Mercoledì, 01 Dicembre 2021

amazon prime video

Il 26 settembre, il primo studio de “L’Attesa” diretto da Michela Cescon con Anna Foglietta e Paola Minaccioni apre la programmazione autunnale del Polo Culturale Multidisciplinare Regionale

Domenica 26 settembre 2021 prende il via la nuova stagione culturale dello Spazio Rossellini di Roma, il polo culturale multidisciplinare della Regione Lazio, gestito da ATCL Circuito Multidisciplinare del Lazio, con un ricco programma di attività che comprende tutte le arti performative dal vivo, progetti di residenza artistica, con una particolare predilezione alla promozione degli artisti del territorio regionale.

L’apertura è affidata al primo studio dello spettacolo L’Attesa di Remo Binosi, con la regia di Michela Cescon e l’interpretazione di Anna Foglietta e Paola Minaccioni per la prima volta insieme sul palco. Dopo essersi misurata nella sua prima regia teatrale con la trasposizione scenica dell’ultimo romanzo di Alberto Moravia La donna leopardo, Michela Cescon sceglie di portare in scena L’Attesa di Remo Binosi, testo che ha fatto conoscere l’autore veneto al grande pubblico permettendogli di conquistare il «Biglietto d'oro Agis» come migliore novità italiana nel 1994, nell’indimenticata produzione interpretata da Maddalena Crippa ed Elisabetta Pozzi.

TEATRO: Il programma teatrale prosegue dal 6 al 10 ottobre con Il simposio di Alessio Bergamo, ispirato al racconto omonimo di Milan Kundera una produzione Khora Teatro/Compagnia Mauri Sturno e il 15, 16 e il 17 ottobre con Rebus. Racconti brevi e straordinari per la regia di Annarita Colucci e Roberto Andolfi, una co-produzione Illoco Teatro e Teatro Libero di Palermo, in collaborazione con La Sapienza Università di Roma.
Anche l’ambiente sarà al centro della programmazione di questa nuova stagione dello Spazio Rossellini.
Dal 28 al 30 ottobre, in scena Monday una performance ideata e realizzata dalla compagnia teatrale Dynamis in collaborazione con il progetto "LIFE Blue Lakes" di ENEA l'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile.
Dal 4 al 6 novembre, uno spettacolo a basso impatto ambientale grazie al format Teatro a Pedali dove anche il pubblico vive un ruolo da protagonista con la sua pedalata che illuminerà la scena: Il grande giorno di Daniele Ronco, che vede anche la partecipazione straordinaria di Tullio Solenghi (voce narrante) nel ruolo di Arturo.
Dall’11 al 13 novembre e il 14 novembre due produzioni di Controcanto Collettivo, ideate e dirette da Clara Sancricca: la prima, Settanta volte sette spettacolo vincitore de I Teatri del Sacro 2019, seguita da Sempre domenica, spettacolo vincitore In-Box 2017, che festeggia allo Spazio Rossellini la centesima replica.
Sabato 20 e domenica 21 novembre la Compagnia Fort Apache Cinema Teatro mette in scena Destinazione non umana, scritto e diretto da Valentina Esposito con le musiche di Luca Novelli. Dal 16 al 19 novembre sempre la compagnia Fort Apache Cinema Teatro organizzerà un workshop intensivo di formazione per operatori di Teatro Sociale con gli attori ex detenuti.
Dal 2 al 4 dicembre Atto di passione di Dante Antonelli, ispirato ai romanzi più controversi ed erotici di Yukio Mishima, una produzione 369gradi in coproduzione con Romaeuropa Festival e con il sostegno di ARTEFICI. Residenze Creative Fvg e di Artisti Associati con il supporto di Carrozzerie n.o.t e Teatro del Lido di Ostia.

DANZA: il 24 novembre Concerto di Francesco Michele Laterza una co-produzione Teatro delle Moire/Danae Festival. Concerto è un concerto dell’immaginazione. Uno spettacolo teatrale che sogna di essere una performance musicale. Il lavoro muove da una raccolta di sogni trascritti e trasformati in canzoni originali o materiali performativi con l'idea di costruire un coro di forze, voci e immagini al limite del paradosso che dialogano all'interno di un assurdo concerto in perpetuo mutamento.

