Lunedì, 30 Marzo 2020

amazon prime video

Foto_androlife1Giovani, meno fertili dei loro padri

“I ragazzi non hanno problemi ad avvicinarsi alle cure. L’unica cosa non hanno le conoscenze, non sono informati e i genitori, spesso, non li accompagnano in questa cosa”. E’ il Professor Carlo Foresta, Ordinario di Patologia Clinica presso l'Università di Padova e Presidente SIAMS (Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità), che parla del “Progetto Androlife”, promosso dalla SIAMS e patrocinato dal Ministero della Salute.

Il Progetto prende avvio dai dati che indicano che in Italia un maschio su tre è a rischio di infertilità; che il 15% della popolazione maschile, tra i 13 e i 55 anni di età, è sterile; e che il 20% di 500 mila coppie prese in esame ha difficoltà a concepire. Da un’analisi, fatta sul territorio nazionale a “macchia di leopardo”,  della sola popolazione maschile di età compresa tra i 18 e i 20 anni, studenti delle scuole superiori, i dati mostrano “un gruppo meno fertile dei loro padri” e se vivono in città hanno una produzione di spermatozoi ridotta del 30% rispetto ai loro coetanei che vivono in provincia o in aree rurali.

L’infertilità è definita come “fallimento al concepimento di una coppia dopo almeno dodici mesi di rapporti regolari non protetti” e nella maggior parte dei casi viene individuata soltanto quando si ricerca una gravidanza. Il “Manifesto del rischio di infertilità” è un indicatore che permette di valutare la probabilità di essere ipofertili o infertili individuando i fattori di rischio  e la loro influenza sulla produzione di spermatozoi. Le probabilità di infertilità, indotte dai fattori di rischio, vengono divise in: grave, medio e lieve. Si va così dalle malattie sessualmente trasmesse, all’obesità, a infezioni testicolari fino al tumore testicolare.  E proprio in presenza di uno o più di questi fattori di rischio diventa importante la tempestiva valutazione andrologica sia per l’analisi  della fertilità che per il precoce intervento a impedimento dell’aggravamento delle alterazioni.

Dalle ricerche emerge, come spiega il Professor Carlo Foresta che “fra le cause di tale vulnerabilità c'è l'esposizione ambientale a pesticidi e ai gas di scarico. Ma anche: l'obesità, la sedentarietà, il consumo di alcol, fumo e droghe”.  E proprio per questi motivi la prevenzione diventa la prima cura dell'infertilità maschile e come afferma ancora il Professor Foresta  “una fotografia trasparente dello sviluppo puberale o adolescenziale dei testicoli si ha appunto in età molto giovane, 18 – 20 anni”.

Il Progetto Androlife offre,  anche, un importante vademecum con le “Dieci regole della fertilità” che vanno dalla visita andrologia a  18 anni, all’autopalpazione periodica dei testicoli, a un comportamento sessuale sano, a una corretta igiene intima, e niente fumo, droghe, e alcol, fino ad arrivare alla scelta di una sana alimentazione e allo svolgimento di un’adeguata attività fisica.

Il Progetto, rivolto soprattutto ai giovani e alle loro famiglie, inoltre, si svilupperà attraverso un’importante Campagna Nazionale per la Prevenzione dell’Infertilità maschile che vedrà coinvolte le piazze di 23 città italiane, tra cui Roma, e un testimonial d’eccezione, Francesco Totti, il cui obiettivo sarà proprio quello di stimolare i giovani a non trascurare la propria salute.

Per la Campagna Nazionale di Prevenzione è stato attivato il numero verde 800.100.122 con cui sarà possibile prenotare una visita andrologica gratuita, dal 19 e fino al 25 marzo.  Nelle stesse piazze ci saranno inoltre dei camper attrezzati che distribuiranno  opuscoli informativi e medici specialisti pronti a rispondere a quesiti clinici e a fornire suggerimenti per non incorrere nell’infertilità.

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere solidali battesimo e i scatoline portaconfetti CESVI per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.