Sabato, 23 Marzo 2019

amazon prime video

Notizie

Ultime news da Roma e provincia e dalla regione Lazio, ma anche comunicati di uffici stampa specializzati e video divertente e non solo.

Già  li immaginiamo i bambini che entreranno per la prima volta a Little Big Town accompagnati dai loro genitori. Non sapranno dove guardare, non sapranno che cosa chiedere e siamo sicuri che Babbo Natale avrà un sacco di lavoro, visto che molto probabilmente arriveranno tantissime letterine dai bambini di Roma dopo che sono entrati in questo negozio dove in una volta sola avranno visto tantissimi giocattoli.
Il 27 novembre sarà inaugurato Little Big Town il negozio di giocattoli più grande d’Italia.

Il periodo di apertura è perfetto per lo shopping di Natale. I turisti ma anche tutti i romani che vogliono assaporare l’atmosfera natalizia e decidono di fare un salto al centro, potranno fare una passeggiata in questo mega store.

Little Big Town si estenderà su quattro livelli distribuiti in 1000 mq nel palazzo storico delle Assicurazioni Generali a Piazza Venezia.
Ai più piccoli sembrerà di essere all’interno della città dei balocchi o nella fabbrica di Babbo Natale, dove ci sono tutti i più importanti marchi di giocattoli in commercio.

Un evento da non perdere anche per i più grandi che ritorneranno bambini e, con la scusa di fare qualche regalo di Natale per i loro figli o nipoti, potranno curiosare e divertirsi con tutte le novità del settore.

Il SinergyArt Studio di San Lorenzo sta dedicando una retrospettiva a Dario Argento, uno dei registi italiani più noti in tutto il mondo.
Partendo dalla grande produzione degli anni Settanta – L'Uccello dalle Piume di Cristallo, Quattro Mosche di Velluto Grigio, Il Gatto a Nove Code e Profondo Rosso – si ripercorre il percorso culturale che ha animato fin dagli inizi il grande regista romano, noto al grande pubblico per le celebri musiche dei Goblin, e ai più esperti per le sue intuizioni tecniche e di montaggio, e per aver introdotto in Italia macchinari da presa speciali dagli Stati Uniti.
Un percorso cinematografico interessante e singolare che ha fatto scuola nel nostro Paese e che va ricordato come tale. Dalle prime collaborazioni con Ennio Morricone, Lamberto Bava e Stephen King, Dario Argento ha creato una vera e propria scuola di cinema horror all'italiana, le cui tappe fondamentali sono ricordate nei dieci appuntamenti della rassegna, accompagnati ognuno da un'esaustiva introduzione storico-tecnica.

Alle selezioni di X Factor 4 hanno partecipato migliaia di cantanti con un unico grande sogno: diventare la nuova pop star italiana.

Dopo tanti provini e dopo ben 13 puntate ha vinto per la prima volta X Factor una donna, Nathalie.
Classe 1979 Nathalie è nata a Roma ed  è la prima cantante della capitale ad aver vinto questa kermesse musicale.
Una vittoria non scontata, un testa a testa con il secondo classificato, il salentino Davide, dato sin da subito come il favorito.
Davide ha colpito tutti sin dalla prima puntata con la sua voce graffiante e calda, molto giovane (solo 17 anni) si è fatto valere per la sua umiltà e per il suo grande talento, ma non è bastato.
Nathalie invece, ha fatto un percorso in crescendo, puntata dopo puntata ha aggiunto un tassello che l’ha portata alla vittoria di X Factor 4.

Nathalie ha cominciato il suo percorso nel celebre talent show di Rai Due in punta di piedi, che è poi il titolo del suo inedito, e del suo primo mini album che uscirà il 30 novembre.
La scorsa puntata i finalisti di X Factor hanno cantato i loro singoli, e Nathalie tra tutti si è distinta facendo  brezza nel cuore del pubblico.
Un successo nel web tanto che su You Tube il video della sua esibizione ha avuto in una sola settimana più di 243 mila visualizzazioni.
La canzone in Punta di Piedi ha colpito tutti e ha mostrato il grande ed indiscusso talento di Nathalie, che ieri sera ha avuto anche il premio della critica.
La sua canzone, che speriamo di sentire presto nelle radio, è stata scritta da lei, avverando così il suo sogno: quello di poter far sentire un suo brano.
Di sogni Nathalie ieri sera ne ha avverati. Ai provini si era presentata con una canzone degli Skunk Anansie  con cui ieri sera ha duettato, cantando con Skin You’ll Follow Me Down, una performance che ha lasciato tutti senza fiato.
Alla fine è arrivato il sogno più grande la vittoria di X Factor 4 con un contratto discografico che permetterà a questa giovane cantante di farsi strada.
Complimenti a Nathalie!

