Giovedì, 21 Febbraio 2019

amazon prime video

Notizie

Ultime news da Roma e provincia e dalla regione Lazio, ma anche comunicati di uffici stampa specializzati e video divertente e non solo.

E' stato inaugurato il 6 dicembre il nuovo spazio culturale di Roma, fortemente voluto dalla Provincia di Roma e promosso da Civita e Fandango.

Fandango Incontro nasce dopo i lavori di adeguamento e manutenzione di Palazzo Incontro a via dei Prefetti, come un vero e proprio caffè letterario con annessi libreria, spazi espositivi disposti su su due piani, bar e connessione wifi.

Per inaugurare l'evento, si è aperta negli stessi spazi la mostra "Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza", curata da Vincenzo Mollica e Mariella Pazienza in collaborazione con Stefano Caretti e Monica Mengoni dell'Associazione Nazionale Sandro Pertini. La mostra raccoglie 90 tavole che il noto fumettista ha dedicato al "presidente partigiano" tra gli anni 1978 – 1987.
Lo spazio diventerà a breve un nuovo luogo di incontro, scambio e dialogo, aperto al pubblico più vasto e con iniziative che spazieranno dalle conferenze, incontri, jamsession musicali, esposizioni e proiezioni, aperto dal mattino alla notte.

 

Nel periodo Natalizio vi sarà un appuntamento da non perdere: il 22 dicembre sarà inaugurata la mostra su Chagall all’Ara Pacis.

Si intitolerà “Il mondo sottosopra” la mostra dedicata a uno degli artisti più innovatori del Novecento Marc Chagall all’Ara Pacis di Roma.
In esposizione vi saranno centotrenta opere realizzate tra il 1917 e il 1982. Il comune denominatore delle opere in mostra? Un punto di vista diverso: il mondo visto al contrario rispetto ai canoni classici.

I disegni e dipinti provenienti dalle collezioni pubbliche e private, proporranno un mondo è capovolto che sfida le leggi della fisica debitrice della corrente surrealista.
La mostra sarà visibile dal 22 dicembre e durerà sino al 27 marzo, sarà, quindi , un appuntamento perfetto da gustare anche sotto le festività natalizie.
Una esposizione da non perdere per farsi trasportare dalle visioni personalissime di uno degli artisti più originali del secolo precedente.
Tra un mercatino natalizio e l’altro, dedicatevi alla cultura visitando questa mostra.

La mitica attrice Eleonora Duse, indimenticata musa di diversi grandi artisti del '900, è al centro di una splendida mostra allestita al Complesso del Vittoriano. Il tema è la cornice artistica di questa grande figura di donna. Per molti versi complessa e contraddittoria, la divina Eleonora ha rappresentato per molti anni una sorta di identità nazionale, diventando un'icona non solo del mondo teatrale ed artistico, ma forse soprattutto di quello sociale e civile dell'Italia post-unificazione.
Bozzetti, dipinti, abiti, fotografie e locandine dell'epoca consentono di percorrere la ricostruzione di una figura emblematica, la cui indipendenza di pensiero e la intrapredenza imprenditoriale hanno guidato la creazione artistica di grandi esponenti di fine '800 ed inizio '900.

La mostra rientra nella serie di eventi organizzati in occasione della Celebrazione del 150° Anniversario dell’unificazione dell’Italia. L'esposizione è organizzata secondo due sezioni, una incentrata alle vicende biografiche dell'attrice ed una seconda dedicata completamente alle moltissime tournée intraprese dall'attrice durante la sua favolosa carriera, nell'arco di quasi 40 anni (1885 - 1924), passando per Sud America, Africa, Russia, Europa e Stati Uniti. In ogni luogo, la Duse fu non solo amata, ma in alcuni casi addirittura osannata, contribuendo a diffondere nel mondo il largo successo del teatro italiano.


Sono il gruppo rivelazione del 2010, le radio non fanno che trasmettere i loro brani, da dicembre saranno nei palazzetti di tutta Italia. Stiamo parlando dei Modà che tra pochi giorni saranno a Roma all’Atlantico Live.

