Lunedì, 25 Giugno 2018

musePer festeggiare il prossimo 8 marzo, la Giornata internazionale della Donna, Roma ha presentato una serie di iniziative da non perdere. Purtroppo quest’anno la ricorrenza cade di lunedì, il giorno di lavoro più difficile della settimana … ma per fortuna molte iniziative sono state anticipate al weekend precedente.

Infatti proprio il 6 e il 7 marzo il MiBAC, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, offre a tutte le donne l’ingresso gratuito nei luoghi d’arte statali, per celebrare il binomio “Donna e Arte”, connubio ispiratore di molti capolavori.
Vuole essere un omaggio non solo a tutti coloro che nei secoli hanno individuato nella figura femminile una musa ispiratrice per la loro opera cogliendone la bellezza e rappresentandola con devozione, ma anche, e in particolare, alle numerosissime donne che hanno contribuito in prima persona, con il proprio talento artistico, a superare pregiudizi ed ostacoli sociali, trovando strade nascoste ma percorribili per mostrare il lato femminile dell’ingegno.

Su questi temi Mercoledi 3 marzo si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento nazionale “L’arte festeggia le donne”, con il supporto di “Reti Amiche”, la campagna di comunicazione del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione.

Tra i tanti promotori, il Museo Nazionale Preistorico Etnografico “L. Pigorini”, in collaborazione con ‘noidonne’ e con l’Associazione Amici del Museo Pigorini, organizza il 6 marzo una giornata dedicata alla riflessione sul ruolo della donna nello sviluppo e trasformazione di attività tradizionali alla luce della modernità. Infatti, nel pomeriggio sarà in scena il mondo delle donne immigrate, introdotte dall’antropologa Rosanna Gullà, attraverso le testimonianze di Katirisa Kahindo (BarazAvenir) e Sevla Sejdic (Occhio del riciclone), due donne che, lavorando creativamente sull’abbigliamento, sono riuscite a reinterpretare le rispettive tradizioni culturali attraverso una modalità tutta femminile di affermazione nella società contemporanea; coordinano Egidio Cossa (Museo Nazionale Preistorico Etnografico L. Pigorini – Antropologo) e Rossana Di Lella (Amici del Museo Pigorini – Antropologa). Chiuderà la manifestazione una Sfilata di moda Africana presentata da Katirisa Kahindo, accompagnata da canti e ritmi congolesi. L’ingresso alla manifestazione è gratuito.

Si può poi festeggiare con una donna d’eccezione: Teresa De Sio.
La grande artista arriva l’8 marzo all’ Auditorium Parco della Musica di Roma per presentare il suo primo romanzo “Metti il Diavolo a Ballare”.
Lo spettacolo della poliedrica artista sarà tutto incentrato su letture dal nuovo libro, musica e canzoni, in acustica, legate alla tematica del testo. Con Teresa De Sio, rivivremo le atmosfere magiche del sud della penisola spaziando dalla musica popolare napoletana, sino a quella pugliese, in particolare quella salentina, dove è ambienta la vicenda. Il costo biglietto è di 15 euro.

E non dimenticate che ogni anno molti locali romani organizzano cene e feste esclusive per la giornata della Donna da passare all’insegna del divertimento e della spensieratezza.

Guardate i nostri numerosi appuntamenti per i giorni dal 6 all’8 marzo, per una 3 giorni di festeggiamenti e cultura.

Ricordate infine di regalare a tutte le donne che conoscete una mimosa che, con il suo profumo e la sua delicatezza, è il simbolo della Festa della Donna.

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.