Venerdì, 18 Ottobre 2019

amazon prime video

Comunicati

Informazioni e notizie degli Uffici stampa specializzati di Roma e del Lazio.

Sabato 1 agosto 2015 al Cavea dell'Auditorium del Parco della Musica a Roma alle ore 21:00

Concerto per coro, due pianoforti, percussioni, strumenti e voci naturali

Una produzione: Helikonia e Musica per Roma
Direzione artistica: Nando Citarella, Stefano Saletti, Maurizio Trippitelli

Coro: Coro Lirico italiano Diretto da Renzo Renzi

Pianoforti (in ordine alfabetico): Monaldo Braconi, Silvia Cappellini Sinopoli

Percussioni:
Maurizio Trippitelli Percussion Ensemble
con: Salvatore Campo, Fabio Giovannoli, Michele Vinci, Alberto Toccaceli

Voci naturali (in ordine alfabetico):
Gabriella Aiello, Nando Citarella, Barbara Eramo

Musici (in ordine alfabetico):
Pietro Cernuto: friscaletto, ciaramella, zampogna, voce
Gabriele Coen: clarinetto, flauto
Carlo Cossu: violino
Giovanni Lo Cascio: percussioni
Mauro Palmas: liuto cantabile, mandola, voce
Stefano Saletti: oud, lauta, chitarra, bouzouki, voce
Pejman Tadayon: bamtar, ney, saz, voce

Cymbalus Ensemble

L’incontro tra la tradizione popolare e la musica colta. La partitura di Carl Orff integrata con le musiche e i canti medievali originali; l’unione di coro, pianoforte e percussioni sinfoniche con gli strumenti antichi e popolari. Cento persone sul palco tra cantanti, musicisti, solisti. Un grande ensemble che vuole tracciare un ponte tra storia e tradizione, cercando di riportare i canti religiosi o profani, scherzosi, amatori, satirici, blasfemi e mistici che compongono i Carmina Burana, alla loro dimensione originaria alla quale si ispirò Carl Orff per la sua omonima composizione nel 1937.
Con la direzione artistica di Nando Citarella, Stefano Saletti e Maurizio Trippitelli, saliranno sul palco della Cavea il 1 agosto 2015 per la chiusura di “Luglio suona bene” il Coro Lirico italiano diretto dal Maestro Renzo Renzi, i pianisti Monaldo Braconi e Silvia Cappellini Sinopoli, il Maurizio Trippitelli Percussion Ensemble, le voci naturali Gabriella Aiello, Nando Citarella, Barbara Eramo, i musici Pietro Cernuto, Gabriele Coen, Carlo Cossu, Giovanni Lo Cascio, Mauro Palmas, Stefano Saletti, Pejman Tadayon, l’Ensemble Cymbalus.
La produzione è curata da Helikonia e Musica per Roma e prevede la realizzazione di un cd e un video dello spettacolo.
Il progetto vuole riportare all’origine lo spirito di mosaico multilingue e multiculturale che animava i racconti e le storie narrate nel Codex buranus che prese successivamente il nome di Carmina Burana. Erano infatti come menestrelli e cantastorie i chierici girovaghi, i cosiddetti goliardi o clerici vagantes, che dal XII al XIII secolo composero la raccolta di canti poi scoperta nell’abbazia di Benediktbeuern.
Per far emergere il contenuto assai vario dei temi trattati dai chierici, che andavano da poesie di indole dottrinale, religiosa, polemica ad altre che cantavano scene sacre fino ad arrivare a quelle che inneggiavano con accento schiettamente popolare all'amore, al vino e alla natura, si è deciso di attingere, oltre al latino e al tedesco, alle “lingue” delle varie tradizioni popolari, dal siciliano al napoletano al sabir la lingua del Mediterraneo.
Un grande viaggio, quindi, per fare dei Carmina un unicum tra mondi musicali ed espressivi apparentemente differenti che, presentati in questa nuova veste, fanno comprendere e apprezzare il modo in cui la musica Occidentale colta ha sempre saputo accogliere suggestioni della più varia provenienza, ed utilizzarle come un mezzo per rinnovarsi e reinventarsi.

RON in #neveredingtouRon live 2015
il 25 luglio a Corchiano (VT)

Piazza dei Bersaglieri, ore 22

ingresso gratuito

Sabato 25 luglio Ron farà tappa a Corchiano (VT) con il suo “#neverendingtouRon live 2015”: l’appuntamento è per le ore 22 in Piazza dei Bersaglieri.
Ron, sarà accompagnato sul palco dalla violoncellista Giovanna Famulari, e dalla band La Scelta: Maurizio Mariani al basso, Mattia Del Forno alle tastiere, Francesco Caprara alla batteria e Emiliano Mangia alla chitarra.
Il live sarà l’occasione per ripercorrere insieme al pubblico 44 anni di carriera e di successi, con canzoni indimenticabili come “Una città per cantare”, “Al centro della musica”, “Non abbiam bisogno di parole”, “Joe Temerario”, “Vorrei incontrarti fra cent’anni” e tante altre ancora, fino ai brani di “Un abbraccio unico”, l’ultimo lavoro discografico (etichetta Le Foglie e Il Vento e distribuzione Warner).
#neverendingtouRon live 2015 è una produzione Massimo Levantini per Live Nation; per tutte le info: www.livenation.it - 02 53006501

Ron, all’anagrafe Rosalino Cellamare, è un cantautore che ha scritto molte delle più belle pagine della musica italiana. La passione per la musica e il talento, lo portano già giovanissimo, nel 1970 a soli 17 anni, sul palco del Festival di Sanremo. Nel 1972 inaugura la sua carriera autoriale scrivendo la musica per Piazza Grande, brano portato a Sanremo da Lucio Dalla per cui scrive, nel ’90, un altro grande successo: Attenti al lupo.
Cantautore, musicista, attore e produttore, ha scritto e interpretato brani indimenticabili - come “Il gigante e la bambina”, “Una città per cantare”, “Anima”, “Vorrei incontrarti fra cent’anni” e tanti altri ancora – e collaborato con altri grandi della musica italiana, da Lucio Dalla a Francesco De Gregori, da Fiorella Mannoia a Elisa, solo per citarne alcuni.
Il 20 febbraio 2014 è uscito “Un abbraccio unico” (etichetta Le Foglie e Il Vento e distribuzione Warner): l’album contiene tutti brani inediti fatta eccezione per una preziosa collaborazione. Il disco, infatti, ospita il rapper Dargen D’Amico in duetto sul brano “Sabato animale 2014”, pezzo di Ron del 1992. L’album contiene anche un testo inedito di Lucio Dalla, “America”, di cui Ron ha curato le musiche. Il cantautore pavese firma testi e musica di tutte le altre tracce del disco, con la collaborazione di Mattia Del Forno per i brani “Sing in The Rain”, “Cuore Nudo”, “Nel mio mondo” e “Malala”.

