Lunedì, 17 Giugno 2019

amazon prime video

Notizie

Ultime news da Roma e provincia e dalla regione Lazio, ma anche comunicati di uffici stampa specializzati e video divertente e non solo.

Ha debuttato il 15 febbraio al Teatro De’ Servi di Roma “Hai un minuto per me?”, uno spettacolo scritto da Gianluca Crisafi e diretto da Davide Lepore, che si protrarrà ancora fino al 6 marzo.

Il duo torna insieme forte del successo della scorsa stagione, “Fai come se fossi a casa mia…” al Teatro dell’Orologio, con uno spettacolo tutto nuovo: dopo aver stupito con una sit-com americana, quest’anno la regia propone un teatro moderno e dinamico vicinissimo al linguaggio cinematografico. La principale cifra stilistica dell’orchestrazione scenica risiede, infatti, nei ritmi serrati, nella eliminazione dei bui tra una scena e l’altra e nell’utilizzo di immagini video come raccordo così da ottenere un effetto di sequenzialità e verità che spesso solo la pellicola può regalarci.

La piéce si avvale della partecipazione straordinaria, in audio e video, dell’attore comico  Dario Cassini, volto noto del piccolo e grande schermo, conosciuto dal grande pubblico per la sue partecipazioni ai programmi televisivi Le Iene, Zelig e Colorado.

“Hai un minuto per me?“ è un viaggio alla ricerca delle emozioni perdute e della capacità di esprimerle. Un viaggio costellato di personaggi esilaranti, dalle personalità spiccate  e tra loro differenti, che porteranno Elisa - la protagonista - a dover affrontare un’aridità emotiva che un tempo non le apparteneva.

Il chiostro del Bramante apre i battenti al mondo della moda: in mostra Karl Lagerfeld uno dei più grandi fotografi del mondo.

Ha aperto i battenti il 16 febbraio 2011 e sarà visitabile sino al 10 aprile 2011 la prima mostra che accende i riflettori su il Kaiser della moda: Karl Lagerfeld.
Grazie al sostegno dell’Assessorato alla Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale, è in corso una retrospettiva in onore del più grande fotografo della moda, che ha collaborato oltre che con le maison più celebri del mondo, come Chanel e Fendi, anche con le più grandi riviste internazionali di moda.
Ora, per la prima volta, i suoi scatti sono raccolti in un'unica esposizione, che mostra i lavori che vanno dal 1987 anno in cui inizia la sua attività per la pubblicità e le riviste.
In mostra sono presenti delle foto di carattere personale, immortalate da Lagerfeld durante i suoi viaggi, e l’amore per Parigi che lo “adotterà” dal 1953.
L’esposizione romana è divisa in due sezioni, una dedicata alla moda, i ritratti, i paesaggi e l’architettura, ed un’altra invece con produzioni di carattere sperimentale.
Per tutti gli amanti della moda una mostra da non perdere.

Dopo il grande successo oltreoceano, ‘Menopause’, il musical divenuto ormai un cult teatrale, arriva a Roma. Scritto e prodotto da Jeanie Linders, nella versione italiana vede Fioretta Mari nei panni di una manager, Fiordaliso attrice di soap opera, Emanuela Aureli come casalinga e Manuela Metri ex-sessantottina.
Tutte ultra quarantenni, le donne scopriranno di avere molto più in comune di vampate di calore e iper-sensibilità, come vuole la mentalità corrente, che in un mix di luoghi comuni e pregiudizi, considera la menopausa se non una malattia, per lo meno un tabù.
Incontratesi per caso nel reparto biancheria intima della Rinascente, tra le quattro protagoniste nascerà un’amicizia fatta di confidenze e solidarietà, riscoprendo ancora una volta l’incredibile forza che anima le donne, e riuscendo a trasformare in un nuovo inizio, ciò che una certa mentalità maschilista vede come una fine.
Divertimento e grande spettacolo sulle colonne sonore più trascinanti degli anni ’60 e ’70, come ‘Y.M.C.A.’, che diventa per l’occasione ‘Ama chi sei’.
Da martedì 22 febbraio al 6 marzo al Teatro Ambra Jovinelli.

