Giovedì, 20 Giugno 2019

amazon prime video

Comunicati

Informazioni e notizie degli Uffici stampa specializzati di Roma e del Lazio.

Sono ancora avvolti nel loro affascinante alone di mistero i frammenti di cinque statue e un busto di Zeus rinvenuti durante la campagna di scavo attualmente in corso lungo la via Anagnina.

L'annuncio è dello scorso 8 febbraio, da parte del sottosegretario ai Beni Culturali Francesco Giro, della soprintendente ai Beni Archelogici Anna Maria Moretti e del responsabile dello scavo Roberto Egidi.

Sei busti di finissima fattura, risalenti probabilmente al III secolo dopo Cristo, tra i quali campeggia la statua di Zeus. Lo scavo iniziò la scorsa estate in seguito al rinvenimento di una villa romana al principio dei lavori di adattamento della zona a spazio verde pubblico. Si tratta di una dimora di campagna che nascondeva i sei pezzi in una vasca centrale, sembrerebbe gettati lì alla rinfusa.

I frammenti si trovano ora nei depositi del Museo delle Terme di Diocleziano dove attendono finanziamenti per avviare le indagini scientifiche e i lavori di restauro. Dopo i lavori, annuncia Francesco Giro, saranno esposti alle Terme di Diocleziano.

Aprirà i battenti il 2 marzo 2011, la mostra romana, più attesa dell’anno, stiamo parlando di Lorenzo Lotto alle Scuderie del Quirinale.
Ancor prima di vedere dal vivo come sarà la mostra monografica del grande pittore veneziano, ben 10.000 persone hanno prenotato la visita.

Sembra che per le Scuderie del Quirinale siano degli anni fortunati, visto che l’anno scorso, con Caravaggio, si sono battutti tutti i record. Basta pensare che, ancor prima dell’apertura, si erano registrate ben 50.000 prenotazioni! Per un totale di 600.000 visitatori per l’intera durata dell’esposizione.
L’obiettivo è quello di superare il record dello scorso anno, e siamo già sulla buona strada.
Alla faccia di chi dice che in Italia ci si interessa poco alla cultura, così come, che le persone non sono affascinanati dall’arte.
C’è una schiera di appassionati e curiosi che invece, fanno di tutto pur di strappare l’ambito biglietto, di quella che si preannuncia la mostra romana dell’anno.
Sicuramente, la retrospettiva di Lorenzo Lotto, sarà un evento eccezionale, forse la maggior esposizione mai dedicata al maestro veneziano.
Diverse opere proverranno dai paesi stranieri, ben 38 saranno i dipinti italiani di cui 17 restaurati per questa occasione.
Tutti gli amanti di questo grande artista potranno ammirare in un colpo solo ben 11 pale d’altare.
Il conto alla rovescia è cominciato, voi ci andrete?

Un felice connubio gastronomico e culturale per presentare una collezione di scatti d’autore di famosissimi artisti internazionali tra cui Warhol(creativo e geniale), Mollino (con la sua privacy e riservatezza), Schifano (con la sua sprizzante energia), Morimura (autore di iconografie miscelate con Oriente ed Occidente) e Araki (erotico e sofisticato). Ad organizzare la mostra “Polaroid” è la Galleria Doozo, metà sushi bar e metà libreria, con la collaborazione del Polaroid Artist Support Program. L’esposizione riporta in auge la suggestiva epoca delle prime macchine fotografiche, ripercorrendo 50 anni di storia della fotografia.

Per accompagnare il percorso espositivo, i visitatori potranno assaggiare le specialità sushi del ristorante Doozo, unendo in tal modo il piacere della gola a quello intangibile di una interessante vista. La mostra rappresenta inoltre un omaggio al sogno “The Impossible Project” di EdwinLand, che presentò il brevetto dei filtri polarizzanti e fondò la Polaroid Corporation nel 1937.

Gli scatti rimarranno esposti fino al 26 febbraio 2011. La Galleria Doozo si trova in via Palermo n.51/53 (zona Esquilino).