COMPAGNIA ATERBALLETTO in CERTE NOTTI 

Giovedì 23 luglio 2015 – Ore 21,30

coreografia: Mauro Bigonzetti
Musica e poesia: Luciano Ligabue

Teatro Villa Pamphilj
Via di S. Pancrazio 10 – Roma

Biglietti: I settore Intero € 23 Ridotto € 20 – II settore Intero € 20 Ridotto € 18

Info: 06 39738323 fax 06 39372574
mobile: 348 7029364
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La compagnia ATERBALLETTO, ospite stabile di Invito alla Danza, quest’anno propone lo spettacolo Certe Notti con la coreografia di Mauro Bigonzetti su musiche e poesia di Luciano Ligabue. Scrive il coreografo…. “L’incontro con Luciano è stata una di quelle strane alchimie alle quali non si sa dare una spiegazione … Subito si è creato un forte legame… ci siamo trovati a guardare uno nell’opera dell’altro e a capire che ne poteva nascere un’opera unica …”.
Nasce così la coreografia di Certe Notti: un cammino attraverso la notte intesa non come un’oscurità reale e mentale, ma come rigeneratrice di una realtà intima personale, come il buio che precede l’apertura di un sipario, momento magico che ci sospende e ci spinge entro il luogo in cui il reale ed il consueto si trasformano. Nello spettacolo si fondono danza, musica, poesia e proiezioni video.

COMPAGNIA ATERBALLETTO
Principale compagnia di produzione e distribuzione di spettacoli di danza in Italia, ATERBALLETTO è la prima realtà stabile di balletto al di fuori degli Enti Lirici. Fondata nel 1979, in quasi 40 anni di attività si è arricchita di un vastissimo repertorio coreografico che comprende opere create appositamente da Amedeo Amodio, che della compagnia è stato il direttore artistico fino al 1996, da Mauro Bigonzetti che l’ha sostituito per 10 anni, oltre che dei più importanti artisti della coreografia internazionale. La compagnia, formata da danzatori solisti di altissimo livello tecnico, ha ottenuto riconoscimenti internazionali e i suoi spettacoli vengono rappresentati in tutto il mondo. Cristina Bozzolini, già prima ballerina del Maggio Musicale Fiorentino e fondatrice dello storico Balletto di Toscana, ha assunto la direzione artistica di Aterballetto nel febbraio 2008.

MAURO BIGONZETTI
Diplomato alla Scuola del Teatro dell’Opera di Roma subito fa parte del balletto del Teatro, dove interpreta ruoli primari. Nella stagione 82-83 entra a far parte dell’Aterballetto sotto la direzione artistica di Amedeo Amodio cimentandosi nelle creazioni dei più importanti coreografi contemporanei come Alvin Aley, Glen Tetley, William Forsythe, oltre a George Balanchine e Leonide Massine. Nel 1990 crea il suo primo balletto Sei in movimento su musiche di J. S. Bach che debutta al Teatro Sociale di Grassina.
Nella stagione 92-93 lascia l’Aterballetto e diventa coreografo free lance; è in questo periodo che stringe un’intensa collaborazione con il Balletto di Toscana, il Balletto Teatro alla Scala di Milano, l’Opera di Roma, l’Arena di Verona, il Teatro San Carlo di Napoli ecc… Nel 1997 diventa Direttore Artistico e principale coreografo della Compagnia Aterballetto per la quale crea un nuovo repertorio ed un nuovo cast artistico. Fra i suoi lavori più importanti di questo periodo ricordiamo Songs, Persephassa, Furia Corporis, Comoedia Canti, Sogno, Cantata, Rossini Cards, Les Noces, Romeo e Giulietta che vengono rappresentati nei maggiori teatri mondiali. Ha creato coreografie per le più significative compagnie internazionali, tra cui l’English National Ballet Londra, Ballet National di Marsiglia, Stuttgarter Ballett, Deutsche Oper Berlino, Staatsoper Dresda, Ballet Teatro Argentino, New York City Ballet ecc...
Numerosi i premi ricevuti: Premio Positano, Premio Danza & Danza, Premio Gino Tani.

COMPAGNIA ATERBALLETTO in CERTE NOTTI 

Giovedì 23 luglio 2015 – Ore 21,30

coreografia: Mauro Bigonzetti
Musica e poesia: Luciano Ligabue

Teatro Villa Pamphilj
Via di S. Pancrazio 10 – Roma

Biglietti: I settore Intero € 23 Ridotto € 20 – II settore Intero € 20 Ridotto € 18

Info: 06 39738323 fax 06 39372574
mobile: 348 7029364
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La compagnia ATERBALLETTO, ospite stabile di Invito alla Danza, quest’anno propone lo spettacolo Certe Notti con la coreografia di Mauro Bigonzetti su musiche e poesia di Luciano Ligabue. Scrive il coreografo…. “L’incontro con Luciano è stata una di quelle strane alchimie alle quali non si sa dare una spiegazione … Subito si è creato un forte legame… ci siamo trovati a guardare uno nell’opera dell’altro e a capire che ne poteva nascere un’opera unica …”.
Nasce così la coreografia di Certe Notti: un cammino attraverso la notte intesa non come un’oscurità reale e mentale, ma come rigeneratrice di una realtà intima personale, come il buio che precede l’apertura di un sipario, momento magico che ci sospende e ci spinge entro il luogo in cui il reale ed il consueto si trasformano. Nello spettacolo si fondono danza, musica, poesia e proiezioni video.

COMPAGNIA ATERBALLETTO
Principale compagnia di produzione e distribuzione di spettacoli di danza in Italia, ATERBALLETTO è la prima realtà stabile di balletto al di fuori degli Enti Lirici. Fondata nel 1979, in quasi 40 anni di attività si è arricchita di un vastissimo repertorio coreografico che comprende opere create appositamente da Amedeo Amodio, che della compagnia è stato il direttore artistico fino al 1996, da Mauro Bigonzetti che l’ha sostituito per 10 anni, oltre che dei più importanti artisti della coreografia internazionale. La compagnia, formata da danzatori solisti di altissimo livello tecnico, ha ottenuto riconoscimenti internazionali e i suoi spettacoli vengono rappresentati in tutto il mondo. Cristina Bozzolini, già prima ballerina del Maggio Musicale Fiorentino e fondatrice dello storico Balletto di Toscana, ha assunto la direzione artistica di Aterballetto nel febbraio 2008.