La Casa delle Letterature ospiterà, il 22 febbraio alle ore 18:00, Dacia Maraini, la scrittrice italiana più tradotta nel mondo, in libreria, oggi, con La seduzione dell’altrove (Rizzoli, 2010).

Dacia Maraini sarà presente alla serata, appunto, con il suo ultimo lavoro, mentre, Stefano Petrocchi (Fondazione Maria e Goffredo Bellonci) ne sarà il coordinatore. Un momento sicuramente molto interessante che porterà il pubblico dei lettori attraverso articoli, racconti e itinerari di viaggio.
Dall’Africa nera delle savane, all’Oriente, ai campus degli Stati Uniti e alle città del Sudamerica. Tutti luoghi che hanno storie da raccontare al di là della maschera con cui si presentano ai turisti.
Un’opera questa di Dacia Maraini a metà strada tra il reportage e il racconto; e mentre, l’autrice, durante i suoi tanti viaggi, si diletta, da attenta osservatrice, ad annotare conflitti, aspirazioni, sogni, forme di spiritualità, nuovi filosofi, e nuovi progetti il racconto, diventa percorso di vita e plana mesto tra le pieghe della società italiana, dove non mancano contraddizioni, lati oscuri, e follie.
L’appuntamento, per il 22 febbraio alle ore 18:00, è alla Casa delle Letterature in Piazza dell’Orologio, 3 a Roma.

Un pomeriggio divertente e originale per passare qualche ora immersi nel carnevale brasiliano ma senza muoversi da Roma. L’iniziativa “Carnevale Solidale…Ritmi brasiliani al Quadraro” è uno stage promosso da Officina Culturale Via Libera e si terrà sabato 19 febbraio a partire dalle 15.30. Obiettivo è quello di sostenere la Progetto Luar De Dança, ONG nata nel 1990 per opera della coreografa Rita Serpa. La ONG è attiva nelle periferie della metropoli Rio de Janeiro con l’intento di creare attività culturali ed artistiche rivolte a bambini e adolescenti, come valide alternative alla malvivenza ed alle deviazioni sociali. L’elemento predominante sono ovviamente il ballo e la danza, ambiti artistici in cui il Brasile è notoriamente.

Il pomeriggio sarà dedicato a samba e forrò, mentre la serata sarà la volta di fejoada e live acustico. A condurre lo stage saranno due ragazze brasiliane, Andresa da Silva Gonsaga e Jaqueline da Silva Lopes, ballerine ed insegnanti del Progetto Luar.
Per partecipare allo stage il costo è di 12 euro + 3 euro per la tessera “Diversamente”, comprendente l’Assicurazione. L'incasso sarà interamente destinato al Progetto Luar.

Per informazioni ed iscrizioni: 06.83089514, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., www.diversamente.it/index.html. Officina Culturale Via Libera si trova in via dei Furi n. 25 (fermata Porta Furba della Metro A).

Domani si esibirà al Palottomatica uno degli artisti italiani più apprezzati in ambito internazionale: Giovanni Allevi.

Il grande pianista italiano, ha scelto Roma come prima tappa del suo Alien World Tour, in una sede poco usuale, un palazzetto dello sport.
Quando si pensa ad un artista che si esibisce da solo con il suo pianoforte, la prima immagine che viene in mente, è quella di una performance intimista, per pochi, in qualche teatro.
Giovanni Allevi invece, ha scelto una location impegnativa, molto vasta e originale: il Palottomatica
Al centro della platea del Palalottomatica sarà collocato un palco circolare girevole, da dove Allevi suonerà i suoi successi, ma anche i brani dell’ultimo disco Alien.
La scelta di questa location confermano l’originalità dell’artista italiano che ha spiazzato molti esponenti del mondo musicale.
Sin da subito Giovanni Allevi si è distinto con lavori originali per solo pianoforte, uno dei quali prodotto da Jovanotti.
Sin da subito gli addetti ai lavori sono rimasti stupiti, in quanto sino ad allora, il pop e la musica classica non si erano mai mischiati.
Il pubblico lo ha premiato con 500.000 copie vendute, ma anche una parte del mondo musicale.
Allevi ha vinto il Festival Internazionale del dramma antico per le musiche originali del “Le Troiane” di Euripide, e nel 2005 il Blue Note di New York lo ha voluto come protagonista.
Un artista tra pop e musica classica, tra l’appoggio di artisti come Ligabue, Jovanotti e Baglioni, ai lavori al Baltimora Opera House per la Carmen.
Domani, i più fortunati, potranno ascoltare Allevi dal vivo, in uno spettacolo da non perdere.

