Mercoledì, 21 Ottobre 2020

amazon prime video

davide_ballardiniLa gara con il Catania giunge in un momento delicato per la formazione biancoceleste. 

Infatti, alla sfortunata partita persa all'Olimpico contro la Juventus nell'ultimo turno di campionato, si è aggiunta la brutta sconfitta all'esordio in Europa League contro il Salisburgo. Soprattutto quest'ultima gara, persa a causa di due grossolani errori difensivi,  getta qualche ombra su una stagione che era iniziata brillantemente.

A mister Ballardini il compito di motivare la squadra per ottenere un risultato positivo che rimpingui la classifica e il morale.

Al Massimino, stadio in cui la Lazio non vince dal 1969, la partita è molto equilibrata nei primi dieci minuti. A rompere l'equilibrio una buona azione conclusa da Foggia con un tiro da fuori area che impegna Andujar: siamo all'11'. Un minuto dopo una buona combinazione palla a terra fa giungere la sfera a Morimoto che confeziona un assist perfetto per Martinez, il cui potente tiro coglie l'incrocio alla sinistra dell'incolpevole Muslera.

Nell'occasione la difesa laziale sembra poco reattiva. Palla al centro e l'occasione successiva è per i biancocelesti, che al 15' sfiorano il palo con un buon destro di Baronio fuori di un soffio. Da questo momento in poi il primo tempo sarà un monologo del Catania, aggressivo con il suo 4-3-3 in cui Morimoto e Martinez si mettono in bella evidenza senza però essere mai realmente pericolosi.

Si va al riposo con la sensazione che il centrocampo capitolino, privo di un vero incontrista, soffra sia in fase difensiva che offensiva, causa anche la scarsa vena di Maurito Zarate.

Al rientro in campo Ballardini inserisce Cruz in sostituzione di Meghni e la Lazio, che nel primo tempo aveva potuto contare solo sulle buone giocate di Pasquale Foggia, ha finalmente più peso in avanti. L'inizio del secondo tempo è caratterizzato da numerosi falli finchè, dopo alcuni minuti di trame offensive finalmente efficaci, al 57' è proprio Cruz a siglare la rete del pareggio sfruttando un ottimo cross dal fondo di Foggia, autore di una pregevolissima giocata. La Lazio prova a insistere ma il Catania non molla e, riordinate le idee, torna prepotentemente in attacco, guadagnando una serie di corner su cui la Lazio rischia davvero grosso. Solo il palo al 64' e un  prodigioso intervento di Lichsteiner su Morimoto negano al Catania il goal del vantaggio. Da qui in poi la girandola delle sostituzioni renderà l'assetto del Catania ancora più offensivo, ma nessuna delle due squadre creerà più grossi pericoli per la porta avversaria.

Si chiude quindi sul pari, risultato utile al Catania per cancellare lo zero in classifica e alla Lazio per arrestare la mini serie negativa. Mercoledì però servirà una partita di ben altro spessore per battere il Parma. Avanti Lazio.

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.