MAURO BIGONZETTI
Diplomato alla Scuola del Teatro dell’Opera di Roma subito fa parte del balletto del Teatro, dove interpreta ruoli primari. Nella stagione 82-83 entra a far parte dell’Aterballetto sotto la direzione artistica di Amedeo Amodio cimentandosi nelle creazioni dei più importanti coreografi contemporanei come Alvin Aley, Glen Tetley, William Forsythe, oltre a George Balanchine e Leonide Massine. Nel 1990 crea il suo primo balletto Sei in movimento su musiche di J. S. Bach che debutta al Teatro Sociale di Grassina.
Nella stagione 92-93 lascia l’Aterballetto e diventa coreografo free lance; è in questo periodo che stringe un’intensa collaborazione con il Balletto di Toscana, il Balletto Teatro alla Scala di Milano, l’Opera di Roma, l’Arena di Verona, il Teatro San Carlo di Napoli ecc… Nel 1997 diventa Direttore Artistico e principale coreografo della Compagnia Aterballetto per la quale crea un nuovo repertorio ed un nuovo cast artistico. Fra i suoi lavori più importanti di questo periodo ricordiamo Songs, Persephassa, Furia Corporis, Comoedia Canti, Sogno, Cantata, Rossini Cards, Les Noces, Romeo e Giulietta che vengono rappresentati nei maggiori teatri mondiali. Ha creato coreografie per le più significative compagnie internazionali, tra cui l’English National Ballet Londra, Ballet National di Marsiglia, Stuttgarter Ballett, Deutsche Oper Berlino, Staatsoper Dresda, Ballet Teatro Argentino, New York City Ballet ecc...
Numerosi i premi ricevuti: Premio Positano, Premio Danza & Danza, Premio Gino Tani.

MERCOLEDI’ 22 LUGLIO 2015

ANTIQUARIUM, ARCO DI MALBORGHETTO (Roma)
Via Flaminia km 19,4 in direzione Terni, altezza stazione RomaNord/Sacrofano

SCHEGGE DI MEDITERRANEO "FEDRA - diritto all’amore"
Con Galatea Ranzi
Testo originale di Eva Cantarella
Regia e immagini Consuelo Barilari
Consulenza drammaturgica e testi greci di Marco Avogadro
Musiche Andrea Nicolini

Il 22 Luglio all’Arco di Malborghetto a Roma, nell’ambito della XVI Edizione Teatri di Pietra del Lazio, andrà in scena FEDRA. DIRITTO ALL’AMORE, produzione del Festival dell’Eccellenza al Femminile – Compagnia Schegge del Mediterraneo con la regia di Consuelo Barilari, testo originale di Eva Cantarella, scritto appositamente per l’edizione 2013 del Festival dell’Eccellenza al Femminile di Genova. A interpretare il ruolo di Fedra è la straordinaria Galatea Ranzi (Premio Ubu e Premio Eleonora Duse).
“La Nuova Fedra nella trasfigurazione della morte – afferma Consuelo Barilari - diventa simbolo della libertà e paladina del Diritto universale all’Amore. Ella nasce dal cambiamento, ovvero dalle ceneri della Fedra prigioniera della classicità. Il risultato è un’operazione molto attuale. Nel tentativo di visualizzare emotivamente l’interiorità dell’eroina tragica di Euripide, si raccolgono i retaggi della più moderna visione poetica della classicità. La tecnica delle proiezioni e del multimediale supporta la drammaturgia del testo classico con un nuovo livello di linguaggio che si intreccia e si compenetra con la parola”.
Quella interpretata da Galatea Ranzi è una Fedra profondamente moderna. L’eroina del teatro greco, moglie in seconde nozze di Teseo e travolta dalla passione fatale per il giovane figliastro Ippolito, diviene in questa trasposizione una donna consapevole, tormentata, ribelle e determinata nella trasgressione, pronta a sfidare, nella ricerca della libertà, la condanna della famiglia e della società. Un personaggio dirompente e profondo, capace di rompere gli schemi e l'ordine della cultura patriarcale, pur nel terribile tormento mentale. Riemersa da un passato millenario, Venere dalle acque profonde del Mediterraneo, la nuova Fedra non è prigioniera di una predestinazione divina. Passione e intelligenza spingono la “luminosa”, questo il significato letterale del nome, a trasgredire: il cambiamento rappresenta l'esigenza primaria cui risponde con il proprio istinto. Non meno moderna e dirompente della scrittura è la messa in scena ideata dalla regista Consuelo Barilari, Direttore Artistico del Festival dell’Eccellenza al Femminile, che si ispira all’atmosfera del cinema “noir” e che colloca Fedra, l’eroina di Euripide, in un’altra dimensione, creando un nuovo immaginario stile anni Sessanta, tra raffinatissime toilettes e pettinature platinate. Bellissima e misteriosa, amata e rispettata, Fedra ha fama, ricchezza, potere, è una diva, tormentata, forte e al contempo fragile, rimandando a personaggi come Jacqueline Onassis, Grace Kelly, Maria Callas. Ispirandosi all’atmosfera misteriosa del film Phedra di Jules Dassin (1961), lo spettacolo rompe lo schema temporale della storia e la scena si apre quando il fatto è già avvenuto: Ippolito è appena morto in un brutale incidente di macchina e scomparso tra i flutti dell’oceano. Fedra rivive in un tormentato flash-back tutta la vicenda, prigioniera di uno spazio scenico delimitato da un ambiente essenziale, costruito utilizzando immagini filmiche, video scenografie, “emotional video”. Le sovrapposizioni visive e sonore, che si fondono con la recitazione, permettono a Fedra di immedesimarsi nei vari personaggi della tragedia. In scena oggetti, simbolo d’amore e morte, realizzati come installazioni d’Arte: un sofà ispirato a Savinio e una vasca da bagno in ghisa, originale del 1912. Fedra intravede attorno a sé i fantasmi dei personaggi del dramma, confonde la propria immagine in un gioco di luci e ombre, tra Mito e contemporaneità.

Inizio spettacoli: h 21,15

Biglietto: 12 euro intero – 10 euro ridotto

Per info e prenotazioni:
tel. whatsapp 327 9473893

COMPAGNIA EGRI BIANCO DANZA - L’ULTIMO RIFUGIO
Progetto speciale in collaborazione con il sito archeologico e museale del Bunker del Soratte

Coreografia Raphael Bianco

Prima assoluta
Teatro Villa Pamphilj
Via di S. Pancrazio 10 – Roma
Info: 06 39738323 fax 06 39372574
mobile: 348 7029364
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biglietti: prezzo speciale I settore € 18 - II settore € 15

