Venerdì, 18 Ottobre 2019

amazon prime video

Comunicati

Informazioni e notizie degli Uffici stampa specializzati di Roma e del Lazio.

Rotem Sivan, la chitarra jazz che fa impazzire New York dal vivo all’Elegance Cafè

Ridisegnare il concetto di eleganza nel jazz. È quello che Rotem Sivan, chitarrista di origini israeliane ma di stanza a New York, è riuscito a fare con il suo terzo album “A New Dance”. Uscito lo scorso 11 settembre, l’album rivela con impressionante nitore la sensibilità di questo giovane talento delle sei corde.

Si avvertono forti le influenze di quel melting pot di suoni e culture che è Gerusalemme, città natale di Rotem, che danno vita a un amalgama sofisticato dove trovano spazio anche ampi riferimenti alla tradizione del jazz europeo. Il brano d’apertura, che dà anche il titolo al disco, è il prologo ideale per un lavoro che sa fare tesoro dei silenzi permettendo al contempo ai musicisti di esprimersi con grande naturalezza, lasciando intuire il mood che andrà a caratterizzare l’intero album. “Sun & Stars” è un valzer ipnotico alimentato dagli arpeggi di Rotem e dal brushing delicato di Stranhan; radicalmente rivisitato dal trio, lo standard “Angel Eyes” è un’audace reinterpretazione di un classico caratterizzato dal contrabbasso deciso di Cohen Milo e dal massiccio uso di effetti, che conferiscono al brano un allure di modernità; “One For Aba” svela un Rotem più intimista, capace di infondere alle proprie composizioni un lirismo maturo e imprevedibile. Nello stesso filone si inseriscono “Yam”, parola che in ebraico significa “Oceano”, una ballata introspettiva che proprio all’acqua sembra ispirarsi per la costruzione delle proprie linee armoniche, e la toccante “I Wish You Where Here”, composizione in cui la forte coesione di questo trio, trainato dal tocco dinamico di Rotem, traspare con più forza. Secondo standard dell’album, “In Walked Bud” di Thelonius Monk mostra la vena più giocosa e sperimentale del chitarrista israeliano che, ispirato da sonorità provenienti dall’Africa, sceglie di sviluppare il tema principale del brano in modo del tutto inedito. “Almond Tree” è l’unico brano che si avvale del supporto di una voce, quella di David Wright, che dà sostanza a una ballata eterea che entra nel disco quasi in punta di piedi. Più grintosa e dal groove inconfondibile è invece “Fingerprints”, che mostra l’ennesimo registro di Sivan, perfettamente coadiuvato dai suoi musicisti. A chiudere il disco è ancora uno standard, una memorabile versione di “I Fall In Love Too Easily”, impreziosita dal sax dell’israeliano Oded Tzur, che si conferma sigillo ideale per un album che sa dosare alla perfezione senso del ritmo, lirismo e sensibilità compositiva. Descritto dal DownBeat Magazine come "un talento notevole e una nuova gradita voce sulla scena" Rotem Sivan, dopo essersi affermato negli Stati Uniti, si affaccia ora con il suo terzo album in Europa. Sivan ha debuttato nel 2013 con “Enchanted Sun” per la Steeple Chase Records, seguito dal suo secondo album "For Emotional Use Only” per la Fresh Sound New Talent Records. Entrambi i dischi sono stati salutati con entusiasmo dalla critica specializzata e sul DownBeat Magazine hanno ricevuto 4,5 stelle.

Sivan è nato a Gerusalemme, una città di tradizioni di fedi e influenze miste. All'età di quattro anni, i nonni gli hanno regalato la sua prima chitarra. Dopo il diploma di liceo d'arte, Sivan è entrato nel Buchmann-Mehta School of Music presso l'Università di Tel Aviv dove ha completato i suoi studi di composizione classica con il massimo dei voti. Dopo la laurea Sivan si trasferisce a New York per seguire la sua passione per il jazz. Pur facendo i suoi primi passi nella scena locale nel frattempo ha studiato alla New School for Jazz and Contemporary Music. Dal suo trasferimento a New York, Sivan suona con musicisti di fama mondiale, tra cui Peter Bernstein, Ari Hoenig, Ben Street e Ferenc Nemeth. Sivan si esibisce regolarmente nei migliori locali della città, come Smalls, Birdland, Galleria Jazz, Blue Note e in festival internazionali come il Montreux Jazz Festival e Berna Jazz Festival in Svizzera al Sonora Jazz Festival in Messico ed Exposure Jazz Festival in Israele, solo per citarne alcuni.

Sul palco Rotem Sivan (chitarra), Haggai Cohen Milo (basso) e Ferenc Nemeth (batteria).

Martedì 29 settembre
Ore 22.30

Elegance Café
Via Vittorio Veneto 83/87 - Roma

Consumazione minima Euro 15

Infoline 0642016745

LINO TARDIA al Museo Civico Umberto Mastroianni - Marino (Roma)INAUGURAZIONE SABATO 3 OTTOBRE ORE 18 ALLA PRESENZA DELL'ARTISTA

Sabato 3 ottobre alle 18, nell’ambito del programma di aventi per la 91esima Sagra dell’Uva, verrà inaugurata, presso il Museo Civico Umberto Mastroianni, una mostra personale dell’artista Lino Tardia, cui il Comune di Marino ha affidato la realizzazione del Manifesto dell’ormai storica festa dedicata al vino.

L'artista, siciliano di nascita ma stabile a Roma fin dagli anni '60, presenterà una raccolta di dipinti selezionati dalla produzione degli ultimi venti anni per poter fornire a visitatori e collezionisti una chiave di lettura e di comprensione della propria ricerca.
Come ha puntualmente stigmatizzato Franco Campegiani, nella presentazione della mostra, le opere di Tardia “sono delle vere e proprie cosmogonie, racconti del germinare mondi, l’uno dall’altro, secondo un’incessante e incandescente esplosione vitale. Un teatro fresco e zampillante, fantasmagorico, che pone in scena la creazione universale, ciò che affiora e viene alla luce da sorgenti misteriose e incorruttibili. Al contrario del teatro dechirichiano, che mostra l’eterna consunzione, l’infinito logoramento e l’inappellabile estinzione delle cose, qui è l’alba della vita a fare la sua apparizione, con quello sdoppiamento (si noti la frequente divisione della tela in due campiture) che sembra evocare la Madre Fenicia, la sua capacità di spezzarsi come il pane per dare vita a tutti gli esseri e a tutti i mondi”.

La opere scelte consentiranno di scoprire come, a partire dalla mostra "In viaggio con i Fenici" tenutasi nel 1996 alla Galleria Comunale d'Arte Moderna di Spoleto, fino a "La scatola dei miti" allestita nel 2009 presso le sale dell'Appartamento Barbo del Museo Nazionale di Palazzo Venezia di Roma, la ricerca di Tardia sia stata improntata alla realizzazione di un immaginario figurativo caratterizzato dall'astratta esaltazione del contrasto di linee, forme e colori.
La mostra, realizzata in collaborazione con la galleria d’arte Edarcom Europa, sarà visitabile fino al 25 ottobre.

INFORMAZIONI
MOSTRA: Lino Tardia
PERIODO: 3-25 ottobre 2015
SPAZIO ESPOSITIVO: Museo Civico Umberto Mastroianni
INDIRIZZO: Piazza Giacomo Matteotti, 13 - Marino
ORARIO: da venerdì a domenica 10-13 e 16-19
INFO: 06.7802620 - www.edarcom.it

BIOGRAFIA
Lino Tardia nasce a Trapani nel 1938. Conseguita la maturità artistica, rifiuta l’incarico di docenza in Discipline Pittoriche al Liceo Artistico di Palermo e si trasferisce a Roma dove frequenta gli studi di Renato Guttuso e Saro Mirabella. Nel 1955 Lino Tardia inizia a esporre, ottenendo ben presto consensi in Italia e all’estero.
Gli anni Sessanta segnano il suo passaggio dal Realismo all’Informale e ancora alla Nuova figurazione, secondo la maniera di Francis Bacon che incontra durante un soggiorno a Londra. Partecipa a mostre collettive insieme a Guttuso, De Chirico, Sironi, Treccani e altri autori noti nel panorama artistico internazionale. Espone le sue opere in mostre personali a Londra, New York, Chicago, Parigi, Huston, Ottawa e Tripoli. Ha preso parte a numerosi premi nazionali e internazionali. Nel 2009 si è tenuta una grande personale nelle sale dell'Appartamento Barbo di Palazzo Venezia a Roma.
Nel 2003 il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi gli conferisce la Medaglia d'Oro per i Benemeriti della Cultura.

