Martedì, 24 Novembre 2020

amazon prime video

Mostre a Roma

I musei e le gallerie d’arte tendono ad allestire mostre a Roma sempre più importanti. Il Rinascimento espositivo della Capitale vede iniziative di sempre maggiore qualità proposte al pubblico. Ecco recensioni, segnalazioni e qualche consiglio!

disegnodelmondo_locandinaSe siete curiosi di fare un viaggio,  in un colpo solo quattro paesi narrati attraverso l'occhio dell'arte, potete andare a vedere la mostra all'allestita a Palazzo delle Esposizioni, Il disegno del mondo: la Malesia di Hugo Pratt, la Praga di Vittorio Giardino, l'Iran di Marjane Satrapi, il Libano di David Polonsky.

E'  tornato, nella capitale,  anche quest'anno il "Festival della Letteratura di Viaggio" che ha aperto i battenti il 24 Settembre scorso. Giunta al suo secondo anno, l'iniziativa è finalizzata a celebrare il viaggio come mezzo di comprensione e scoperta di culture diverse dalla nostra. Il programma di quest'anno è  molto ricco con un calendario colmo di eventi, che sono svolti in più location, tra cui Palazzo delle Esposizioni.


Leggi tutto...

 

jim_knopfDa bambina, dopo cena, quando molti dei miei amici guardavano la televisione prima di andare a dormire, io ero solita rannicchiarmi tra le braccia della mia mamma ed ascoltarla leggere, rigorosamente in tedesco, qualche pagina dai libri di favole che a sua volta aveva amato da piccola. Insieme ai personaggi di Astrid Lindgren, il mio preferito era Jim Knopf, o Bottone nella traduzione italiana. Ogni sera ero impaziente di sapere dove sarebbero approdati Jim ed il suo amico Lukas, a bordo della locomotiva Emma. Mi immedesimavo nella nostalgia per Lummerland, la piccolissima isola dalle due montagne, che i tre avevano dovuto abbandonare per mancanza di spazio e sognavo di accompagnarli nelle avventure in giro per un mondo fantastico e surreale. Attraversavo con loro il "Tausend Wunder Wald", la foresta delle mille meraviglie, o l'inquietante deserto "Ende der Welt", fine del mondo. Conoscevo divertita il lillipuziano Ping Pong dalla testa piccola come una pallina da tennis, ed assistevo spaventata agli incontri in cui la signora Mahlzan ed i pirati della "Wilde 13" barattavano bambini con grappa.

Leggi tutto...
Dalle sculture rosa ‘big bubble’ realizzate in chewing gum dallo scultore Maurizio Savini alle grandi istallazioni di stoffa o carta eseguite dalla finlandese Kaarina Kaikkonen, chi conosce il ‘Pastificio Cerere’? Oggi grande galleria di arte contemporanea! E’ una fondazione nata nel 2004 e ubicata nel caratteristico quartiere di San Lorenzo, ed espone opere contemporanee all’avanguardia. Pittura, scultura, video, fotografia e tutti i tipi di istallazioni artistiche. In particolare divulga e promuove le opere di giovani artisti che si propongono con le loro specialità ed innovazioni. Tutte le mostre si svolgono a carattere temporaneo e in genere hanno la durata di 1 o 2 mesi.
La Fondazione è attenta a monitorare e porre attenzione alle attività artistiche attuali di autori italiani o  internazional e offre un programma variegato che espone idee decisamente originali
.
 Spazio espositivo che testimonia come si è trasformata l'architettura industriale di inizio Novecento, ha spazi molto ampi ed è pieno di loft suggestivi che ospitano attualmente le opere di una grande progettista e artista ‘ambientale’ come Kaarina Kaikkonen, che da mercoledì 17 settembre fino a venerdì 30 ottobre esporrà le sue opere in una ‘primissima’ doppia mostra personale qui a Roma.  Un pastificio d’eccezione che fino ai primi del ‘900 usava i propri spazi espositivi per lo stoccaggio e la lavorazione del grano, oggi utilizza spazi interni e esterni per interventi ed esposizioni di tutti i generi. Le mostre in particolare trovano qui il loro ambiente disegnato con un ‘pennello’ ad hoc.Fondazione Pastificio Cerere - Via degli Ausoni, 7 – 00185 Roma
http://www.pastificiocerere.com
Aperto
da lunedì a venerdì ore 15.00-19.00
Tel: +39 0645422960 Fax: +39 0645422960  