E' un problema sentito dalla municipalità e dai cittadini quello che riguarda lo smaltimento dei rifiuti ingombranti. Computer, divani, tavoli, lampadari, pneumatici, frigoriferi e tanti altri scarti hanno oggi punti di raccolta ben definiti ed in orari prestabiliti. L'AMA ha infatti emanato un elenco di siti, vie e piazze dislocate nei vari Municipi, dove è possibile portare i rifiuti e darli gratuitamente in carico agli addetti alla raccolta. Ad ogni sito sono associati giorni ed orari di apertura. Sul sito AMA è disponibile l'elenco dettagliato dei centri di raccolta (http://www.amaroma.it/) e dei materiali che possono essere presi in carico.
Alla pagina http://www.amaroma.it/raccolta-differenziata/raccolta-gratuita è possibile controllare ciò che si può e non si può consegnare, sono infatti esclusi materiali che necessitano di trattamenti speciali come batterie, amianto e pile.

Con questa iniziativa, il Comune di Roma spera di poter almeno limitare il problema delle discariche a cielo aperto, che oltre ad inquinare il panorama urbano della capitale, contribuiscono alla diffusione di malattie ed inquinamento.

Sono finalmente terminati i lavori di restauro di uno dei capolavori dell’arte romana. Il 25 novembre la Villa dei Quintili sull’Appia Antica aprirà a tutti per mostrare i suoi raffinati tesori. Saranno finalmente visibili al pubblico gli ambienti di rappresentanza e molte altre scoperte.

Il complesso della Villa dei Quintili si estende in un’area di 24 ettari tra l’Appia Antica e l’Appia Nuova ora dopo anni di duro lavoro sarà visibile al pubblico un’area del tutto sconosciuta riferibile alla prima fase costruttiva della villa nel 151 d. C. Gli ambienti oggetto dell’inaugurazione, sono quelli di rappresentanza, due sale per banchetto (triclini) una ottagonale utilizzata in inverno, e l’altra rotonda usata in estate. Sono stati riportati alla luce anche un atrio monumentale e una piazza senza colonne usata per gli spettacoli e i balletti, non sono da meno anche altri pregiati ambienti secondari.
I lavori sono durati ben tre anni: dal 2007 al 2009 sono stati effettuati i gli scavi archeologici mentre ci sono voluti ben 11 mesi per mettere in sicurezza il tutto.
All’inaugurazione di giovedì 25 novembre, parteciperanno il Sindaco Alemanno e il Governatore della Regione Lazio Renata Polverini, il ministro per i Beni culturali Sandro Bondi e alcuni rappresentanti della Soprintendenza speciale ai beni archeologici.
Finalmente i romani hanno la possibilità di ammirare un altro tassello della loro storia millenaria.

Il 27 novembre al caffè letterario, il reading del terzo lavoro di Vincenzo Malara.

 

Per la rassegna Reading, music, vision and acting, "Persi nel vuoto" del giovane scrittore modenese Vincenzo Malara arriva a Roma, con una lettura visivo-musicale del romanzo mistery- horror che l’ha consacrato nell’olimpo degli scrittori di genere. Una commistione di parole, musica e immagini che si intrecciano con le contorte esistenza contenute nel libro, accompagnate dal pianista DeLord e da una colonna sonora a tema, rese suggestive dalla proiezione dei disegni dell’artista visivo Luca Lolli, lette dalla penetrante voce di due attori fuori scena.
L’appuntamento è Sabato 27 novembre alle 18,00 presso il Caffè Letterario di Roma in via Ostiense 95, oppure in diretta live streaming.

A metà tra genere horror e thriller, fantascienza e mystery, “Persi nel vuoto” edito dalla 0111 Edizioni, è narrato con una tecnica quasi cinematografica, che tiene alta la suspance del lettore fino alle ultime pagine, in cui si snoda il filo sottile che unisce le narrazioni e i personaggi.