Ieri è iniziato il tanto atteso Festival di Sanremo. La curiosità per i  cantanti e le nuove canzoni, in parte è stata soddisfatta.
Noi di Ez Rome è un po’ di tempo che seguiamo una cantante romana emergente,  Nathalie, vincitrice dell’ultima edizione di X Factor.

Dopo la vittoria del celebre talent show di Rai Due,  Nathalie è stata scelta da Gianni Morandi per partecipare al kermesse sanremese.
Nathalie ha accettato, anche se come ha affermato in  una intervista a Vanity Fair, il mondo di lustrini non appartiene alla sua realtà, decidendo di portare una canzone scritta da lei dal titolo, Vivo sospesa.
Ieri sera si è esibita per la prima serata, con una performance che non ha deluso i suoi fan.
Una esibizione semplice, senza effetti speciali, dove a far da padrone era il pianoforte e la sua voce potente e delicata allo stesso tempo.
Una esibizione e una canzone raffinata che speriamo sia apprezzata dal pubblico di Sanremo.
Al termine del Festival, Nathalie comincerà il suo tour per le città italiane, che prende il nome dal singolo sanremese; Vivo sospesa.
Il tour di Nathalie terminerà a Roma, nella sua città natale all’Auditorium Parco della Musica. La sua esibizione live sarà a Maggio 2011. In attesa di sentirla dal vivo, speriamo che in “Punta di piedi” Nathalie riuscirà a conquistare il pubblico di Sanremo.
Noi continueremo a seguirla.

Nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ricorre anche il 162esimo anniversario  della Costituzione della Repubblica Romana del 1849, la cui copia originale è ora in esposizione ai Musei Capitolini.

Il volume con la Costituzione, sarà nella Sala dei Capitani fino al 20 febbraio, per poi fare ritorno alla Biblioteca Augusta di Perugia. La costituzione sanciva la laicità dello stato e l'abolizione della pena di morte: la Repubblica Romana fu il secondo Stato al mondo ad abolirla, dopo il Granducato di Toscana.

Ad inaugurare l'esposizione è stato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, alla presenza,  tra gli altri del presidente del Comitato dei Garanti per le Celebrazioni dei 150 anni dell' Unità d' Italia Giuliano Amato, il direttore dei Musei Capitolini, Claudio Parisi Presicce, e il professor Lucio Villari, ordinario di Storia Contemporanea.

Di fatto la Repubblica Romana è stata "un antefatto, il vento anticipatorio della Repubblica italiana", motivo per cui il sindaco Alemanno ha sottolineato come questo anniversario si colleghi a quello per i 150 anni dell'Unità Nazionale.

Sino al 6 marzo 2011, una delle attrici romane più amate, Nancy Brilli, sarà in uno dei teatri  storici della capitale, il Sistina.

Era un po’ di tempo che Nancy Brilli non era al teatro, dopo svariati lavori televisivi e recentemente cinematografici, eccola con tutta la sua verve e carica ironica, in uno spettacolo, che sembra cucito per lei.
Il titolo è dalle valenze simboliche: sette, un numero che richiama i  vizi capitali, vissuti da 7 donne interpretate dalla Brilli.
La Brilli interpreterà quindi sette donne, con  diverse vite, esperienze legate alla modernità , alle fobie e nevrosi del nostro mondo.

Troveremo  nel palco: la lussuria, l’accidia, la gola, l’invidia, la superbia, l’ira e l’avarizia.

A descrivere queste donne ci sono dei grandi autori tra cui segnaliamo Franca Valeri per l’ira e Paolo Villaggio per l’avarizia.
La Brilli nel palco sarà in compagnia, ad accompagnare i suoi monologhi vi saranno i musicisti Dosto&Yevski e la Musicomix Orchestra, che aiuteranno la grande attrice a creare situazioni divertenti tutte da ridere.
Sino al 6 marzo uno spettacolo sulle donne, assolutamente da non perdere.

Dal 10 febbraio al Teatro dell’Opera di Roma è tornato uno dei balletti più celebri ed apprezzati di tutti i tempi, Il lago dei cigni. Lo spettacolo, che conta il maggior numero di repliche sul palcoscenico del Costanzi, si protrarrà fino al 20 febbraio. Si tratta della elegante e fortunata versione creata da Galina Samsova nel 1996 per lo Scottish Ballet.

