Domenica, 15 Settembre 2019

amazon prime video

Multietnico romano

Roma è una città multietnica. Persone da tutto il mondo scelgono di venire a vivere nella nostra capitale, per necessità o per predilezione. Ma l'integrazione a che punto è e che strade percorre?

bandiera_argentinaL'Argentina è uno dei 10 paesi più estesi al mondo, e forse uno dei più variegati dal punto di vista delle condizioni climatiche, paesaggistiche e culturali. Un paese attraente, la cui storia recente è stata funestata da eventi tragici, sia dal punto di vista politico (la guerra "sporca" degli anni '70 e ‘80, la guerra dei desaparecidos e delle madri di Plaza 5 de Mayo) sia da quello economico (la recessione sfociata nella gravissima crisi del 2001, da cui solo ora il paese si sta orgogliosamente risollevando). E fino alla crisi, l'Argentina era una meta ambita, in Argentina si poteva sognare. Si trattava del paese più ricco del Sud America, una ricchezza raggiunta anche grazie ai nostri emigrati italiani. Agli inizi del ‘900, in tantissimi cercarono (e trovarono) in Sud America, e soprattutto in Argentina, ciò che non potevano avere in Italia. Non necessariamente fortuna e ricchezza, ma spesso semplicemente una speranza per il futuro.

Leggi tutto...

istituto_giapponese_giardino_5Quando penso al Giappone, che prima o poi dovrò decidermi a visitare, faccio uso delle immagini che mi hanno trasferito i media, alcune mode contemporanee e la mia passione per la geografia: il vulcano Fujiyama, con la vetta innevata ed il pennacchio di ceneri sovrastante, la metropolitana gremita e un addetto che spinge dentro le persone, i giardini zen in miniatura (Bonseki), ormai diventati un "must" negli arredamenti moderni e la cui cura sembra avere poteri antistress, ed il sushi, che non ho potuto mai sopportare per via della mia inguaribile avversione per le crudità di ogni genere. Ovviamente, questi pochi esempi non rendono giustizia ad un paese mitico, con un enorme bagaglio di storia, arti e tradizioni millenarie. D'altra parte, per chi vive a Roma non ci sono molte occasioni per avvicinarsi al mondo giapponese, ad una cultura così diversa e distante dalla nostra. Per questo è sorprendente, e al contempo immensamente piacevole, scoprire un meraviglioso angolo di estremo oriente a pochi passi da Villa Borghese.

Leggi tutto...

etiopia_religiosoIl lago Turkana, il fiume Omo, la Rift Valley: nomi che evocano immensi drammi geologici, grandi esploratori, una natura rigogliosa. È la culla dell'umanità, l'area dell'Africa sub sahariana dove la scienza afferma di aver trovato i reperti umani più antichi.
Da quella remota era preistorica ne è passata di acqua sotto i ponti. Dopo aver capito di avere grosse potenzialità di sviluppo, quegli strani esseri somiglianti a scimpanzé iniziarono dapprima ad organizzarsi in comunità di allevatori, poi di pastori, per iniziare poi a spostarsi, per colonizzare zone diverse della immensa, e ancora quasi vuota, Terra a disposizione. In tempi relativamente recenti, a causa di una serie di circostanze che qualche studioso ha cercato di giustificare in termini scientifici, l'abitante dell'Africa ha iniziato a soffrire la sete e la fame. E oggi, Somalia, Kenya, Etiopia, sono aree da cui l'uomo si sposta, fugge, ma non per colonizzare altre regioni della Terra, ma più probabilmente per sopravvivere alle difficili condizioni di vita.

Leggi tutto...

eu_turkey_flagL'integrazione della Turchia nella comunità europea sembra ormai alle porte, ma sono diverse le evidenze, anche piuttosto recenti da parte di alcuni politici, italiani e non, che osteggiano l'approvazione di questo passo, che estenderebbe i confini della UE fino alla vicina Asia. È ancora tangibile, anche a causa di alcuni eventi non troppo lontani nel tempo, un certo scetticismo nei confronti di un popolo che, in alcuni noti aforismi, compare spesso per richiamare alla violenza e alla paura, pensiamo a "mamma li turchi" o "fumare come un turco".
Ma non è con la storia di questi aforismi che possiamo giustificare la presunta ostilità del popolo turco. Per esempio, l'esclamazione "mamma li turchi" viene fatta risalire a quando i Mori arrivarono in Sicilia. Il terrore che provocavano era tale da far gridare di spavento questa espressione folkloristica ogni qualvolta si avvicinavano ad una roccaforte o ad un castello. In tempi più recenti, oltre che prendere un tono spesso ironico, la locuzione è stata utilizzata per argomentare la xenofobia, la paura nei confronti di immigrati e in generale del "diverso".