Dal 4 dicembre il MAXXI proporrà due mostre per raccontare cosa succede tra i giovani artisti italiani

Se siete curiosi di capire che cosa succede nell’arte italiana e chi sono gli artisti del futuro, il MAXXI vi invita a scoprirlo il 4 dicembre 2010
Il MAXXI ha promosso il Premio Italia Arte Contemporanea che ha visto coinvolti diversi artisti. I quattro finalisti sono: Rosa Barba, Rosella Biscotti, Gianluca e Massimiliano De Serio, Piero Golia.
In loro onore il Museo delle Arti del XXI secolo di Roma dedica una mostra con le installazioni site-specific prodotte per il museo.
Le opere in mostra sono ispirate dalla nostra storia recente che viene fusa con temi più intimi, con un linguaggio che dialoga tra arte e architettura.
Dagli anni di piombo riletti nell’installazione di Rossella Biscotti, al dramma dei rifugiati politici somali e dell’immigrazione nel video di Gianluca e Massimiliano De Serio.
Di altra tematica sono i lavori di Rosa Barba che nel suo film parla del museo nascosto nei depositi, mentre Piero Golia confonde lo spettatore spostando il suo punto di vista.
Il 4 dicembre verrà inoltre inaugurato Contemporaneo.doc un progetto dedicato all’attività dei principali archivi e centri di documentazione contemporanea italiani e internazionali.
Con queste due iniziative il MAXXI sta mantenendo la parola: sostenere la ricerca e il sostegno verso gli artisti contemporanei.


Visto il grande successo di pubblico dei mesi scorsi, torna la nuova stagione teatrale di Murderparty con i suoi gialli interattivi.
La novità assoluta di quest’anno è rappresentata da “Giallo Sexy”, che narra di una notte di addio al celibato tra amici.
In una casa a picco sul mare si svolge questa notte indimenticabile per i protagonisti. Ma ad un certo punto qualcosa sembra complicare quei momenti all’insegna del puro divertimento: una delle ragazze ingaggiate per l'occasione sparisce.

 Il teatro interattivo rende gli spettatori partecipanti attivi della trama, abbattendo la tradizionale barriera tra platea e palcoscenico. Murderparty propone la formula “Il detective sei tu!”, in modo da mettere davvero gli spettatori nei panni dell'investigatore incaricato delle indagini. Il pubblico è chiamato ad indicare alla fine chi, come e perché ha commesso il delitto. Chi troverà la soluzione, riceverà un simpatico ricordo.

Lo spettacolo andrà in scena fino a domenica 28 novembre 2010 al Teatro Agorà, in via della Penitenza, 33 (Trastevere).
Per informazioni: www.murderparty.it


google_doodleCe lo ricorda anche Google con il suo Doodle (la schermata dedicata a particolari eventi cui sensibilizzare l'Umanità): oggi è la Giornata Mondiale dedicata all'Infanzia, quel periodo unico ed irripetibile della vita di ogni essere umano. Troppi bambini nel mondo non riescono ad avere un'infanzia serena a causa di guerre e di povertà provocati dall'occidente iperconsumista che brucia le risorse del nostro pianeta ad un ritmo insostenibile. I bambini sono il nostro futuro e se vogliamo "raddrizzare il mondo" dobbiamo iniziare proprio da loro. Google ci aiuta a ricordare questo, ma è solo il primo passo. Per fare qualcosa, anche in rete, si può iniziare a consultare i siti delle ONG che da sempre si battono per la salvaguardia dell'infanzia: www.unicef.it, www.cbmitalia.org,www.savethechildren.it, ma l'elenco è molto più ampio. Noi di EZ Rome questa settimana abbiamo dedicato diversi articoli ai bambini a Roma, che sono consultabili nella sezione I nostri Bambini. Buona lettura e buona riflessione.

Il gruppo che ha fatto sognare due generazioni, i Pooh,  arriva a Roma il 27 novembre al Palalottomatica!