Nel cast l’atteso ritorno di Irina Dvorovenko, che si esibirà con José Manuel Carreño, entrambi primi ballerini dell’American Ballet Theatre. Nelle repliche la giovane Alessandra Amato, uno dei diamanti della compagnia capitolina, si alternerà con due principi fuoriclasse, Igor Yebra e Robert Tewsley.

Tra i divertissement di corte e il lirismo degli atti bianchi musicati da Pëtr Il’ičČajkovskij, Il lago dei cigni narra la struggente favola d’amore tra il giovane Siegfried e la bella principessa Odette, trasformata in cigno dal perfido mago Von Rothbart, così da renderla sua prigioniera. L’amore eterno riuscirà però a rompere l’incantesimo. È proprio questo contrasto tra bianco e nero che non smette di affascinare il pubblico, facendo registrare al botteghino una serie lunghissima di “tutto esaurito”.

C’è chi la ho ha definito la ‘risposta europea al Cirque du Soleil’. E’ il Circo Acquatico, ora all’Eur (e che si sposterà dal 4 marzo a lato del Gran Teatro a via di Tor di Quinto) in Via Cristoforo Colombo all’angolo con via Oceano Pacifico (di fronte alcentro commerciale Eur Roma 2.

Ottima idea per le famiglie, anche per festeggiare in coppia San Valentino, è una buona idea anche per gli sconti che propone, fino a domenica 13 febbraio. Uno spettacolo che in Spagna ha visto più 1.300.000 spettatori in due anni. La rappresentazione, magnifica e altamente coreografica, si svolge in un magnifico acquario circolare. Alimentato da oltre 50.000 litri di acqua, l’acquario-show illustra una bellissima favola che prende spunto da un clown che cade accidentalmente in acqua e non sapendo nuotare raggiunge la profondità del mare dove vive avventure difficili e divertenti. Artisti umani e mondo animale marino in un connubio di gioia!

Le magiche creature del mondo sottomarino con il clown vivono bellissime acrobazie e lui stesso, impara tante cose. Felice del suo bagaglio torna su per raccontare il valore dell’amicizia. Una buona morale e una semplicità di fondo che incanta. Questo è il circo in cui animali marini e artisti (giocolieri, sirene, contorsionisti, danzatrici e atleti) ‘ipnotizeranno’ gli spettatori con luci, suoni, giochi d’acqua ed effetti speciali per due ore.

Circo Acquatico
fino al 13 febbraio
Roma Eur - Via C. Colombo angolo Oceano Atlantico
Fronte Centro Commerciale Eur Roma 2

Promozioni:

Solo per chi acquista i biglietti online,  lo spettacolo di sabato alle ore 21 ha prezzo scontato del 25%. http://www.ticketone.it/IT/Family/nc_id409879_pt529_Circo-Acquatico.html

Fino al 18 febbraio sarà in scena al Teatro dell’Opera ‘L’elisir d’amore’di Gaetano Donizetti, la cui programmazione avviene proprio in coincidenza con la festa degli innamorati. E a pieno titolo, si può dire, visto che ‘L’elisir’ è una tra le maggiori opere del melodramma romantico, seppure ricca dei toni buffi coi quali il genio bergamasco firmava le sue composizioni.
Ricerca un elisir con cui far innamorare di sé la bella Adina, Nemorino, ma egli finisce col ritrovarsi tra i fumi dell’alcol, che lo allontanano dalla sua amata. Sarà un susseguirsi di ripicche e di gelosie, di vendette e di passione, ma alla fine, con l’aria ‘Una furtiva lagrima’, l’amore tra i due trionferà, forse anche grazie all’elisir (‘Ei corregge ogni difetto ’).
E’ un melodramma giocoso ‘L’elisir’, dove l’elemento romantico si affianca a quello comico, facendone una rappresentazione della vita nei suoi aspetti contrastanti e a volte contraddittori.
La rappresentazione si inserisce nella ricca programmazione del Teatro dell’Opera, che da sempre si distingue per qualità e raffinatezza.