Sono ancora avvolti nel loro affascinante alone di mistero i frammenti di cinque statue e un busto di Zeus rinvenuti durante la campagna di scavo attualmente in corso lungo la via Anagnina.

L'annuncio è dello scorso 8 febbraio, da parte del sottosegretario ai Beni Culturali Francesco Giro, della soprintendente ai Beni Archelogici Anna Maria Moretti e del responsabile dello scavo Roberto Egidi.

Sei busti di finissima fattura, risalenti probabilmente al III secolo dopo Cristo, tra i quali campeggia la statua di Zeus. Lo scavo iniziò la scorsa estate in seguito al rinvenimento di una villa romana al principio dei lavori di adattamento della zona a spazio verde pubblico. Si tratta di una dimora di campagna che nascondeva i sei pezzi in una vasca centrale, sembrerebbe gettati lì alla rinfusa.

I frammenti si trovano ora nei depositi del Museo delle Terme di Diocleziano dove attendono finanziamenti per avviare le indagini scientifiche e i lavori di restauro. Dopo i lavori, annuncia Francesco Giro, saranno esposti alle Terme di Diocleziano.

Aprirà i battenti il 2 marzo 2011, la mostra romana, più attesa dell’anno, stiamo parlando di Lorenzo Lotto alle Scuderie del Quirinale.
Ancor prima di vedere dal vivo come sarà la mostra monografica del grande pittore veneziano, ben 10.000 persone hanno prenotato la visita.

Sembra che per le Scuderie del Quirinale siano degli anni fortunati, visto che l’anno scorso, con Caravaggio, si sono battutti tutti i record. Basta pensare che, ancor prima dell’apertura, si erano registrate ben 50.000 prenotazioni! Per un totale di 600.000 visitatori per l’intera durata dell’esposizione.
L’obiettivo è quello di superare il record dello scorso anno, e siamo già sulla buona strada.
Alla faccia di chi dice che in Italia ci si interessa poco alla cultura, così come, che le persone non sono affascinanati dall’arte.
C’è una schiera di appassionati e curiosi che invece, fanno di tutto pur di strappare l’ambito biglietto, di quella che si preannuncia la mostra romana dell’anno.
Sicuramente, la retrospettiva di Lorenzo Lotto, sarà un evento eccezionale, forse la maggior esposizione mai dedicata al maestro veneziano.
Diverse opere proverranno dai paesi stranieri, ben 38 saranno i dipinti italiani di cui 17 restaurati per questa occasione.
Tutti gli amanti di questo grande artista potranno ammirare in un colpo solo ben 11 pale d’altare.
Il conto alla rovescia è cominciato, voi ci andrete?

Un felice connubio gastronomico e culturale per presentare una collezione di scatti d’autore di famosissimi artisti internazionali tra cui Warhol(creativo e geniale), Mollino (con la sua privacy e riservatezza), Schifano (con la sua sprizzante energia), Morimura (autore di iconografie miscelate con Oriente ed Occidente) e Araki (erotico e sofisticato). Ad organizzare la mostra “Polaroid” è la Galleria Doozo, metà sushi bar e metà libreria, con la collaborazione del Polaroid Artist Support Program. L’esposizione riporta in auge la suggestiva epoca delle prime macchine fotografiche, ripercorrendo 50 anni di storia della fotografia.

Per accompagnare il percorso espositivo, i visitatori potranno assaggiare le specialità sushi del ristorante Doozo, unendo in tal modo il piacere della gola a quello intangibile di una interessante vista. La mostra rappresenta inoltre un omaggio al sogno “The Impossible Project” di EdwinLand, che presentò il brevetto dei filtri polarizzanti e fondò la Polaroid Corporation nel 1937.

