Sabato, 08 Maggio 2021

amazon prime video

Centri di cultura

Associazioni culturali, luoghi di incontro, centri di aggregazioni sono realtà importanti e spesso troppo poco raccontate di una città che tende a disperdere ed isolare!

Filas_Innovazione_LazioDa un pò di tempo il suo nome si aggira tra imprenditori, internet e Università. Figlio legittimo e “liftato” di  Elazio, il portale delle Piccole e Medie Imprese del Lazio, si è rivestito di una nuova veste grafica, di nuovi servizi e di un nuovo appellativo. Il nuovo Business Network si chiama Lazio-side e la sua nascita trova ragione di essere nell’opera di progettazione, realizzazione e gestione della FiLAS (la società regionale dedicata all’innovazione per conto della Regione Lazio), nonché dei finanziamenti del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. Rispetto a suo padre, Lazio-side, ha allargato e tonificato i suoi orizzonti nutritivi nel sostegno della competitività del sistema imprenditoriale laziale avvalendosi anche di una  “piazza” virtuale in cui le Piccole e Medie Imprese del Lazio possono incontrarsi per condividere informazioni e dar vita a nuove collaborazioni.

Leggi tutto...

PalazzoMontecitorioNel lontano 1848, quando il Senato e la Camera dei deputati del Regno Sabaudo, acquisirono caratteristiche definitive ed originali, furono istituite due biblioteche, una per ogni ramo, con raccolte e servizi complementari.  Nel corso del tempo,  scelte gestionali e culturali di coloro che si sono avvicendati alla direzione dei due poli “intellettuali”, hanno forgiato di una particolare specificità funzionale i lineamenti  tanto da plasmarne inconfondibilmente l’ identità.

Leggi tutto...

ricerca_apparato_sangueCosa c’è dietro ad un impiego nel campo della ricerca scientifica? È davvero così dura come dicono portare avanti le aspirazioni professionali e contemporaneamente raggiungere una posizione sociale stabile? Lo abbiamo chiesto alla Dott.ssa Angela Maria Coletta, laureata in Scienze Biologiche ed attualmente impegnata in diverse attività scientifiche riguardanti il mondo della ricerca nel campo dei tumori.

Leggi tutto...

Serve un intervento urgente e a tutto campo

ricerca_titanic_1Dopo le proteste degli ultimi anni, come sta la ricerca in Italia? E’ stata trovata una cura per i mali che la affliggono da così tanto tempo, come precariato, taglio dei fondi, strutture inadeguate e fuga all’estero dei ricercatori?
EZ Rome ha rivolto queste domande proprio a un ricercatore, il dottor Marco Serra, responsabile degli Impianti Calcolo e Reti presso l’INFN di Roma, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.
Istituito nel 1951, l’INFN è un punto di eccellenza per la ricerca scientifica nel campo della fisica e dello sviluppo tecnologico, collabora strettamente con il mondo universitario e si distingue a livello mondiale per il suo significativo contributo.
Abbiamo chiesto al dottor Serra come si arriva a occupare la posizione che sognano gli studenti di Fisica, cosa significa realmente fare ricerca e cosa dovrebbe cambiare nel nostro paese.
Ecco le risposte di uno dei nostri migliori cervelli.

Leggi tutto...

fisica_2Università di Roma La Sapienza, SMFN, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Dipartimento di Fisica. Erede della scuola di Roma, ossia della tradizione di Enrico Fermi, Ettore Majorana e Edoardo Arnaldi, gode di grande prestigio a livello mondiale, grazie a un’elevata qualità della ricerca e a un’offerta didattica di alto livello.
A seguito della riforma universitaria, la vecchia laurea quadriennale in Fisica è stata sostituita da una Laurea Triennale, dopo la  quale si può accedere alla Laurea Specialistica biennale.
 La Laurea Triennale ha come obiettivo lo studio delle discipline fondamentali, finalizzato sia all’inserimento nel mondo del lavoro, sia alla prosecuzione degli studi con la Laurea Specialistica.
Quest’ultima è mirata all’alta specializzazione in un settore specifico, capace di avviare gli scienziati verso il mondo del  lavoro oppure  un Dottorato di Ricerca, un Master di secondo livello o una Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento.