BAMBINI: Un’attività intensa sarà dedicata ai più piccoli, con la seconda edizione della rassegna La fiaba sul comò nata lo scorso anno come format digitale e ripensata quest’anno dal vivo. La fiaba è il trait d’union tra gli spettacoli e il teatro di figura, uno strumento per stimolare la loro fantasia, intrattenere e divertire, preservando la loro libertà di immaginazione e creatività. L’appuntamento è la prima e l’ultima domenica del mese, a partire dal 3 ottobre alle ore 16. Gli spettacoli saranno seguiti da un laboratorio creativo che darà spazio a un tempo di condivisione e di gioco tra bambini e adulti.
Si chiudono questi primi mesi di attività con Natale al Rossellini dal 17 al 19 dicembre, con proposte di circo contemporaneo e cabaret circense, e ancora spettacoli e laboratori per i più piccoli. All’interno delle tre giornate Il 18 dicembre verrà ospitata anche un’opera contemporanea scritta e diretta dal giovanissimo Francesco Leineri su libretto di Martina Tiberti eseguita dall’Ensemble Musica Necessaria.

PROGETTI SPECIALI: l’8 e 9 novembre in scena Calcinacci di e con Claudio Larena uno spettacolo realizzato con il sostegno di ATCL / Carrozzerie N.O.T/ Ostudio (a cura di Chiasma) / Artisti Associati in collaborazione con 369gradi. Un lavoro nato grazie a “Powered By Ref 2020”, un progetto di Romaeuropa Festival di cui Spazio Rossellini è partner.
Il 30 novembre ANIMA! cinque paesaggi un progetto produttivo di LEVIEDELFOOL con la regia e drammaturgia di Simone Perinelli, una co-produzione Teatro del Carretto, Teatro della Tosse e Leviedelfool realizzata con il sostegno di Regione Lazio e del Centro di residenza della Toscana (Armunia CapoTrave/Kilowatt), Aldes/SPAM!, Teatro Biblioteca Quarticciolo - Teatro di Roma, Murmuris - Teatro Cantiere Florida Firenze. A seguire dal 6 al 10 dicembre ANIMA! Work in progress un workshop legato allo spettacolo che verrà presentato al pubblico il 10 dicembre alle ore 19.
Dal 22 al 28 novembre La settimana delle Residenze Digitali II ed., il progetto nazionale promosso dal Centro di Residenze della Toscana (Armunia – CapoTrave/Kilowatt) in partenariato con AMAT, Anghiari Dance Hub, ATCL Circuito Multidisciplinare del Lazio per Spazio Rossellini Polo Culturale Multidisciplinare della Regione Lazio, il Centro di Residenza Emilia-Romagna (L’Arboreto-Teatro Dimora di Mondaino, La Corte Ospitale), la Fondazione Luzzati Teatro della Tosse di Genova e ZONA K di Milano.
Grazie al bando LazioInScena, inoltre, sarà ospitata la compagnia Binario 1310 con lo spettacolo Come quando è primavera che porterà al centro della scena, il 26 novembre alle ore 19, la tematica delle donne.