In collaborazione con la compagnia Egri Bianco Danza e il sito archeologico e museale del Bunker del Soratte, è stato realizzato il Progetto Speciale L’ultimo Rifugio, spettacolo interdisciplinare con musica dal vivo, testo recitato e video multimediale.
Gli attentati di varia matrice scatenati in tutto il mondo, fino all’ultimo folle sterminio di Parigi o di Tunisi, ci fanno vivere, forse inconsapevolmente, una Terza Guerra Mondiale non dichiarata. Tale scenario rende tristemente attuale il termine Rifugio. Rifugiarsi dove?, Da chi?, Perché? Questo stato d’animo prende corpo, si sviluppa e si ambienta perfettamente nel Tunnel del Soratte, rifugio dell’Alto Comando Tedesco nel 1943 e successivamente bunker antiatomico negli anni 70’. Il coreografo Raphael Bianco, in questo particolarissimo contesto storico-turistico, rappresenta situazioni di attesa, fuga, scampo, in un luogo che è stato testimone di sofferenza, strategie militari e scenari apocalittici. Danza e musica dal vivo interagiscono evocando suggestioni e stati d’animo consolidati dalle testimonianze recitate che, raccontando molteplici vicende umane, contestualizzano questi luoghi in momenti storici ben definiti.
Il video dal vivo del regista Stefano Rogliatti riprende azioni danzate in tempo reale in alcune gallerie del tunnel; immagini che verranno proiettate durante lo spettacolo e permetteranno di valorizzare ulteriormente questo sito rendendo visibile un patrimonio storico-turistico poco conosciuto.
Non meno importanti le attività collaterali realizzate in collaborazione con l’Associazione Bunker Soratte. Prima dell’inizio dello spettacolo verranno proiettati alcuni filmati gentilmente concessi dall’archivio del Sito Museale, a testimonianza delle attività svolte nel 1943/44 dall’ Alto Comando Tedesco e del bunker antiatomico voluto dal Governo Italiano durante la Guerra Fredda.
N.B: Lo spettacolo, dopo il debutto a Villa Pamphilj verrà riproposto il 26 luglio a S. Oreste presso il Bunker del Soratte unitamente ad una visita guidata e con agevolazioni per chi si volesse fermare a cena nei ristoranti del territorio.

COMPAGNIA EGRIBIANCO DANZA
Nata nel 1999, eredita l’esperienza trentennale della precedente compagnia diretta da Susanna Egri “I Balletti di Susanna Egri” unica ammessa alle celebrazioni del centenario dell’Unità di’Italia nel 1961 e da allora regolarmente sostenuta con sovvenzioni ministeriali. Intensa l’attività in trasmissioni televisive, spettacoli lirici e di prosa, significative le collaborazioni con compositori e artisti come Goffredo Petrassi, Paul Arma, Lele Luzzati, Jean Cébron, Luciana Savignano, Giancarlo Menotti, Amedeo Amodio, etc… La Compagnia, formata attualmente da sette elementi stabili provenienti da esperienze professionali di alto livello, si esprime secondo uno stile contemporaneo basato su una solida tecnica classica. Numerose le tournèe sia in Italia che all’estero, in Sud America, Europa e Russia.

RAPHAEL BIANCO
Studia danza classica e contemporanea alla scuola di Susanna Egri e nel 1988 entra in compagnia.
Matura esperienze all’estero presso la Compagnia Nazionale Norvegese quindi collabora con l’Ensemble di Micha Van Hoecke e successivamente col Ballet du Nord in Francia. Presto si dedica alla coreografia e produce diverse creazioni sia per la Compagnia “I balletti di Susanna Egri” che per il Verdi Teatro Comunale di Pisa e la Televisione di Stato Ungherese. Nel 1999 la compagnia muta il suo nome in “Compagnia EgriBiancoDanza” di cui Raphael diventa co-direttore e coreografo residente. Alcune sue coreografie sono nel repertorio di importanti compagnie come la Compagnia Nazionale Contemporanea di Györ in Ungheria, nel Balletto Nazionale di Skopje in Macedonia. I suoi ultimi lavori sono di taglio teatrale come “Mystery Sonata” presentato al MAXXI di Roma.

Un viaggio alla scoperta della millenaria storia di Roma, grazie alla visita guidata alla sede del Museo Nazionale Romano Terme di Diocleziano, nella Domenica dei Musei ad ingresso gratuito. Il più grande complesso termale dell’antichità ospita oggi un’interessante collezione di oggetti che testimoniano la vita pubblica e privata di Roma, dall’epoca della sua fondazione fino alla caduta del glorioso impero. Epigrafi, statue di culto, oggetti di ogni forma e tipo raccontano storie di personaggi illustri e di gente comune portandoci indietro nel tempo e regalandoci uno spaccato di vita vera! Inoltre sarà possibile percorrere i bei viali e portici del Chiostro dei Certosini progettato da Michelangelo e ammirare splendidi esempi di tombe antiche, conservate nell’imponente Aula Decima.

Quando
Domenica 02 Agosto 2015 alle ore 11

Dove
Viale Enrico De Nicola 79, all’ingresso del museo

Quanto
Quota di partecipazione € 7 a persona. Biglietto d’ingresso: gratuito. Prenotazione Obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni
“L’Asino d’Oro” Associazione Culturale
cellulare: 346 5920077
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Una visita guidata straordinaria alla sede del Museo Nazionale Romano: Palazzo Altemps, nella domenica dei Musei Gratis. Un itinerario che vuole esplorare una delle più belle dimore romane rinascimentali appartenuta ad alcune delle più influenti famiglie che, nel corso dei secoli, si sono alternate nella residenza, arricchendola con preziosi arredi e tesori artistici inestimabili. Un museo poco conosciuto ma di grande impatto, assolutamente da non perdere per tutti gli amanti dell’arte e dell’archeologia.

Quando
Domenica 2 Agosto 2015 alle ore 17:15

Dove
Piazza di Sant’Apollinare 46, all’ingresso del museo

Quanto
Quota di partecipazione € 7 a persona. Biglietto d’ingresso: gratuito. Prenotazione Obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni
“L’Asino d’Oro” Associazione Culturale
cellulare: 346 5920077
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Un itinerario alla scoperta di uno dei quartieri più curiosi e particolari di Roma: il Coppedè. Sorto per volere dell’architetto Gino Coppedè, da cui prende il nome, può essere considerato un esempio molto ardito di unione di differenti stili. Le innovazioni e la moda tipica del tempo si uniscono e si fondono in un sogno visionario, nato dal genio del suo costruttore. La sua particolarità ha spinto molte persone a vedere nelle sue strade angoli misteriosi e pieni di significati impenetrabili e occulti... che scopriremo insieme durante la nostra passeggiata.

Quando
Sabato 1 Agosto 2015 alle ore 21

Dove
Via Dora, all’ingresso del quartiere

Quanto
Quota di partecipazione € 7 a persona, gratis under 18. Prenotazione obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni
“L’Asino d’Oro” Associazione Culturale
cellulare: 346 5920077
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Una visita guidata da non perdere per gli amanti dell’arte! Il Casino Pallavicini Rospigliosi apre le sue porte in via eccezionale per permettere di ammirare uno dei massimi capolavori di Guido Reni, protagonista del Seicento romano. La splendida Aurora infatti, decora il soffitto di questo nobile Casino, che anche in facciata vanta straordinarie decorazioni di epoca romana, in un mix di presente e passato davvero suggestivo. Si potranno inoltre ammirare altre notevoli decorazioni e sculture per comprendere fino in fondo i gusti dei grandi committenti del tempo.