Dal 10 ottobre all’1 novembre 2015, ogni fine settimana.

La Castagna protagonista assoluta, nelle sue molteplici versioni, di una grande festa lunga 4 fine settimana nel cuore della Tuscia.
Si appresta ad iniziare a Vallerano, luogo per eccellenza del prelibato frutto, un percorso gastronomico, turistico e culturale mirato a vivacizzare ed approfondire la conoscenza di questo prodotto della Natura dotato di una particolare lucentezza ed insignito dalla Comunità Europea del marchio di Denominazione di Origine Protetta (DOP), primo ed unico ancora in Italia, il 7 aprile 2009.
Non una sagra ma una vera e propria festa che giunge alla sua quattordicesima edizione e che quest’anno vede raddoppiare le iniziative nell’intento di celebrare il prodotto tipico del paese in maniera più fastosa e gioiosa.

Da mesi in movimento, l’associazione organizzatrice “Amici della Castagna di Vallerano”, guidata dal neopresidente Giovanni Narduzzi, che ha raccolto l’eredità dell’ex presidente, Pietro Creta, organizzerà una vera e propria kermesse del gusto che, a partire da sabato 10 ottobre, vivacizzerà tutti i fine settimana del mese e vedrà la conclusione nella giornata di Ognissanti. La festa, quest’anno, avrà un’impronta squisitamente medievale con una serie di iniziative arricchite dall’esposizione di stendardi, dipinti a mano, riproducenti stemmi e sigilli notarili di alcune famiglie del luogo e dall’esposizione alle finestre del torrione occidentale di stendardi con lo stemma del Comune.

Ogni domenica si esibiranno gruppi di sbandieratori ed il 1° novembre un gruppo di falconieri con rapaci, che forniranno dimostrazioni di volo. Le visite guidate in vicoli, vie, piazze, chiese (scrigni sontuosi di fede e di arte), tra i palazzi del centro storico conferiranno una molteplice suggestione aggiunta all’atmosfera medievale. Tra le innumerevoli attrazioni della festa (spettacoli musicali e folkloristici, visite organizzate allo stabilimento di lavorazione delle castagne di Mastrogregori A. & C. e appuntamenti culturali di vario tipo, tra cui anche un convegno sulla castanicoltura), la gastronomia rivestirà un ruolo di rilevanza primaria. Le antiche e caratteristiche cantine di Vallerano, in pietra di tufo, comporranno per i visitatori menu con specialità locali irresistibili di tradizione antichissima: echi di quella tradizione dei Valleranesi nella lavorazione delle castagne che riflettono un passato in cui il pregiato frutto dell’autunno rappresentava un sostentamento alimentare indispensabile.

La cucina tipica contemplerà numerose e gustosissime ricette a base di castagne, creando primi, secondi piatti e dolci, con questi frutti ricchi di vitamine preziose e sali minerali indispensabili all’organismo, perfetti tenitori della cottura e facilmente digeribili.
Eloquente e piacevole, al riguardo, la pubblicazione che anche quest’anno verrà distribuita ai visitatori, comprensiva, oltre a curiosità e notizie sulla storia del paese, di un amplio ricettario ad hoc.
Ossigenandosi di aria pura di collina, a 400 metri sul livello del mare, i visitatori verranno accolti da attrazioni di vario genere, e potranno prenotare speciali tour gastro-turistici a tema, immersi in spazi culturali e in fragranze antiche e contemporanee: tra queste, quella inconfondibile, invitante, e anch’essa fiabesca, delle caldarroste, che saranno distribuite a tutti in piazza.

Infoline: +39 334 3060091
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CASTAGNA TOUR, pacchetto comprensivo di visite guidate al Paese e castanifici, pranzo in cantina (menu a base di un antipasto, due primi di cui una zuppa, un secondo, contorno, caldarroste, dolci, digestivi e un cartoccio di caldarroste): € 25 (con gadget artigianale realizzato dall’Associazione: € 30)

Attesa per Cristina D’Avena e i Gem Boy a Fabrica di Roma
21 settembre 2015, ore 21

Proseguono, a Fabrica di Roma (VT), i festeggiamenti in onore dei santi patroni, Matteo e Giustino che si concluderanno il prossimo 22 settembre.
Le celebrazioni, organizzate dal comitato di San Matteo in collaborazione con l’amministrazione comunale, prevedono numerosi momenti imperdibili, tra questi, sicuramente quello più atteso è in programma lunedì 21 settembre.

A salire sul palco sarà infatti Cristina D’Avena, affiancata dai seguitissimi Gem Boy.
Cristina D’Avena, idolo dei teenager degli anni Ottanta, si esibirà in un live con i suoi maggiori successi tratti direttamente dal magico mondo dei cartoni animati.
Sulle sue note sarà quindi possibile compiere un prodigioso tuffo nel passato, nei pomeriggi televisivi riempiti da Candy Candy, Lady Oscar e Mila e Shiro.
Sarà un’occasione per tornare bambini e per divertirsi con l’ironia e la goliardia dei Gem Boy, in un connubio perfetto tra risate e malinconia.

Tra gli altri appuntamenti da non mancare, in programma, domenica 20 settembre, dalle 9 alle 19 la tradizionale fiera di merci in via XXV aprile e, in via Roma i giochi in legno per tutte le età di Ludobus-Legno mania.
Lunedì 21 settembre, invece, nel pomeriggio, via alla XXVI edizione della caratteristica Corsa dei Carrettini, da via San Giorgio a via Roma.
I festeggiamenti si concluderanno martedì 22 settembre con lo spettacolo Armonia degli Elementi, concerto di fuochi d’artificio barocchi e giochi d’acqua.

La Siliàn presente La Donna Guerriera
Testo di Sibilla Barbieri - Regia di Ivana Pantaleo
Con Sibilla Barbieri, Marta Iacopini, Silvia Mazzotta, Ivana Pantaleo
Musiche e disegno luci Andrès Arce Maldonado - Coach Paolo Alessandri

TEATRO DI DOCUMENTI dal 15 al 25 ottobre

Dopo il debutto della scorsa stagione torna a grande richiesta del pubblico romano al Teatro dei Documenti lo spettacolo “La Donna Guerriera” scritto da Sibilla Barbieri per la regia di Ivana Panaleo.

Una guerra, uno scontro drammatico e finale.
Alle spalle c’è “La città d’oro”, il centro dell’impero. La città è bella, ma di vitalità decadente, ricca e corrotta, però il popolo inerme cerca comunque l’estremo riparo all’interno delle sue mura.
A difenderla è stato chiamato un capitano, una donna. Il tempo in cui la storia si svolge è un medioevo parallelo in cui i guerrieri sono solo donne.
Il capitano è un soldato perfetto una figura che, come nella cavalleria medioevale o nell’iconografia dei samurai giapponesi, rappresenta una classe scelta di guerrieri fedeli più di ogni altra cosa all’onore. Ma è proprio questa profonda fedeltà a farne vacillare la scelta.
Nella notte prima della battaglia il capitano s’interroga sulle radici del potere. Che cos’è l’onore? A chi dobbiamo la nostra fedeltà? Qual è l’autorità a cui dobbiamo veramente inchinarci?
La Donna Guerriera propone un punto di vista femminile, diverso, su un tema da sempre trattato dagli uomini. Una riflessione sulla guerra vista come conflitto interno oltre che esterno.