I Pooh sono in Italia il gruppo storico per eccellenza che ancora dopo tanti anni cavalca ancora l’onda del successo.
Ora sono rimasti in tre con l’abbandono di Stefano d’Orazio, che ha deciso di non suonare più con i vecchi amici. I Pooh non si sono persi d’animo ed hanno arricchito la loro formazione.
Rimangono Roby Facchinetti alla tastiera, Dodi Battaglia alla chitarra, Red Canzian al basso, ma ci sono anche delle new entry, come Steve Ferrone alla batteria e due nuovi musicisti alla chitarra e alla tastiera.
Steve Ferrone ha una carriera costellata di grandi collaborazioni come Eric Clapton, Whitney Houston e i Duran Duran.
Il 12 ottobre è uscito l’ultimo disco “Dove comincia il sole” con ben 12 inediti, a cui fa seguito il tour che inizierà il 23 novembre a Rimini e che toccherà le più importanti città italiane tra cui Roma.
I Pooh sono nel nostro paese il gruppo più longevo ed instancabile del panorama musicale, in 40 anni di carriera hanno fatto ben 3500 concerti e non hanno ancora perso l’entusiasmo di suonare live.
Ora tutti i loro fan storici potranno ascoltarli in questo nuovo tour, l’appuntamento a Roma è il 27 novembre al Palalottomatica!

Siamo arrivati con un giorno di ritardo, speriamo che Carlo Verdone ci perdoni.
Anche noi di Ez Rome volevamo fare gli auguri all’attore, regista, produttore e  sceneggiatore romano doc per eccellenza Carlo Verdone.

Ieri 17 novembre il grande artista ha spento 60 candeline,  con alle spalle più di 30 anni di carriera.
In questi anni,  Verdone ci ha fatto ridere, divertire, riflettere, emozionare e coinvolgere attraverso i suoi  straordinari personaggi.
Carlo Verdone è sempre stato un grande osservatore del mondo circostante e attraverso il realismo e un pizzico di ironia ha dato vita ad alcuni personaggi che sono una critica simpatica e scanzonata del romano medio.

Il rapporto con il mondo dello spettacolo è cominciato sin da piccolo grazie al padre Mario Verdone, celebre storico del cinema e docente universitario. Attraverso lui il piccolo Carlo ha frequentato, nell’infanzia personaggi come Vittorio de Sica, Pier Paolo Pasolini e Roberto Rossellini.
Era il 1978 quando debuttò nel programma televisivo Non Stop. Al cinema invece lo troviamo nel 1980, sotto la regia di Sergio Leone dal titolo un Sacco Bello.
Da lì la sua scalata inarrestabile: Compagni di Scuola, Bianco, Rosso e Verdone, Gallo Cedrone, Viaggi di Nozze, al più recente Grande, grosso e Verdone.
Tappa importante della sua carriera fu nel 1982 quando gira in Viaggio con papà con il grande Alberto Sordi.

Nel corso degli anni Verdone è riuscito a rinnovarsi e a evolversi come artista. Questo ha portato nella maturità a film più introspettivi e riflessivi, alcuni dal sapore dolce amaro.
Ha lavorato con i più grandi attori italiani e ha “lanciato” le più talentuosi attrici del nostro paese: Claudia Gerini, Veronica Pivetti e Laura Chiatti.
Ora il sogno nel cassetto di Carlo Verdone è quello di poter lavorare con una delle attrici più brave dell’attuale panorama cinematografico mondiale, Meryl Streep.
Sembra che è addirittura disposto a prendere lezioni di inglese, per un intero anno e a dedicarsi anima e corpo in un film assieme alla star di Hoollywood. Chissà che questo sogno non si avvererà!
Noi lo speriamo e auguriamo a Carlo Verdone, buon compleanno!

 

Per la prima volta una mostra destinata a far conoscere al grande pubblico una delle civiltà più misteriose e affascinanti del centro America.

È stata inaugurata il 9 novembre scorso a Palazzo delle Esposizioni una mostra dedicata a Teotihuacan in Messico conosciuta come la città degli Dei.
In mostra vi sono oltre 300 capolavori in grado di stimolare i visitatori verso la comprensione di questa civiltà che affascina per i suoi misteri ed enigmi.
Si potranno ammirare reperti di scultura monumentale, pitture murali, rilievi in onice, statuette in ossidiana e pietra verde, e molto altro.
Molte delle opere in mostra hanno delle tematiche legate alla credenza religiosa e ai racconti mitici di questa fantastica civiltà.
Teotihuacan sorse intorno al II secolo d. C. nel Messico centrale
, nel corso dei secoli era conosciuta da tutti i popoli dell’area dell’America Centrale.
La sua popolazione raggiunse i 200.000 abitanti e arrivò a dominare quasi l’intera area dell’attuale Messico.
La sua grandiosità politica
che raggiunse l’apice tra il 150 e il 450 d. C., si riversò anche nel campo artistico, tanto che l’Impero eccelse in ogni genere di arte.
Ora il suo prestigio è omaggiato in un’esposizione da non perdere a Palazzo delle Esposizioni sino al 27 febbraio 2011.