Leggi tutto...

Logo_Roma_TreRoma ospita diverse università pubbliche. Tra queste, quella di fondazione più recente (1992) è l’Università degli studi Roma Tre, avente sede in via Ostiense. Oltre a sgravare i poli universitari della Sapienza e di Tor Vergata da un affollamento sempre più elevato, dimostratosi nocivo nei riguardi della formazione studentesca, organizzazione e qualità dei servizi offerti ai propri iscritti (circa 40.000) ed a tutto il personale che gravita al suo interno, rendono Roma Tre un fiore all’occhiello nel panorama degli atenei romani. Oltretutto, il terzo Ateneo di Roma è riconosciuto come valido polo di attrazione a livello internazionale per ciò che riguarda il campo della ricerca e del confronto, valorizzati mediante la frequente organizzazione di seminari e convegni.

Leggi tutto...

Uniroma1La più antica università della Capitale, il centro di studio più ambito dai giovani di tutta Italia, un corpo docente di altissimo livello per ogni facoltà, una formazione solida e particolarmente impegnativa.
Questo rappresenta la prima università pubblica di Roma, la più grande in Europa e la seconda al mondo dopo Il Cairo per il numero di iscritti.
Non tutti gli studenti che hanno riempito le sue aule conoscono il suo corposo trascorso storico e l'importanza che ha determinato per la Capitale e per le sue vicende politiche e sociali.
Tanto per cominciare, la sua storia prese vita nel lontano 1303 per mano di Papa Bonifacio VIII che istituì a Roma lo Studium urbis. Nei secoli successivi furono varie le riforme che attraversarono il centro di studio; la più importante avvenne nei primi anni dell'800 quando i francesi lo adattarono alla loro legislazione imperiale.

Leggi tutto...

studente_962619Studiare arricchisce, ma purtroppo quasi mai nel senso venale del termine. Studiare arricchisce anima e spirito, ma soprattutto, nell’immaginario collettivo e secondo le nostre migliori tradizioni culturali, dovrebbe creare una premessa per un futuro più “stabile” (qualunque sia il significato che vogliate dare al termine). Moltissimi ragazzi, per fortuna, ci credono ancora e, nonostante la crisi economica di livello globale e quella dei posti di lavoro fissi (per certi versi legata anche ad un certo cambiamento del modo di lavorare), cercano di entrare con passione ed ottimismo nel mondo dell’università. Laurea breve o lunga, il pezzo di carta sembra essere ancora un valore, nonostante il suo raggiungimento non garantisca affatto una occupazione.
Trascorrere il periodo degli studi universitari nella capitale è sicuramente un’idea accattivante per tutti quei ragazzi che provengono dalla provincia romana e dalle città italiane in cui la fama degli istituti di studio non è paragonabile a nomi altisonanti come quelli, per esempio, de “La Sapienza” (attualmente la più grande università europea) e “Tor Vergata”. A prescindere dalla maggiore o minore efficacia del corso di studi e dalla competenza del corpo docente, arrivare a Roma alla soglia dei 20 anni significa entrare in una realtà bifronte, fatta da una parte di nuove amicizie, feste, eventi, mondanità, dall’altra lezioni, ritmi asfissianti e, quasi sempre, disagi.

Leggi tutto...

caffQuante volte passeggiando tra i vicoli del centro sarà capitato di fermarsi a prendere un caffè nel celebre bar su piazza Sant'Eustachio, per riposare un attimo gli occhi dall'esuberante vivacità di Piazza Navona prima di incamminarsi verso il Pantheon?

In realtà sorseggiando quel caffè ci si rende conto che all'interno dell'area circoscritta dalle Mura aureliane, i nostri occhi non hanno modo di riprendersi, sedotti ed irretiti nell'inestricabile matassa di monumenti, fontane, vicoli, persone e curiosità di ogni genere.
E così, mentre si cerca di indovinare l'ingrediente segreto che rende quel caffè così ineguagliabile, lo sguardo corre sulla facciata di San Luigi dei Francesi, si perde nel vuoto rievocando le tele di Caravaggio ammirate chissà quanti anni prima e poi, incuriosito dalle vetrine più a destra, riconosce la libreria ed il Centro culturale francesi.