Con la cura artistica progettuale di Katia Caselli, lo Spazio Rossellini, fin dalla nascita, ha dimostrato la sua vocazione di luogo per la comunità, in grado di accogliere le molteplici identità che la abitano, promuovendo percorsi inclusivi tra artisti e destinatari volti all’ampliamento del pubblico (audience development) e la nascita di nuove creatività dedicate allo sviluppo di progetti multidisciplinari e cross mediali, dove la sfera culturale e quella sociale mirano ad innescare processi di cittadinanza attiva in grado di formare spettatori consapevoli e attori culturali attraverso lo sviluppo di progettualità integrate, dove le varie arti si fondano per creare le basi di un nuovo modo di intendere la socialità.
Come spiega Katia Caselli “Partiamo dalla parola Spazio. Il Rossellini è uno Spazio che per sua natura è in continua trasformazione e sarà abitato da progetti artistici che intessono con quest’ultimo dei processi creativi. Le attività pensate per questo autunno infatti partono da questa riflessione, sulla sua natura specifica messa ben in evidenza dalle esperienze ospitate nei mesi di apertura. Non è semplicemente un contenitore. E’ un luogo che ha dimostrato nel corso del tempo una sua capacità di essere modellato e modellabile. Nonostante i mesi di interruzione di attività senza un pubblico presente in sala, Spazio Rossellini ha continuato a rispondere ad una esigenza fondamentale quella di essere un punto di ritrovo per una comunità, anche se diventata per un momento virtuale. Ecco dunque che i prossimi mesi saranno un tentativo per riportare al centro dell’attenzione il corpo, inteso come elemento sociale e relazionale, mettendo in collegamento gli artisti e i cittadini, presenti e futuri.
Anche quest’anno siamo felici di confermare le collaborazioni con Romaeuropa Festival per il progetto Powered By REf, con Carrozzerie n.o.t., l’Università La Sapienza di Roma, Dominio Pubblico nel lavoro con i giovanissimi e il partenariato per il progetto Residenze Digitali realizzato insieme a tante importanti realtà nazionali di promozione culturale e con la collaborazione delle tre tutor Anna Maria Monteverdi, Federica Patti e Laura Gemini.
Finalmente riusciamo ad ospitare lo spettacolo selezionato con il bando LazioInScena sperando che sia di buono auspicio per una prossima edizione, e l’ospitalità di produzioni regionali.
Tentiamo di costruire una rete urbana che mantenga però uno sguardo attento verso il decentramento”.

 

SPAZIO ROSSELLINI - via della vasca navale 58 – Roma
INFO: tel: 345 297 8091 

ufficio stampa: Fabiana Manuelli 

  

 

 

SETTEMBRE – DICEMBRE 2021
SETTEMBRE

RESIDENZA | dal 22 al 25 settembre
L’Attesa
Primo Studio
Di: Remo Binosi
Con (in o.a.): Anna Foglietta, Paola Minaccioni
Regia: Michela Cescon

TEATRO | domenica 26 settembre h 19.00
L’Attesa
Primo Studio
Di: Remo Binosi
Con (in o.a.): Anna Foglietta, Paola Minaccioni
Regia: Michela Cescon
Produzione: Teatro Di Dioniso, Teatro Stabile Del Veneto
In collaborazione con: Fondazione Musica Per Roma, Teatro Stabile Di Bolzano, ATCL Circuito Multidisciplinare del Lazio per Spazio Rossellini Polo Culturale Multidisciplinare della Regione Lazio
Produzione esecutiva: Teatro di Dioniso
Dopo essersi misurata nella sua prima regia teatrale con la trasposizione scenica dell’ultimo romanzo di Alberto Moravia La donna leopardo, Michela Cescon sceglie di portare in scena L’Attesa di Remo Binosi, testo che ha fatto conoscere l’autore veneto al grande pubblico permettendogli di conquistare il «Biglietto d'oro Agis» come migliore novità italiana nel 1994 – ne l’indimenticata produzione di Teatro Due di Parma diretta da Cristina Pezzoli ed interpretata da Maddalena Crippa ed Elisabetta Pozzi. Ventisei anni dopo, Cescon decide di riproporre l’Attesa con due interpreti molto amate dal pubblico: Anna Foglietta e Paola Minaccioni, per la prima volta insieme sul palco per dare corpo e voce alla nobildonna Cornelia e alla serva Rosa.

 

OTTOBRE
TEATRO| dal 6 al 9 ottobre h 19.00 – domenica 10 ottobre h 17.30
Il simposio
Ispirato al racconto omonimo di Milan Kundera
Con: Elena Cotugno, Aurora Cimino, Domenico Cucinotta, Roberto Mantovani, Jacopo Zerbo
Aiuto regia: Vittoria Nicita
Drammaturgia e regia: Alessio Bergamo
Una produzione: Khora Teatro/Compagnia Mauri Sturno
Con la collaborazione della compagnia POSTOP
In un’astanteria di un ospedale, ai giorni nostri. Un gruppo di medici, un primario, 2 dottori, una dottoressa e un’infermiera. Durante una notte di turno organizzano una piccola festa a base di vino e grappa in cui tra incroci sentimentali e relazioni sottese si affrontano i temi di vita, morte e amore sullo sfondo di un presunto tentato suicidio.