Il 15 dicembre la celebre band italiana farà tappa anche nella capitale con il loro “La Notte Tour” nome ispirato dall’ultimo singolo che è tra i più scaricati da iTunes e trasmesso da tutte le radio a cui seguirà un nuovo disco nel 2011.
I Modà sono Francesco Silvestre (voce), Enrico Zapparoli (chitarra acustica), Diego Arrigoni (Chitarra elettrica), Stefano Forcella (basso) e Claudio Dirani (batteria).
Ognuno di loro proviene da un’esperienza diversa musicale che fondendosi insieme ha dato vita a uno dei gruppi più originali dell’attuale panorama musicale italiano.
I Modà amano le perfomance live che sono la loro dimensione.
I loro spettacoli dal vivo si caratterizzano proprio perché energici ed emozionanti.
La loro scalata al successo è stata graduale
. Il loro primo contratto discografico è del 2004 con i loro primo disco Ti amo veramente. Nel 2005 i Modà partecipano a Sanremo giovani con il brano Riesci a innamorarmi.
Nel 2006 il loro singolo Quello che non ti ho detto (scusami) arriva al quarto posto e rimane alla top 5 per più di un mese.
La conferma del loro duro lavoro arriva però quest’anno con il premio
Wind Music Awards (Italia1) presso l’Arena di Verona come rivelazione dell’anno, e  un riconoscimento ai Venice Music Awards (Rai2) come band rivelazione dell'anno.
Ora sono i tutta Italia con un fantastico tour che non deluderà sicuramente!

Kledi Kadiu è conosciuto dal pubblico televisivo per le sue numerose apparizioni nei programmi di Maria de Filippi.
In questi anni si è distinto per il suo talento artistico nella danza. Da stasera sarà al Teatro Italia con Emanuela Bianchini con lo spettacolo Non solo Bolero.

Uno spettacolo coinvolgente tenuto dalla compagnia di danza Myula Sungani, che sarà in scena dal 7 al 12 dicembre.

La rappresentazione vede un gruppo di persone che incontratosi insieme in un luogo si trovano a raccontare la propria storia.
Le vicende narrate saranno dal forte sapore etnico che vengono narrate anche attraverso una scansione di carattere ritmico.
Ogni storia echeggia una grande opera ma vengono narrate in modo cinematografiche.
Questo grazie alla visione contemporanea della vita di Myula Sungani, importante coreografo italo-africano, celebre per avere creato opere per ballerini come Raffaele Paganini.
Questa volta invece Sungani ha voluto Kledi, in quanto cercava in ballerino forte ed intenso in grado da affiancare la bravissima Emanuela Bianchini.
Uno spettacolo dalla coreografie suggestive da non perdere da stasera al Teatro Italia.

Come ogni anno torna il consueto appuntamento dell’8 dicembre in Piazza San Pietro, giornata in cui oltre al tradizionale Angelus del papa, per il quale accorrono orde di fedeli, verrà scoperto ed inaugurato il tipico presepe con annesso albero di Natale (quest’anno proveniente da Bressanone).

Anche quest’anno come ogni Festa dell’Immacolata che si rispetti, il Papa Benedetto XVI reciterà l’Angelus dalla sua finestra di Piazza San Pietro.

L’evento potrà essere seguito in diretta su Raiuno, Skytg24, Telepace e TV2000 a partire dalle 11.55

Nel pomeriggio, sempre di mercoledì 8 dicembre, vi sarà l’ Omaggio all’Immacolata in Piazza di Spagna, anch’esso in diretta dalle 15.55, a conclusione della lunga giornata di devozione della cittadinanza romana con il pellegrinaggio alla statua della Vergine dell’elegante piazza nella solennità dell’Immacolata Concezione di Maria.

Ad accogliere il Santo Padre, come di consueto, il cardinale vicario Agostino Vallini e il sindaco di Roma Gianni Alemanno.
La definizione del programma delle manifestazioni previste arriva dalla pontificia Accademia dell’Immacolata, che organizza dal 1938 l’accoglienza dei fedeli ai piedi del monumento mariano voluto da Papa Pio IX per ricordare la definizione del dogma dell’Immacolata (1854).