Sabato sera a Roma (anche in tutta Italia) c’è l’imbarazzo della scelta. Dalle ore 20.00 alle 2.00 di notte ci saranno nella capitale 100 spettacoli musicali gratuiti nei musei e nei luoghi d’arte.

Dopo il successo della seconda edizione dell’anno scorso torna la manifestazione Musei in Musica che, come ha sottolineato Claudio Strinato, è finalizzata per “generare una fruizione musicale degli spazi museali. La musica è una forma d’arte che deve essere valorizzata e apprezzata in quanto tale, non utilizzata come mero sottofondo, come spesso accade”.

La rivalutazione della musica come genere artistico per eccellenza che viene presentato all’interno delle strutture museali della capitale.
In questo modo le diverse tecniche artistiche vengono fatte convivere armoniosamente tra di loro, cercando di far vivere a chi parteciperà alla manifestazione un’esperienza artistica totalizzante.
Sabato sera nella capitale ben 47 siti culturali hanno aderito all’iniziativa: dai musei agli spazi espositivi, sino alle università e le accademie.
La musica in tutti i suoi generi sarà protagonista: da quella classica a quella leggera, ma anche il tango, il jazz, il blues, la musica latinoamericana e la musica folk.
Quest’ultima fa parte di un progetto rivolto alla valorizzazione dei giovani musicisti folk, dal titolo Folk Music in MusEUms - Young musicians and old instruments.
Impossibile segnalare tutti gli spettacoli di sabato sera, possiamo solo dire che sono per tutti i gusti. Tra i moltissimi eventi segnaliamo la notte di tango alla Galleria Alberto Sordi con la Milonga e la musica dal vivo del quintetto Buenos Aires Cafè che accompagna i rinomati maestri: Roberto Ricciuti e Claudia Fusillo, Mauro Barreras e Ambra De Angelis, Roberta Beccarini e Pablo Garcia, Daniel Montaño e Natalia Ochoa.

Sabato sera sapete cosa fare, mi raccomando accorrete numerosi.

 

I Voca People in concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma

Il gruppo più rivoluzionario dell’anno finalmente sbarca a Roma per uno spettacolo unico ed imperdibile il 12 dicembre.
I Voca People, il popolo di marziani venuti dal pianeta Voca, stanno conquistando il mondo. Ogni loro esibizione è acclamata da milioni di persone.
D’altronde basta andare su You Tube e digitare il loro nome per vedere una loro esibizione e rimanerne folgorati. La loro unicità? La bravura di combinare incredibili suoni vocali, che in gergo tecnico si chiama l’arte del beatbox moderno, che consiste nell’imitazione dei suoni di batteria, trombe, chitarre, senza nessuno strumento ma tutto a cappella.
Basta ascoltare anche solo trenta secondi di un loro motivo che senza accorgersene ci si trova immediatamente a tenere il ritmo e a desiderare di poter assistere ad una loro esibizione live.
I più fortunati ora ne hanno la possibilità, il 12 dicembre terranno compagnia agli umani con uno spettacolo imperdibile all’Auditorium Parco della Musica.
Come sono approdati i Voca People sulla terra? Innanzitutto è da dire che sono venuti in pace, e che dal loro pianeta hanno avuto modo di ascoltare la nostra musica, ma anche quella degli altri pianeti.
Hanno così deciso di andare in tutti i mondi della nostra galassia, come portatori di un messaggio di pace: portare armonia e gioia attraverso la musica.

Riusciranno in questo intento? A voi scoprirlo l’appuntamento è il 12 dicembre alle 21.00!