Leggi tutto...

Eduard_Arnold_Villa_MassimoNel corso dell’800, l’idea di dar vita ad un istituto di cultura tedesca a Roma era oggetto di accese discussioni. Roma era vista come meta ideale per gli artisti di tutta Europa che qui avrebbero potuto esprimersi nel pieno della loro creatività, sostenuti dall’incredibile tradizione artistica di cui la città era intrisa. Anche in Germania, dove i giovani artisti si appassionavano alla lettura del diario di viaggio di Goethe, il desiderio di conoscere dal vivo i paesaggi, i colori, la vitalità della città eterna si faceva sempre più pressante.

Leggi tutto...

universit_osloNel 1959 il celebre professore di archeologia classica Hans Peter L'Orange fondò l'Istituto di Norvegia in Roma, con lo scopo di creare un polo di ricerca in terra italiana che facilitasse l'avvicinamento tra gli studiosi norvegesi e il patrimonio artistico e culturale di Roma e dell'intero Mediterraneo. Nel 1962 fu possibile trasferire la sede dell'Istituto, inizialmente in Corso Vittorio Emanuele, in una meravigliosa villa con tanto di vista mozzafiato, sul colle del Gianicolo. Della ristrutturazione dell'edificio, originario degli anni '20, si occupò l'architetto Christian Norberg-Schulz, attento ad una riorganizzazione funzionale degli spazi.

Leggi tutto...

particolare_ingresso_casa_donneA due passi dalla vivacità dei rinomati locali trasteverini, l'elegante palazzo che affaccia in Via della Lungara potrebbe passare inosservato, così ben integrato nell'ambiente circostante. Anche per i più curiosi, ormai troppo abituati alle enormi insegne luminose in ogni angolo della città, è necessario aguzzare un po' lo sguardo e prestare attenzione al manifesto verde sul quale si legge "Casa Internazionale delle Donne".
Varcando la soglia, una grande bacheca colorata ricolma di annunci di ogni tipo, lascia già intuire l'anima vitale e dinamica del luogo in cui si è entrati. Corsi di Yoga, Ti Ji Quan, fotografia notturna, musica per bambini, italiano per straniere, restauro di mobili antichi, taglio e confezione, sono solo alcune delle moltissime proposte. Dopo aver dato un'occhiata alle foto in bianco e nero che ritraggono alcuni momenti "caldi" delle manifestazioni femministe alla fine degli anni ‘70, si entra nel cortile interno.

Leggi tutto...

musicaA Roma, metropoli ad attrazione magnetica monocentrica, la stagione dei concerti live è "viva" come un vulcano in eruzione.

In Italia, la Città Eterna vanta, sul podio olimpico della programmazione e importanza eventi, il secondo posto poiché il primo spetta alla glamour Milano, ma si sa che la "city", oltre ad essere la capitale del fatturato, è anche il regno della discografia; le majors si trovano lì e molti grandi artisti, magari nati altrove, la scelgono come città d'adozione perché "è tutto più semplice e organizzato" dicono.

Nella splendida cornice architettonica della Capitale abbiamo concerti d'estate, d'inverno, in primavera e in autunno, negli stadi, nei palasport, nelle piazze, negli anfiteatri e nei parchi. La musica è Rock, Jazz, Soul, Etnica, AR&B, Lounge, Contaminata. Le performance live riguardano i Big, gli emergenti, le band, i solisti. Insomma, nella nostra città, la musica si respira sempre e ovunque e ce n'è davvero per tutti gli appetiti sonori.

Leggi tutto...

logo_goethe_institut_1Sulla scia dell'articolo della scorsa settimana, ho pensato di conoscere meglio uno degli istituti culturali più attivi in Italia, il Goethe Institut. Questa volta interessandomi non solo alle manifestazioni culturali, ma anche all'insegnamento vero e proprio della lingua tedesca. Nella bellissima sede di via Savoia mi attendono puntualissime Anna Kroymann, direttrice della sezione "Corsi di Lingua" ed Elisa Costa, responsabile dell'ufficio stampa e delle relazioni con l'esterno. Come prima cosa mi illustrano brevemente i molti corsi di lingua, trimestrali, intensivi e "speciali" offerti dal Goethe Institut, tutti tenuti da insegnanti madrelingua altamente qualificati, sia dal punto di vista linguistico che pedagogico. Dopo aver dato un'occhiata alla tabella degli orari e dei livelli, consultabili sul sito internet dell'istituto, siamo passati alle domande successive.