L’8 dicembre Roma e i suoi tesori saranno fruiti gratuitamente dai romani. Questo il “regalo” di Roma Capitale che ha deciso in occasione di questa festività di aprire ai romani le ricchezze di Roma e di mostrare la varietà dell’offerta culturale.

Se decidete di andare al centro di Roma l’8 dicembre per fare qualche acquisto natalizio è l’occasione giusta per andare a vedere qualche museo che non avete mai avuto il tempo. È semplice basta consegnare il vostro documento di riconoscimento che convalidi il fatto che siete romani e l’entrata è gratis!

Quali sono i musei che aderiscono a questa iniziativa pre-natalizia?
Le strutture museali del Sistema dei Musei Civici gestito da Zetema Progetto Cultura
.

Vi elenchiamo qui le strutture: MACRO, Museo dell’Ara Pacis, Museo Barracco, Museo delle Mura, Museo di Roma Palazzo Braschi, Musei Capitolini, tra cui anche Palazzo Senatorio che di solito è chiuso al pubblico con visite guidate dalle 9 alle 20.
Poi vi sono la Centrale Montemartini, i Mercati di Traiano, il Museo dei Fori Imperiali, Museo della Civiltà Romana, Museo Napoleonico, Museo Carlo Bilotti all’Aranciera di Villa Borghese, Museo Pietro Canonica, Museo di Roma in Trastevere, Musei di Villa Torlonia, Planetario e Museo Astronomico, Museo Civico di Zoologia.
Aderisce all’iniziativa anche il MIBAC con l’apertura del Colosseo!
Insomma l’8 dicembre tutti gli appassionati d’arte avranno l’imbarazzo della scelta! Mi raccomando cogliete l’occasione di avvicinarvi all’offerta culturale romana.

Tutto pronto per il grande concerto di Anna Oxa a Roma che con questo nuovo “Proxima tour” torna sulle scene dopo anni di assenza. Il tour prende il nome proprio dal suo ultimo album “Proxima”, anticipato dal singolo “Tutto l’amore intorno”. 
Lo spettacolo, che si terrà stasera all’Auditorium di Roma e che nel mese scorso è approdato nei principali teatri di molte altre città italiane, si avvale di una scenografia molto particolare. Si tratta di un concerto straordinario che, tra continui cambi d’abito pazzeschi, trasformazioni e sperimentazioni di suoni, ci stupirà con una Oxa nuova e, come sempre, in splendida forma.

La serata si articolerà in due momenti: il primo esplorerà il nuovo album della cantante, il secondo ripercorrerà invece i suoi fantastici pezzi storici. Sarà una opportunità speciale per accostarsi ad Anna Oxa nella sua spettacolare evoluzione, entrare nel suo cammino, ritornare agli esordi e conoscere la sua nuova poesia e la sua nuova ricerca.

Ha aperto al pubblico il primo dicembre,la casa sul lungotevere di Alberto Moravia, dove lo scrittore si trasferì nel 1963.
Fu la casa dove visse con la compagna Dacia Maraini, ma anche lo studio dove compose capolavori della letteratura italiana come ‘La vita interiore’, ‘L’uomo che guarda’, ‘Il viaggio a Roma’.
E sono proprio la dimensione privata e quella di scrittore che si colgono camminando attraverso le stanze. La cucina anni ’70, la camera da letto, il salotto con terrazzo che si affaccia sul Tevere; poi la scrivania di legno creata dall’amico scultore Sebastian Shadhauser, su cui Moravia scriveva con la sua Olivetti 82.
A testimonianza dell’incontro tra l’uomo e l’artista, quadri dei più grandi pittori italiani, come Renato Guttuso, Mario Schifano, Sergio Vacchi, Giulio Turcato, Corrado Cagli, Lorenzo Tornabuoni, Leonardo Cremonini, Onofrio Martinelli e Adriana Pincherle.
Vasta e preziosa la biblioteca personale di Moravia: libri che vanno dalla letteratura italiana a quella straniera, dalla psico-analisi alla politica. Un archivio definito dalla Soprintendenza Archivistica per il Lazio ‘di notevole interesse storico’.
La Casa Museo Alberto Moravia apre in occasione dell’anniversario del 103°anno dalla nascita dello scrittore romano (1907-1990), che alla capitale ha dedicato una notevole parte della sua produzione letteraria.
Dono degli eredi di Moravia al Comune di Roma, la Casa Museo si propone come un luogo per conoscere e studiare uno dei più grandi scrittori italiani.

