“Fellinopolis” di Silvia Giulietti, anteprima al cinema Quattro Fontane

FELLINOPOLIS un film di SILVIA GIULIETTI con la partecipazione dei Premi Oscar Lina Wertmüller, Nicola Piovani e Dante Ferretti e con Maurizio Millenotti, Ferruccio Castronuovo, Norma Giacchero

Italia – 2020 – 80 minuti

AL CINEMA DAL 10 GIUGNO 
distribuito da Officine UBU

Ufficio Stampa Echo srl
Stefania Collalto 
Lisa Menga 
Giulia Bertoni 

CAST TECNICO

Regia e sceneggiatura Silvia Giulietti
Riprese dei backstage di Fellini Ferruccio Castronuovo
Direzione della Paolo Oreto e Jessica Giaconi
Montaggio Silvia Giulietti e Antonello Basso
Grafica e Animazione Luca Siano
Musica Rocco De Rosa
Produttori esecutivi Silvia Giulietti, Antonio Cervi, Antonio Follari, Brian Sharpe
Produzione iFrame srl
In associazione con Libera Università del Cinema
Distribuzione italiana Officine UBU
Distribuzione internazionale WIDE Management

 

 

SINOSSI
Accompagnati da immagini di backstage e interviste ai più stretti collaboratori di Fellini, abbiamo la possibilità di osservare “attraverso il buco della serratura” il Maestro al lavoro e scoprire nuovi aspetti dell'uomo e del suo processo creativo. Su richiesta di Fellini, Ferruccio Castronuovo ha avuto il privilegio unico di poter girare gli Special – Backstage, che all'epoca venivano utilizzati per il lancio dei film, sui set di Casanova, La città delle , E la nave va e Ginger e Fred, documentando e rivelando gli elementi del “grande gioco”, le invenzioni e le “bugie” del regista. In questo documentario, le eccezionali riprese di Castronuovo incontrano i ricordi dei professionisti che hanno lavorato con Fellini, tra cui i Premi Oscar Lina Wertmüller, Nicola Piovani e Dante Ferretti, mentre ci parlano del loro lavoro e della loro esperienza di vita a Fellinopolis, la città immaginaria dietro le quinte dei suoi film. Purtroppo il Backstage di Casanova è andato perso.

SILVIA GIULIETTI – Regista e produttrice

Note di regia

Un mondo a parte, una città immaginaria popolata da personaggi unici,
che ha avuto una vita a sé stante, una Fellinopolis.

Tanto si è scritto sul Maestro, tante immagini lo hanno ritratto, tante le interviste che si trovano nel web, ma poco si è potuto godere di immagini che lo vedono al lavoro in piena creatività.
La ricorrenza del centenario della nascita di Federico Fellini, è l'occasione per mostrare un lavoro straordinario, una testimonianza rara che meritava di essere portata alla luce. Grazie al lavoro di Ferruccio Castronuovo, che li ha gelosamente conservati per quasi quarant'anni in Cineteca Nazionale, oggi i suoi film, voluti da Fellini, rivedono la luce. Celebrare Fellini con i suoi collaboratori più stretti è il modo migliore per omaggiarlo. La mia attività registica è volta soprattutto alla realizzazione di documentari che raccontano il cinema, narrati da chi il cinema l'ha fatto, l'ha vissuto e ne ha fatto una ragione di vita. Non posso esimermi dal farlo, essendo io stessa nata e cresciuta nel cinema e dove, non a caso proprio nel film “La città delle donne”, da adolescente misi piede per la prima volta su un set. Quasi un destino, che oggi mi vede dietro la realizzazione di Fellinopolis.

Biografia
Nata a Milano nel 1962, trascorre l'infanzia a Roma, dove studia e si diploma al Liceo Scientifico. L'amore per l'immagine cinematografica nasce molto presto. Cresciuta con una nonna e un padre appassionati di fotografia, a dodici anni comincia a prendere confidenza con la fotocamera e a impararne le varie tecniche. Da adolescente svolge i primi incarichi in una delle società cinematografiche di cui la madre era l'amministratrice, la Gaumont Italia, avendo così modo di assistere all'intero processo produttivo dei film che si giravano allora a Cinecittà. Frequenta i set di Federico Fellini, Mauro Bolognini, Andrej Tarkovskij, Ettore Scola, Liliana Cavani, Lina Wertmuller, solo per citarne alcuni, dove lavora come assistente e fotografa di scena. Da universitaria decide di abbandonare la facoltà di Geologia e i corsi di Architettura, per dedicarsi completamente al cinema.