TEATRO | dal 15 al 16 ottobre h. 19 – domenica 17 ottobre h 17.30
Rebus. Racconti brevi e straordinari
Regia: Annarita Colucci e Roberto Andolfi
Con: Valeria Borrelli, Alessandra Celi, Alex D’Alascio, Niloufar Davari, Giorgia de Giorgi, Alessia Giglio, Camila Menezes Urbano da Silva, Luna Nurra, Fabrizio Villacroce
Assistente alla regia: Paola Grossi
Illustrazioni: Alessandra Celi
Co-produzione: Illoco Teatro e Teatro Libero di Palermo
In collaborazione con: Sapienza Università di Roma
Con il sostegno di: ATCL Circuito Multidisciplinare del Lazio per Spazio Rossellini Polo Culturale Multidisciplinare della Regione Lazio
Rebus. Racconti brevi e straordinari è un viaggio che raccoglie leggende, piccoli enigmi, brevi incontri e lezioni di vita, riadattate e messe in scena dagli studenti dell’Università di Roma Sapienza.
Lo spettacolo utilizza un linguaggio multidisciplinare, basato sulle tecniche del teatro di figura, in cui gli attori e i personaggi a cui danno vita interagiscono con le suggestioni visive di Alessandra Celi, create in tempo reale tramite l’utilizzo di una lavagna luminosa.

TEATRO | dal 28 al 30 ottobre h 19.00
MONDAY
Ideazione e realizzazione: Dynamis
Performer: Francesco Turbanti, Marta Vitalini
Musiche: Lorenzo Cherubini (Jovanotti)
Produzione: Dynamis, ENEA- Life Blue Lake, Teatro Vascello Centro di Produzione Teatrale
Con il sostegno di: Carrozzerie | n.o.t con il sostegno di Teatro di Roma - Teatro Nazionale, ATCL Circuito multidisciplinare regionale per Spazio Rossellini Polo Culturale Multidisciplinare della Regione Lazio, Teatro Villa Pamphilj - TIC- Teatri in Comune
Il mondo delle plastiche, il loro utilizzo e il loro smaltimento, un argomento artisticamente poco attraente, ma socialmente fondamentale. In Monday, due artisti si confrontano su questo tema, trasformando l’ambiente in campo di battaglia. Le soluzioni sono poche e oscure, il futuro è incerto e, al netto di tutto, il Moplen® continua a essere un materiale rivoluzionario. Non c’è che dire, una questione scivolosa, affrontata con coraggio e malsana retorica dal gruppo Dynamis.

 

NOVEMBRE

TEATRO A PEDALI | dal 4 al 6 novembre h 19.00
Il grande giorno
Di: Daniele Ronco
Aiuto drammaturg: Caroline Baglioni
Con: Daniele Ronco e Elena Aimone
E con la partecipazione straordinaria: di Tullio Solenghi ruolo di Arturo (voce narrante)
Produzione: Mulino ad Arte
Regia: Raffaele Latagliata
Ettore Stein, giovane candidato premier, riceve una visita inaspettata che lo proietta in un viaggio surreale e onirico, con una sorprendente evoluzione che lo porterà a riconnettersi con il proprio vero sé.
La messinscena sarà a basso impatto ambientale grazie al format Teatro a Pedali: attraverso questo sistema il pubblico vivrà un evento esperienziale in cui la sua pedalata illuminerà la scena teatrale.