Casa Museo Alberto Moravia, lungotevere della Vittoria,1
Entrata soltanto su prenotazione obbligatoria con visita guidata. Per le prenotazioni chiamare il numero 06.42888888. 


 

Raccogliere la dimensione dell’economia radicata sul territorio. Incontrare le necessità delle piccole e medie imprese. Non assecondare la logica delle attività concentrate e dominanti. Creare una “casa dell'artigianato”. Non solo parole ma fatti. E così un premio speciale è andato, come ogni anno dal 2003, nella giornata del 29 novembre, a 30 artigiani romani, attivi da 30 anni. Impegnati a diffondere l’artigianato romano, il “Made in Rome”, nel mondo. Impegnati a rinforzare l’identità e le tradizioni della Capitale dove non mancano Centri di Formazione Professionali e Scuole d’Arte e dei Mestieri.

I premi sono stati conferiti ai Musei Capitolini dal sindaco Gianni Alemanno e dall'assessore alle Attività Produttive, Davide Bordoni.

Un’apposita commissione ha scelto, in base a varie caratteristiche, i “30 Maestri dell’Artigianato”. Sono state premiate professioni antiche (pasticciere, confettiere, fabbricante di ombrelli di arredo, marmista, panificatore) che nonostante i cambiamenti e le evoluzioni sociali hanno mantenuta intatta la richiesta. Ma sono state premiate anche professioni “meno note”, come il “creatore di soldatini”, il “bottonaio”, il “riparatore di bilance” e la “creatrice di biancheria personalizzata per yacht di lusso”. Il Premio Speciale è andato all’orafo Giuliano Ansuini la cui tradizione, tramandata da padre in figlio, ha “occupato” ben sei generazioni.

Raccogliere la dimensione dell’economia radicata sul territorio. Incontrare le necessità delle piccole e medie imprese. Non assecondare la logica delle attività concentrate e dominanti. Creare una “casa dell'artigianato”. Non solo parole ma fatti. E così un premio speciale è andato, come ogni anno dal 2003,  nella giornata del 29 novembre, a 30 artigiani romani, attivi da 30 anni. Impegnati a diffondere l’artigianato romano, il “Made in Rome”, nel mondo. Impegnati a rinforzare l’identità e le tradizioni della Capitale dove non mancano Centri di Formazione Professionali e Scuole d’Arte e dei Mestieri.

I premi sono stati conferiti ai Musei Capitolini dal sindaco Gianni Alemanno e dall'assessore alle Attività Produttive, Davide Bordoni.  

Un’apposita commissione ha scelto, in base a varie caratteristiche, i “30 Maestri dell’Artigianato”. Sono state premiate professioni antiche (pasticciere, confettiere, fabbricante di ombrelli di arredo, marmista, panificatore) che nonostante i cambiamenti e le evoluzioni sociali hanno mantenuta intatta la richiesta. Ma sono state premiate anche professioni “meno note”, come il “creatore di soldatini”, il “bottonaio”, il “riparatore di bilance” e la “creatrice di biancheria personalizzata per yacht di lusso”. Il Premio Speciale è andato all’orafo Giuliano Ansuini la cui tradizione, tramandata da padre in figlio, ha “occupato” ben sei generazioni.

Mancano ancora pochi giorni e finalmente, per la gioia dei più piccoli (anche dei più grandi che li accompagneranno!), si potrà assistere allo spettacolo più atteso, il PlayHouse Disney Live.

