea di Livia Maria Cordasco. In programma anche Nicola Danesi de Luca in Cocò Clown, la giocoleria di Elia the Juggler, le fiabe raccontate da Milena Frantellizzi, le arti dell'improvvisazione, dell'one man show e della clownerie interpretate da Guglielmo Bartoli. Anche quest'anno il teatro è protagonista nella sua espressione più popolare e nella piena integrazione con il pubblico. Torna il talentuoso Emiliano Valente, artista che non accetta etichette, autore autodidatta con carriera da solista presenta il lavoro prodotto nella precedente edizione, rielaborato alla luce delle vicende politiche attuali, con un focus sulle imminenti elezioni politiche con S.T.AC.C.E (se tu avessi come capitale Helsinki). ScenikAttiva, composta da Alessandra Magrini e Antonio Carboni, proporrà il workshop di Teatro e Canzone Romanesca che si concluderà con lo spettacolo finale TiberinaX per un percorso di ricerca e confronto collettivo sulla Romanità che ognuno sente vivere nell'animo. Il linguaggio dimenticato mescola le rime con quello moderno, personaggi caratteristici e persone semplici che rivelano storie in grado di svelare la vera essenza di Roma. La kermesse si conclude con Goldrake, il Gran Galà di Circo, a cura del collettivo Hangar delle Arti composto da 16 artisti provenienti da tutto il mondo, per la regia di Alberto Longo. Un mix esaltante di giocoleria, trapezio, acrobatica, clown ed equilibrismo. Novità di questo anno saranno le opere multimediali del format Visioni a cura del collettivo artistico Margine Operativo coordinato da Alessandra Ferraro e Pako Graziani. I suoi campi d'azione sono: il teatro, le arti performative, il video.Ha una natura poliforme e meticcia che lo porta ad agire su più fronti della creazione artistica contemporanea: dalla produzione di spettacoli teatrali e di formati performativi in bilico tra diversi codici artistici, alla ricerca sul linguaggio video. Segue l'mperdibile il dj set della Reina del Fomento.
E le sperimentazioni di musica originale dell'edizione 2021 di JazzTorreMaura in collaborazione con la Scuola Popolare di Musica del Testaccio per la direzione artistica di Roberto Nicoletti. In programma la Menestrella Femminista, Nicoletta Salvi, i virtuosismi e le improvvisazioni del collettivo di jazzisti diretti dai maestri Simone Alessandrini, Mauro Verrone, Roberto Nicoletti, Paolo Cintio, il quintetto di Roberto Nicoletti e il quartetto capitanato da Pasquale Innarella.

Lo scopo ultimo che si propone ANOMALIE è di creare socialità, dando la possibilità a spettacolo e periferia di incontrarsi attraverso una produzione culturale popolare ed innovativa allo stesso tempo. In questi anni abbiamo osservato come il pubblico romano ha accolto la manifestazione come una parata festosa al plenilunio, cui tutti partecipano richiamati dai suoni e, appunto, dalla anomalia della presenza di qualcosa di inatteso. Come affermiamo ormai da 15 anni, le manifestazioni culturali promosse e finanziate dagli enti pubblici, devono doverosamente essere accessibili e mostrare la vocazione sociale e culturale per determinare stimolo e dinamiche propositive e formative per la cittadinanza, dichiarano gli organizzatori della manifestazione, il collettivo del Kollatino Underground.

“Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell'Avviso Pubblico Estate Romana 2020 – 2021 – 2022, curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE”

dal 25 giugno all' 11 luglio 2021 – tutti i giorni dalle ore 18.00
Parco delle Canapiglie – ingresso da via delle Pispole, angolo via delle Canapiglie | Roma
INGRESSO GRATUITO
Facebook: Kollatino Underground | Anomalie
sito kollatinounderground.eu

INFO: +393391039949 – +393477023486
Ufficio Stampa: Artinconnessione 

 

 

Fonte: Artinconnessione

About EZrome

Check Also

Diva: Una Sinfonia per Weimar al Goethe-Institut

#Weimar #Cultura #Teatro #EZrome "Diva: Una Sinfonia per Weimar" al Goethe-Institut di Roma, uno spettacolo che omaggia l'epoca di Weimar attraverso le vicende di DIVA, la Nuova Donna, simbolo di emancipazione e cultura.

Un amore di Buzzati rivive sul palco dell’Altrove

#Buzzati #Teatro #Cultura #EZrome "Un amore" di Dino Buzzati prende vita sul palco dell'Altrove Teatro Studio di Roma, in una lettura drammatizzata che intreccia le voci degli allievi dell’Accademia D’Arte Scenica alla musica del cinema italiano. Una serata per riassaporare le atmosfere del 1960 attraverso il talento emergente degli attori.

Lascia un commento