Quando
Sabato 1 Agosto 2015 alle ore 11

Dove
Via XXIV Maggio 43

Quanto
Quota di partecipazione € 7 a persona, gratis per gli under 18. Biglietto d’ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni
“L’Asino d’Oro” Associazione Culturale
cellulare: 346 5920077
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Quirinale, uno dei mitici sette colli su cui venne fondata Roma e i vicoli nei suoi dintorni, saranno i protagonisti della nostra passeggiata. Potremo così passare dall’immensa mole del palazzo del Quirinale, residenza di papi, imperatori, re e presidenti, alle intricate stradine che ne delimitano il perimetro, luoghi spesso sconosciuti ma altrettanto ricchi di fascino e di storia. Passeggiando, carpiremo nuovi segreti e sfaccettature della città, passando da piccole e caratteristiche piazze a imponenti monumenti, in un andirivieni di emozioni e suggestioni. Un viaggio alla scoperta di un angolo prezioso di Roma. La visita guidata non prevede l’ingresso al Quirinale.

Quando
Venerdì 31 Luglio 2015 alle ore 21

Dove
Piazza del Quirinale, davanti alla Fontana dei Dioscuri

Costi
La visita guidata prevede una quota di partecipazione di euro 7 a persona, gratis per gli under 18. La prenotazione è obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni
“L’Asino d’Oro” Associazione Culturale
cellulare: 346 5920077
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

in scena dal 20 Luglio al 1 Agosto alle 20,45
l'ottava edizione del concorso AUTORI NEL CASSETTO, ATTORI SUL COMO', il concorso dei corti teatrali del Teatro Lo Spazio.

Per l'ottavo anno consecutivo, dal 20 Luglio al 1 agosto sarà in scena al Teatro Lo Spazio la rassegna: “AUTORI NEL CASSETTO, ATTORI SUL COMO’ ".
Questa rassegna è un’occasione per diverse Compagnie Teatrali per esibirsi su uno dei palcoscenici ‘off’ più apprezzati del panorama romano, di fronte al pubblico ed una Giuria di Artisti ed Operatori del settore altamente qualificati: registi, attori, autori, critici, giornalisti professionisti.

Come in un campionato, ogni sera da quattro a sei compagnie si esibiscono in un quarto d’ora di spettacolo per essere poi votate dalla Giuria (ogni sera diversa) nonché dal Pubblico, secondo un sistema che accompagnerà i vincenti in semifinale e quindi alla serata finale. I vincitori, oltre ad essersi dunque esibiti più volte, avranno in premio l’opportunità di essere presenti nel Cartellone della successiva stagione del Teatro Lo Spazio, assieme dunque ai nomi di tanti protagonisti delle nostre scene (nella stagione appena passata, tra gli altri: Roberto Herlitzka, Ulderico Pesce, Paolo Graziosi) e in più, avranno il Teatro per più sere a disposizione gratuitamente, trattenendo tutto l’incasso per per le compagnie stesse: un premio anche conomico oltre che morale!

Un’iniziativa vincente che vanta già diverse imitazioni, ma resta la prima e più ambita di questo tipo: non a caso tra i suoi vincitori annovera nomi che, in seguito, hanno trovato grande visibilità ed importanti opportunità nel panorama teatrale italiano.
Per diverse compagnie è l''occasione per sperimentare nuovi testi. Una giuria di operatori del settore, e il gradimento del pubblico sono fra i test più validi per tutti.

I Giurati, ad oggi: (in ordine sparso)

Angelo Longoni, Eleonora Ivone, Annamaria Malipiero, Luciano Roman, Maria Rosaria Omaggio, Michela Andreozzi, Massimiliano Vado, Andrea Pietrolucci, Nora Venturini, Pierfrancesco Poggi,Silvia Luzzi, Marcantonio Lucidi, Duska Bisconti, Antonio Salines, Giuseppe Manfridi, Alberto Bassetti, Rosario Galli, Daniela Poggi, Grazia Di Michele, Ulderico Pesce, Alberto Lo Porto, Paolo Triestino, Pietro De Silva, Mimmo Del Prete, Susanna Schimperna, Simona Scarpati, Monica Morganti, Saverio Deodato, Gaia Riposati, Marzia Del Fabbro, Massimo di Leo, Cinzia Monreale, Lucilla Lupaioli, Paola Rinaldi, Antonella Voce, Francesco Verdinelli e diversi altri artisti, e operatori della cultura e dello spettacolo.

Dal 20 al 29 Luglio ore 20,45
Il 30 ed il 31 luglio le semifinali
Il 1 Agosto la finalissima nella quale saranno assegnati i premi.

I premi:

1° Classificato 3 giorni in scena in stagione al teatro lo spazio con l'intero incasso alla compagnia .

2° classificato 2 giorni in scena in stagione al teatro lo spazio con l'intero incasso alla compagnia.

3° classificato 1 giorno in scena in stagione al teatro lo spazio con l'intero incasso alla compagnia.

e poi

Premio miglior interprete.

Premio della giuria.

Premio speciale: partecipazione all'off-art festival all'isola Margarita

La più varia e divertente fra le proposte del Teatro Lo Spazio, un'occasione per incontrarsi, al fresco della bellissima piazzetta davanti al teatro, o nel teatro con l'aria condizionata, per bere un drink e conoscere in 15 minuti (la durata di ciascun corto) le nuove proposte che pubblico e giuria sceglieranno, con le loro votazioni, per la prossima stagione del Teatro Lo Spazio.
Tessera associativa 3 euro valida per vedere tutti i corti e per i prossimi 6 mesi per tutti i prossimi spettacoli al teatro lo spazio. Per chi desidera votare i corti, scheda voto 5 euro

Teatro Lo Spazio

prenotazioni e informazioni 0677076486 0677204149
(15,30/20 giorni feriali)
o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Via Locri 42 (una traversa della storica Via Sannio) a 100 metri dalla Metro San Giovanni, a Roma.

 

 

CINEFORUM S. PAOLO GAY ESTATE 2015, PROIEZIONE ALL'APERTO DI FILM INEDITI A TEMATICA GAY-LESBICA DAL MONDO SOTTOTITOLATI IN ITALIANO.

all'ACROBAX (ex Cinodromo), via della Vasca Navale, 6 - ROMA (metro S. Paolo);
aperitivo-cena sul posto dalle 20,

ampio parcheggio - INGRESSO A OFFERTA LIBERA - In caso di maltempo o freddo, le proiezioni non avverranno fuori ma nei locali interni dell'Acrobax.

