Mercoledì, 12 Agosto 2020

amazon prime video

Salute Lazio

Novità, informazioni sulla salute e sanità Lazio. Iniziative gratuite da cliniche e ospedali della regione, studi recenti e scoperte nel campo medico, interviste ai luminari: tutto ciò che ci interessa da vicino per la nostra salute

CriInA Villa Borghese, a Villa Pamphilli, a Villa Gordiani, al Parco del Laghetto dell'Eur e a Parco Aguzzano per 3 volte a settimana e per tutta l’estate “gireranno” pattuglie in CriInBici. Si tratta di una bicicletta mountain bike dotata di segnalatori ottici ed acustici di emergenza, defibrillatore semiautomatico e tutto l'occorrente per un primo soccorso qualificato, pensata per prestare un primo intervento sanitario agli anziani che dovessero essere colti da malesseri durante il periodo estivo o da infortuni o cadute all'interno delle aree verdi della Capitale.

Leggi tutto...

bamLudoTacE’ necessaria una cultura specifica, essenziale per avere l’approccio meno aggressivo nel raggiungimento della diagnosi e con i bambini la tecnica deve essere ancora più raffinata, le sedazioni e le irradiazioni minimizzate.

Ed ecco, che l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma si dota delle strumentazioni più all’avanguardia in grado di fornire informazioni diagnostiche altamente dettagliate e in tempi sempre più ridotti. È il caso dell’ ultima arrivata in ospedale, la macchina per la tomografia assiale più veloce in commercio e capace, ad esempio, di ottenere una visualizzazione delle coronarie anche nei neonati senza ridurre la frequenza cardiaca e senza sedazione.

Leggi tutto...

logo3piccDopo aver affrontato, insieme alla Dottoressa Rosalba Trabalzini, psichiatra, psicologa, psicoterapeuta dell’Associazione Guida per Genitori, l’importante viaggio nel mondo della Depressione Post-Partum (http://www.ezrome.it/salute/depressione-post-partum-come-riconoscerla-e-come-evitarla-2791.html), conosciamo ora il test di Edimburgo e l’aiuto che lo stesso fornisce alle neo mamme. In particolare, è stata l’Associazione Guida per Genitori, a tradurre fin dalla sua attivazione il test: uno strumento “a portata di tutti”, e utile per verificare lo stato di salute e il rischio che una donna può avere di andare incontro alla Depressione Post-Partum.

Leggi tutto...

pompiliTogliersi la vita per una delusione, per aver perso il lavoro, a seguito della perdita di una persona cara, per risultati scolastici non “all’altezza”. Purtroppo, la cronaca restituisce sempre più spesso storie di vite spezzate senza un vero motivo. Il suicidio, come ha spiegato il Professore Maurizio Pompili, medico psichiatra e suicidologo, si può riconoscere e si può prevenire. Particolarmente importante è anche il lavoro che viene svolto nel Centro per la Prevenzione del Suicidio, di il cui il Professore Pompili ha ampiamente parlato in una precedente intervista (http://www.ezrome.it/salute/il-professore-maurizio-pompili-spiega-il-centro-per-la-prevenzione-del-suicidio-2806.html)

Leggi tutto...

RFLAll’Ospedale Sant’Andrea di Roma è attivo il Centro per la Prevenzione del Suicidio che da circa 3 anni svolge un ruolo molto importante nel campo dell’assistenza e richieste in tal senso giungono al Centro anche da altre regioni italiane. E il Professore Maurizio Pompili in questa intervsita spiega il lavoro che viene svolto all’interno del Centro.

Leggi tutto...

logo_IREIn 12 ore è possibile ricoverare ed operare una donna per un tumore al seno, verificare attraverso un test intra-operatorio, di circa 30 minuti, la presenza di cellule tumorali nel linfonodo sentinella ed in caso di positività effettuare lo svuotamento dei linfonodi ascellari ed applicare una radioterapia mirata. E poi, concludere l‘intervento chirurgico e mandare a casa la paziente entro la fine della giornata.

