BibliotecaWWF4

Biblioteca WWF: tra uomo e natura

BibliotecaWWF4“Il WWF in Italia è nato nel 1966. Molta strada è stata fatta da quando, l'anno successivo, circa 800 soci, pagando all'epoca 1000 lire, presero in affitto l'Oasi del Lago di Burano, in Maremma, acquistandone i diritti di caccia. Una prima azione concreta a cui hanno fatto seguito tante altre.”

E la biblioteca intitolata a Pier Lorenzo Florio, che si trova in Via Po al civico 25c, è il Centro di Documentazione della sede nazionale del WWF Italia, a Roma. E' anche la sede del coordinamento network WWF delle biblioteche attivo a livello nazionale.

L'idea per la nascita di una Biblioteca WWF a Roma risale al 1998 quando i membri dell'associazione decidono di raccogliere e riorganizzare il materiale librario che possiedono. Nella Biblioteca confluiscono così testi provenienti anche dalle altre sedi nazionali.

bibliotecaWWF3Sin da subito l'Istituzione Biblioteche e Centri Culturali del Comune di Roma si interessa all'iniziativa e nel 1999, con la consapevolezza di voler essere un servizio pubblico, nasce la Biblioteca WWF. Un anno dopo, nel 2000, la Regione Lazio riconosce la struttura come “biblioteca di interesse locale” e solo nel 2002 viene intitolata a Pier Lorenzo Florio, che fu nel 1966 uno dei padri fondatori del WWF Italia.

Nell'arco di soli pochi anni la biblioteca si pone come centro di notevole interesse per la diffusione di una corretta ambientalista nel nostro Paese. In questa direzione va l'innovativo protocollo d'intesa sottoscritto da WWF Italia e Comune di Roma: le Biblioteche di Roma vedranno in WWF e nella sua biblioteca, il riferimento per lo sviluppo di iniziative in tema d'ambiente.
Negli ultimi anni, la biblioteca si è prodigata nell'offrire maggiori spazi a disposizione dell´utenza, il catalogo consultabile on-line, e l'attivazione dei servizi di prestito e prestito interbibliotecario.

A corredo di questa instancabile attività la biblioteca custodisce sui suoi scaffali , dossier, riviste, manifesti, prodotti multimediali. Un grande patrimonio di documenti, di idee, di conoscenza, di storie disponibili per la consultazione.

BlbliotecaWWF2La Biblioteca è ospitata al piano terra della sede nazionale del WWF Italia in via Po 25/c, a Roma e l'attuale patrimonio librario ammonta a circa 5.000 volumi, 20 testate di periodici e 500 tra vhs, cd-rom e dvd. Possiede, inoltre, testi specialistici riguardanti le tematiche di maggior rilievo nell'odierno dibattito ambientalista. Dalla biologia della conservazione alla landscape ecology, dalla sostenibilità dello sviluppo alla storia dei movimenti ambientalisti. Particolare rilievo è dato al settore dell'educazione ambientale e ai testi per ragazzi. Possiede tutte le pubblicazioni del WWF Italia e gran parte del materiale del WWF Internazionale.

Il Catalogo della biblioteca è consultabile online (http://catalogo.bibliotechediroma.it/sebina/opac/ase) e tramite il polo SBN del Comune di Roma, è presente in Indice, il catalogo online di tutte le biblioteche nazionali gestito dall'ICCU, per conto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Fa parte, inoltre, dal 2002 del Sistema Bibliotecario Regionale, ed è membro dell'Associazione Italiana Biblioteche (AIB).

La Biblioteca, nel contesto cittadino e nazionale, si pone anche come un percorso aperto a nuove idee e contributi, da parte di tutti coloro che vogliono condividere l'iniziativa.

Di particolare interesse risulta anche il suo sito internet (www.biblioteca.wwf.it) che ripercorre fedelmente l'idea di base da cui la biblioteca è nata e di cui ancora oggi si avvale: “Esso presenta una struttura pensata per aggregare elementi sempre nuovi che la arricchiscano di contenuti e di esperienze. Le pagine vivranno del contributo di tutte le altre biblioteche, delle sezioni grandi e piccole, dei centri di documentazione, dei centri di educazione, di tutti quanti quotidianamente propongono a nome del WWF in tutto il Paese l'offerta culturale dell'Associazione.”

BiblitecaWWF1Oggi, il network delle Biblioteche del WWF Italia comprende: la Biblioteca Pier Lorenzo Florio, CDA sezione Rimini, Biblioteca sezione regionale Toscana, Biblioteca sezione regionale Trentino, CDA Oasi Valle Averto, Biblioteca sezione Sulcis.

Qual è il significato di una Biblioteca WWF? E di un network di Biblioteche WWF presenti sul territorio locale e nazionale?

Il WWF Italia è una organizzazione che, con l'aiuto dei cittadini e  il coinvolgimento delle istituzioni, contribuisce a conservare i sistemi naturali, non solo in Italia ma nel mondo. E grazie al supporto di quasi 5 milioni di persone, il WWF è presente in 96 paesi ed opera per fermare il degrado del pianeta e costruire un mondo in cui l'uomo possa vivere in armonia con la natura. In quest'ottica la biblioteca WWF di Roma e il network di Biblioteche presenti sul territorio nazionale vogliono offrire un accesso facile e immediato alle varie forme che la conoscenza oggi assume. La biblioteca vuole porsi come efficace mediatore nel leggere la complessità del nostro tempo.
Obiettivo della biblioteca è rendere esplicito il proprio ruolo di attore culturale. Agendo sul territorio per il tramite dei propri servizi ed esperti, al fine di individuare le attività più significative per la promozione della cultura WWF e più in generale un approccio scientifico alle diverse problematiche ambientali.

“La biblioteca ritiene la pace uno dei valori fondanti di ogni convivenza civile; aderisce all´iniziativa Bibliotecari per la pace”.

Indirizzo della Biblioteca: Via Po, 25c – 00198 Roma
Telefono: 06 84497320-324
Orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 17:00

About Redazione

Check Also

“Il granello. Crocevia di un neo”: cortometraggio sulla prevenzione del melanoma

#cortometraggio #melanoma #prevenzione #EZrome "Il granello. Crocevia di un neo", diretto da Frida Bruno, è un cortometraggio che sensibilizza sulla prevenzione del melanoma. La proiezione, seguita da un dibattito con esperti, avrà luogo martedì 4 giugno 2024 alle ore 19:00 presso il Multisala Barberini di Roma. Ingresso libero con prenotazione consigliata.

La Pride Croisette alle Terme di Caracalla: Roma abbraccia la diversità

#RomaPride #Inclusivity #LaPrideCroisette #EZrome Dal 1 al 15 giugno 2024, le Terme di Caracalla ospiteranno La Pride Croisette, un evento che celebra la diversità con spettacoli, concerti e attività culturali. Il 15 giugno, Rock Me Pride - Pop Art Edition animerà l’Ippodromo delle Capannelle con la straordinaria partecipazione di Annalisa. Ingressi gratuiti e eventi per tutte le età.