La Donna Guerriera è stata finalista al Premio Enrico Maria Salerno nel 2003, il testo è di Sibilla Barbieri, la regia di Ivana Pantaleo, entrambe in scena insieme a Silvia Mazzotta e Marta Iacopini. Le musiche e il disegno luci sono a cura di Andrès Arce Maldonado.
Lo spettacolo è stato in scena al Teatro dei Documenti a marzo 2015 riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica.
I costumi sono creazioni del brand NANAEEL by Nanaaleo: abiti ecologici e biologici, realizzati con fibre e tinture naturali, senza l'utilizzo di sostanze tossiche e nocive per l'ambiente e la salute umana, dove l'abito diventa segno esteriore del profondo sentire ma anche mezzo esterno per un riequilibrio energetico e psicofisico di chi lo indossa.

LA DONNA GUERRIERA , 15-25 ottobre 2015
TEATRO DI DOCUMENTI
Via Nicola Zabaglia 42- Testaccio Roma

Biglietti: intero euro 15, ridotto euro 12 - tessera associativa del teatro euro 3
Alle 21, la domenica alle 18 - Prenotazioni tel.06.5744034 - 328.8475891 . info: 333.3483517

“IL BAZAR DEGLI ARTISTI” Parco Villa Gregoriana – Tivoli (RM)
sabato 31 ottobre 2015, alle ore 11

Un’occasione per guardare Parco Villa Gregoriana con gli occhi degli artisti e dei letterati che tra Settecento e Ottocento la ammirarono durante il Grand Tour. Come fece Johann Wolfgang Goethe, che nel 1786 scrisse del parco: “Fui a Tivoli, dove ammirai una delle somme visioni offerte dalla Natura. Quelle cascate, insieme alle rovine e a tutto il complesso del paesaggio, sono tra le cose la cui conoscenza ci fa interiormente più ricchi”.

Sabato 31 ottobre 2015 alle ore 11 il bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano a Tivoli (RM) apre per una visita speciale in compagnia di uno storico dell’arte, un viaggio nel passato attraverso le parole, i ricordi e i pensieri degli intellettuali romantici che furono conquistati da un ambiente sublime ed emozionante. Abbandonandosi alle suggestioni dei loro testi, si potranno contemplare sotto una luce insolita i Templi di Vesta e Sibilla, i balzi dell’Aniene e la forra del Parco, l’orrido che per secoli ha destato nella mente e nel cuore di scrittori e pensatori tanta meraviglia e fascinazione.

Ultimo appuntamento con “Il Bazar degli artisti” sabato 28 novembre 2015

Con il Patrocinio del Comune di Tivoli.
Il calendario “Eventi nei beni del FAI 2015”, è reso possibile grazie al significativo sostegno e all’energia di ENGIE, dal 2011 sostenitore del FAI, al prezioso contributo di PIRELLI che rinnova la consolidata amicizia con la Fondazione e Cedral Tassoni, marchio storico italiano che per il quarto anno consecutivo ha deciso di abbinare la tradizione, la storia e la naturalità del suo prodotto al FAI.

Giorni: Sabato 31 ottobre 2015. Il prossimo appuntamento è in programma per 28 novembre 2015.

Orari: ore 11

Ingressi + visita: Adulti: 10 €; Ragazzi (4-14 anni): 5 €; Iscritti FAI: 4 €; Famiglia (2 Adulti + 2 Bambini): 25 €; Residenti nel Comune di Tivoli: 6,5 €.

Per informazioni su Parco Villa Gregoriana:
tel. 0774/332650; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

“TÈ CON L’ARCHEOLOGO” Parco Villa Gregoriana – Tivoli (Roma)
Visite guidate con l’esperto tra i resti dell’Acropoli tiburtina

sabato 24 ottobre 2015, alle ore 14,30

Esplorare un luogo antico al fianco di un archeologo significa scoprirne i segreti più profondi. Per questo sabato 24 ottobre 2015 alle ore 14,30 al Parco Villa Gregoriana di Tivoli il FAI – Fondo Ambiente Italiano presenta il secondo appuntamento con “Tè con l’archeologo”: visite guidate da un esperto alla scoperta della villa del console romano Manlio Vopisco, celebrata dal poeta latino Orazio, e del territorio circostante.

La speciale passeggiata permetterà ai visitatori di comprendere le evoluzioni urbanistiche dell’Acropoli tiburtina, conoscere i Templi di Vesta e di Tiburno (II secolo a.C.) e ammirare i balzi dell’Aniene e la forra del parco, l’orrido che per secoli ha attratto artisti e letterati. Per ritemprarsi e riflettere in compagnia sulle meraviglie storiche e naturalistiche di Parco Villa Gregoriana la visita si concluderà nel modernissimo edificio della caffetteria progettato da Gae Aulenti con la degustazione di vari tipi di tè e dolci prelibatezze tipiche di Tivoli.

Prossimi appuntamenti con “Tè con l’archeologo” sabato 28 novembre e 12 dicembre

Con il Patrocinio del Comune di Tivoli.
Il calendario “Eventi nei beni del FAI 2015”, è reso possibile grazie al significativo sostegno e all’energia di ENGIE, dal 2011 sostenitore del FAI, al prezioso contributo di PIRELLI che rinnova la consolidata amicizia con la Fondazione e Cedral Tassoni, marchio storico italiano che per il quarto anno consecutivo ha deciso di abbinare la tradizione, la storia e la naturalità del suo prodotto al FAI.

Giorni: sabato 24 ottobre, 28 novembre e sabato 12 dicembre
Orari: ore 14,30

Ingressi + visita: Adulti: 10 €; Ragazzi (4-14 anni): 5 €; Iscritti FAI: 4 €; Famiglia (2 Adulti + 2 Bambini): 25 €; Residenti nel Comune di Tivoli: 6,5 €.

Per informazioni su Parco Villa Gregoriana:
tel. 0774/332650; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

“DOMENICA AL PARCO” Parco Villa Gregoriana – Tivoli (Roma)
domenica 18 ottobre 2015, dalle ore 10 alle 18,30

Ritornano le “Domeniche in famiglia” al Parco Villa Gregoriana a Tivoli (RM). Nella nuova veste di “Domenica al parco”, il bellissimo bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano torna a proporre per le famiglie un momento di condivisione e divertimento, per un’immersione totale nel verde. Durante un ciclo di appuntamenti domenicali, dalle ore 10 alle 18,30, grandi e piccini saranno invitati a partecipare a visite guidate introduttive al parco e a trascorrere momenti di gioco e libertà nella natura.

Nel corso della giornata di domenica 18 ottobre 2015, esplorando i sentieri del bosco sacro di Tiburno alla ricerca di grotte e cascate gli adulti potranno conoscere la storia millenaria del luogo e potranno lasciare che i bambini diano sfogo alla fantasia, sfidandosi in entusiasmanti prove di equilibrio su ponti tibetani o scoprendo le forme e i suoni del parco che da sempre affascina e conquista. Otto appuntamenti per trascorrere la domenica in modo inconsueto alla scoperta di uno dei luoghi più avventurosi della città di Tivoli.

Ultimo appuntamento con “Domenica al Parco” domenica 15 novembre 2015

Con il Patrocinio del Comune di Tivoli.
Il calendario “Eventi nei beni del FAI 2015”, è reso possibile grazie al significativo sostegno e all’energia di ENGIE, dal 2011 sostenitore del FAI, al prezioso contributo di PIRELLI che rinnova la consolidata amicizia con la Fondazione e Cedral Tassoni, marchio storico italiano che per il quarto anno consecutivo ha deciso di abbinare la tradizione, la storia e la naturalità del suo prodotto al FAI.

Giorni e orari della manifestazione: domenica 18 ottobre e 15 novembre 2015, dalle ore 10 alle 18

Ingressi: Adulti: 8 €; Ragazzi (4-14 anni): 5 €; Ridotto Famiglie (2 adulti + 2 bambini): 17 €; Iscritti FAI: 2 €; Residenti del Comune di Tivoli: 4,5 €

Per informazioni su Parco Villa Gregoriana:
tel. 0774/332650; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

“C’ERA UNA VOLTA” Parco Villa Gregoriana – Tivoli (Roma)
Parco di Villa Gregoriana in pillole: 3 tappe in 30 minuti
domenica 4, 11 e 25 ottobre 2015
dalle ore 10 alle ore 17,15 (ultima visita)

Parco di Villa Gregoriana a Tivoli (RM) apre al pubblico in una piacevole formula: 3 tappe in 30 minuti. In un percorso introduttivo che si snoda tra mito, storia e natura i visitatori sono invitati a conoscere il bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano per poi esplorarlo in piena autonomia, alla ricerca di grotte, cascate e vestigia romane.