All'inizio degli anni ‘80 entra a far parte del gruppo degli operatori del direttore della fotografia Armando Nannuzzi, diventando una delle prime donne operatrici alla macchina da presa. Un percorso professionale con grandi responsabilità tecniche e orari serrati, durante il quale, grazie alla diretta osservazione sul campo, impara tutto ciò che riguarda l'intera produzione dei film, dalla ripresa alla post produzione, ricoprendo man mano i ruoli di assistente operatore, operatore e direttore della fotografia. Al fianco di Nannuzzi, viaggia in tutto il mondo e trascorre un periodo negli Stati Uniti, negli studi di Dino De Laurentiis su un film di Stephen King. In quegli anni lavora con Dino Risi, Luigi Comencini, Franco Zeffirelli, Alberto Sordi e tanti altri. Nel 1987, sul set del film Gli Occhiali d'Oro, conosce il regista Giuliano Montaldo, con il quale stringe un'amicizia umana e professionale.

Nel 2004 realizza Surface, un cortometraggio che promuove la tecnologia HD Panasonic a livello internazionale e che segna anche la fine del periodo sperimentale dell'alta definizione. Nello stesso anno fonda la propria società di produzione indipendente, iFrame, per dedicarsi liberamente alla realizzazione di cortometraggi, documentari, videoclip musicali, pubblicità e video di concerti dal vivo. Nello stesso periodo diventa anche montatrice delle sue produzioni di documentari sul cinema. Esordisce con Gli angeli nascosti di Luchino Visconti, intervistando i collaboratori più stretti del Maestro.

Nel 2018 è produttrice e regista di La Morte Legale, un documentario che racconta le fasi della realizzazione del film Sacco e Vanzetti con la partecipazione di Giuliano Montaldo ed Ennio Morricone. Il 2020 è l'anno di Fellinopolis, un omaggio per il centenario della nascita del grande Maestro del cinema italiano Federico Fellini, con i Premi Oscar Italiani che furono suoi stretti collaboratori. Dal 2005 è docente di tecnica di ripresa digitale e montaggio alla Libera Università del Cinema di Roma e presso l'Architectural Association di Londra, dove insegna regia, tecnica di ripresa digitale e montaggio.

Filmografia
2020 – Fellinopolis
– Festa del cinema di Roma 2020
2018 – La morte legale: Giuliano Montaldo racconta la genesi del film Sacco e Vanzetti
– Menzione Speciale al Bellaria Film Festival 2018
2015 – Partisan Kids
2010 – Ethnicus
– Babel TV Sky Award IMAF Festival 2010
2012 – Salvare Procida
2008 – Gli angeli nascosti di Luchino Visconti
– Fic Brasilia 2007
– Roma Film Festival 2008
– Milano Doc Festival 2008
– Gran premio della giuria Noemart Film Festival 2010
2008 – Feed The Peace
– Miglior film ‘Un film per la pace' 2008
– Sole e Luna Doc Festival 2008
– Roma Film Festival 2008
– Premio Italia Diritti Umani 2008
– Arcipelago F.F. 2008
– Abruzzo Film Festival 2009
– Vincitore del Babel TV Award a IMAF Festival 2010 
Con la partecipazione di:

Lina Wertmüller – Regista, è stata la prima donna nella storia ad essere candidata all'Oscar come migliore regista per il film Pasqualino Settebellezze. Nel 2020 le è stato conferito il Premio Oscar alla carriera. Prima di iniziare la carriera di regista è stata l'aiuto alla regia di Fellini nei film La dolce vita e 8 e ½, in cui partecipò anche come attrice in un piccolo ruolo.

Dante Ferretti – Scenografo, ha dato corpo all'immaginario di Fellini nei film Prova d'orchestra, La città delle donne, E la nave va, Ginger e Fred e La voce della luna, diventando celebre a livello internazionale grazie alle sue numerose collaborazioni in importanti produzioni hollywoodiane. Vincitore di vari riconoscimenti, tra cui tre Premi Oscar: The Aviator di Martin Scorsese (2005), Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street di Tim Burton (2008), Hugo Cabret di Martin Scorsese (2012), oltre ad altre sei candidature.