PROGETTI SPECIALI | TEATRO | 8-9 novembre h 19.00
Calcinacci
Di e con: Claudio Larena
Consulenza artistica: Arianna Pozzoli
Consulenza disegno luci: Francesco Tasselli
Composizione audio: Lorenzo Minozzi
In collaborazione con: 369gradi
E con il sostegno di: ATCL Circuito spazio Multidisciplinare per Spazio Rossellini/ Carrozzerie N.O.T/ Ostudio (a cura di Chiasma) / Artisti Associati
Progetto Selezionato Powered By Ref 2020
In scena un Muro e un Operaio durante una sua qualunque giornata di lavoro. Lo vediamo solo, rapportarsi con il muro e con la materia che andrà a rivestirlo. Lo vediamo vigile, rispettare partiture meccaniche e risolute che non possono avvenire se non in quel quadrato di telo protettivo posto davanti alla parete. Questo è il luogo dello sporco, della polvere e allo stesso tempo della disciplina, a suo modo un luogo sacro dove probabilmente il soggetto in questione compie continuamente giorno per giorno le stesse azioni, fino a farle diventare degli automatismi dai quali cercherà di scappare, per poi tornarci come se un elastico lo tenesse legato al muro, che per ogni tentativo di fuga, lo richiama all’ordine.
Tutto gira attorno al muro, se non esistesse, non esisterebbe tutto il resto.

TEATRO | dal 11 al 13 novembre h 19
Settanta volte sette
spettacolo vincitore I Teatri del Sacro 2019
Drammaturgia: Controcanto Collettivo
Ideazione e regia: Clara Sancricca
Con: Federico Cianciaruso, Riccardo Finocchio, Martina Giovanetti, Andrea Mammarella, Emanuele Pilonero, Clara Sancricca
Voce fuori campo: Giorgio Stefanori
Organizzazione: Gianni Parrella
Uno spettacolo di: Controcanto Collettivo
Produzione di: Progetto Goldstein
Con il sostegno di: Straligut Teatro, Murmuris, ACS – Abruzzo Circuito Spettacolo, Verdecoprente Re.Te. 2017
Settanta volte sette racconta la vita di due famiglie i cui destini s’incrociano in una sera.
Racconta del rimorso che consuma, della rabbia che divora, del dolore che lascia fermi, del tempo che sembra scorrere invano. Eppure racconta anche la possibilità che il dolore inflitto e il dolore subito parlino una lingua comune, che l’empatia non sia solo un’iperbole astratta e che l’essere umano, che conosce il contagio del riso e del pianto, dietro la colpa possa ancora riconoscere l’uomo.

TEATRO | domenica 14 novembre h 17.30
Sempre domenica**
spettacolo vincitore In-Box 2017
Drammaturgia: Controcanto Collettivo
Ideazione e regia: Clara Sancricca
Con: Federico Cianciaruso, Riccardo Finocchio, Martina Giovanetti, Andrea Mammarella, Emanuele Pilonero, Giorgio Stefanori
Organizzazione: Gianni Parrella
Uno spettacolo di: Controcanto Collettivo
Produzione di: Progetto Goldstein
**in occasione della 100esima replica
Sempre domenica è un lavoro sul lavoro.
È un lavoro sul tempo, l’energia e i sogni che il lavoro quotidianamente mangia, consuma, sottrae.
Sul palco sei attori su sei sedie, che tessono insieme una trama di storie, che aprono squarci di esistenze incrociate. Sono vite affaccendate nei quotidiani affanni, vite che si arrovellano e intanto si consumano, che a tratti si ribellano eppure poi si arrendono, perché in questo carosello di moti e fallimenti è il lavoro a suonare la melodia più forte.

FORMAZIONE | da martedì 16 a venerdì 19 novembre dalle 11 alle 19
WORKSHOP INTENSIVO DI FORMAZIONE PER OPERATORI DI TEATRO SOCIALE CON GLI ATTORI EX DETENUTI DELLA COMPAGNIA FORT APACHE CINEMA TEATRO
In collaborazione con La Sapienza Università di Roma - Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte e Spettacolo SARAS

TEATRO | 20-21 novembre
sabato 20 spettacolo h 19.00
domenica 21 spettacolo h 17.30
DESTINAZIONE NON UMANA
scritto e diretto da Valentina Esposito
con Fabio Albanese, Alessandro Bernardini, Matteo Cateni, Chiara Cavalieri, Christian Cavorso, Viola Centi, Massimiliano De Rossi, Massimo Di Stefano, Emma Grossi, Gabriella Indolfi, Michele Fantilli, Giulio Maroncelli, Piero Piccinin, Giancarlo Porcacchia, Fabio Rizzuto, Edoardo Timmi
Costumi Mari Caselli, musiche Luca Novelli
Compagnia Fort Apache Cinema Teatro
Sette cavalli da corsa geneticamente difettosi condividono forzatamente la vecchiaia in attesa della macellazione: un’immaginifica vicenda di bestie umane diventa pretesto per una riflessione profonda sul tema tragico della predestinazione, della morte, della precarietà dell’esistenza, della responsabilità individuale rispetto alle scelte maturate nel corso della vita.