Leggi tutto...

depressioneUna donna con il pancione mostra, con le sue rotondità, la nuova vita che porta in grembo. Il suo corpo oltre che esternamente si “trasforma” anche fisiologicamente. Brusche modificazioni ormonali intervengono durante la nascita del bambino e nei giorni immediatamente successivi. “Ma cosa accade all’emotività? Come le emozioni interagiscono tra di loro e cosa provoca il loro cambiamento? Ed ancora, perché dopo il parto alcune mamme possono sviluppare un sentimento di tristezza? La tristezza è ragionevole o può rappresentare un campanello di allarme per ciò che nei primi mesi del post-partum si può sviluppare?”

Leggi tutto...

caldo1Con l’arrivo della stagione estiva e delle alte temperature ad essa correlate le persone anziane con problemi di salute, le persone non autosufficienti, i malati cronici, i bambini molto piccoli, i poveri e le persone che vivono in stato di solitudine, risultano essere i soggetti più vulnerabili rispetto ai colpi di calore e ad altri malesseri collegati al caldo eccessivo. E proprio per prevenire il rischio di colpi di calore il Ministero della Salute e il Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie (CCM) in collaborazione con la Protezione Civile nazionale e gli Enti Locali (Regioni, Comuni, Aziende sanitarie e organizzazioni del volontariato sociale) hanno promosso una serie di iniziative volte alla tutela della salute dei soggetti più vulnerabili.

Leggi tutto...

regina_gallicanoTre, due, uno e l’accordo è siglato. Visite guidate in percorsi archeologici e naturalistici, eventi suggestivi, passeggiate nella valle del Sorbo, musica popolare da ascoltare in un’antica osteria e performance alla Villa di Livia. Sono le attività ricreative, previste dall’accordo sottoscritto tra gli Istituti Regina Elena e San Gallicano e l’Ente Regionale Parco di Veio, e rivolte al miglioramento della qualità di vita dei pazienti oncologici e dermatologici. Il Parco di Veio, in particolare, offre “ verdi location” per gli incontri, le visite e le passeggiate in programma dal 25 giugno e fino al 6 novembre.

Leggi tutto...

MammaCordone“Sono alla 14esima settimana di gravidanza e ancora non ho deciso dove partorire. Mi piacerebbe molto donare il cordone ombelicale perché così posso aiutare le persone che hanno problemi di leucemia. Vorrei delle informazioni sui Centri di raccolta e su cosa bisogna fare per diventare donatrici”. E’ Francesca una futura mamma e il gesto che desidera compiere è molto importante perché potrebbe salvare una vita.

Leggi tutto...

i_trust_youApproda al Policlinico Umberto I di Roma "I trust you - Mi fido di voi", un progetto che promuove l'impegno dei clinici nella lotta al tumore al seno e presenta i Centri oncologici di riferimento per la diagnosi e la cura della malattia attivi sul territorio nazionale.

Un team multidisciplinare, competenze specialistiche e accesso alle cure innovative, come la target therapy, un'arma in più nella lotta al tumore al seno, che consente di curare anche forme di malattia più aggressive, è ciò che le donne trovano quando si rivolgono alla Breast Unit dell'Azienda Policlinico Umberto I di Roma. Una struttura che non solo promuove un dialogo interdisciplinare tra specialisti, l’unitarietà, la continuità dell’intervento e la valutazione costante dei risultati ma instaura un efficiente percorso di condivisione con i soggetti e le strutture sanitarie impegnate sul territorio.