“La Poesia è di casa” si ripresenta anche quest’anno, fino al 14 maggio 2011, come la grande festa della poesia italiana. Per esaltarne le rime sono state scelte le Case della Cultura della capitale: la Sala Santa Rita, la Casa della Memoria e della Storia e la Casa dei Teatri.
L’edizione di quest’anno è focalizzata sul tema dei “Versi italiani” e rientra tra gli eventi che celebrano il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Ogni “Casa” presenta in tre giorni un particolare itinerario poetico: “Il flusso delle parole” nella Sala Santa Rita, “Storia d’Italia in versi” alla Casa della Memoria e della Storia e “Dall’epos al ludus” presso la Casa dei Teatri. Ci sarà spazio anche per i nuovi autori, che proporranno le proprie creazioni attraverso la lettura dei testi, accompagnati per l’occasione da esecuzioni musicali che ne esalteranno la bellezza.
Gli indirizzi delle sedi sono i seguenti:
- Casa dei Teatri: Villa Doria Pamphilj, Largo 3 Giugno 1849 (ingresso Arco dei Quattro Venti), 06.45460693
- Casa della Memoria e della Storia: via San Francesco di Sales n.5 (zona Trastevere), 06.6876543
- Sala Santa Rita: via Montanara n.8 (zona Piazza Campitelli), 06.67103780, 06.67104226, 06.67105568

L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il catalogo completo della manifestazione è scaricabile all’indirizzo http://www.culturaroma.it/CulturaRoma/xeditor/download?file_path=/attachment/files/000/000/084/Catalogo_completo.pdf.

Mercoledì 9 febbrario 2011, a cura degli studenti dell’Accademia Koefia , ‘Fleurs/Flowers’ … dalla natura al fatto a mano dell’uomo …, una sfilata con entrata dalle ore 21.00 in poi,  (per chi volesse cenare ad un prezzo concordato vi preghiamo di prenotare). L’evento è alle 22.00 allo Shari Vari di Roma di via Torre Argentina.

Sono i fiori l’ispirazione della collezione che gli studenti hanno realizzato: 42 capi di collezione completamente realizzata a mano attraverso la conoscenza delle più attuali tecniche sartoriali dell’Alta Moda. Lungimiranti,  i ragazzi con la loro proposta stilistica già lo scorso anno. Lo avevano intuito e le attuali passerelle del mondo lo hanno confermato. Ritorna il tema del fiore, sempre molto amato dagli stilisti, sembra quasi una profezia e soprattutto una esigenza quella di ritornare all’osservazione della natura per uscire da un tempo buio e quasi privo di sogni.

Questa passerella ci offre un trionfo floreale ricco di ricami, plissé, decorazioni e composizioni giocate nella più ampia scala cromatica. Tagli classici e d’avanguardia si fondono insieme dando così a questa collezione uno sguardo nel passato proiettato verso il futuro. Un universo di meraviglie: calle, rose, gardenie, margherite, giardini, antiche primavere, simboli, leggende e mitologie : una sintesi di fragranze e di  atmosfere che la natura ci offre.

Fleurs/Flowers nasce da un esercizio didattico indispensabile, o meglio obbligatorio, per la formazione di una completa figura professionale pronta a rispondere al mondo della moda che oggi come sempre richiede un estrema professionalità e capacità creativa. Compito dell’ Accademia  è di preparare gli studenti, i futuri stilisti  alla perfezione,  alla sapienza sartoriale,  come la nostra tradizione prevede. Shari Vari V. di Torre Argentina 78/V. de’ Nari 14 Roma