Nelle giornate di domenica 4, 11 e 25 ottobre 2015, dalle ore 10 alle ore 17,15, si terranno delle speciali visite guidate della durata di trenta minuti per scoprire il parco come luogo capace di destare fascinazioni e meraviglia per tutti i visitatori che nel corso dei secoli si sono avvicendati tra i suoi sentieri: tre tappe che permetteranno di imparare a osservare con occhi nuovi la bellezza della natura, per poi proseguire la visita immersi nel silenzio del bosco al ritmo di cascate e cascatelle, alla ricerca di grotte e rovine romane.

Con il Patrocinio del Comune di Tivoli.
Il calendario “Eventi nei beni del FAI 2015”, è reso possibile grazie al significativo sostegno e all’energia di ENGIE, dal 2011 sostenitore del FAI, al prezioso contributo di PIRELLI che rinnova la consolidata amicizia con la Fondazione e Cedral Tassoni, marchio storico italiano che per il quarto anno consecutivo ha deciso di abbinare la tradizione, la storia e la naturalità del suo prodotto al FAI.

Giorni: domenica 4, 11 e 25 ottobre 2015. I prossimi appuntamenti sono in programma per domenica 1, 8, 22 e 29 novembre e domenica 6 e 13 dicembre 2015.
Orari: dalle ore 10 alle ore 17,15 (ultima visita)

Ingressi + visita: Adulti: 8 €; Ragazzi (4-14 anni): 5 €; Iscritti FAI: 2 €; Famiglia (2 Adulti + 2 Bambini): 17 €; Residenti nel Comune di Tivoli: 4,5 €.

Per informazioni su Parco Villa Gregoriana:
tel. 0774/332650; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

“VISITE CON IL DIRETTORE” Parco Villa Gregoriana – Tivoli (Roma) sabato 3 ottobre 2015, alle ore 11

Sapevate che il Parco Villa Gregoriana a Tivoli racchiude nell’antico bosco sacro di Tiburno storie di antichi eroi e oracoli? L’importante sito naturalistico e archeologico romano, bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano, dà il via a un ciclo di visite in cui scoprire, insieme alla storia e alle suggestioni del parco, anche svariati aneddoti e fascinazioni, e allo stesso tempo conoscere le vicende del recupero di questo bene e le tecniche di conservazione attiva del verde.

Sabato 3 ottobre 2015, alle ore 11, i visitatori avranno l’occasione non solo di godere di un notevole scorcio dell’immenso patrimonio naturalistico italiano, ma anche di vivere un’intensa esperienza culturale in compagnia del Direttore del parco e di uno storico dell’arte: una passeggiata tra arte, storia e natura alla scoperta di antichi misteri.

Riaperto solo nel 2005 grazie a un imponente restauro e al recupero operato dal FAI, Parco Villa Gregoriana vanta una storia millenaria legata indissolubilmente alle vicende storiche e mitologiche del fiume Aniene e dei suoi eroi: la Sibilla Albunea, Ercole, l’eroe eponimo Tiburno e i suoi fratelli. Tra grotte e resti di antica memoria, la visita al parco si rivelerà un viaggio a ritroso nel tempo, con la compagnia dei racconti di quanti, nel corso dei Grand Tour ottocenteschi, si sono soffermati ad ammirare cascate e cascatelle.

I prossimi appuntamenti con le “Visite con il Direttore” sono in programma
per sabato 7 novembre e 5 dicembre 2015

Con il Patrocinio del Comune di Tivoli.
Il calendario “Eventi nei beni del FAI 2015”, è reso possibile grazie al significativo sostegno e all’energia di ENGIE, dal 2011 sostenitore del FAI, al prezioso contributo di PIRELLI che rinnova la consolidata amicizia con la Fondazione e Cedral Tassoni, marchio storico italiano che per il quarto anno consecutivo ha deciso di abbinare la tradizione, la storia e la naturalità del suo prodotto al FAI.

Giorni: sabato 3 ottobre 2015
Orari: ore 11

Ingressi + visita: Intero: 10 €; Ridotto (bambini 4-14 anni): 5 €; Iscritti FAI: 4 €; Biglietto famiglia (2 Adulti + 2 Bambini): 25 €; Residenti nel Comune di Tivoli: 6,5 €.

Per informazioni su Parco Villa Gregoriana:
tel. 0774/332650; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

SEGUI LA VOLPE Da sabato 19 settembre il Parco Regionale dell' Appia Antica apre la nuova stagione di visite guidate ed eventi.

Abbiamo scelto come mascotte la volpe del nostro logo. La volpe, infatti, frequenta spesso le periferie delle grandi città dove sono presenti aree verdi e parchi pubblici di grandi dimensioni. Durante il giorno si ripara sotto i cespugli, in piccoli fossi o in tane. Grazie alla sua proverbiale astuzia riesce a sfuggire ai nostri sguardi, nascondendosi negli orti e nei giardini.

I 3.500 ettari del Parco sono la sua casa ideale. Incontrarla durante un'escursione al parco non è tuttavia raro e non è raro avvistarla nei pressi dei magnifici resti degli Acquedotti, della Villa dei Quintili o della Villa dei Sette Bassi.

Crediamo che la grandiosità del nostro Parco sia tutta qui, nella naturale continuità tra storia e natura, tra campagna e città, che regala agli occhi, al cuore e alla mente, un'esperienza di visita unica. Ed è questa esperienza che proveremo ancora una volta a regalarvi. Le visite sono organizzate in collaborazione con associazioni e altri operatori specializzati in servizi naturalistici e culturali.
Partecipare è semplice: consultate on-line il programma o ritiratelo presso i punti della nostra rete di accoglienza. Scegliete visite o gli eventi che più ti interessano e ricordati di prenotare se è richiesto, altrimenti l'importante è arrivare puntuali all'ora indicata.

Per partecipare alle visite occorre avere la Carta Amici del Parco. Ogni visita costa 5 euro almeno che non ci siano diverse indicazioni. Eventuali biglietti di ingresso ai monumenti sono a carico dei partecipanti. La Carta Amici di mamma o papà è valida anche per i bambini. Eventuali costi aggiuntivi o la gratuità sono espressamente indicati.

Il nostro consiglio? Indossate scarpe e abbigliamento comodo, portate con voi borraccia e macchina fotografica: lanciate #seguilavolpe e noi potremo seguire voi.

IFO ALLA “STAFFETTA 12 X UN ORA”, CORRERE PER INFORMARE

Tre le ragioni della partecipazione: rafforzare il binomio sport-salute, educare alla prevenzione e ai corretti stili di vita, sensibilizzare alla donazione e solidarietà

Gli IFO partecipano alla ventesima edizione della “Staffetta 12 per un ora - Memorial Alberto Rizzi” che si disputerà sabato 19 settembre 2015 nello Stadio delle Terme di Caracalla. Gli Istituti Regina Elena e San Gallicano sono tra i patrocinanti della manifestazione e partecipano con una assortita squadra amatoriale. Le ragioni? Correre e informare!

E’ doveroso per realtà come gli IFO, eccellenza in campo oncologico e dermatologico, essere presenti nei luoghi di aggregazione per offrire una informazione autorevole e “certificata”.

Uno stand info-divulgativo sarà presidiato da un team multidisciplinare di specialisti. Un esperto bibliotecario illustrerà al cittadino come cercare informazioni che riguardano la salute nella giungla informativa digitale. Specialisti di dermatologia oncologica daranno informazioni sulla corretta esposizione al sole, aspetto che chi pratica sport outdoor deve aver ben presente al fine di schivare possibili tumori della pelle, tra cui il subdolo melanoma. Altri specialisti consiglieranno come prendersi cura della propria pelle e come evitare verruche e vesciche, tipiche degli sportivi. Un altro importante compito della giornata sarà informare sul virus dell’HPV, che interessa maschi e femmine, e sulla vaccinazione precoce: nonostante si tratti del primo vaccino preventivo dei tumori, a causa della scarsa informazione, genitori e ragazzi hanno ancora molti dubbi da sciogliere. Infine un medico esperto di antitabagismo eseguirà esami spirometrici e fornirà informazioni sui danni che il fumo può causare e su come smettere.