MERCOLEDÌ 22 LUGLIO 2015 ALLE 21 ALL'ACROBAX
Film gay inedito: "G.B.F. - Gay Best Friend"

regista: Darren Stein - GENERE: Commedia - ANNO: 2013 - NAZIONE: USA - DURATA (min.): 92 -
LINGUA ORIGINALE: Inglese - SOTTOTITOLI: Italiano
(a cura di Buzz Intercultura)

TRAMA: Tanner e Brent sono due amici gay velati, che hanno visioni opposte su come socializzare all'interno della scuola. Brent è effeminato e un po' esibizionista e progetta, dopo aver fatto coming out, di diventare il ragazzo più popolare della scuola ed essere esibito come il loro "migliore amico gay" dalle ragazze più in vista della scuola. Invece Tanner vorrebbe arrivare al diploma nel totale anonimato. Il caso vuole che proprio Tanner viene dichiarato come l'unico gay della scuola, suscitando l'invidia di Brent, soprattutto quando le tre ragazze più popolari delle scuola, Fawcett, Caprice e 'Shley iniziano una competizione per diventare le migliori amiche di Tanner, ed esibirlo al ballo di fine anno come il loro "migliore amico gay".

Alla fine del film:
Discussione e riflessione post-film, tenuta dallo psicologo dr. Francesco Marzano.
Per contattare il dr. Marzano utilizzare la mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e / o il num 3895590958

La Notte Bianca di Euroma2 in puro stile anni ’70 tra concorsi, musica e spettacoli pirotecnici.

Lo stilista Michael Kors dispenserà consigli di stile
Roma, venerdì 17 luglio 2015. Il centro commerciale dell’Eur vi aspetta con musica, intrattenimento, moda, concorsi e lezioni di stile.

In arrivo l’attesissimo appuntamento con la “Notte Bianca di Euroma2”, quest’anno ancora più magica e ricca di iniziative speciali: musica, intrattenimento, sport, magia e un’attenzione particolare alla moda. Per l’occasione, il pubblico è invitato a partecipare con un look a tema vintage anni ‘70, per dare inizio alla grande festa nella Galleria del centro più glamour della capitale. Ospite d’eccezione per questa giornata ricca di sorprese, lo stilista statunitense Michael Kors, che ha curato il look di celebrities del calibro di Jennifer Lopez, Heidi Klum e Catherine Zeta-Jones. Il pubblico è invitato a sottoporsi ad una sessione di trucco e parrucco, affidandosi alle mani esperte di un team di make up artist. A seguire, il noto fashion designer Micheal Kors sarà eccezionalmente presente per l’occasione, dispensando consigli per un look impeccabile e personalizzato.

Negli spazi del centro commerciale risuoneranno le note della simpaticissima Mabò Band, trio di ottoni itineranti che con i loro divertenti sketch animeranno la galleria di Euroma2. E per gli amanti della disco, selezione musicale a tema anni ’70, a cura del DJ Set.
Per il divertimento dei più piccoli verrà allestito un Teatrino delle Meraviglie, con rappresentazioni delle fiabe più belle. Spazio anche alla magia e al mistero, con spettacoli di maghi e illusionisti, e la possibilità di farsi predire il futuro dalla misteriosa cartomante.
Magia, musica e moda in un’atmosfera incantata di un vero e proprio parco divertimenti, dove si potranno incontrare trapezisti e giocolieri che stupiranno con le loro acrobazie.
E per chi desidera mettersi in gioco, niente di meglio di una partita a basket con i Looney Toons, per concludere la serata in bellezza, ammirando lo spettacolo pirotecnico con incredibili fuochi d’artificio.

Novità di quest’anno, sarà la possibilità di partecipare al Concorso “Like a Star”, che si svolgerà nella settimana dall’11 al 19 Luglio, e permetterà al pubblico di vincere fantastici premi e partecipare all’estrazione finale che mette in palio un’auto da sogno. Sarà adibita una postazione all’interno del centro dove, esibendo una prova d’acquisto da un minimo di 10 euro, rilasciata in uno dei negozi di Euroma2, sarà possibile partecipare al concorso instant gift con fantastici premi.
Una notte di balli, emozioni, sport e musica accompagnerà la “Notte Bianca” di Euroma2 per vivere un’esperienza indimenticabile insieme a tutta la famiglia.

EUROMA2
Via Cristoforo Colombo, angolo Viale dell'Oceano Pacifico (Roma)
Tel. +39 06 5262161

Sabato 18 luglio 2015 alla Festa Democratica
Giardini pubblici - Latina

Roberto Casalino torna nella sua città "adottiva" per il primo concerto del tour estivo "E questo è quanto Tour 015". L’apprezzato cantautore, che oltre alla firma mette ora anche la voce ed una accattivante presenza scenica sul palco, si esibirà ai Giardini pubblici di Latina sabato 18 luglio, alle 21.
Ingresso libero per quanti vorranno apprezzare dal vivo le doti di questo giovanissimo ma già altamente referenziato autore e compositore approdato da protagonista – da qualche mese - sulla scena pop contemporanea con un album che contiene 11 tracce definite da lui stesso “emotivamente autentiche e trasparenti, un viaggio alla fine del quale l’ascoltatore riuscirà a dare un nome ad ogni emozione provata, soprattutto a quelle più scomode”.

Prodotto da Mario Zannini per Lead Records, questo accurato lavoro discografico rivela l’unicità di uno stile, unito ad una freschezza di ritmi e sonorità, conditi da testi che comunicano direttamente le emozioni di un’anima curiosa e in cerca di continue risposte alle molteplici offerte della vita. Una scrittura conclamata eppure in continua evoluzione creativa che conferma l’unicità di questo artista completamente a suo agio con la “forma canzone” tanto da farla diventare un classico della modernità.

Il concerto, nel quale Roberto sarà accompagnato dai suoi storici musicisti (Alberto Lombardi a Chitarra elettrica e acustica; Michele Amadori al Piano; Mario Gentili a Violino e Synth, Andrea Romani al Basso e Stefano Suale alla Batteria), prevede in repertorio anche molti successi scritti per altri artisti italiani, tra cui Marco Mengoni, Emma, Fedez, Giusy Ferreri, Francesco Renga, Nina Zilli per citarne solo alcuni.

C’mon Tigre a Villa Ada, il misterioso collettivo internazionale per la prima volta a Roma

Funk, afrobeat e world music sono gli ingredienti mescolati dal collettivo internazionale C’mon Tigre. La band fondata da due musicisti che non vogliono rivelare i loro nomi, nasce nel bacino del Mediterraneo e si sviluppa agli angoli delle grandi città, vantando la preziosa collaborazione di una famiglia allargata di musicisti internazionali come Jessica Lurie, Henkjaap Beeuwkes, Eusebio Martinelli, Dipak Raji, Malik Ousmane, Rocco Favi, Ahmad Oumar, Danny Ray Barragan, Simone Sabini e ed anche il compianto Enrico Fontanelli degli Offlaga Disco Pax.

