leone_bioparco

Una visita al Bioparco per concludere le Feste in tenerezza

leone_bioparcoDa bambina ero solita trascorrere le feste di Natale in Germania a casa dei miei zii ed il 26 dicembre era tradizione andare allo zoo. Qui, più che le spaventose fauci dei leoni fieri ed affamati, mi attirava la piccola fattoria dove i bambini potevano entrare ed accarezzare animali da cortile ed avere così un contatto diretto con esemplari forse meno esotici ma più familiari come pecore, galline, maiali, conigli.

Fino a non molto tempo fa i racconti di spazi angusti ed animali sofferenti mi hanno tenuta lontana dallo zoo di Roma, famoso nei primi decenni del ‘900 per essere uno tra gli zoo più grandi e curati d’Europa. La vasta area verde nel cuore della celebre Villa Borghese cadde però in uno stato di degrado da cui solo negli ultimi anni si è risollevata con rinnovato vigore.

Ingresso_bioparco_2Grandi sconvolgimenti ed interventi di modernizzazione rispetto alla antica concezione di zoo, rivolto più all’intrattenimento del pubblico che alla cura e alla tutela degli animali, erano già iniziati nel 1994 con l’idea di traformare lo zoo in Bioparco. Nel 2004 fu poi istituita la Fondazione Bioparco di Roma con priorità nuove tra cui l’educazione ambientale e la conservazione delle specie a rischio di estinzione. I nuovi ed indiscussi protagonisti del Bioparco sono oggi gli oltre 1000 animali, appartenenti a circa 200 diverse specie tra mammiferi, rettili e uccelli, che popolano i 18 ettari di parco.

Laghetto_bioparcoAmpi spazi sono tuttavia dedicati anche alle numerose famiglie che ogni giorno visitano entusiaste il Bioparco. Per riposarsi un pò sorse sorseggiando una tazza di tè o mangiando un panino è stata concepita l’Oasi del Lago. I bambini possono partecipare a laboratori didattici che si svolgono in aule appositamente costruite e gli adulti possono partecipare ai diversi seminari organizzati nell’auditorium.

A toccare maggiormente la sensibilità dei visitatori sono naturalmente gli ultimi nati. E così, sulla scia del fenomeno Knut, il cucciolo di orso bianco nato in cattività nello zoo di Berlino nel dicembre 2006, anche il Bioparco è sempre fiero di presentare le sue new entries. Nell’ultimo anno sono nati la baby mandrilla Blanca, la piccola zebra Primo, due cuccioli di canguro nano e un cucciolo di lemure.
giraffe_bioparcoAmatissime sono poi le giraffe, di cui il Bioparco ospita un’intera famiglia composta di madre e ormai nonna Carroll, la figlia Camerun, l’anziano Rocco, la piccola Esperanza, e Macchia, nato appena tre mesi fa. A questa vivace famiglia di “collilunghi” che abita la Casa delle Giraffe il canale televisivo del National Geographic ha dedicato un intero documentario per raccontare la nascita e la vita quotidiana di questi dolcissimi animali.

 

Quelle del 4, 5 e 6 gennaio 2010 saranno giornate speciali in cui si svolgeranno diverse attività grazie alle quali i bambini avranno modo di conoscere meglio alcuni animali.

Queste le attività che si svolgeranno nella Sala degli Elefanti:

  • ippopotamo_bioparco“A tu per tu con gli animali”: un momento prezioso per osservare da vicino tutti quegli animali che spesso grandi e piccini trovano raccapriccianti per scoprire il lato interessante dei rettili.

  • Laboratori per mettere a frutto creatività e manualità nella realizzazione di biglietti, decorazioni e altri oggetti natalizi.

  • “L’angolo dei piccini” dove i più piccoli potranno divertirsi saltando su un morbido tappetone.

  • Spettacoli di burattini cui i bambini saranno invitati tre volte al giorno dalle massime personalità in ambito natalizio: Babbo Natale e la Befana.

Una visita al Bioparco potrebbe così essere un’ottima occasione per concludere in bellezza queste feste natalizie e ricominciare pieni di energia e tenerezza il nuovo anno.

Per informazioni relative al programma dettagliato delle iniziative consultare il sito www.bioparco.it

About Redazione

Check Also

Record di medaglie nell’Atletica: quali fattori dietro allo straordinario successo nei 6 giorni degli Europei a Roma?

La straordinaria preparazione degli atleti italiani ha di certo avuto un ruolo cruciale nel successo …

Elisa forte torna a teatro con la commedia “Love exchange”

#teatro #commedia #ElisaForte #EZrome Elisa Forte ritorna sul palco con "Love Exchange", una commedia graffiante diretta da Francesco Proietti. In scena al Piccolo Teatro dell’Arte di Roma dal 27 giugno al 7 luglio 2024, lo spettacolo esplora le dinamiche di coppia attraverso uno scambio di ruoli. Forte sarà anche protagonista di una lettura al Teatro Palco 37 il 12 giugno.