Gli scatti rimarranno esposti fino al 26 febbraio 2011. La Galleria Doozo si trova in via Palermo n.51/53 (zona Esquilino).

Ieri è iniziato il tanto atteso Festival di Sanremo. La curiosità per i  cantanti e le nuove canzoni, in parte è stata soddisfatta.
Noi di Ez Rome è un po’ di tempo che seguiamo una cantante romana emergente,  Nathalie, vincitrice dell’ultima edizione di X Factor.

Dopo la vittoria del celebre talent show di Rai Due,  Nathalie è stata scelta da Gianni Morandi per partecipare al kermesse sanremese.
Nathalie ha accettato, anche se come ha affermato in  una intervista a Vanity Fair, il mondo di lustrini non appartiene alla sua realtà, decidendo di portare una canzone scritta da lei dal titolo, Vivo sospesa.
Ieri sera si è esibita per la prima serata, con una performance che non ha deluso i suoi fan.
Una esibizione semplice, senza effetti speciali, dove a far da padrone era il pianoforte e la sua voce potente e delicata allo stesso tempo.
Una esibizione e una canzone raffinata che speriamo sia apprezzata dal pubblico di Sanremo.
Al termine del Festival, Nathalie comincerà il suo tour per le città italiane, che prende il nome dal singolo sanremese; Vivo sospesa.
Il tour di Nathalie terminerà a Roma, nella sua città natale all’Auditorium Parco della Musica. La sua esibizione live sarà a Maggio 2011. In attesa di sentirla dal vivo, speriamo che in “Punta di piedi” Nathalie riuscirà a conquistare il pubblico di Sanremo.
Noi continueremo a seguirla.

Nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ricorre anche il 162esimo anniversario  della Costituzione della Repubblica Romana del 1849, la cui copia originale è ora in esposizione ai Musei Capitolini.

Il volume con la Costituzione, sarà nella Sala dei Capitani fino al 20 febbraio, per poi fare ritorno alla Biblioteca Augusta di Perugia. La costituzione sanciva la laicità dello stato e l'abolizione della pena di morte: la Repubblica Romana fu il secondo Stato al mondo ad abolirla, dopo il Granducato di Toscana.

Ad inaugurare l'esposizione è stato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, alla presenza,  tra gli altri del presidente del Comitato dei Garanti per le Celebrazioni dei 150 anni dell' Unità d' Italia Giuliano Amato, il direttore dei Musei Capitolini, Claudio Parisi Presicce, e il professor Lucio Villari, ordinario di Storia Contemporanea.

Di fatto la Repubblica Romana è stata "un antefatto, il vento anticipatorio della Repubblica italiana", motivo per cui il sindaco Alemanno ha sottolineato come questo anniversario si colleghi a quello per i 150 anni dell'Unità Nazionale.

Sino al 6 marzo 2011, una delle attrici romane più amate, Nancy Brilli, sarà in uno dei teatri  storici della capitale, il Sistina.

Era un po’ di tempo che Nancy Brilli non era al teatro, dopo svariati lavori televisivi e recentemente cinematografici, eccola con tutta la sua verve e carica ironica, in uno spettacolo, che sembra cucito per lei.
Il titolo è dalle valenze simboliche: sette, un numero che richiama i  vizi capitali, vissuti da 7 donne interpretate dalla Brilli.
La Brilli interpreterà quindi sette donne, con  diverse vite, esperienze legate alla modernità , alle fobie e nevrosi del nostro mondo.

Troveremo  nel palco: la lussuria, l’accidia, la gola, l’invidia, la superbia, l’ira e l’avarizia.

A descrivere queste donne ci sono dei grandi autori tra cui segnaliamo Franca Valeri per l’ira e Paolo Villaggio per l’avarizia.
La Brilli nel palco sarà in compagnia, ad accompagnare i suoi monologhi vi saranno i musicisti Dosto&Yevski e la Musicomix Orchestra, che aiuteranno la grande attrice a creare situazioni divertenti tutte da ridere.
Sino al 6 marzo uno spettacolo sulle donne, assolutamente da non perdere.