Dopo aver pubblicato lo spettacolare film musicale Federation Tunisienne de Football nel 2014 in collaborazione con l’artista Gianluigi Toccafondo, i C’mon Tigre hanno pubblicato il loro primo album dal titolo omonimo. Il loro suono mira alla radice del funk, quello sporco, termine con cui gli afroamericani indicavano l'odore del corpo in stato di eccitazione. Un’attitudine massimalista in un mosaico fatto di melodie arabe, ottoni roboanti coi quali si potrebbe far ballare un esercito di serpenti, drum machine analogiche e chitarre sinuose, riff ossessivi, di ritmi e di influenze derivate dai lunghi viaggi intrapresi intorno al mondo e dalle innumerevoli persone incontrate. I C'mon Tigre riescono a conciliare i suoni dell'Africa e del Mediterrano con quelli psichedelici ed elettronici derivati da strumenti digitali, creando così brani in grado di coinvolgere l'ascoltatore nonostante la loro complessità e la forte componente innovativa. L’approccio del combo è assieme intimo e accorato (per voce flebile, chitarra desertica e 50s e drum machine), come jazz e psichedelico (affidato ai fiati come ad altra strumentazione).

Lunedì 20 luglio
Ore 21.30

Villa Ada - Roma Incontra il Mondo
Via di Ponte Salario, 28 – Roma

Ingresso Euro 10

Per la XXII edizione della rassegna “I solisti del teatro” che si svolge nei Giardini della Filarmonica in via Flaminia 118 a Roma, sabato 18 luglio alle ore 21, va in scena, in prima nazionale, l'atto unico con musica “Un ragazzo di nome Giulia” con Pino Censi e al sassofono Carmen Falato, testo scritto e diretto da Saverio Aversa.

Lo chiamavano Giulia, un nome importante ma dal suono delicato, gentile. Si chiamava allo stesso modo la nonna, ma quel nome non gli apparteneva. Si pensava e si sentiva come un bambino. Era un bambino, non una bambina. Quando si guardava allo specchio vedeva riflessa una figura simile a quella dei tanti compagni di scuola maschi con i quali giocava appassionatamente. E poi c'era...c'era Carlotta. Lei era in un'altra classe, un anno avanti.
Era carina, mora con le treccine, sorrideva sempre guardandolo curiosa, e gli piaceva, gli faceva battere forte il cuore ogni volta che la incontrava all'entrata di scuola o per i corridoi. Alle medie non l'ha più rivista: forse aveva scelto una scuola in un altro quartiere o aveva cambiato città. Un giorno si accorse che gli stava succedendo qualcosa, il suo corpo stava cambiando, non era più simile a quello degli altri ragazzi. Il suo petto, le sue gambe, i suoi fianchi, il suo sesso, gli erano estranei, appartenevano a qualcun altro, avrebbe voluto restituirli per avere le sembianze che gli spettavano. Il dolore lo assaliva, pervadeva la sua mente, era come stare in prigione, in una cella senza chiavi. Ma doveva trovarle quelle chiavi, resistere, lottare, per costruire il suo futuro da giovane uomo...

SAVERIO AVERSA
E’ un attivista, tra i fondatori a Roma, del Coordinamento omosessuali del Pds prima e dei Ds: nel 2000, anno del World Pride, svolge il ruolo di portavoce. Lasciati i Ds si iscrive al Partito della Rifondazione Comunista e diventa responsabile nazionale per i diritti e le culture delle differenze. Per dieci anni ha scritto per il quotidiano Liberazione occupandosi di cultura e in particolare di quella gay, lesbica, trans, queer. Ha collaborato anche con con altri periodici. Nel 2009 lasciato il Prc per aderire a Sinistra Ecologia Libertà. Nel 2013 scrive con il regista Fabio Grossi il testo “L’enigma dell’amore”, in memoria di Karl Heinrich Ulrichs, che debutta il 10 novembre dello stesso anno al teatro dei Filodrammatici di Milano. Nel maggio 2014 “L’enigma dell’amore” viene rappresentato per una settimana al Piccolo Eliseo di Roma.“Un ragazzo di nome Giulia”, tratto da un suo racconto e ispirato ad una storia vera, è la sua seconda opera drammaturgica che vede anche il suo debutto come regista.

PINO CENSI
Diplomato all’Accademia Nazionale d’Arte drammatica “Silvio d’Amico”, ha lavorato con Gabriele Lavia, Glauco Mauri, Walter Pagliaro, Cherif, Barbara Nativi, Giorgio Marini. Intensa è stata la collaborazione artistica con Sandro Sequi che lo ha diretto negli spettacoli realizzati per il Centro Teatrale Bresciano.
Tra i suoi progetti realizzati “Nijinsky” (frammenti dai “Quaderni” di Vaslav Nijinsky), “Cerchio di Melodie – Teoria delle Ombre” da dieci liriche di Lucio Piccolo e “Una lunga notte” tratto dal romanzo di Antonella Cilento. Alla Biennale di Venezia è stato Minosse/Cefalo nello spettacolo di Giorgio Marini “Il giavellotto dalla punta d'oro” racconto di Roberto Calasso e Ippolito nella “Fedra” di D'Annunzio al Vittoriale.

CARMEN FALATO
E' diplomata presso il Conservatorio di S.Cecilia. Compositrice, sassofonista, protagonista di festival internazionali ha suonato con Steve Ferraris (SunRa Orkestra), con il batterista Bob Gullotti, il pianista Bobby Marullo, con i sassofonisti Frank Tiberi e George Garzone con il batterista John Ramsay (Jazz Messengers di Art Blakey).
Ha collaborato con la “Magic Band Reunion” ispirata alla“Folk Magic Band” di Corrado Nofri. Nel 2011 ha realizzato la prima delle sue incisioni a La Habana, con un proprio ensemble comprendente il meglio del jazz cubano, ovvero il percussionista Yaroldy Abreu, il batterista Oliver Valdés, il trombettista Julito Padron, il trombonista Juan Carlos Marin, il pianista David Alfaro ed il bassista Carlos Rios. Ha partecipato, sempre a Cuba, a due incisioni della “Orquesta de Jazz Barrio San Lorenzo”, con José Luis “Changuito” Quintana, Alfredo Thompson, Roberto Garcia e Emir Santa Cruz.

Passaggio al bosco, il nuovo cd di Andrea Garibaldi Trio dal vivo all’Elegance Cafè.