Il Teatro dell’Opera di Roma ha lanciato la campagna ‘Innamoratevi del teatro’, grazie alla quale, acquistando un biglietto per ‘Il ratto dal serraglio’, la celebre opera di Wolfgang Amadeus Mozart, è possibile scegliere altri due titoli.
Si può così creare un mini-abbonamento, affiancando all’opera di Mozart altre due opere, un’opera e un balletto, oppure due balletti. Gli spettacoli in cartellone tra cui scegliere sono: L'elisir d'amore, La Bohème, La battaglia di Legnano, Elektra, Bèjart, Balanchine, Robbins e La bayadère.
L’iniziativa intende offrire agli amanti dell’opera e del balletto, la possibilità di godere di una programmazione di qualità a prezzi accessibili, e contemporaneamente avvicinare un maggior numero di persone a una forma d’arte considerata un po’ di nicchia.
Il Teatro dell’Opera di Roma si impegna con successo da anni ad esprimere la ricchezza culturale della città attraverso la musica, grazie a un’orchestra, un corpo di ballo e un coro, il cui talento è riconosciuto e apprezzato a livello mondiale.
‘Innamoratevi del teatro’ durerà fino al 9 aprile, previa disponibilità di posti e con l’esclusione delle prime.

Dal 5 al 6 febbraio, dalle ore 12:00 alle 20:00, gli enofili romani potranno fare una prova sul campo dei nuovi vini “veri” nella bella cornice dell’Hotel Columbus in Via della Conciliazione, sede, appunto,  della manifestazione  «Vini Naturali a Roma».

Dalla terra al bicchiere e senza trucchi, da domani, a Roma un centinaio di “vini veri”, quale risultato di produzioni senza additivi e omologazioni, saranno a disposizione dei palati più esigenti. Nelle giornate della kermesse, il pubblico potrà  incontrare alcuni tra i produttori, italiani ed esteri, che hanno detto “basta” a quella logica di “standardizzazione” dei vini, buoni  e semplici, ma che si somigliano sempre più tra di loro con un appiattimento delle caratteristiche e della tipicità che dovrebbe, invece, contraddistinguere i vini provenienti dalle varie regioni.

Dalla volontà di fare un vino in modo naturale, rispettando i vitigni e riducendo gli interventi in cantina  sono nate anche alcune associazioni di produttori: Vini veri, VinNatur, Renaissance Italia che si occupano soprattutto della realizzazione di manifestazioni per far conoscere questo modo di “fare viticoltura”.

Tutte le informazioni sull’evento, sui produttori e i loro prodotti presenti a Roma nelle due giornate, nonché sulle precedenti edizioni sono disponibili sul sito internet www.vininaturaliaroma.com .

La capitale italiana della cultura, dell’arte e del turismo purtroppo non è sempre la capitale dell’accessibilità. Infatti, in troppi casi le moltissime possibilità offerte da Roma e dalla sua provincia non sono in grado di accogliere i diversamente abili. Ma in alcuni casi virtuosi le barriere motorie e sensoriali vengono superate. È il caso della guida “Viaggiare Informati nei Castelli Romani”, nata dall’encomiabile obiettivo di rendere fruibili e godibili quelle bellezze che rimarrebbero altrimenti inaccessibili ai disabili.

Realizzata dalla Onlus “Cooperative Integrate” (http://www.coinsociale.it/turismopertutti.php) nell’ambito di un progetto regionale che ha visto la promozione ed il finanziamento dell’assessorato alle Politiche Sociali e Famiglia della Regione Lazio, è possibile scaricarla gratuitamente nei formati elettronici più diffusi, compreso quello “mp3” (tipicamente utilizzato per gli audiolibri realizzati per non vedenti) dal sito Internet del Presidio Lazio (http://www.presidiolazio.it). I contenuti descrivono in maniera competente e dettagliata molte strutture, ponendo molta attenzione al grado di fruibilità degli ambienti ed evidenziando la presenza di locali adeguati o di eventuali barriere architettoniche. Un occhio di particolare riguardo è rivolto a tutte quelle strutture ricettive in grado di favorire l’integrazione lavorativa e sociale dei disabili.

Un piccolo passo avanti nel difficile ma possibile percorso di superamento degli ostacoli per tutti coloro che vorrebbero ma non sempre possono.

Quanto ci piace quando alcuni eventi si organizzano grazie al vociferare di Facebook, come quello che con Ez Rome stiamo per segnalarvi.
Dalla pagina ufficiale di Facebook del musical che quest’anno ha battuto ogni record, La Bella e La Bestia, si apprende che il 7 febbraio 2011 ci sarà l’evento Porte Aperte.