Dal 10 febbraio al Teatro dell’Opera di Roma è tornato uno dei balletti più celebri ed apprezzati di tutti i tempi, Il lago dei cigni. Lo spettacolo, che conta il maggior numero di repliche sul palcoscenico del Costanzi, si protrarrà fino al 20 febbraio. Si tratta della elegante e fortunata versione creata da Galina Samsova nel 1996 per lo Scottish Ballet.

Nel cast l’atteso ritorno di Irina Dvorovenko, che si esibirà con José Manuel Carreño, entrambi primi ballerini dell’American Ballet Theatre. Nelle repliche la giovane Alessandra Amato, uno dei diamanti della compagnia capitolina, si alternerà con due principi fuoriclasse, Igor Yebra e Robert Tewsley.

Tra i divertissement di corte e il lirismo degli atti bianchi musicati da Pëtr Il’ičČajkovskij, Il lago dei cigni narra la struggente favola d’amore tra il giovane Siegfried e la bella principessa Odette, trasformata in cigno dal perfido mago Von Rothbart, così da renderla sua prigioniera. L’amore eterno riuscirà però a rompere l’incantesimo. È proprio questo contrasto tra bianco e nero che non smette di affascinare il pubblico, facendo registrare al botteghino una serie lunghissima di “tutto esaurito”.

C’è chi la ho ha definito la ‘risposta europea al Cirque du Soleil’. E’ il Circo Acquatico, ora all’Eur (e che si sposterà dal 4 marzo a lato del Gran Teatro a via di Tor di Quinto) in Via Cristoforo Colombo all’angolo con via Oceano Pacifico (di fronte alcentro commerciale Eur Roma 2.

Ottima idea per le famiglie, anche per festeggiare in coppia San Valentino, è una buona idea anche per gli sconti che propone, fino a domenica 13 febbraio. Uno spettacolo che in Spagna ha visto più 1.300.000 spettatori in due anni. La rappresentazione, magnifica e altamente coreografica, si svolge in un magnifico acquario circolare. Alimentato da oltre 50.000 litri di acqua, l’acquario-show illustra una bellissima favola che prende spunto da un clown che cade accidentalmente in acqua e non sapendo nuotare raggiunge la profondità del mare dove vive avventure difficili e divertenti. Artisti umani e mondo animale marino in un connubio di gioia!

Le magiche creature del mondo sottomarino con il clown vivono bellissime acrobazie e lui stesso, impara tante cose. Felice del suo bagaglio torna su per raccontare il valore dell’amicizia. Una buona morale e una semplicità di fondo che incanta. Questo è il circo in cui animali marini e artisti (giocolieri, sirene, contorsionisti, danzatrici e atleti) ‘ipnotizeranno’ gli spettatori con luci, suoni, giochi d’acqua ed effetti speciali per due ore.

Circo Acquatico
fino al 13 febbraio
Roma Eur - Via C. Colombo angolo Oceano Atlantico
Fronte Centro Commerciale Eur Roma 2

Promozioni:

Solo per chi acquista i biglietti online,  lo spettacolo di sabato alle ore 21 ha prezzo scontato del 25%. http://www.ticketone.it/IT/Family/nc_id409879_pt529_Circo-Acquatico.html

Fino al 18 febbraio sarà in scena al Teatro dell’Opera ‘L’elisir d’amore’di Gaetano Donizetti, la cui programmazione avviene proprio in coincidenza con la festa degli innamorati. E a pieno titolo, si può dire, visto che ‘L’elisir’ è una tra le maggiori opere del melodramma romantico, seppure ricca dei toni buffi coi quali il genio bergamasco firmava le sue composizioni.
Ricerca un elisir con cui far innamorare di sé la bella Adina, Nemorino, ma egli finisce col ritrovarsi tra i fumi dell’alcol, che lo allontanano dalla sua amata. Sarà un susseguirsi di ripicche e di gelosie, di vendette e di passione, ma alla fine, con l’aria ‘Una furtiva lagrima’, l’amore tra i due trionferà, forse anche grazie all’elisir (‘Ei corregge ogni difetto ’).
E’ un melodramma giocoso ‘L’elisir’, dove l’elemento romantico si affianca a quello comico, facendone una rappresentazione della vita nei suoi aspetti contrastanti e a volte contraddittori.
La rappresentazione si inserisce nella ricca programmazione del Teatro dell’Opera, che da sempre si distingue per qualità e raffinatezza.