Con le oltre 51.000 donne che hanno ricevuto una diagnosi di tumore al seno e gli oltre 4.200 nuovi casi ogni anno, il Lazio si pone al terzo posto tra le regioni italiane per numero di nuovi casi ogni anno e al secondo posto, dopo la Lombardia, per il numero di donne che convivono con la malattia. E la presenza sul territorio della Breast Unit dell'Azienda Policlinico Umberto I, dove il rapporto di fiducia tra paziente e medico è il punto di partenza per affrontare con coraggio e speranza il percorso diagnostico-terapeutico che sempre più spesso conduce alla guarigione, significa: utilizzo di strategie terapeutiche più evolute, incluse le terapie mirate che, insieme alla diagnosi precoce, stanno migliorando drasticamente le prospettive per le donne colpite dalla malattia; riduzione dei tempi d’attesa tra il riscontro dell’anomalia e il primo atto terapeutico e la “presenza” di una cartella clinica informatizzata e condivisa per favorire il coordinamento nel percorso diagnostico-terapeutico. Le modalità di intervento della Breast Unit hanno quindi un duplice obiettivo: migliorare non solo l’efficacia delle cure ma anche la qualità della vita delle pazienti.

Il progetto che promuovere il costante e quotidiano impegno dei clinici e dei principali Centri oncologici del nostro Paese, e a Roma il Policlinico Umberto I, nel trattamento del tumore al seno, in tutte le sue fasi, dalla diagnosi alla terapia è sostenuto da Roche. E alla Breast Unit romana nell'ambito del progetto “I trust you - Mi fido di voi”, sono disponibili gratuitamente per tutte le donne interessate materiali informativi ed educazionali con una serie di indicazioni utili su fattori di rischio, diagnosi precoce e percorso terapeutico del tumore al seno.

Cordone_ombelicaleIl cordone ombelicale, con il quale ogni mamma nutre il proprio bambino nel “pancione”, dopo il parto viene usualmente gettato. Ma nei vasi cordonali rimane una quota di sangue molto ricca di cellule staminali ematopoietiche, del tutto simili a quelle del midollo osseo, che possono essere utilizzate per il trapianto di pazienti con leucemia e linfomi, malattie congenite e metaboliche. Ad oggi, infatti, con il trapianto di cellule staminali del cordone ombelicale possono essere curate più di 70 malattie.

Leggi tutto...

salute_sm“Nasce la collaborazione tra gli Istituti  Regina Elena, San Gallicano e  l'Ente Regionale Parco di Veio, per   promuovere attività ricreative volte al miglioramento della qualità  di vita dei pazienti oncologici, per i loro  familiari e per chi  opera ogni giorno con loro.” E quanto comunicato dall’ IRE-ISG, quale progetto di umanizzazione per i pazienti oncologici, e che vede i due istituti impegnati a fianco dell’Ente Regionale di Veio per “La natura come terapia - Visite guidate nel Parco di Veio”.

Leggi tutto...

MammaIncintaL’infertilità e la Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) sono argomenti particolarmente attuali e pregnanti soprattutto per le coppie che vivono la condizione di desiderare un figlio che non arriva. L’informazione su questi argomenti è a volte confusa, parziale e non ben definita. E lo stato d’animo delle coppie che non riescono ad avere un bambino è quello di una sofferenza nascosta e intensa.

Leggi tutto...

salute_smUn bambino vaccinato è molto più sicuro di un bambino non vaccinato. Vi è assoluta certezza, infatti, dal punto di vista scientifico che è molto importante, per proteggerli, vaccinare i bambini con antimorbillo-parotite-rosolia.

Bisognerebbe solo ricordare, per esempio, che il morbillo, la malattia che fa parte della storia di molti genitori, si manifesta con febbre alta, tosse, congiuntivite e macchioline diffuse sulla pelle ed è una malattia particolarmente contagiosa, bastano poche goccioline di saliva dopo un colpo di tosse o degli starnuti e si trasmette. Ma può diventare una malattia molto grave le cui complicazioni, possono determinare conseguenze permanenti, come danni cerebrali o ritardo mentale o, addirittura, condurre alla morte. E sebbene la rosolia e la parotite siano in genere meno gravi del morbillo possono anch'esse provocare seri danni alla salute.

Leggi tutto...

Immagine_074All’Auditorium del Ministero della Salute ha avuto luogo il Convegno “Le Malattie Digestive in Italia”, dedicato, in particolare, alla presentazione del nono volume della collana “Quaderni del Ministero della Salute”. Interessanti sono stati gli interventi, le analisi e le prospettive presentate in sede di Convegno.