Leggi tutto...

bandiera_filippineQuando ero piccolo, non troppi decenni fa, sentivo spesso parlare i grandi di fantomatici "filippini" che uno o due giorni a settimana entravano in casa o ne uscivano, in sostanza partecipavano attivamente alla vita di tutti i giorni. "Oggi il filippino mi porta a spasso il cane" piuttosto che "ieri la filippina mi ha stirato tutte le camicie" o ancora "la bambina si trova benissimo con la nuova filippina". Insomma, mi sembrava che questi filippini fossero delle persone fantastiche, indispensabili nella vita di tutti noi, e non riuscivo a capacitarmi di come la mia famiglia ne riuscisse a fare a meno. Eppure anche noi avevamo il cane (anzi due!!), anche mio padre sporcava un sacco di camicie che venivano regolarmente lavate, anche io e la mia sorellina avevamo bisogno di un qualche tipo di sorveglianza. Pian piano, anno dopo anno, oltre ai filippini iniziavano a sbucare altre creature indispensabili, provenienti dai più svariati paesi del mondo: Perù, Messico, Romania, ecc. Ormai sono cresciuto, ma nel mio immaginario i migliori collaboratori familiari rimarranno sempre i filippini.

Leggi tutto...

instituto_culturale_romaniaSono molto pochi a Roma i centri di cultura e di interesse appartenenti all'universo romeno. Una comunità per certi versi abbandonata, disprezzata, criticata, che non trova fondamento in nessun luogo e che non riesce a gettare le radici nel territorio italiano. Troppi gli impedimenti a creare una comunità in regola, tante le intenzioni ma anche tanti gli ostacoli che si frappongono tra l'idea e la messa in atto. Eppure a Roma vive ed opera ormai da anni, un luogo di concentrazione e di diffusione della cultura romena, punto di riferimento e grande orgoglio per questa popolazione, segno di grande fermentazione e prolificità del patrimonio artistico romeno.

Leggi tutto...

tanabata_tanzakuIl movimento apparente delle stelle e delle costellazioni nel cielo ha in tutto il mondo da sempre dato vita a credenze popolari, mitologiche e credenze mistiche, che in alcuni casi hanno generato festeggiamenti e tradizioni popolari. In Giappone, il termine Tanabata significa sette notti e corrisponde all'incontro delle stelle Altair e Vega nell'emisfero boreale. I festeggiamenti ricorrono la notte del 7 luglio, mentre in un'unica località del Giappone (Sendai) le celebrazioni avvengono il 7 agosto.
Questa festa, che dura diversi giorni, prende spunto da una antica e romantica leggenda cinese. La versione più accreditata è quella secondo cui il cielo era separato in due spazi, gli uomini vivevano ad Ovest mentre ad Est le divinità, separati da un fiume di stelle, la via Lattea.

Leggi tutto...

supermarket_alla_cassaRoma e Bucarest distano poco più di 2000 chilometri, e bisogna spostarsi verso Est, verso quei paesi che fino a pochi anni fa erano completamente assoggettati alla rigida egida del comunismo sovietico. Oggi le cose sono un po' cambiate, ma forse non così tanto da dissuadere molte persone ad emigrare per trovare un posto dove vivere meglio e magari radicarsi per le future generazioni.
I romeni costituiscono oggi la etnia più numerosa dopo gli italiani. Solo a Roma, se ne contano 90.000 tra dentro e fuori il GRA. Finora, sono stati identificati quasi sempre con il ruolo di badante o muratore, per limitarci alle definizioni più "signorili". Ma tra grandi difficoltà di integrazione, alcuni di essi sono riusciti a creare qualcosa di stabile, dimostrando di non essere di passaggio, di voler provare a rimanere, quantunque fortemente legati con il proprio paese e le proprie tradizioni culturali.

Leggi tutto...

sushiCucinare è sempre un'arte, tanto che si parla ormai da anni di arte culinaria. Quella del Sushi non è da meno. La raffinata cucina giapponese così lontana dalla nostrana, per essere apprezzata al meglio, deve anche essere compresa. E per la comprensione è necessaria almeno una conoscenza generale di ingredienti e metodi.