Nicola Piovani – Compositore, ha collaborato fin da giovane con Fellini, succedendo a Nino Rota e Luis Bacalov. Ha realizzato la colonna di sonora dei film Ginger e Fred, Intervista, e La voce della Luna. Noto autore di colonne sonore, ha lavorato con alcuni dei maggiori registi del cinema italiano, vincendo il premio Oscar nel 1999 per le musiche del film La vita è bella. È anche autore di musicale e di musica da concerto.

Maurizio Millenotti – Costumista, ha dato vita ai personaggi di Fellini attraverso i suoi costumi nei film La città delle donne, E la nave va, e La voce della luna. Vincitore dei David di Donatello nel 1999 per La leggenda del pianista sull'oceano e nel 2013 per La migliore offerta. Nominato agli Oscar per i film Otello (1986) e Amleto (1990), entrambi diretti da Franco Zeffirelli.

Norma Giacchero – Storica segretaria di edizione dei film di Federico Fellini dal 1965 al 1990.
Ha iniziato a collaborare con Fellini durante le riprese di Giulietta degli spiriti, rimanendo a fianco del regista per ben 13 film, fino all'ultimo lavoro, La voce della luna. Oltre all'edizione, curava e seguiva la post produzione fino alla copia finale dei film del Maestro.

Ferruccio Castronuovo – Regista e autore. Ha realizzato i backstage dei film Casanova, La città delle donne, E la nave va, Ginger e Fred. Ha partecipato anche come attore in alcuni piccoli ruoli nei film di Fellini Ginger e Fred e Splendor. É stato collaboratore dei fratelli Taviani, Sergio Leone, Luigi Zampa, Giuseppe De Santis, Nanny Loi, Ugo Gregoretti, nonché autore e regista di molti programmi televisivi. É stato inoltre un vignettista. 
OFFICINE UBU – Il distributore