Sono in molti a guardare con scetticismo i giovani cantanti che escono dai talent show che imperversano nei palinsesti televisivi. Tra i vari vincitori ci sono però quelli che lasciano il segno, tra questi vi è sicuramente Alessandra Amoroso che a due anni dalla vincita di Amici di Maria de Filippi del 2009 non ha fatto altro che mietere un successo dietro l’altro. Questo per merito della sua voce e del suo indiscusso talento.
Alessandra Amoroso è una di quelle cantanti italiane che, a poco a poco, è riuscita a convincere sempre più persone, tanto che la sua pagina ufficiale di Facebook vanta più 472.000 fan.
L’Amoroso poco prima di Natale farà un regalo speciale ai suoi tantissimi sostenitori, due tappe una a Roma il 20 dicembre e una a Milano il 22 dicembre, come anteprima del Tour “Il mondo in un secondo”.
I biglietti sono in vendita dal 20 settembre e si preannuncia già un tutto esaurito.

Alessandra Amoroso in questi anni ha affiancato il grande Gianni Morandi nel programma di Rai Uno,  Grazie a Tutti e ha curato la colonna sonora di Amore 14 di Federico Moccia.

Ora vediamo se riuscirà a partecipare a Sanremo 2011, nel frattempo sembra sicura la partecipazione della sua collega Emma Marrone che ha vinto l’edizione di Amici dello scorso anno. Già nell’edizione del 2010 l’Amoroso aveva cantato alla famosa Kermesse musicale, duettando con Valerio Scanu in una serata speciale, regalando una grande performance.
Per tutti i fan intanto il 20 dicembre sarà al Palalottomatica di Roma, pronta a regalare con la sua calda voce una miriade di emozioni a tutti coloro che riusciranno a trovare i biglietti.

Quando si parla di Manga di solito si pensa ai famosi fumetti giapponesi e ai cartoon che ci hanno tenuto compagnia quando eravamo piccoli tutti i pomeriggi.
Oggi il genere manga approda al Teatro: Japan Anime Live sarà a Roma il 13 novembre al Gran Teatro di Tor di Quinto.
Inizialmente lo spettacolo di Roma era stato previsto al Palalottomatica. Per problemi tecnici è stato spostato al Gran Teatro, mantenendo però validi i biglietti acquistati precedentemente.

Il Japan Anime Live aveva fatto tappa anche l’anno scorso nel nostro paese riscuotendo un enorme successo, ora è tornato per intrattenere tutti gli appassionati.
Uno  spettacolo unico che è stato realizzato dai principali creatori di manga e di cartoni giapponesi,  uno show itinerante che sta toccando le principali città europee.
Lo spettacolo, rigorosamente dal vivo, proporrà diversi episodi tra le attuali serie animante made in Japan: Naruto, Shippuden, One Piece (All’arrembaggio), Gundam, Full Metal, Bleach, e Alchemist Brotherhood.

Per riproporre queste celebri serie animate giapponesi, vi saranno animazioni esclusive, azione e recitazione con musica dal vivo. Verrà montato uno schermo gigante di 10x5 metri dove saranno proiettate scene interpretate da attori/doppiatori giapponesi ufficiali delle serie animate, vestiti con costumi originali e che reciteranno dal vivo. Non mancheranno ovviamente i doppiatori italiani. Vi sarà inoltre  un sistema di karaoke che permetterà al pubblico di  cantare dal vivo tutte le più importanti sigle e canzoni pop giapponesi.

Per tutti gli appassionati della cultura nipponica un appuntamento da non perdere.

 

 

Torna, per la trentaquattresima volta il Roma Jazz Festival, a cura di Mario Ciampà. Il jazz è in Italia un genere musicale molto amato con ben un milione di fruitori. Quest’anno il costo per gli spettacoli è di 5 euro, un tentativo di venire incontro alle persone che amano ascoltare la musica ma che sono investite dalla crisi

Ogni anno il Festival ha un progetto: questa edizione è Gezz, acronimo di generazione Jazz, per sottolineare come negli ultimi tempi questo genere musicale ha rivestito un ruolo sempre più rilevante nel panorama italiano. Questo grazie al successo che molti musicisti italiani sono riusciti ad ottenere nel panorama musicale.
Quest’anno infatti al Roma Jazz Fest saranno presentati i più giovani nell'intento di far conoscere anche gli emergenti di questo genere musicale.