Ma come affrontare la prima esperienza in un ristorante giapponese? Il primo approccio con il Sushi spesso non è dei migliori. Essere consapevoli che quasi tutto il pesce è crudo e che il riso è tenuto insieme da un'alga ... rende tutto più difficile!

Leggi tutto...

bimba_romena_I punti in comune non si fermano all'assonanza tra le due parole. L'attuale Romania fu infatti oggetto di mire espansionistiche fin dai tempi di Cesare, che però venne assassinato prima di riuscire a conquistarla, e divenne provincia romana con l'imperatore Traiano nel 106 d.C.
I quasi due secoli che seguirono finirono per legare la Romania all'Italia per motivi storici, etnici, culturali ed in particolare linguistici, essendo la lingua romena neo-latina.
Un territorio comune che a volte si preferisce ignorare, ponendo invece l'accento su differenze e luoghi comuni.
L'immigrazione romena in Italia è cominciata negli anni '90.
In quasi vent'anni la comunità romena è diventata nel nostro paese quella con il maggior numero di residenti, la seconda per forza lavoro, contribuendo all'1,2% del Pil nazionale.

Leggi tutto...

bandiera_romania_resizeDigitando romeni a Roma su Google, i risultati che se ne traggono, a parte i primi due, trattano argomenti che li vedono coinvolti in episodi più o meno gravi, ma comunque di cronaca, e troppo spesso di cronaca nera.
Sarebbe inutile oltre che superfluo affermare che la comunità romena in Italia e a Roma, non è solo questo; è un popolo dalla profonda e radicata cultura, con una lingua neolatina simile alla nostra, che nell'ultimo secolo ha attraversato anni di duro regime dittatoriale, che ha lasciato profonde ferite e limitazioni nei costumi e nei comportamenti della popolazione.

Leggi tutto...

sarmale2Di questo popolo, molto presente ormai nella nostra nazione, sappiamo in realtà troppo poco. E troppo spesso le notizie che ci arrivano dalla maggior parte dei giornali sono volte a metterlo in cattiva luce per interessi più o meno politici e di parte, che preferiscono instillare paure piuttosto che speranze per guidare con la massima facilità la popolazione.

Ma il popolo romeno come ogni altro del mondo è ricco di sfaccettature e sorprese, come ogni altro popolo europeo ha una lunga storia ed antiche tradizioni, come ogni altro popolo emigrante porta con sé segni e caratteristiche della sua cultura nella nazione in cui sceglie di trasferirsi e ne arricchisce le qualità.
E dato che l'aspetto culturale più amato da noi italiani riguarda la buona tavola, perché non iniziare proprio dalle distanze e dalle vicinanze delle nostre due culture culinarie?

Leggi tutto...

hanukkah_candlesIn qualsiasi modo vogliate scriverlo, Hanukkah resta una delle feste ebraiche più conosciute e amate. Quella della luce, e di come la si raggiunge dopo un periodo di buio. 

Leggi tutto...

kebab_pPiatti tipici e ristoranti etnici a Roma:
Tanti. Diversi. E anche molto buoni.

Sono i ristoranti etnici che sono sorti a Roma da un po' di tempo a questa parte: e non stiamo parlando del solito ristorante cinese, ma del ristorante egiziano, di quello peruviano o dei giapponesi che si sono rapidamente moltiplicati, trascinati dalla moda del sushi e del sashimi.

Per non parlare poi delle classiche churrasquerias centro-sudamericane, dei ristoranti indiani (due “storici” si trovano vicino ai Fori) o degli inossidabili kosher del Ghetto ebraico. 

Un mondo etnico che circonda le intramontabili trattorie, con le loro tovaglie a quadretti bianchi e rossi e la caraffa per il vino vicino al piatto di pasta all'amatriciana. Circonda, ma non insidia: perché, si sa, il cibo, come tutta la cultura, trova sempre ispirazione nell'incontro con l'altro, soprattutto se è un incontro fatto di sapori, di odori e di ingredienti.

Leggi tutto...

goetheNon solo extracomunitari. La vocazione cosmopolita di Roma è stata sin dagli albori uno dei suoi  capisaldi più inossidabili.

Il desiderio di diventare cittadino romano spingeva qui le genti da terre lontanissime, i pellegrinaggi in occasione dell'Anno Santo hanno riversato nella Capitale fiumane di devoti, e in tempi più recenti si è affermata come tappa obbligata nella formazione culturale e personale delle élite europee. Un prestigio e una caratura che ancora oggi non ha perso nulla del loro fascino.

Leggi tutto...

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere solidali battesimo e i scatoline portaconfetti CESVI per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.