“La Poesia è di casa” si ripresenta anche quest’anno, fino al 14 maggio 2011, come la grande festa della poesia italiana. Per esaltarne le rime sono state scelte le Case della Cultura della capitale: la Sala Santa Rita, la Casa della Memoria e della Storia e la Casa dei Teatri.
L’edizione di quest’anno è focalizzata sul tema dei “Versi italiani” e rientra tra gli eventi che celebrano il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Ogni “Casa” presenta in tre giorni un particolare itinerario poetico: “Il flusso delle parole” nella Sala Santa Rita, “Storia d’Italia in versi” alla Casa della Memoria e della Storia e “Dall’epos al ludus” presso la Casa dei Teatri. Ci sarà spazio anche per i nuovi autori, che proporranno le proprie creazioni attraverso la lettura dei testi, accompagnati per l’occasione da esecuzioni musicali che ne esalteranno la bellezza.
Gli indirizzi delle sedi sono i seguenti:
- Casa dei Teatri: Villa Doria Pamphilj, Largo 3 Giugno 1849 (ingresso Arco dei Quattro Venti), 06.45460693
- Casa della Memoria e della Storia: via San Francesco di Sales n.5 (zona Trastevere), 06.6876543
- Sala Santa Rita: via Montanara n.8 (zona Piazza Campitelli), 06.67103780, 06.67104226, 06.67105568

L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il catalogo completo della manifestazione è scaricabile all’indirizzo http://www.culturaroma.it/CulturaRoma/xeditor/download?file_path=/attachment/files/000/000/084/Catalogo_completo.pdf.

Mercoledì 9 febbrario 2011, a cura degli studenti dell’Accademia Koefia , ‘Fleurs/Flowers’ … dalla natura al fatto a mano dell’uomo …, una sfilata con entrata dalle ore 21.00 in poi,  (per chi volesse cenare ad un prezzo concordato vi preghiamo di prenotare). L’evento è alle 22.00 allo Shari Vari di Roma di via Torre Argentina.

Sono i fiori l’ispirazione della collezione che gli studenti hanno realizzato: 42 capi di collezione completamente realizzata a mano attraverso la conoscenza delle più attuali tecniche sartoriali dell’Alta Moda. Lungimiranti,  i ragazzi con la loro proposta stilistica già lo scorso anno. Lo avevano intuito e le attuali passerelle del mondo lo hanno confermato. Ritorna il tema del fiore, sempre molto amato dagli stilisti, sembra quasi una profezia e soprattutto una esigenza quella di ritornare all’osservazione della natura per uscire da un tempo buio e quasi privo di sogni.

Questa passerella ci offre un trionfo floreale ricco di ricami, plissé, decorazioni e composizioni giocate nella più ampia scala cromatica. Tagli classici e d’avanguardia si fondono insieme dando così a questa collezione uno sguardo nel passato proiettato verso il futuro. Un universo di meraviglie: calle, rose, gardenie, margherite, giardini, antiche primavere, simboli, leggende e mitologie : una sintesi di fragranze e di  atmosfere che la natura ci offre.

Fleurs/Flowers nasce da un esercizio didattico indispensabile, o meglio obbligatorio, per la formazione di una completa figura professionale pronta a rispondere al mondo della moda che oggi come sempre richiede un estrema professionalità e capacità creativa. Compito dell’ Accademia  è di preparare gli studenti, i futuri stilisti  alla perfezione,  alla sapienza sartoriale,  come la nostra tradizione prevede. Shari Vari V. di Torre Argentina 78/V. de’ Nari 14 Roma