Il jazz è improvvisazione, è emozione, imprevedibilità, irripetibilità, perché libero e creativo. Se avete voglia di perdervi e farvi coinvolgere da questo stile intrigante l’appuntamento è da domani sino al 30 novembre.

Una delle cantanti più apprezzate dell’attuale panorama musicale, Malika Ayane, farà tappa a Roma all’Auditorium Parco della Musica per il suo Grovigli Tour 2010.

 La voce vellutata ed elegante di Malika Ayane affascina ogni volta che la si ascolta in radio, ora i più fortunati potranno assistere ad una sua perfomance live, l’8 dicembre sarà a Roma nel Palco dell’Auditorium, dove già si era esibita con grande successo nell’aprile scorso.

Ora dopo un periodo di grandi successi e collaborazioni torna con un tour dove sarà affiancata da una band con la quale la grande artista ha un grande affiatamento, composta da Giulia Monti, Stefano Brandoni, Marco Mariniello, Carlo Guadiello e Phil Mer.
Questo è stato un grande anno per Malika Ayane. Ha partecipato al Festival di Sanremo con la sua canzone “Ricomincio da qui” che le ha fatto guadagnare il premio della Critica Mia Martini ed è stata scelta da Paolo Virzì per la colonna sonora del film la Prima Cosa Bella che ora è in gara come miglior film straniero agli Oscar.

Attualmente Malika è presente con un brano in collaborazione con Cesare Cremonini suo compagno nella vita.
Chi è riuscito a trovare i biglietti potrà ascoltare questa fantastica voce, all’Auditorium Parco della Musica l’8 dicembre 2010 alle ore 21.00.

Vi ricordate la legge finanziaria che tagliava la cultura a Roma, ma non solo, e che metteva a rischio  l'offerta culturale del 2011?
Bene ora le istituzioni culturali hanno deciso di scioperare in segno di protesta.

A lanciare l’iniziativa è stato Umberto Croppi, Assessore alle politiche culturali e alla comunicazione del Comune di Roma, con Federculture a Anci, per dare vita ad uno sciopero senza precedenti.
Il 12 novembre la cultura chiude i battenti per manifestare il suo disaccordo contro la manovra finanziaria prevista per il settore.
E’ la prima volta che musei, biblioteche, istituti culturali chiuderanno le loro porte, e questo non avverrà solo a Roma ma in tutta Italia.
La manifestazione è intitolata  "12 novembre 2010: porte chiuse, luci accese sulla cultura". Aderirà alla mobilitazione anche il Fondo Ambiente Italiano  ed aziende del settore.
Si è visto, da poco, il cinema scioperare nel red carpet del Festival del Cinema di Roma ora ci pensano anche i musei. Speriamo che chi di dovere si renda conto che stanno tagliando le gambe a uno dei settori che è in grado di risollevare l’economia del paese.

Uno dei comici romani più amati, Enrico Brignano, è pronto per portare in scena uno degli spettacoli legati alla tradizione romana: “Rugantino”.

Uno spettacolo storico che ormai da più di cinquant’anni ha fatto il giro del mondo facendo conoscere la maschera romanesca, ora ritorna il 24 novembre in uno dei palchi più famosi della capitale, il teatro Sistina.
Rugantino è un personaggio sbruffone ma allo stesso tempo buono, un mix tra miseria e nobiltà. A fare da cornice alla spettacolo insieme a lui, ci sono Rosetta, il boia Mastro Titta, Eusebia.

Nello spettacolo con Brignano ritroveremo la celebre colonna sonora creata da Trovajoli, come Roma nun fa la stupida stasera, Ciummachella, e Tirollallero.

Il grande mattatore romano, Enrico Brignano, oltre a essere l’interprete in questa versione è anche il regista che ha deciso di guardare alla tradizione, con il ritorno in buca dell’orchestra come era nelle prime rappresentazioni del Rugantino.

Ad accompagnare Brignano vi saranno sedici solisti, mentre i costumi saranno quelli originali firmati da Giulio Coltellacci. Uno spettacolo storico, ma sempre attuale che sarà reso ancora più magico dal lavoro di Enrico Brignano, da non perdere.


Sottocategorie

Fatti di particolare evidenza della Capitale e dintorni.

Informazioni e notizie degli Uffici stampa specializzati di Roma e del Lazio.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.