“Rafforzare il binomio sport-salute, educare alla prevenzione e ai corretti stili di vita, sensibilizzare alla donazione e alla solidarietà.” Questi i tre motivi che hanno spinto gli IFO a prendere parte alla manifestazione “staffetta 12 per un ora”. A dichiararlo è stata Marta Branca, Commissario Straordinario degli IFO, in occasione della conferenza stampa che si è tenuta il 15 settembre scorso in Campidoglio. “Come Istituti di ricerca di ricovero e cura a carattere scientifico – ha sottolineato Branca - verifichiamo e misuriamo quanto sia importante un sano stile di vita che ha come caposaldo, il movimento e lo sport, qualunque disciplina si pratichi, oltre alla sana alimentazione ed all’attività di prevenzione con controlli periodici e regolari. Educare le persone a svolgere attività fisica con regolarità, dall’infanzia e fino all’età avanzata, significa educare all’autodisciplina che è attenzione al proprio corpo e alla propria salute.

Pertanto partecipiamo con una nostra squadra, amatoriale, ma ci siamo per correre, informare è perché crediamo fermamente nella solidarietà.”

“Ci associamo al ricordo di Alberto Rizzi – ha concluso Branca - e in occasione del memorial in onore di un medico ed atleta, ci sembra utile sottolineare l’importanza della donazione.
Sensibilizzare alle donazioni in generale e soprattutto di sangue, è un tema che ci sta davvero a cuore.”

CINEFORUM S. PAOLO GAY ESTATE 2015, FILM INEDITI A TEMATICA GAY-LESBICA DAL MONDO SOTTOTITOLATI IN ITALIANO.

Viste le condizioni di temperatura e di umiditá, la rassegna avrá luogo al chiuso, nella sala rossa.

Tutti i mercoledí alle 21 all'ACROBAX (ex Cinodromo)
via della Vasca Navale, 6 - ROMA
(vicino metro S. Paolo, ampio parcheggio); INGRESSO A OFFERTA LIBERA

PROGRAMMA DI MERCOLEDÌ 23 SETTEMBRE 2015 ALLE 21 ALL'ACROBAX AL CHIUSO (ULTIMO APPUNTAMENTO DEL MERCOLEDÍ):

Film gay inedito: "Kinsey"

regista: Bill Condon
GENERE: Biografico - ANNO: 2004 - NAZIONE: USA
DURATA (min.): 118
LINGUA ORIGINALE: Inglese
SOTTOTITOLI: Italiano (a cura di Buzz Intercultura)

Il film esplora la vita del pioniere della ricerca
scientifica sulla sessualità, Alfred Kinsey, partendo dalla sua infanzia e non si nasconde la sua omosessualità anche se il personaggio, durante la sua vita, non la esplicitò mai pubblicamente.

Nel film vengono mostrate chiaramente le sue particolari attenzioni verso lo studente Clyde Martin (che possiamo ammirare anche senza vestiti), col quale ha un intenso rapporto sessuale. Nel 1948, la pubblicazione del libro "Il comportamento sessuale nell'uomo", ha costituito una vera e propria rivoluzione che ha cambiato per sempre
la storia della cultura statunitense e mondiale: centinaia di persone hanno cominciato a ridefinire gli aspetti più intimi della loro vita e a mettere in discussione i pregiudizi e i tabù imposti da una
società eccessivamente religiosa a puritana. Questo libro ha dato luogo a uno dei dibattiti più intensi del secolo scorso; Kinsey è considerato il padre della rivoluzione sessuale degli anni '60.

Toccante il racconto della lesbica che lo ringrazia per averle salvato la vita. Il film è stato nominato all'oscar e al National Board of Rewiew per la migliore attrice, a 3 nomine al Golden Globe, 4 nomine al Critics' Choice Awards, al miglior attore dall'Associazione dei
critici di Los Angeles ed è stato classificato tra le 10 migliori pellicole dell'anno 2004 dall' American Film Institute.

Alla fine del film:
Discussione e riflessione post-film, tenuta dallo psicologo dr. Francesco Marzano.
Per contattare il dr. Marzano utilizzare la mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e / o il num 3895590958

Moda, arte e design si incontrano in Atelier Da una ex-galleria espositiva prende vita il nuovo showroom di Carnevali Spose, dove sapienza sartoriale e abilità creativa si legano tra futuro e tradizione.Tanti appuntamenti ed eventi in programma: inaugurazione il 24 settembre con le opere del Maestro Gianni Testa   Un appuntamento imperdibile per le future spose e per gli amanti dell’eleganza e del gusto, in tutte le sue forme. In Via XX settembre 122 sorge il nuovo Atelier di Carnevali Spose, uno spazio espositivo dal design e dal look innovativo che racchiude in sé il glamour di una galleria newyorkese e la tradizione di una sartoria tutta made in Italy.

L’inaugurazione - in agenda il prossimo 24 settembre dalle 17:00 alle 20:30 - sarà l’occasione per scoprire gli oltre 400mq del nuovo showroom, tra raffinati pizzi e tessuti preziosi di abiti sartoriali per la sposa e per lo sposo, le novità delle collezioni cerimonia e il meglio degli accessori per il giorno del sì.    Il locale, un’ex galleria d’arte che mantiene in sé la sua struttura di spazio espositivo con luci e pannelli in rilievo, si apre all’occhio del visitatore con un lungo corridoio di 40m che, seguendo il concetto dell’open space, regala all’Atelier uno stile industrial e contemporaneo con alti soffitti e tubi a vista, pavimento in marmo originale e scelta di colori minimal, con alternanza di bianco, nero e diverse tonalità di grigio.

Una location perfetta per sfilate e non solo: in programma per i prossimi mesi, tanti appuntamenti ed eventi aperti al pubblico, tra digital art, proiezioni e mostre. Gli stessi abiti e accessori sono messi in mostra secondo le tecniche espositive della galleria. Ma l’arte continua a vivere all’interno dello showroom anche grazie alla mostra dell’artista di fama internazionale Gianni Testa, la cui pittura è universalmente conosciuta per i cavalli e caratterizzata da un cromatismo molto acceso, da figure eteree e turbinose che rimandano a generi pittorici che spaziano dal realismo all’impressionismo. Accanto ad alcune opere conosciute, sarà esposto dal 24 settembre in Atelier anche un lavoro inedito, realizzato ad hoc per l’evento.

La maison Carnevali Spose - nata nel 1939 da un’idea di Rosa Carnevali e aperta a nuovi orizzonti commerciali dalla figlia Maria negli anni ’60 - si è sempre contraddistinta per uso di materiali pregiati e manifattura interamente made in Italy. A testimonianza di questa antica tradizione il giorno dell’inaugurazione saranno in mostra nell’Atelier abiti da sposa vintage, originali degli anni ’70. E non solo: nel nuovo showroom è presente una sartoria a vista dove è possibile scoprire la maestria artigianale che si nasconde dietro a un pizzo o a un decoro, osservando dal vivo il lavoro di mani sapienti. Accanto alle collezioni Carnevali Spose nel nuovo Atelier sono presenti abiti di brand di fama internazionale, italiani e non, come Blumarine, Gritti Sposa, Pronovias e  Rosa Clarà.   In più di 75 anni di attività, Carnevali Spose ha reso felici più di quattro generazioni di giovani che hanno apprezzato in essa la serietà e il buon gusto. L’apertura del nuovo spazio innovativo, all’interno dello storico Palazzo Gentiloni nel cuore di Roma, nasce con l’obiettivo di aprirsi a una clientela internazionale. Normal 0 14 false false false IT JA X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:Cambria;}  

