Martedì, 24 Novembre 2020

amazon prime video

• L'età biologica più adatta per avere figli è tra i 20 ed i 30 anni, anche se in Italia gli uomini iniziano a pensarci tra i 35 ed i 40 anni
• Il ritardo nella paternità riduce le possibilità di gravidanza nella coppia, aumenta gli aborti spontanei ed espone il feto ad anomalie genetiche
• Durante la settimana della festa del papà, Institut Marquès offre un'analisi dello sperma gratuita a Roma, a tutti gli uomini che desiderano controllare la loro fertilità


Gli italiani non ci pensano fino a quando non arrivano a 40 anni. Molti rinviano la genitorialità senza pensare che potrebbero avere problemi di fertilità quando arriverà il momento. La festa del papà può essere un buon momento per porsi la domanda: voglio esser padre prima o poi?

Institut Marquès vuole celebrare la festa del papà quest'anno invitando tutti gli uomini che desiderano controllare la loro fertilità ad un'analisi dello sperma gratuita, nella clinica che questo famoso centro spagnolo ha a Roma, in collaborazione con la Casa di Cura Villa Salaria. Questa iniziativa è parte della campagna di sensibilizzazione sulla fertilità maschile che Institut Marquès svolge in Italia conducendo uno studio sulla qualità dello sperma degli italiani.

L'età conta: l'orologio biologico esiste anche per gli uomini

Il passare degli anni non riguarda solo la fertilità femminile. Gli uomini producono sperma durante tutta la vita, dalla pubertà alla vecchiaia. Questo porta a pensare, erroneamente, che il loro potenziale riproduttivo non sia soggetto a cadute o variazioni. Non è così: l'orologio biologico esiste anche per gli uomini.

Il passare del tempo può influire sulla funzione testicolare, influenzando sia la fertilità del maschio che la produzione di testosterone, che, dopo 30 anni, diminuisce dell'1% all'anno.

Il declino della fertilità maschile, in cifre
Uno studio sulla qualità dello sperma condotto da Institut Marquès in uomini tra i 18 ei 65 anni in Spagna, ha dimostrato che il 65,6% non soddisfa i criteri di normalità stabiliti dall'Organizzazione mondiale della sanità.
In 6 su 10 coppie che seguono un trattamento di riproduzione assistita ci sono alterazioni dello sperma maschile.
I rischi della tarda paternità

La speranza e la qualità della vita si sono allungate. A livello sociale, è ormai comune che gli uomini abbiano figli molto più tardi, ma dal punto di vista medico ci sono molte difficoltà: è più difficile raggiungere una gravidanza e aumenta il numero di aborti a causa dell'eccessiva frammentazione del DNA nello sperma .

Si stima che il 10% delle sindromi Down e il 40% delle sindromi di Klinefelter siano correlate all'età del padre a partire dai 55 anni. Lo stesso vale per malattie come il nanismo acondroplasico e altre malattie come la schizofrenia e l'autismo.

 

 

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere solidali battesimo e i scatoline portaconfetti CESVI per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.