Mercoledì, 16 Ottobre 2019

amazon prime video

percorso_hi_tec_gemelliMolto spesso si parla della malasanità italiana. Fiumi di inchiostro si spendono non appena vi è una notizia negativa,  poco si parla invece quando le nostre strutture ospedaliere sono esempio di eccellenza.
Questo è il caso del Policlinico Gemelli di Roma il primo ospedale italiano ad avere inaugurato un percorso tattilo-plantare per i non vedenti e gli ipovedenti. Presentato ufficialmente il 14 settembre scorso, un mese prima della Giornata Mondiale della Vista.

percorso_hi_tec_gemelli_2Il percorso è stato istallato dall’Agenzia internazionale per la prevenzione alla cecità- IAPB Italia Onlus. Il disabile visivo può interare con facilità con questo nuovo strumento:  bastano un bastone elettrico, un cellulare e un auricolare bluetooth.
Il percorso, lungo 500 metri, nato da una ricerca scientifica sostenuta dall’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, collega l’ingresso del Policlinico Gemelli con il Polo Nazionale per la Riabilitazione visiva.  Il percorso parlando all’orecchio della persona permetterà di far arrivare autonomante il paziente al Polo Nazionale.
Come funziona? Nel tracciato ci sono dei sensori che colloquiano con un bastone elettronico che fa da antenna, che a sua volta comunica con il bluetooth del cellulare del disabile visivo. In questo modo vengono date una serie di informazioni sull’ambiente circostante e sul percorso che sta seguendo.
Un passo in più verso l’abbattimento delle barriere architettoniche a cui si spera aderiscano altre strutture ospedaliere italiane e non solo.
Intanto il Policlinico Gemelli è stato pioniere in questa iniziativa che ha l’originalità di funzionare attraverso degli stimoli acustici che in altri percorsi tattili non vi sono. Il Gemelli è infatti uno dei primi esempi al mondo dove un pavimento tattile per i non vedenti è anche sonoro con la presenza di una voce guida.
Il 14 ottobre Giornata Mondiale della Vista tutti  i pazienti del Polo Nazionale per la Riabilitazione Visiva potranno recarsi alle loro visite in tutta autonomia grazie al percorso tattile hi- tec del Gemelli.

Altre città italiane aderiscono a questo importante ricorrenza organizzata grazie all’iniziativa della IAPB e l’OMS. Un giorno di estrema importanza per sensibilizzare l’opinione pubblica ma anche i cittadini sulle patologie oftalmiche che possono colpire ognuno di noi.

percorso_hi_tec_gemelli_3Chiamando il numero verde 800-973489 (attivo dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 dal lunedì al venerdì) si potrà usufruire di controlli oftalmici gratuiti negli studi oculistici aderenti. Roma, Siracusa e Matera invece effettueranno i loro controlli il 14 ottobre, mentre nele altre città italianele visite saranno svolte domenica 17 ottobre.  Nei parchi delle principali città italiane vi saranno delle unità mobili oftalmiche all’interno di camper attrezzati.

Una giornata per riflettere e parlare di patologie di cui si conosce ancora troppo poco.  Eppure secondo l’Istat in Italia vi sono circa 362.00 non vedenti, mentre il numero degli ipovedenti si aggira intorno al milione. Una vera e propria emergenza sanitaria, che può colpire anche in età pediatrica, con patologie come ambliopia (occhio pigro), strabismo, glaucoma, cataratta o retinopatia del prematuro.

Il percorso hi-tec per i non vedenti del Policlinico Gemelli è un passo in avanti,  speriamo che altre strutture prendano esempio sulla necessità di fare progetti concreti a favore di chi soffre di queste patologie.

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere solidali battesimo e i scatoline portaconfetti CESVI per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.