Combo in cui si alternano slanci intimistici, riflessioni gentilmente tormentose, venature nostalgiche, energiche pulsioni. Un “passaggio nel bosco”, quello dell’album, che attraversa scenari e umori ben distinti: l’orizzonte tempestoso del tributo a Powell, le ombre scure e bluesy sotto l’accattivante cornice di “Smiling in November”, il senso della sorpresa che pervade “In quel preciso momento”, ispirato al delizioso libro di Buzzati, la tensione frenetica e ipnotica di “Vladi’s Time Check”, suggerito dal perfezionismo del batterista e dalla sua encomiabile mania per la precisione del timing, e quel certo romanticismo blasé che si coglie nel “cavallo di battaglia” del trio, “A mani in tasca”, un tema squisito che fino alla incisiva coda di sapore soul jazz, sarebbe potuto appartenere a una commedia all’italiana degli anni d’oro.

Sul palco Andrea Garibaldi (piano), Fabio Di Tanno (contrabbasso) e Vladimiro Carboni (batteria).

Martedì 21 luglio
Ore 22.30

Elegance Café
Via Vittorio Veneto 83/87 - Roma

Ingresso libero con consumazione minima Euro 10

Infoline 0642016745

AL MAXXI L’ARTE DEL RACCONTO, Reading e musica live
Venerdì 17 luglio 2015, ore 21.00

TI RACCONTO UNA STORIA. Letture semiserie e tragicomiche
con EDOARDO LEO e le improvvisazioni musicali di JONIS BASCIR

Piazza del MAXXI
Ingresso libero

Con L’ARTE DEL RACCONTO parte del programma estivo di YAP FEST 2015, il MAXXI dedica tre serate alle emozioni uniche che scaturiscono dalla voce di un attore che racconta una storia e dalla magia della musica dal vivo.
Dopo l’appuntamento con Valerio Aprea e la Daunia Orchestra che hanno portato al museo uno spettacolo con testi di Mattia Torre, venerdì 17 luglio alle ore 21.00 (Piazza del MAXXI | ingresso libero) è la volta di Edoardo Leo che presenta TI RACCONTO UNA STORIA. Letture semiserie e tragicomiche con le improvvisazioni musicali di JONIS BASCIR.

Una raccolta di monologhi e racconti brevi di autori famosi (Marquez, Calvino, Campanile) e pezzi scritti da Edoardo Leo e altri autori contemporanei: spaccati di umanità varia, che fanno ridere e pensare e mettono in scena la commedia della vita, in forma di lettura con musica.
Ti racconto una storia cambia forma e contenuto ogni volta in base allo spazio e all’occasione. Per il MAXXI Leo ha pensato a tre racconti di diverso “formato”: Ma(x)xi: ovvero L’avventura di un soldato primo capitolo de Gli amori invisibili di Italo Calvino: l’ironia, l’erotismo, la leggerezza del racconto di un viaggio in treno che attraverso lo sguardo di uno dei nostri più geniali scrittori diventa irresistibilmente divertente. Medium: tratto da Non sono venuto a fra discorsi di Gabriel Garcia Marquez, una riflessione sul racconto orale che il grande Gabo pronunciò nel 1970 presso l’Università di Bogotá, nella sua Colombia. Small: un racconto breve di Achille Campanile.

Sullo sfondo, l’installazione Great Land (una angolo di campagna e relax nella piazza del museo) del gruppo romano Corte, vincitore di YAP MAXXI 2015 (Young Architects Program), il programma di promozione e sostegno alla giovane architettura, giunto alla sua quinta edizione italiana, organizzato dal MAXXI in collaborazione con il MoMA/MoMA PS1 di NY, Constructo di Santiago del Cile, Istanbul Modern (Turchia) e MMCA National Museum of Modern and Contemporary Art di Seoul (Corea).

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo
info: 06.320.19.54;
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
orario di apertura: 11.00-19.00 (martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, domenica) 11.00-22.00 (sabato) giorni di chiusura: chiuso il lunedì, il 1° maggio e il 25 dicembre

PRO.TEA. S.r.l. COMPAGNIA TEATRALE BONALAPRIMA
presentano MARCO FALAGUASTA e MARCO FIORINI in
"30 SENZA LODE", scritto e diretto da Marco Falaguasta

Venerdì 24 e sabato 25 luglio ’15 alle ore 21,00, nella splendida cornice della terrazza del Palazzo dei Congressi all’Eur, all’interno della seconda edizione della rassegna “LA TERRAZZA DELLE ARTI” andrà in scena 30 Senza Lode.
In scena accanto a Marco Falaguasta, Sara Sartini e Valeria Nardilli.
La Compagnia teatrale Bonalaprima, capitanata da Marco Falaguasta, torna ad arricchire il panorama degli appuntamenti teatrali dell’estate romana mettendo in scena nella splendida cornice delle Terrazze al Palazzo dei Congressi dell’EUR uno dei suoi maggiori successi, “Trenta senza lode”.

E’ la storia di Claudio, un architetto affermato, che conduce una vita decisamente borghese tra le comodità e il benessere. Nella ristrutturazione di una villa conosce Fiore, decoratrice, bellissima ed estroversa! Cosa chiedere di più? Tra i due nasce una simpatia e Claudio decide di vivere fino in fondo quell’esperienza cosi affascinante! Quella che sembrava una notte che ogni uomo sognerebbe di trascorrere, si trasformerà in una giostra di emozioni, di timori, di angosce, di scoperte.
“Devo l’ispirazione di questa commedia” dice l’autore regista e attore, “a un mio coetaneo che mi ha raccontato un fatto realmente accaduto! Mentre lo ascoltavo ero colpito dalla disperazione, il panico, l’agitazione che promanavano dalle sue parole nonostante mi stesse semplicemente riportando un episodio accaduto tanti anni prima. Pensavo a quanto potessero essere vive in lui quelle sensazioni, a quanto lo avessero colpito e segnato, se dopo tanto tempo ne parlava ancora con quel coinvolgimento. Lui aveva deciso di vivere “un’escursione” che rompesse la monotonia del quotidiano, convinto però che, terminata l’esperienza, sarebbe tornato alla rassicurante routine di tutti giorni. Così non è stato! L’escursione a un certo punto è sfuggita al suo controllo e più tentava di uscirne più comicamente rimaneva vittima di quella sabbia mobile che sembra essere la vita quando decide di diventare beffarda e dispettosa!”

Le scenografie e gli arredi sono a cura di Adelaide Stazi; luci e fonica di Mimmo Di Mattia. Organizzazione generale Alessia Latino.

30 SENZA LODE
24 e 25, luglio ’15 ORE 21,00
Palazzo dei congressi EUR
La terrazza delle Arti
Piazza F.Kennedy 1 - Roma
Info e prenotazioni tel . 338 5442344

PREZZI intero 15,00 euro – RIDOTTO 10,00

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.