DANZA | 24 novembre h 19.00
Concerto
Testo e regia: Francesco Michele Laterza
Con: Francesco Michele Laterza e Floor Robert
Disegno luci: Adriana Renna
Tecnica: Letizia Paternieri
Foto: Regina Del Toro
Coproduzione: Teatro delle Moire/Danae Festival
Con il sostegno di: IntercettAzioni – Centro di Residenza Artistica della Lombardia (un progetto di Circuito CLAPS e Teatro delle Moire, Industria Scenica, Milano Musica, ZONA K) e di Ass. Punto a Capo Calolziocorte, Lecco
Concerto è un concerto dell’immaginazione. Uno spettacolo teatrale che sogna di essere una performance musicale. Il lavoro muove da una raccolta di sogni trascritti e trasformati in canzoni originali o materiali performativi con l'idea di costruire un coro di forze, voci e immagini al limite del paradosso che dialogano all'interno di un assurdo concerto in perpetuo mutamento.

TEATRO | LazioinScena |26 novembre h 19.00
Come quando è primavera
Di: Binario 1310
Regia: Marco Fasciana
Con: Giulia Canali, Caterina Marino
Come quando è primavera è la storia di una bambina, Mahnoush, che vive in un Paese dove a fare le regole sono i Signori della guerra. Regole che vietano alle donne di lavorare e di uscire di casa da sole. O di ridere in pubblico. Ma come fare se in famiglia un maschio non c’è e lo si deve inventare? Semplice, con un paio di pantaloni alla figlia più piccola. Solo così Mahnoush potrà andare in bicicletta e prendersi cura della sua famiglia. Stando sempre attenta, però, a non farsi scoprire.

 

PROGETTI SPECIALI| TEATRO | 30 novembre h 19.00
ANIMA!
cinque paesaggi
Un progetto produttivo di: LEVIEDELFOOL
Regia e drammaturgia: Simone Perinelli
Consulenza artistica, aiuto regia e organizzazione: Isabella Rotolo
Con: Sussanah Iheme, Ian Gualdani, Alessandro Sesti e Simone Perinelli
Disegno luci: Gianni Staropoli
Video: Luca Brinchi e Daniele Spanò
Coproduzione: Teatro del Carretto, Teatro della Tosse e Leviedelfool
Con il sostegno di: Regione Lazio e del Centro di residenza della Toscana (Armunia CapoTrave/Kilowatt), Aldes/SPAM!, Teatro Biblioteca Quarticciolo - Teatro di Roma, Murmuris - Teatro Cantiere Florida Firenze
Uno spazio liquido, mobile, indefinito. Un fondale come nel set di un cartoon scandisce il tempo e costruisce paesaggi interiori: un cielo, una vecchia carta da parati di una casa diroccata, una giungla. Un messaggio in una segreteria risuona nella casa completamente abbandonata, a parte 4 gatti che ancora abitano lì. Messaggio che suona come un rebus da decifrare. Questo è l’inizio del viaggio di quattro anime verso una morte che all’infinito diviene rinascita in nuove forme.

FORMAZIONE | dal 6 al 10 dicembre
ANIMA! Work in progress
un progetto produttivo di LEVIEDELFOOL
Apertura al pubblico 10 dicembre h 19.00

PROGETTI SPECIALI| dal 22 al 28 novembre
LA SETTIMANA DELLE RESIDENZE DIGITALI II ed.
Il progetto promosso dal Centro di Residenze della Toscana (Armunia – CapoTrave/Kilowatt) in partenariato con AMAT, Anghiari Dance Hub, ATCL Circuito Multidisciplinare del Lazio per Spazio Rossellini Polo Culturale Multidisciplinare della Regione Lazio, il Centro di Residenza Emilia-Romagna (L’Arboreto-Teatro Dimora di Mondaino, La Corte Ospitale), la Fondazione Luzzati Teatro della Tosse di Genova e ZONA K di Milano, ha selezionato 7 progetti seguiti per sette mesi dalle strutture partner e dalle tre tutor, Anna Maria Monteverdi, Federica Patti e Laura Gemini, che saranno presentati al pubblico durante La Settimana delle Residenze Digitali dal 22 al 28 novembre.