Leggi tutto...

postazione_internet_bibliotecaHo imparato a leggere prestino, intorno ai 5 anni, ma crescendo non ho coltivato la passione del libro, salvo dovermi sottomettere a stringenti orari di studio durante il periodo universitario. Qualche anno fa, durante una riunione, ho conosciuto Gisella (nome di fantasia ovviamente). Si presentò con il ciambellone al cioccolato, portava una strana fascia azzurra tra i capelli e di tanto in tanto faceva citazioni in spagnolo. Dopo aver assaggiato il ciambellone di Gisella, ho ritenuto doveroso approfondire la sua conoscenza, perché una persona con siffatte doti culinarie doveva necessariamente possedere altre caratteristiche interessanti. Così, parlando con lei, ho scoperto che ha una cronica, direi quasi virale, passione per la lettura. È iscritta ad un circolo e "consuma" diverse decine di libri ogni anno. Ma di fronte alla mia sorpresa per un numero tanto alto di volumi, ho dovuto sforzarmi per credere che alcune persone quasi vivono leggendo. Addirittura, stando a quanto dice Gisella, c'è chi divora letteralmente intere biblioteche.

Leggi tutto...

Sorta nell'antichità nello spazio prima occupato dagli Horti Luculliani , e poi residenza nella quale Messalina, dopo essersi abbandonata ai piaceri carnali, venne uccisa, Villa Medici svetta imponente ed altera sul promontorio di Trinità dei Monti.
Nel 1576 la proprietà fu acquistata dal cardinale Ferdinando de' Medici, che fece completare i lavori, iniziati da Nanni Lippi col contributo di Michelangelo, da Bartolomeo Ammannati.

La villa, essendo per oltre un secolo sede del Granducato di Toscana, divenne uno dei luoghi più eleganti e mondani dell'intera capitale.
Nel 1803 la villa pervenne a Napoleone Bonaparte, che vi trasferì l'Accademia di Francia a Roma.
Di qui in poi la storia di Villa Medici è stata una continua ascesa: i direttori dell'epoca napoleonica vi trasferirono il Prix de Rome, una borsa di studio istituita dalla stato francese per opera di Colbert nel 1666, e concessa agli studenti che si distinguevano nel campo delle arti, ai quali era data la possibilità di studiare presso Villa Medici.

Leggi tutto...

Le proprietà dello sguardo acuto della lince diedero il nome al famoso gruppo di studiosi scientifici che fondò l'Accademia dei Lincei. Così Cesi, ‘Ecchio', Stelluti e e De Filiis divennero coloro che devono avere una vista particolare, fisiologica e necessaria per chi si dedica alle scienze.....


Leggi tutto...

Il centro è centro a seconda dell'ampiezza della prospettiva.officine_marconi

Si devono essere detti questo, al X municipio, quando hanno deciso che ormai la qualifica di periferia andava loro stretta. E, ampliando lo sguardo verso il dolce scollinare dei Castelli, hanno puntato il dito su quello che diventava il cuore pulsante del nuovo territorio: le Officine Marconi.

Nel 1973, la Centrale Italcable della Romanina terminava le sue trasmissioni; nel 2007, grazie ad un progetto legato anche al nuovo piano regolatore, torna a trasmettere i suoi segnali.

Il sopracitato X Municipio, Romaeuropa, Gruppo Scarpellini e altri partner istituzionali (Comune, Provincia e Regione) hanno voluto scommettere sulla vitalità di questo questo posto. Un'area di 22.000 mq che si propone come un luogo di invenzione e di interazione in dialogo non solo con Roma e l'Italia, ma anche col resto del mondo. La prima tranche della ristrutturazione di questo gioiellino di archeologia industriale è già operativa.

Leggi tutto...

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere solidali battesimo e i scatoline portaconfetti CESVI per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.