L’appuntamento è dalle 11 alle 18 e l’ingresso è gratuito. In che cosa consiste? Un’occasione per potere vedere da vicino come nasce il musical dei record. Potrete entrare nel dietro le quinte e ammirare come nascono i protagonisti. Assisterete al make up, alla prove di danza e canto e potrete incontrare il cast e avere gli autografi!
Partecipare è semplice, basta andare il 7 febbraio alle 11 al Teatro Brancaccio per potersi accreditare alle diverse attività che più vi interessano.
Chi parteciperà avrà delle grandi occasioni se acquisterete i biglietti per lo spettacolo il 7 febbraio questi saranno scontati al 50%!
Da non perdere!

Venerdì 4 febbraio alla Libreria Fanucci di Piazza Madama 8, quella di fronte al Senato, insieme alla presentazione di ASSAGENDA 2011 verrà offerto un aperitivo per il lancio della campagna Sinnos “I libri? Spediamoli  a scuola!” : un sostegno alla battaglia di quanti “non si arrendono” e continuano ad impegnarsi per far appassionare i più piccoli alla lettura! E da oggi la campagna ha anche la sua colonna sonora: L’azionista (testo e musica di Simone Saccucci), eseguita dal vivo, in anteprima, durante la presentazione! La volete sentire? E' sul sito della campagna e su youtube http://www.youtube.com/watch?v=hxhDuYU5Jx8.

La Campagna promossa da Sinnos “I libri? Spediamoli  a scuola!” vuole promuovere – attraverso un circolo virtuoso tra cittadini, scuola e libreria – una piccola rivoluzione culturale che parta dal basso: oggi più che mai c’è bisogno di libri (e di libri nelle scuole)! E non dimentichiamo che l’articolo 4 della nostra Costituzione ci ricorda che ogni cittadino ha il dovere di sostenere il “progresso materiale o spirituale della società”.

Diventare “azionisti di biblioteche” è semplice: cliccate sul logo della campagna sul sito www.sinnoseditrice.org e scoprite nei dettagli il progetto e come aderire.

E...... hanno detto della campagna:

Corriere della sera: «[…] insegnanti, librai, bibliotecari, studenti e semplici cittadini possono così innescare un circolo virtuoso. Più libri a scuola, più futuri lettori».

L’Unità: «Sarebbe un bel segno se il paese reagisse al periodo oscuro da cui (si spera) sta trovando il modo di uscire, offrendo dei libri ai propri figli».

Panorama.it: «Un progetto salva-menti».

State cercando di conquistare la vostra lei, o al contrario volete litigarci? Benissimo, non perdetevi i consigli che vi darà Dario Cassini nello spettacolo,  al Teatro Parioli dall’11 febbraio, dal titolo Passerotto puoi andare via.

Uno spettacolo esilarante che ha come bersaglio l’universo femminile. Il punto di vista è quello degli uomini che molte volte fanno fatica a stare dietro alle loro fidanzate.
Le donne fan di Sex and the City, la donna in vacanza sono esseri difficili da comprendere per il più semplice universo maschile.
Cassini dal palco di Colorado approda al Teatro Parioli con uno spettacolo dedicato agli uomini.
Al suo fianco vi saranno i Panpers il duo comico di Colorado che lo affiancheranno in gag esilaranti.
Il Professor Rimorchio è pronto a darvi utili consigli su come lasciare una donna. Ebbene sì, perché quando si vuole lasciare la propria fidanzata non è così semplice, si innescano delle dinamiche, che conducono la donna a vedere tutto ciò che l’uomo fa negativamente a leggerla in chiave positiva!
Un lavoro da professionisti che solo Cassini può aiutarvi a fare!
Uno spettacolo da non perdere al Teatro Parioli sino al 13 marzo 2011.