La compagnia dei giovanissimi di Brignano presenta
ISOLA 51 “di profilo sembra pazzo”
Di Mario Scaletta

Mercoledì 23 settembre 2015 alle ore 21,00 la “Compagnia dei giovanissimi di Brignano” debutterà in prima nazionale con lo spettacolo ISOLA 51 “di profilo sembra pazzo” di Mario Scaletta.
Siamo nell’anno 2115, il binomio uomo-computer è diventato indissolubile. Gli incontri individuali e sociali si esauriscono all’interno del proprio modulo abitativo. La disabitudine ai rapporti interpersonali, ha generato un linguaggio verbale monosillabico. I ragazzi sono i più colpiti da questo nuovo ”morbo”. Per combattere questo male, sono state create delle costosissime cliniche di recupero linguistico e relazionale. In una di queste cellule curative si sviluppa la storia dei nostri quattordici protagonisti, il loro lento cammino verso una riabilitazione ai rapporti umani. Il loro obiettivo, quello di arrivare all’Isola 51, una città simulata dove potranno reimparare a stabilire relazioni sociali concrete, oggetto del desiderio di una società virtuale. Il paradosso? A reinsegnare loro a parlarsi è una macchina, forse gli adulti non hanno più tempo per farlo.
Rinchiusi in questa cellula di recupero come i pazienti di una clinica psichiatrica, i nostri quattordici ragazzi ogni notte vengono “curati” da un cervello elettronico. Ogni notte vengono inserite nelle loro menti tutte le parole del teatro e del cinema mondiale, ogni giorno devono reinterpretare quelle parole, quelle scene, con esiti a volte esilaranti. Perché Isola 51, è uno spettacolo che ci fa riflettere sulla condizione di questi giovani del futuro, cugini stretti dei giovani d’oggi, ma è anche uno spettacolo che ha il merito di farci ridere senza farci spegnere il cervello. Questi ragazzi imparano che la parola libertà è una parola dai molteplici risvolti: liberi e senza guida si sono trovati senza strumenti per comunicare, chiusi in una cellula di recupero lontano dagli adulti, costretti a seguire la voce sintetica di un computer, dubitano di poter pensare con il proprio cervello. Impareranno che non è importante avere delle parole proprie per sentirsi liberi ma è importante usare le parole degli altri capendole. Perché il linguaggio ci permette di capire chi siamo e cosa vogliamo e questi ragazzi capiranno presto il prezzo per arrivare all’Isola 51.
Siamo a teatro, stiamo per vedere della fantascienza, uno spettacolo comico o una commedia dai buoni sentimenti? Tutte e tre le cose. Mario Scaletta ha scritto un testo per questi ragazzi, che parli di loro ma che arrivi a tutti. Ed è sempre lui a dirigerli con attenzione e cura, per far sì che insieme riescano a far viaggiare gli spettatori in un futuro non molto lontano. Quattordici gli adolescenti in scena, la più piccola ha 9 anni, il più grande 26, tutti gli altri più o meno sedici anni.
Quattordici i componenti de “La compagnia dei giovanissimi di Brignano”, che ha dato il suo nome a questo gruppo di allievi della sua scuola, Artès. Il “capocomico” di questa compagnia Marco Todisco, ma se vi aspettate un solo bravo attore, vi sbagliate, ne vedrete quattordici.
Ragazzi appassionati e preparati, che studiano da anni insieme al corpo docenti Artès (Barbara Abbondanza, Lucia Ciardo, Gigi Palla e Armando Sanna), ragazzi determinati e coraggiosi, che hanno dovuto sostenere un provino per far parte di questa compagnia. Ragazzi insoliti e curiosi che passano il loro tempo libero a studiare le regole del gioco del teatro. Enrico Brignano è contento di lasciare nello loro mani il suo nome, sa che lo custodiranno con attenzione e che venderanno cara la pelle. Lo spettacolo sarà in scena fino al 27 settembre 2015.

ISOLA 51 “di profilo sembra pazzo” di Mario Scaletta
TEATRO TIRSO DE MOLINA via Tirso,89 Roma

Da mercoledì 23 settembre ore 21,00 a domenica 27 settembre 2015

FESTIVAL NAZIONALE del "TEATRO RAGAZZI" di ROMA
"LUCCIOLE E LANTERNE Premio Rodari per il Teatro 2015" XII ed.

11, 12 e 13 e 18, 19 e 20 settembre 2015

Roma, Villa Doria Pamphilj
ingresso via Vitellia 102 e via Leone XIII, 30
INGRESSO LIBERO

Dall' 11 settembre torna a Roma il Festival Nazionale del Teatro Ragazzi "LUCCIOLE E LANTERNE - Premio Rodari per il teatro 2015", una delle più interessanti e creative iniziative dedicate ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie, quest'anno allestita completamente "open air", nel verde di Villa Pamphilj.

Giunto alla sua dodicesima edizione, il festival propone, come ogni anno, la migliore produzione teatrale dedicata ai più giovani, con sei spettacoli (tutti a ingresso gratuito) presentati da Compagnie provenienti da diverse città italiane.

Tutti i pomeriggi, sarà possibile inoltre partecipare ai laboratori manuali/creativi, a giochi accompagnati da musica e danze, ascoltare le letture ad alta voce degli attori del Teatro Verde dedicate a Gianni Rodari o prendere parte al “Mercatino dello scambio e del baratto” autogestito dai ragazzi (da 8 anni in su)

La consegna del Premio Rodari per il Teatro 2015, assegnato come sempre dalla Giuria dei bambini, avverrà durante la giornata conclusiva, domenica 20 settembre, alla presenza della Signora Teresa Rodari.

PROGRAMMA DETTAGLIATO

Venerdi 11 settembre
ore 15.30 saggio conclusivo del laboratorio/centro estivo Teatro è Natura (4-13 anni) - Ass. Il Flauto Magico
ore 16.45 laboratorio Musica in culla (0-48 mesi) - Sc. Pop. Musica Donna Olimpia

ore 17.30 : Comp. Florian di Pescara
LA CENERENTOLA
liberamente ispirato alla favola omonima dei F.lli Grimm
di e con Flavia Valoppi e Germana Rossi
consulenza e regia Mario Fracassi
canzoni e musiche eseguite dal vivo da Germana Rossi
Cenerentola, dopo la scomparsa della madre, vive nel proprio castello ridotta a fare da serva alla matrigna e alle due brutte e cattive sorellastre. Un bel giorno arriva il dispaccio reale per cui tutte le ragazze da marito sono invitate alla festa in onore del ritorno del principe...
"Cenerentola" è la storia di tutti i bambini costretti a crescere indesiderati in situazioni apparentemente ordinate. Come essi possano conservare malgrado tutto il loro desiderio d'amore o la loro speranza nella felicità è il segreto che incontreremo in questo spettacolo. Uno spettacolo in cui le bravissime Flavia Valoppi (narratrice) e Germana Rossi (musicista) riescono a donare agli spettatori il piacere di partecipare all'avventure di una giovane donna che riesce ancora, nonostante tutte le umiliazioni, a credere nel regno che è nascosto in ogni persona.
Uno spettacolo dove le due attrici cantori, attraverso la semplice suggestione delle parole e dei suoni... il silenzio dei suoni, il gioco del suono del violino, il pianto di Cenerentola della fisarmonica, la festa da ballo, i rumori della scopa, del fuoco che scoppietta, della spazzola che pulisce il pavimento, delle scarpette di cristallo e del pianto dei piedi delle sorellastre costrette a strizzarsi dentro una scarpa troppo piccola, riusciranno a ribaltare la realtà, abolire spazio e tempo e, utilizzando il mito ed il fantastico far apparire una splendida fata da un piccolo albero, trasformare un serpente in un principe, far ridere e far piangere.