Tutti siamo cresciuti con i personaggi Disney. Non appena vi è un cartone in televisione ogni scusa è buona per riuscire a guardarlo, così come quando la Disney fa uscire nelle sale cinematografiche una nuova pellicola i più grandi diventano piccoli e per qualche ora si torna spensierati come un tempo.
Il sogno di molti è quello di andare ad Euro Disney a Parigi per poter vedere dal “vivo” Topolino, Minnie, Paperino, Winnie the Pooh e tanti altri.
Ora proprio i loro beniamini Disney sono arrivati in Italia con uno spettacolo coinvolgente adatto per i grandi e per i piccoli.
A Milano sono arrivati ieri mentre a Roma l’appuntamento è fissato il 7 dicembre all’Auditorium Conciliazione sino al 12 dicembre.
Il nome dello spettacolo si ispira al canale televisivo della pay tv in Italia Play House Disney. La perfomance live presenterà gli episodi delle quattro famose serie tv: Litlle Einsteins, Manny Tuttofare, Winnie the Pooh e la Casa di Topolino.
Musica, avventure emozionanti, storie di amicizia e tantissime cose da vedere e da fare. Questo e molto altro al Playhouse Disney Live, da non perdere!

Il fine settimana del 4 e 5 dicembre 2010 sarà dedicato al Secondo Convegno Nazionale dei Giovani dell'AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla.
Un momento di incontro e confronto tra gli esperti e i giovani affetti dalla malattia, che rientra all'interno del programma "Giovani Oltre la SM".
La Sclerosi Multipla è una malattia degenerativa che colpisce tra i venti e i trent'anni, proprio nel momento in cui ciascun individuo inizia ad intraprendere il proprio percorso di vita. Attualmente non esiste una cura che elimini la malattia, ma solamente delle terapie che ne attenuano momentaneamente i sintomi.
I giovani dell'AISM vogliono far capire che la Sclerosi Multipla non è un impedimento alla realizzazione dei propri progetti di vita, ma solamente un percorso differente. Non sono persone tristi costrette sulla sedia a rotelle, come l'immaginario comune potrebbe far credere, bensì giovani pieni di proposte e propositi per sé stessi e tutti coloro che convivono con la Sclerosi Multipla.
Dal 2005 l'AISM realizza iniziative specifiche per i giovani: incontri, libri, convegni, seminari on line, ma anche feste e concerti come quello del gruppo reggae Radici nel Cemento che si terrà sabato 4 al Black Out di Roma.

Dall'1 al 2 dicembre l’arte è al servizio del problema ambientale. Lo straripamento delle acque, e le problematiche del suo utilizzo senza regole è al centro del progetto di Romaecoart Picture&Jazz.

L’idea parte dall’associazione Project 33 in collaborazione con Roma Capitale. L’obiettivo è quello di sensibilizzare sul rispetto ambientale e su un utilizzo ragionato di uno dei nostri beni più preziosi, l’acqua.
Giovani artisti emergenti hanno così deciso di comunicare e documentare con la fotografia e la musica jazz l’emergenza che oggi si sta vivendo.

Opere d’arte che attestano l’impatto ecologico. L’appuntamento è al Room 26 dalle 18 alle 24 dove sarà possibile assistere a performance live di sei  gruppi jazz che si alterneranno sul palco, e ammirare le opere di un gruppo di fotografi emergenti del Progetto Arti Visive(P.A.V.).
Gli artisti sono gli osservatori privilegiati del mondo e della nostra realtà, tutto ciò che ci circonda può essere per loro fonte d’ispirazione. L’emergenza ambientale non può che essere fonte di riflessione per documentare, con opere dal forte impatto emotivo, quello che sta accadendo al nostro pianeta.

L’iniziativa è di quelle che mettono tutti d'accordo. L'obiettivo è quello di ridurre drasticamente il traffico a motore dalle arterie viarie che partono da Piazza del Popolo, in particolare Via del Corso e via di Ripetta. Rimane fuori dal programma, almeno per ora, via del Babuino, che rimarrà aperta al traffico ma non vi sarà consentito il parcheggio. Per le prime due, fino alle 11 del mattino sarà consentito il traffico destinato alle attività di carico e scarico merci e quello dei residenti, dopodiché le strade verranno interdette mediante la fuoriuscita delle colonnine a scomparsa.
Il progetto terminerà nel 2013 ed include anche strade trasversali tra cui via dei Condotti, via del Vantaggio e via Mario dé Fiori, e due piazze, San Silvestro e Augusto Imperatore. Oltre a passeggiata di Ripetta e via Trinità dei monti, al termine del progetto i residenti della zona potranno usufruire delle grandi aree di sosta che saranno realizzate nelle vicinanze. Stando a quanto previsto nel piano, è prevista l'ultimazione del parcheggio di piazza Cavour entro Natale 2011, quello di lungotevere Arnaldo da Brescia entro maggio 2012 e quello del sottopasso dell'Ara Pacis entro la fine del 2013.