Officine UBU è l'evoluzione di UBU Film, fondata nel 2001 a Milano da Franco Zuliani, produttrice, tra gli altri, dei film La Spettatrice di Paolo Franchi e Fame Chimica di Paolo Vari e Antonio Bocola. Il fondatore ha ricevuto nel 2004 il “Premio F.I.C.E. (Federazione Italiana Cinema d'Essai)” come miglior produttore di film di qualità. Nel 2006 Officine UBU esordisce nella Distribuzione confermando la propria vocazione all'originalità, alla qualità e all'innovazione.
Tra i film distribuiti in questi quindici anni, le opere di grandi protagonisti del cinema mondiale come Wim Wenders, Terry Gilliam, Patrice Leconte, François Ozon, Alex De La Iglesia, Anne Fontaine, Olivier Assayas, Michael Winterbottom, Jia Zhangke, Christophe Honoré, Nicolas Winding Refn, Takashi Miike, Cedric Klapish, Emmanuelle Bercot, Tony Kaye, Marjane Satrapi, Shane Meadows, Julie Delpy, Eric Lartigau, Valérie Donzelli, Nicolas Philibert, Sam Garbarski, Emmanuel Mouret, Gianfranco Rosi, Sophie Fiennes, Vanessa Redgrave, David LaChapelle, Giuseppe M. Gaudino, Francesco Patierno.
Tra i titoli distribuiti di maggior spicco: Il futuro siamo noi (Forward – Demain est à nous) di Gilles De Maistre; Imprevisti Digitali (Effacer l'historique – Delete History) di Gustave Kervern e Benoît Delépine con Denis Podalydès, Benoît Poelvoorde, Vincent Lacoste, Blanche Gardin, Michel Houellebecq, Orso d'Argento Festival di Berlino 2020; In viaggio verso un sogno (The Peanut Butter Falcon) di Tyler Nilson e Michael Schwartz con Shia LaBeouf e Dakota Johnson; L'hotel degli amori smarriti (Chambre 212) di Christophe Honoré, Migliore Interpretazione Un Certain Regard-Cannes F.F. a Chiara Mastroianni; Sole di Carlo Sironi; La vita invisibile di Eurídice Gusmão (A vida invisivel de Eurídice Gusmão) di Karim Aïnouz, Miglior Film Un Certain Regard-Cannes; Quel giorno d'estate (Amanda) di Mikhaël Hers; Cyrano Mon Amour (Edmond) di Alexis Michalik; Lontano da qui (The Kindergarten Teacher) di Sara Colangelo, Miglior Regia Sundance F.F.; Il Complicato Mondo di Nathalie (Jalouse) di David e Stéphane Foenkinos; La Mélodie di Rachid Hami; Un amore sopra le righe (Monsieur & Madame Adelman) di Nicolas Bedos; Diva! Di Francesco Patierno; Il senso della bellezza – Arte e Scienza al CERN di Valerio Jalongo; Un Profilo per due di Stéphane Robelin; Il viaggio (The Journey) di Nick Hamm; Un re allo sbando (King of the Belgians) di Peter Brosens e Jessica Woodworth; Torno da mia madre (Retour chez ma mére) di Eric Lavaine; Benvenuti…ma non troppo (Le Grand Partage) di Alexandra Leclère; Astrosamantha di Gianluca Cerasola; Per amor vostro di Giuseppe M.Gaudino, Coppa Volpi-Festival di Venezia a Valeria Golino; The Tribe di Myroslav Slaboshpytskiy, Gran Premio Settimana della Critica-Festival di Cannes; Le streghe son tornate (Las brujas de Zugarramurdi) di Alex De la Iglesia; Una nuova amica (Une nouvelle amie) di François Ozon; Gemma Bovery di Anne Fontaine; Il Sale della Terra (The salt of the Earth) di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, Premio Speciale Giuria Un Certain Regard-Cannes, Miglior Documentario ai Cesar; Sacro GRA di Gianfranco Rosi, Leone d'Oro alla 70a Mostra di Venezia; Qualcosa nell'aria (Apres mai) di Olivier Assayas, Miglior Sceneggiatura Festival di Venezia; Il tocco del peccato (A Touch of Sin) di Jia Zhangke, Miglior Sceneggiatura Cannes F.F.; Monsieur Lazhar di Philippe Falardeau, Candidato Oscar Miglior Film Straniero; Detachment-Il distacco di Tony Kaye; Pollo alle prugne (Poulet aux Prunes) di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud; This is England di Shane Meadows; Non è ancora domani (La Pivellina) di Tizza Covi e Rainer Frimmel; Tideland – Il mondo capovolto di Terry Gilliam; Rize – Alzati e balla di David La Chapelle, Candidato Oscar Miglior Documentario. Tra i film di prossima distribuzione: Ezio Gribaudo – La bellezza ci salverà (doc) di Alberto Bader, Festival di Torino 2020; Kurdbun – Essere curdo (doc) di Fariborz Kamkari; #IoSonoQui (#JeSuisLa) di Eric Lartigau, regista di La famiglia Belier, con Alain Chabat, Doona Bae; Freedom (doc) di Nicolaj Pennestri; Sotto le stelle di Parigi (Sous les étoiles de Paris) di Claus Drexel con Catherine Frot; Gagarine di Fanny Liatard e Jérémy Trouilh con Alséni Bathily, Lyna Khoudri, Jamil McCraven, Festival di Cannes 2020 – In Concorso, Alice nella Città / Festa del cinema di Roma 2020 – in Concorso; Il matrimonio di Rosa di Icíar Bollaín con Candela Peña e Sergi López.

 

 

 

Fonte: Giulia Bertoni – ECHO Srl

About EZrome

Check Also

Record di medaglie nell’Atletica: quali fattori dietro allo straordinario successo nei 6 giorni degli Europei a Roma?

La straordinaria preparazione degli atleti italiani ha di certo avuto un ruolo cruciale nel successo …

Elisa forte torna a teatro con la commedia “Love exchange”

#teatro #commedia #ElisaForte #EZrome Elisa Forte ritorna sul palco con "Love Exchange", una commedia graffiante diretta da Francesco Proietti. In scena al Piccolo Teatro dell’Arte di Roma dal 27 giugno al 7 luglio 2024, lo spettacolo esplora le dinamiche di coppia attraverso uno scambio di ruoli. Forte sarà anche protagonista di una lettura al Teatro Palco 37 il 12 giugno.

Lascia un commento