Sabato 12 settembre
ore 16.00 laboratorio/animazione musicale - Sc. Pop. Musica Donna Olimpia

ore 17.30 : Comp. ATGTP Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata di Jesi
STORIE CON LE GAMBE
Regia e testo di Lucia Palozzi
C’è un filo che lega uomini e donne nati in luoghi lontanissimi a migliaia di anni di distanza. E’ un filo fatto di storie, che entrano nelle orecchie delle persone ed escono dalle loro bocche, e viaggiando sulle loro gambe si scoprono ogni volta diverse e simili al tempo stesso, come i volti di un nonno e un nipote, come si assomiglia la pelle delle genti del mondo sotto i vestiti e dietro i pensieri. Storie con le Gambe è una scatola di racconti, che nel tempo si svuota e si riempie, cambia e cresce.
Piccoli oggetti, storie nuove e storie antiche che trovano una veste diversa, un nuovo modo di raccontarsi. Ma soprattutto la voglia di costruire insieme le immagini, con il corpo e con gli occhi della mente. Storie con le Gambe riesce a costruire l'atmosfera dei racconti intorno al fuoco, realizzando per i piccoli spettatori un incontro intimo, dolce e divertente con la magia del teatro..

Domenica 13 settembre
ore 10.00 partenza della “Corsa contro il Tempo” de L’Amàca Onlus
ore 11.00 laboratorio Body Percussion - Sc. Pop. Musica Donna Olimpia
ore 16.00 laboratorio cartapesta: Oggetti delle Favole - Teatro Verde

ore 17.30 : Comp. Bertolt Brecht di Formia
I RACCONTI DI FERNANDO Incubi, lazzi e sogni di Cetrulo Pulcinella
di e con Maurizio Stammati
burattini di Carlo De Meo
Lo spettacolo, frutto di una ricerca sulle possibili interazioni tra il teatro di figura, il teatro d'attore e quello di strada, cerca attraverso un cantastorie di raccontare un'epoca, dagli anni prima del grande conflitto ai nostri giorni.
Pulcinella, le sue lotte, i suoi sogni ed i suoi incubi, sono lo sfondo sul quale si snoda il racconto in cui altri strambi personaggi fanno irruzione. Il risultato è uno spettacolo divertente, a tratti grottesco con, a volte, sfumature malinconiche.
Fernando detto 'la montagna' per la sua mole, pescatore e panettiere, personaggio realmente esistito, è anche il pretesto per l'attore/autore di raccontare le sue tappe artistiche che, partendo dalla musica, approda prima al teatro di strada poi al teatro di ricerca ed a quello di figura.

Venerdi 18 settembre
ore 16.00 laboratorio teatrale estemporaneo Piccoli Drammi – Teatro Verde
ore 16.30 laboratorio inglese e musica Sing-a-long (0-48 mesi) – Teatro Verde

ore 17.30 : Comp. Magazzini di Fine Millennio di Napoli
IL MARCHESE DI CAGLIUSO
ovvero IL GATTO SENZA GLI STIVALI
Un racconto liberamente tratto da Giambattista Basile e Charles Perrault
Scritto da Fioravante Rea
con Fioravante Rea e Ciro Formisano
musica dal vivo Ciro Formisano
scenografie e pupazzi Fabio Lastrucci; costumi Carla Accoramboni
canzoni e musiche originali Dario Perroni, Fioravante Rea e Ciro Formisano
Chi è il misterioso Marchese Cagliuso che dona cacciagione e pesce pregiato al Re tramite il suo servo, un felino dalla parlantina facile? Questa gatta farà la fortuna del suo povero padrone, il disgraziato e stolido Pippo, che in eredità dal padre non ebbe nemmeno un semplice crivello.
Grazie ai contrappunti di narrato e canto, melodie ed effetti sonori prodotti da oggetti musicali reinventati, si potrà scoprire l’ingegnoso piano della gatta per riscattare il suo padrone. Pippo, povero contadino, viene trasformato da una gatta furba e dalla credulità di un re in un potente marchese.
Resta la domanda, se basterà mai tutto questo a fare la felicità di un uomo? Non sempre le cose vanno come dovrebbero e l’ingratitudine può giocare brutti scherzi, come insegna la morale presente nel racconto.
Rappresentata in un modo originale, questa storia senza confini è adatta sia ad un pubblico giovanile che adulto, capace di leggere tra le righe e godere il gioco combinatorio dell’immaginazione.
L’importanza dello “Cunto de li Cunti” è ampiamente riconosciuta nel mondo letterario per la sua singolare mistura di cultura alta e popolare, fuse insieme con raffinata sapienza nella messa in scena propria della fiaba. Traendo ispirazione da leggende e racconti appartenenti alla tradizione orale campana, l’opera di Basile le organizza e reinventa, diventando un modello narrativo che ispirerà posteri illustri come i fratelli Grimm, Gozzi, Wieland e altri ancora.

Sabato 19 settembre
ore 16.00 laboratorio cappelli da gnomi, fate ed elfi – Ass. Il Flauto Magico

ore 17.30 : Comp. Guardiani dell’Oca di Guardiagrele
NEL BOSCO INCANTATO spettacolo itinerante tra gnomi, fate, elfi e folletti
Amate, o comunque non escludete la presenza teorica nel mondo di creature mitologiche varie? Immaginate che nel profondo dei boschi pulsi una vita favolosa e prodigiosa, più vera del vero, più ufo degli ufo? Ai film d’animazione antropomorfi preferite di gran lunga i Puffi, e ai romanzi impegnati e storici, Il signore degli anelli? Credete che dentro le corolle dei fiori, sotto l’ombrello dei funghi, nelle viscere delle rocce ricoperte dal muschio, si agiti, lontano dall’indiscreto sguardo umano, tutto un subcontinente di elfi, folletti, fate, nani, troll? Ed ecco allora l’appuntamento che fa per voi. Che siate adulti o adolescenti; scettici genitori ultraquarantenni che accompagnano entusiastici bambini, o scettici bambini che accompagnano entusiastici genitori ultraquarantenni giunti lì col pretesto della prole in fiamme!

Domenica 20 settembre giornata conclusiva, consegna del Premio Rodari 2015, alla presenza della Sig.ra Teresa Rodari

ore 16.00 laboratorio di pittura su legno e tela – Il Flauto Magico

ore 17.30 : Comp. Teatro Verde di Roma
“STORIE ALL’IMPROVVISA” di e con Andrea Calabretta
Storie cantate, accennate, raccontate, recitate.
Storie famose, inventate, rielaborate, immaginate.
Storie corte, storie lunghe. Storie di risate e di paura.
Storie di ricordi e di sogni, storie di vita, storie che profumano di storie.

ogni giorno:
Letture ad alta voce dedicate a Gianni Rodari con gli attori del Teatro Verde

“Mercatino dello scambio e del baratto” autogestito dai ragazzi (8 anni in su)

ore 19.15 “saluto al sole” Respira . Vivi. Diventa. a cura di ViviBstrot

Direzione artistica Veronica Olmi
segreteria organizzativa:
Teatro Verde tel 06 5882034
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Al rientro dalle vacanze estive Urbana146 si rinnova quasi completamente nel look! 

Modificate le postazioni di vendita e quindi l'assetto interno del locale per dare spazio a nuovi Artigiani provenienti da ogni parte del mondo, lo staff al completo è lieto di invitarvi al prossimo evento previsto per sabato 19 settembre, un aperitivo in compagnia per presentare, appunto, le news Artigiane.

Restano presenti alcune colonne portanti di Urbana146, che espongono ormai da molto tempo ma hanno sempre la capacità di rinnovarsi e stupire anche i clienti più affezionati. Ma sono molti i nuovi Creativi che con la loro maestria hanno allestito postazioni che cattureranno la vostra attenzione e che non vedono l'ora diconoscervi di persona. Ceramica, legno, fimo, pietre preziose, uncinetto, stoffe, carta … sono solo alcuni dei particolari che vogliamo svelarvi qui: lasciamo ai vostri occhi la possibilità di scoprire tutto ciò che vi aspetta a Urbana146! 

Ospite speciale dell'evento sarà la nostra affezionata Youtuber e fashion blogger Marta Tenerezze, che per la prima volta vedrà di persona il restyling del negozio!  Nel corso dell'evento avrete poi l'occasione di conoscere di persona i creatori di queste opere di Artigianato davvero uniche, quindi non potete perdere assolutamente questa occasione. Vi aspettiamo Sabato 19 Settembre dalle ore 17.30 alle 20.00 L'ingresso è aperto a tutti e vi aspetta un buffet ricco … ovviamente Handmade!!! 