Il Teatro dell’Opera di Roma ha lanciato la campagna ‘Innamoratevi del teatro’, grazie alla quale, acquistando un biglietto per ‘Il ratto dal serraglio’, la celebre opera di Wolfgang Amadeus Mozart, è possibile scegliere altri due titoli.
Si può così creare un mini-abbonamento, affiancando all’opera di Mozart altre due opere, un’opera e un balletto, oppure due balletti. Gli spettacoli in cartellone tra cui scegliere sono: L'elisir d'amore, La Bohème, La battaglia di Legnano, Elektra, Bèjart, Balanchine, Robbins e La bayadère.
L’iniziativa intende offrire agli amanti dell’opera e del balletto, la possibilità di godere di una programmazione di qualità a prezzi accessibili, e contemporaneamente avvicinare un maggior numero di persone a una forma d’arte considerata un po’ di nicchia.
Il Teatro dell’Opera di Roma si impegna con successo da anni ad esprimere la ricchezza culturale della città attraverso la musica, grazie a un’orchestra, un corpo di ballo e un coro, il cui talento è riconosciuto e apprezzato a livello mondiale.
‘Innamoratevi del teatro’ durerà fino al 9 aprile, previa disponibilità di posti e con l’esclusione delle prime.

Dal 5 al 6 febbraio, dalle ore 12:00 alle 20:00, gli enofili romani potranno fare una prova sul campo dei nuovi vini “veri” nella bella cornice dell’Hotel Columbus in Via della Conciliazione, sede, appunto,  della manifestazione  «Vini Naturali a Roma».

Dalla terra al bicchiere e senza trucchi, da domani, a Roma un centinaio di “vini veri”, quale risultato di produzioni senza additivi e omologazioni, saranno a disposizione dei palati più esigenti. Nelle giornate della kermesse, il pubblico potrà  incontrare alcuni tra i produttori, italiani ed esteri, che hanno detto “basta” a quella logica di “standardizzazione” dei vini, buoni  e semplici, ma che si somigliano sempre più tra di loro con un appiattimento delle caratteristiche e della tipicità che dovrebbe, invece, contraddistinguere i vini provenienti dalle varie regioni.

Dalla volontà di fare un vino in modo naturale, rispettando i vitigni e riducendo gli interventi in cantina  sono nate anche alcune associazioni di produttori: Vini veri, VinNatur, Renaissance Italia che si occupano soprattutto della realizzazione di manifestazioni per far conoscere questo modo di “fare viticoltura”.

Tutte le informazioni sull’evento, sui produttori e i loro prodotti presenti a Roma nelle due giornate, nonché sulle precedenti edizioni sono disponibili sul sito internet www.vininaturaliaroma.com .

La capitale italiana della cultura, dell’arte e del turismo purtroppo non è sempre la capitale dell’accessibilità. Infatti, in troppi casi le moltissime possibilità offerte da Roma e dalla sua provincia non sono in grado di accogliere i diversamente abili. Ma in alcuni casi virtuosi le barriere motorie e sensoriali vengono superate. È il caso della guida “Viaggiare Informati nei Castelli Romani”, nata dall’encomiabile obiettivo di rendere fruibili e godibili quelle bellezze che rimarrebbero altrimenti inaccessibili ai disabili.

Realizzata dalla Onlus “Cooperative Integrate” (http://www.coinsociale.it/turismopertutti.php) nell’ambito di un progetto regionale che ha visto la promozione ed il finanziamento dell’assessorato alle Politiche Sociali e Famiglia della Regione Lazio, è possibile scaricarla gratuitamente nei formati elettronici più diffusi, compreso quello “mp3” (tipicamente utilizzato per gli audiolibri realizzati per non vedenti) dal sito Internet del Presidio Lazio (http://www.presidiolazio.it). I contenuti descrivono in maniera competente e dettagliata molte strutture, ponendo molta attenzione al grado di fruibilità degli ambienti ed evidenziando la presenza di locali adeguati o di eventuali barriere architettoniche. Un occhio di particolare riguardo è rivolto a tutte quelle strutture ricettive in grado di favorire l’integrazione lavorativa e sociale dei disabili.

Un piccolo passo avanti nel difficile ma possibile percorso di superamento degli ostacoli per tutti coloro che vorrebbero ma non sempre possono.

Sottocategorie

Fatti di particolare evidenza della Capitale e dintorni.

Informazioni e notizie degli Uffici stampa specializzati di Roma e del Lazio.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.