Leggi tutto...

salute_smL’infertilità, considerata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità una patologia, è l’assenza di concepimento dopo 12/24 mesi di rapporti mirati non protetti. Le cause di questa patologia sono numerose e di diversa natura: da fattori sociali dovuti a fenomeni complessi come lo stile di vita, la ricerca del primo figlio in età tardiva, l’uso di droghe, l’abuso di alcool, il fumo, le condizioni lavorative, l’inquinamento.

Leggi tutto...

GruppiAutoAiutoL’Associazione IDEA Roma Onlus organizza da più di quindici anni Gruppi di Auto Aiuto per chi soffre di depressione e ansia. La partecipazione ai Gruppi è gratuita ed è a cadenza settimanale. Gli incontri si tengono nel pomeriggio nella sede dell’Associazione, in Via Cavour 258, e nelle sedi distaccate di Monteverde e Ponte Milvio.

I Gruppi di Auto Aiuto, secondo quanto riconosciuto anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalla Commissione Europea per la Salute Mentale, rappresentano strumenti importanti da cui i “pazienti” possono trarre grandi benefici.

Leggi tutto...

salute_smSecondo quanto pubblicato dall’Istituto Internazionale “Paolo VI”, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, tra le coppie sterili che si sono rivolte all’Ambulatorio ISI del Policlinico Agostino Gemelli e che secondo il Protocollo dell’Istituto sono state valutate da una équipe multidisciplinare, ben 152 sono state le pazienti inviate all’Unità Operativa Semplice di chirurgia endoscopica e mini-invasiva per il trattamento di sterilità femminile di origine organica. Le 152 pazienti, inviate all’Unità Operativa, dal mese di novembre 2002 al mese di dicembre 2009, e con sospetta o accertata sterilità di origine tubo-peritoneale, e un’età compresa tra i 26 e i 45 anni, risultavano in 118 casi pazienti con “sterilità primaria” e in 34 casi pazienti con “sterilità secondaria”. Centoquarantatre pazienti sono state sottoposte a laparoscopia con salpingocromoscopia, colturali peritoneali od endometriali, eventuale salpingoscopia e isteroscopia diagnostica od operativa. Nove pazienti sono, invece, state sottoposte a minilaparotomia per miomectomia.

Leggi tutto...

SacroCuore“In misura maggiore o minore, a seconda delle pressioni personali, realizzazione del proprio sé, familiari e/o sociali, la coppia vive la sterilità con un senso di impotenza, fallimento in un’epoca in cui grazie ai progressi della medicina è difficile rassegnarsi e rinunciare al sogno di diventare genitori biologici. La scoperta della sterilità individuale o di coppia genera una tensione coniugale che spesso si estende ai rapporti interpersonali; infatti, la coppia spesso non tollera il continuo confronto con chi non vive tale condizione, soffre nell’assistere alla felicità altrui e non si sente compresa” . Sono le parole che il Professore Riccardo Marana, Direttore Scientifico dell’I.S.I. Paolo VI di Roma, Policlinico “A. Gemelli”, utilizza per parlare e spiegare come viene vissuta la condizione di “non riuscire a diventare genitori biologici” da parte delle coppie che dopo un certo numero di mesi non ottiene la gravidanza. E l’I.S.I. diventa, così, sede di un Protocollo per lo Studio della Sterilità di Coppia che ha come obiettivo primario la sperimentazione di un approccio "naturale" alla sterilità, che prevede un ruolo attivo della coppia attraverso l'acquisizione dell'autoconsapevolezza delle fasi di fertilità e una gestione clinica unitaria dei coniugi, attraverso un iter diagnostico. L’I.S.I. si può, pertanto, definire “Centro di eccellenza per il trattamento della sterilità di coppia” a Roma. L’intervista rilasciata dal Professore Riccardo Marana spiega ampiamente e minuziosamente l’attività dell’I.S.I. nel campo della sterilità di coppia.

Leggi tutto...

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere solidali battesimo e i scatoline portaconfetti CESVI per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.