Per info:  Fb: Urbana Centoquarantasei @:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mob. + 39 320 4514534

ASIATICA, INCONTRI CON IL CINEMA ASIATICO
Venerdì 18 settembre - h.18:45
al Teatro Argentina
Largo di Torre Argentina, 52
Roma

Asiatica - Incontri con il cinema asiatico lancia una anticipazione esclusiva, ad ingresso gratuito, con la proiezione in anteprima italiana del film Chauthi Koot/The Fourth Direction di Gurvinder Singh alla presenza del regista e del corto Day trip diretto da Park Chan-Wook.

Alla sua XVI edizione ASIATICA, INCONTRI CON IL CINEMA ASIATICO si apre al pubblico con una anticipazione esclusiva, venerdì 18 settembre alle ore 18.45 nella location d'eccezione del Teatro Argentina di Roma.
Durante l'incontro di presentazione verrà proiettata l'anteprima italiana del film Chauthi Koot/The Fourth Direction di Gurvinder Singh alla presenza del regista, che aveva già conquistato pubblico e critica internazionale con la sua prima pellicola girata in lingua punjabi.
Il focus della 16esima edizione del festival sarà dedicato alla cinematografia Sud-Coreana; nel corso della serata verrà proiettato il cortometraggio Day Trip diretto, insieme al fratello Park Chan-Kyong, da Park Chan-Wook, il geniale cinesta coreano, autore della "trilogia della vendetta". Un evento per salutare gli amici del festival e dare un assaggio degli otto giorni di lungometraggi, corti, retrospettive e incontri, che dal 20 al 28 novembre riempiranno le sale del MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, partner dell'evento insieme all'Argentina Teatro di Roma, la Tenuta di Fiorano e l'Associazione Mnemosyne e che si tiene con il patrocinio del Mibac e del Ministero degli Affari Esteri.
Con una selezione di film in anteprima provenienti da 30 Paesi, all'insegna del dialogo continuativo e serrato con il cinema asiatico e il mondo arabo, il festival diretto da Italo Spinelli continua a mantenere fede ai suoi intenti fondanti.

Per informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dal 17 al 20 Settembre 2015 presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma torna Taste of Roma, il Food Festival più grande al mondo.
Dopo Milano, Snaidero ancora protagonista nello spazio “In Cucina con Snaidero”, in un’area attrezzata bella ed efficiente, ma, soprattutto, informale, conviviale, aperta a infinite esperienze, di gusto, conoscenza, cultura e incontro.

Sarà questo lo spirito con cui prenderà vita un ricco programma di iniziative ed eventi che coinvolgerà i visitatori di Taste of Roma una volta raggiunto lo Spazio Snaidero. Uno spazio inedito, con protagonista la cucina Loft, il nuovissimo progetto Industrial Style di Snaidero, dedicato agli amanti delle atmosfere metropolitane e del mix di materiali dal sapore vissuto, che accoglierà gli ospiti in uno ambiente su misura, come se fossero a casa di amici, e dove il cibo farà da fil rouge ad altre esperienze in cucina.

Con Snaidero lo spazio cucina sarà vissuto come uno spazio su misura, dedicato alla condivisione e alla convivialità, dove si realizzeranno tante attività legate al cibo, al vino, alla preparazione della tavola, ma anche alla casa, ai libri e ai viaggi. Tra i diversi appuntamenti, quelli dedicati a Un grande vino in mezz’ora a cura di Trimani, in cui uno chef cucinerà in
diretta un piatto da accompagnare alla bottiglia scelta. Ancora, gli appuntamenti con Cotto&Mangiato dedicati a ricette interpretate dai grandi Chef di Taste of Roma 2015 e con EVOluzioni in cucina a cura di Sapor d’Olio, dove la ricetta ruoterà attorno alle mille meravigliose sfumature dell’Olio.

Taste of Roma
17-20 Settembre 2015
Auditorium Parco della Musica
In Cucina Con Snaidero

CALENDARIO EVENTI PRESSO SPAZIO SNAIDERO:

Giovedì 17 19.00 -24.00
20.00-20.30 Cotto e mangiato e Chef Marco Martini
21.00 - 21.30 Enoteca Trimani - Un grande vino in Mezz'ora
22.00 - 22.30 Conte Garozzo - Arianna Contenti showcooking a 4 mani
Apro il frigo e…esperimento di social eating
23.00 - 23.30 Enoteca Trimani - Un grande vino in Mezz'ora con uno chef

Venerdì 18 19.00 -24.00
20.00-20.30 Cotto e mangiato e Chef Andrea Fusco
21.00 - 21.30 Enoteca Trimani - Un grande vino in Mezz'ora
22.00 - 22.30 EVOluzioni in cucina un olio attorno a una ricetta. Degustazione di olio EVO e
realizzazione di una ricetta
23.00 - 23.30 Enoteca Trimani - Un grande vino in Mezz'ora con Chef Alba Ruiz (Ristorante Marzapane)

Sabato 19 12.00 -17.00
13.00 - 13.30 EVOluzioni in cucina un olio attorno a una ricetta. A cura di Sapor D'olio e lo
Chef Alfredo Iannaccone
14.00 - 14.30 Stefano Callegaro
15.00 - 15.30 Scatti di Gusto presenta….
16.00 - 16.30 Enoteca Trimani - Un grande vino in Mezz'ora con Chef Kotaro Noda
20.00-20.30 cotto e mangiato Chef Usai
21.00 - 21.30 TRIMANI Un grande vino in Mezz'ora
22.00 - 22.30 EVOluzioni in cucina un olio attorno a una ricetta. Degustazione di olio EVO e realizzazione di una ricetta.

XVIII Festival Internazionale di Musica e Cultura Latino Americana a Roma

MASSIMO DI CATALDO feat. CHIRIMIA
Venerdì 18 Settembre - ore 22.30
Roma – Fiesta!

Serata speciale venerdì 18 a Roma, con Massimo Di Cataldo che si esibirà insieme ai Chirimia all’interno di “Fiesta!”, il Festival Internazionale di Musica e Cultura Latino Americana di Roma: una serata che vuole essere anche una celebrazione fra i popoli e che nasce dalla passione di Massimo per la musica latina e la sua amicizia con Mansur Naziri, direttore artistico della manifestazione.

Massimo Di Cataldo (che è anche molto conosciuto sia in Sudamerica che in Spagna) e il suo pianista Alessio Pizzotti saranno accompagnati sul palco di “Fiesta!” dai Chirimia, per una serata tutta in chiave latina: il cantautore romano presenterà al pubblico alcuni dei suoi maggiori successi riarrangiati per l’occasione, tra cui “Come sei bella” (brano presentato a Sanremo nel ‘99), “Fragile”, “Se adesso te ne vai” (una delle canzoni italiane più conosciute all’estero e che ha conquistato il sesto posto a Sanremo nel ‘96) e l’ultimo singolo “Un’emozione fantastica”, di cui verrà proiettato anche il videoclip del regista Antonio Levita, e che vede la partecipazione di Miss Italia Clarissa Marchese. Questo singolo è tratto dalla raccolta pubblicata quest’estate “Un’emozione fantastica – Addendum”, celebrativa dei 20 anni di carriera di Massimo Di Cataldo, e contiene i suoi maggiori successi insieme a brani in versioni inedite e dal vivo tra cui "Se io fossi un angelo" di Lucio Dalla.

I Chirimia, guidati dal leader storico Alvaro Hugo Atehortua Martinez (tra i primi promotori della musica latinoamericana nella capitale), sono una band composta da musicisti italiani e latinoamericani attiva in Italia da più di vent’anni, e propongono il vastissimo repertorio della musica e dei ritmi attualmente in voga nel Caribe, dalla salsa al merengue al bolero, dalla cumbia al cha-cha-cha.

Parco Rosati, Via delle Tre Fontane, 24 – Roma
Inizio concerti: ore 22.30
Info e prenotazioni: 06.96035234
Info concerti: 393.1274373

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.