 

DICEMBRE
TEATRO | dal 2 al 4 dicembre h 19.00
ATTO DI PASSIONE
di Dante Antonelli
con Valentina Beotti, Claudio Larena
musica Mario Russo
luci Francesco Tasselli
costumi Vincenzo Verdesca
produzione 369gradi in coproduzione con Romaeuropa Festival
con il sostegno di ARTEFICI.ResidenzeCreativeFvg di ArtistiAssociati
con il supporto di Carrozzerie n.o.t e Teatro del Lido di Ostia
Ispirato ai romanzi più controversi ed erotici di Yukio Mishima, Atto di Passione è il racconto dello stravolgimento delle esistenze di due persone. Una donna scrittrice di successo, lesbica radicale; un giovane ragazzo che fa marchette con vecchi uomini. Su una spiaggia si sviluppano le tappe del loro percorso di scoperta e repulsione: il dolore della mancanza, lo smarrimento della perdita, l’entusiasmo del ritorno, il sorgere del bisogno di possesso, le strategie fatali di un rapporto a due.

 

MUSICA | 18 dicembre h. 19.00
La bestia dentro
Opera lirica da camera in unico atto
Musica di: Francesco Leineri
Libretto di: Martina Tiberti
Ensemble: Musica Necessaria: Livia Tancioni - Clarinetto; Michele Tozzetti - Pianoforte, tastiere, toy piano; Fabio Cuozzo – Percussioni; Andrea Libero Cito – Violino; Chiara Ciancone - Viola; Riccardo Viscardi – Violoncello; Sergio Schifano - Elettronica.
Con: Rosaria Angotti (Teresa), Chiara Osella (una sarta), Mariangela De Vita (una fioraia), Antonio Sapio (un cuoco)
Direttore: Francesco Leineri
Luci e tecnica: Daria Grispino
Produzione: E45
Le foto sono di Alessio Trerotoli, il disegno di Francesco Gusella e la sua rielaborazione grafica di Enrico Catalano
La bestia dentro è un’opera lirica da camera scritta dal compositore Francesco Leineri su libretto di Martina Tiberti. È una storia di crescita, desiderio e insoddisfazione, raccontata tramite l’esperienza della protagonista, la giovane Teresa. Fa da sfondo una città nella quale non sorge più il sole, popolata da gente assorta in una fallace bolla di normalità, quasi fiabesca: una sarta, un cuoco, una fioraia. Vittima e carnefice di sé stessa, spinta dalle circostanze ma pervasa come da un’emotività del niente, Teresa si innamora di un uomo enigmatico, una presenza invisibile: come se l’accadimento squarciasse un velo, così l’opera nella celebrazione del rito di un amore snoda il percorso interiore dei quattro personaggi nell'incontro con i propri desideri. Ora riconoscibili nelle proprie diverse sfaccettature, sveleranno l'impellente necessità e la vacua impossibilità di addentare la vita così per com’è.

TEATRO | dal 17 al 19 dicembre
NATALE AL ROSSELLINI

RASSEGNA LA FIABA SUL COMO’
A partire dal mese di ottobre la prima e l’ultima domenica saranno dedicate ai più piccoli:
3 ottobre- 31 ottobre | 7 novembre 28 novembre| 5 dicembre h 16.00
Spettacoli per bambini dai 4 anni in su
A seguire laboratori creativi per tutta la famiglia
Biglietto € 5
Prenotazione obbligatoria a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

INFO
Spazio Rossellini - via della Vasca Navale 58 - Roma

BIGLIETTI
Intero € 12 – Ridotto € 10

 

 

Fonte: Ufficio stampa Fabiana Manuelli

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.