Finisce oggi, 28 novembre 2010, al Teatro Eliseo di Roma, l’adattamento teatrale di Samuel Adamson dell’omonimo film di Pedro Almodovar (1999) "Tutto su mia madre". Questo film capolavoro pluripremiato nel 1999 con un Oscar, più un Gran Premio a Cannes, è ora anche uno spettacolo teatrale. Adattato per la scena dall’autore inglese si sposterà martedì 30 novembre a Verona e poi dal 7 dicembre a Napoli. Decisamente da non perdere.

Gran successo del cast di attori. Grande acclamazione ha avuto a Roma l’interpretazione di Manuela da parte di Elisabetta Pozzi, Alvia Reale (Huma Rojo), Eva Robin’s (grande nei panni di Agrado), Paola Di Meglio, Alberto Fasoli, Silvia Giulia Mendola (suor Rosa), Giovanna Mangiù, Alberto Onofrietti  per la  regia di Leo Muscato, produzione Fondazione Teatro Due e Teatro Stabile del Veneto.

Spirito, passione e pathos sono gli stessi del film, con andamento ‘struggente’ ma pieno di umorismo.
Tanti e scabrosi i temi trattati, commovente e forte l’amore, la morte, la sessualità e la maternità, fino al nuovo concetto di famiglia, padri che sono poi ‘madri’ in una unione essenziale, calda e avvolgente comunque! Bella la complicità tra le donne. Attuale e sempre moderno, recitato in modo esemplare, è semplicemente bellissimo!!!

 

E' stato definito l'evento "social" più "cool" del settore! Un modo nuovo di incontrarsi e fare business. Le edizioni di ShocktheMonkey sono due: a Milano nel mese di maggio (nel 2010 alle Officine del Volo) e a Roma nel mese di novembre. (il 24.11.2010 alle Officine Farneto). 

 A Roma una piacevolissima occasione per visitare il nuovo spazio ‘trendy’ nel parco di Monte Mario, Le officine Farneto, ex magazzino di casermaggio al Foro Italico, possono ospitare fino a 1500  persone in piedi, dispongono di un parcheggio esterno che ospita fino a 300 auto (parcheggio + strada privata limitrofa) e 1200 metri di esposizione interni, ottimale per la comunicazione e gli eventi…. Bello il soppalco, e bello globalmente l’ampio loft.

Pomeriggio con cena a buffet e cocktail finale, dalle 16 alle 22, è ormai tradizione da tre anni in una location di grande appeal con catering non-stop, musica e spettacolarizzazione per tutta la durata dell'evento, ShocktheMonkey offre e garantisce la possibilità di concrete occasioni di business, grazie ai numerosi e selezionati buyers, espositori di alto livello nel campo del catering, catene alberghiere ed eventi che intervengono alla serata. L'anno prossimo, venite anche voi.

 

 

L’appuntamento,promosso annualmente dal Banco Alimentare l’ultimo sabato di novembre, invita a fare la spesa per chi non può permetterselo. All’uscita di diversi supermercati di Roma, i volontari raccoglieranno la spesa che si intende donare. Gli alimenti più necessari sono prodotti di base come olio, pelati e sughi, legumi in scatola, tonno e carne in scatola, e quelli per i bambini, come gli omogeneizzati.
Non vengono accettati prodotti deperibili e denaro.
L’evento, organizzato dal 1997, è un impegno civile contro l’ormai sempre più diffuso fenomeno della povertà, e coinvolge a livello nazionale 100.000 volontari, che raccolgono generi alimentari donati da 5 milioni di italiani.
Nel 2009, nei 7000 punti vendita aderenti, sono state raccolte 8600 tonnellate di alimenti, per un valore di 29 milioni di Euro.
Secondo l’Istituto Nazionale di Statistica, con riferimento allo scorso anno, la percentuale relativa di povertà nel nostro paese è del 10,86%, mentre quella assoluta del 4,7%. Per la Caritas, le sacche di povertà del nostro paese sono in realtà più profonde, arrivando a toccare anche famiglie non immediatamente individuabili come ‘povere’, ad esempio quelle con un reddito e/o casa di proprietà.
Ecco perché quest’anno la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare assume un valore particolarmente importante. Basta anche un gesto, piccolo per noi, ma fondamentale per chi lo riceve.
“La Carità è il dono più grande
che Dio ha fatto agli uomini …
perché è amore ricevuto e amore
donato (Caritas in Veritate)”.