Sono stati necessari 20 anni per restituire alla capitale i fasti della Casa delle Vestali e della via Nova. Un restauro ambizioso e delicato, che ha riguardato un’area di circa 4.000 mq e che Roma aspettava da anni, ansiosa di riscoprire le vestigia di un gioiello della sua storia imperiale.
Insieme all’aspetto architettonico, sono stati curati attentamente i giardini e le aiuole, situati negli ambienti interni ed intorno alle tre vasche, nuovamente riempite d’acqua.

La via Nova ha un percorso rettilineo che si snoda sul versante a nord-ovest del colle Palatino e lungo il suo itinerario è ben visibile lo stupendo prospetto della “Domus Tiberiana”.
La Casa delle Vestali è situata presso la piazza centrale del Foro romano, dove si inizia a salire verso il Palatino fra la via Sacra e la via Nova. Si tratta di un luogo di estrema importanza nella storia dell’antica Roma, che dedicò a Vesta una venerazione profonda dovuta alla particolare funzione della dea e delle sue sacerdotesse, che si credeva proteggessero, insieme agli dei Lari, il focolare domestico.
I lavori sono stati diretti dal presidente del Consiglio Superiore dei Beni culturali, Andrea Carandini, e rappresentano il primo degli interventi dedicati al Foro romano. L’obiettivo è quello di terminarli entro la fine di marzo, quando sarà inaugurata una spettacolare mostra dedicata a Nerone.

A Palazzo Cipolla, sede storica della Fondazione Roma museo, è allestita la mostra antologica dedicata a Pablo Echaurren/Chromo Sapiens.

In quella che è stata per anni la sede storica della Fondazione Roma Museo oggi vengono allestite esposizioni dedicate all’arte contemporanea.
Dal 18 dicembre 2010 è ospitata la mostra dedicata ad un artista romano Pablo Echaurren.

L’esposizione ripercorre i quarant’anni della carriera di Echaurren uno degli artisti più poliedrici del nostro panorama artistico.
Classe 1951 Echaurren inizia la sua carriera giovanissimo a 18 anni e immediatamente viene scoperto da Arturo Schwarz, patron del dada surrealismo.
Negli anni Settanta le prime mostre lo spingono sino in America in città come New York e Philadelphia. Da lì una carriera inarrestabile, nel 1975 è alla Biennale di Parigi, nel 1983 a Palazzo delle Esposizioni a Roma dove vi farà ritorno nel 1995 con una mostra personale in onore del Futurismo. Da giovane entra in contatto con Max Ernst e Louis Aragon e viene segnalato da storici dell’arte come Achille Bonito Oliva.
Si dedica ai diversi campi dell’arte realizza opere in ceramica, arazzi, dipinti, gioielli, collage e diviene illustratore.
Ora Roma gli rende omaggio con questa mostra imperdibile.
In visione ci sono le tele su Roma, le ceramiche realizzate a Faenza, i collage del mondo del Futurismo,  e i suoi lavori di grafica.

In totale vi sono più di 200 opere, l’ultima sezione è dedicata alla natura e alla passione di questo arista verso la catalogazione per ricercare le origini del mondo.
Da non perdere a Palazzo Cipolla sino al 13 marzo 2011

Le linee metropolitane di Roma stanno migliorando, la rete si sta ampliando, ma per godere di tali migliorie, romani e turisti si vedo costretti ancora a qualche disagio.

Da ieri 31 gennaio fino all’ aprile del 2012, il servizio della linea A della metropolitana, si svolgerà fino alle ore 21, dalla domenica al venerdì.

La modifica all’orario è necessaria per realizzare alla stazione San Giovanni il nodo di interscambio tra linea A e nuova linea C.
La partenza dell'ultima corsa dai capolinea sarà quindi programmata alle ore 21, con passaggio dei treni a Termini, in entrambe le direzioni, alle ore 21.20.

A partire dalle ore 21 fino al normale orario di chiusura della Linea "A", in prossimità delle stazioni metro sarà disponibile il servizio bus sostitutivo , linea MA1 e MA2.
Nel week end invece l'orario, dalle 5.30 all'1.30, resta invariato.

Per Info: 0657003 - 060606 - www.atac.roma.it - www.agenziamobilita.roma.it

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.