Venerdì, 22 Marzo 2019

amazon prime video

Church of_Santo_Spirito_in_Sassia_in_RomeIne del Wessex fu sovrano del Wessex, regno anglosassone, dal 688 al 726. Alla fine abdicò e si trasferì a Roma, dove decise di fondare la Schola saxonum, A questo sovrano va collegata l'edificazione della chiesa di Santo Spirito in Sassia.

Tale chiesa venne, infatti, progettata nel sito di questa Schola saxonum. Ine del Wessex volle far costruire un edificio dove poter ospitare i pellegrini provenienti dalla Sassonia. Nel 1527, tuttavia, le truppe dei lanzichenecchi saccheggiarono la città e la chiesa venne distrutta e si decise, nel 1545, di ricostruirla (i lavori terminarono nel 1545). Ad occuparsi di tutto ciò venne chiamato l'architetto fiorentino, Antonio da Sangallo il Giovane (vero nome Antonio Cordini). Vanno ricordati gli affreschi di Livio Agresti, risalenti al XVI e XVII secolo. Per l'esattezza, quelli presenti nella cappella Gonzaga, con il “Presepe”, la “Pietà,” la “Resurrezione” e le “Scene bibliche”, terminati nel 1557. Poi ci sono anche quelli del 1574, nella cappella della Trinità con il “Gesù risana lo storpio”, “Gesù risana il cieco “ e altre “Scene bibliche”, e, nella volta, con la “Visitazione”, “L'Annunciazione” e “L'Incoronazione di Maria”, nonché con la pala dell'Assunzione nell'altare. Vicino alla chiesa sorgeva pure un arcispedale, che aveva la funzione di ospitare i pellegrini sassoni, oppure dei bimbi abbandonati. Nel 1605 il Pontefice Paolo V, fondò la Banca del Santo Spirito, sempre presso l'arcispedale. In tempi recenti divenne di proprietà dell'IRI e, successivamente, della Banca di Roma.

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti, ad esempio per un compleanno, scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure i regali last minute

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.