Una delle cantanti più trasformiste del nostro panorama musicale è tornata con un nuovo album di inediti e con dei nuovi concerti: Anna Oxa e il suo Proxima Tour

Anna Oxa era quattro anni che non si esibiva e non usciva con un nuovo disco, dopo un periodo di silenzio la grande artista è tornata per regalare al suo pubblico uno spettacolo emozionante che sarà carico di originalità; non un semplice concerto, ma un vero e proprio spettacolo.
A Roma il Proxima tour farà tappa il 6 dicembre nell’abito della rassegna Natale all’Auditorium.

Sembra sicura la sua partecipazione a Sanremo 2011. Anche dalla famosa kermesse italiana la Oxa erano anni che non partecipava, c’è quindi grande curiosità sulla sua esibizione e sul suo brano sanremese.
L’ultimo album della Oxa è uscito il 28 settembre
ed è stato anticipato dal singolo Tutto l’amore del mondo scritto da Ivano Fossati con il quale duetta alla fine del brano.
Nel nuovo album la Oxa ha collaborato con diversi artisti come Pacifico, i Baustelle, Marco Pierini, Marco Mattei,  Paolo Archetti Maestri, Neri e Ceroni.
L’ultimo album è stato per la Oxa un vero e proprio progetto in evoluzione “un percorso di pura sperimentazione, in un connubio suono-materia mai scissa. La ricerca si manifesta attraverso stravolgimento e ricollocazione. Strutture, trame e volumi come forma del suono e generanti lo stesso. Tra pensiero libero, arte, consapevolezza, etica... verso il futuro.
Nuovo album e nuovo look. Una delle caratteristiche di Anna Oxa è che dal 1978 anno del suo esordio non si è mai stata uguale a se stessa.

E’ un’artista che sa trasformarsi e riesce a stupire con il suo look sempre di tendenza.
Tutti i suoi fan potranno ammirarla e ascoltarla all’Auditorium Parco della Musica il 6 dicembre 2010.


Dal capolavoro comico di Neil Simon alla regia di Francesco Tavassi. Dal cinema al teatro. Dal maschile al femminile. Da  Walter Matthau e Jack Lemmon a Mariangela D’Abbraccio e Emanuela Kustermann.  

Era il 1968 quando la coppia Mattahu-Lemmon, perfetta e affiatata icona del cinema americano, indossa i panni di Oscar Madison e Felix Ungar, nella commedia “La strana coppia”. Una pièce vivace e spumeggiante che 32 anni dopo ottiene il diciassettesimo posto nella classifica delle migliori cento commedie americane di tutti i tempi. Ed è proprio dal 23 novembre e fino al 5 dicembre che  “La strana coppia”, questa volta formata dal binomio D’Abbraccio- Kustermann, regaleranno, in un contesto tutto femminile, questo capolavoro di divertimento intelligente, al pubblico del Teatro Ghione.

Le voci dei due attori americani risuonano ancora, nonostante l’età della pellicola, in quelle esilaranti battute del tipo: “Tutto quello che fai mi irrita. E quando non ci sei mi irrito pensando a quello che farai quando torni”, ma è solo per un attimo. Il tempo di un sipario che si alza e di due attrici, sul palcoscenico italiano,  che sanno  sfruttare ogni opportunità comica senza remore intellettuali in uno scambio di  vicende attuali e di battute senza respiro.

Sottocategorie

Fatti di particolare evidenza della Capitale e dintorni.

Informazioni e notizie degli Uffici stampa specializzati di Roma e del Lazio.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.