The ‘Fondazione Pastificio Cerere’ in the heart of Rome

The former pasta factory Cerere, is located in the heart of the historical Rome, in the typical district of  San Lorenzo. It was working pasta from the beginning of XIX century till 2004, when it became an art foundation and an example of recovery and conversion of industrial sites in old town. A Contemporary Art Gallery   that has spacious artists lofts and big rooms inside a large building and courtyard. Don’t forget the great exhibitions inside! At the moment the Foundation’s exhibition’s space hosts Kaarina Kaikkonen, a finnish famous contemporary artist, with her huge installations realized by using simple materials such as clothes and paper. She is her in Rome proposing a big installation in this marvelous,  striking space …….a beautiful and unusual place  to visit!Opening hours: Monday – Friday     15.00-19.00  Fondazione Pastificio Cerere - Via degli Ausoni, 7 –  00185 Rome         http://www.pastificiocerere.com Tel: +39 0645422960 Fax: +39 0645422960

matt_03In contemporanea con i mondiali di nuoto, in corso in questi giorni a Roma, è stata inaugurata al LipanjePuntin arte contemporanea "Matt Dive Gold", una mostra aperta fino al 30 settembre (chiusa però ad agosto) interamente dedicata a Matthew Mitcham: tuffatore australiano, medaglia d'oro nella piattaforma 10 metri ai Giochi Olimpici di Pechino 2008.

Mitcham, classe 1988, ha iniziato l'attività agonistica dei tuffi, a soli undici anni nel '99, dedicandosi sia alla piattaforma che al trampolino.

Della scuola del cinese Wang Tong Xiang, ha ottenuto buoni risultati a livello giovanile che l'hanno portato ben presto a guadagnare la maglia della nazionale del suo paese.

Leggi tutto...

giappone_tradizione_innovazione_locandinaPer gli amanti della cultura orientale e del Giappone in particolare, per chi è appassionato di Manga, la mostra "Giappone: tradizione e innovazione" è da non perdere.

Quest'anno la capitale ha dimostrato un'apertura maggiore verso la cultura Giapponese. Diverse sono le iniziative romane che hanno avuto come oggetto l'arte nipponica. Dopo il successo della mostra al Museo del Corso, "Hiroshige il maestro della natura", prorogata addirittura al 13 Settembre per le numerose prenotazioni, e le interessanti iniziative dell'Istituto di Cultura Giapponese, l'ultimo fiore all'occhiello che approfondisce questa magica cultura è l'esposizione "Giappone tradizione e innovazione"allestita alla Casa delle Letterature.


Leggi tutto...

magdanica-copertina2In un mondo in movimento dove è sempre più difficile fermarsi un attimo a leggere dentro di noi, immaginate di avere delle finestre simboleggianti la riflessione. Finestre che sembrano essere fuoruscite da un sogno o da un mondo incantato con delle maniglie in vetro, fragili, da usare con delicatezza. Se volete vivere questo viaggio, sino al 4 luglio potete farlo nella mostra di un artista romena, Magda Nica, "Percezione: Emozione", all'Accademia di Romania in Roma.


«Ogni persona percepisce il mondo intorno a sé in maniera personale con i propri filtri sia culturali, educativi, oltre che spirituali . Ognuno recepisce in maniera diversa gli imput del mondo, che dopo vengono filtrati attraverso l'emozione. Tutto ciò che ricevi lo elabori e lo dai al mondo, i miei filtri sono le emozioni che i fatti hanno su di me». Così Magda Nica descrive il significato della mostra che la vede protagonista all'Accademia di Romana in Roma dal titolo "Percezione: Emozione".
 

Leggi tutto...

blackwhiteLe dicotomie, soprattutto quelle relative agli aspetti reali, tangibili, della vita quotidiana, possono generare in noi sentimenti ed emozioni legati ad aspetti psicologici o addirittura ancestrali.
Bianco e Nero, in questo senso, sono forse una delle coppie più ricorrenti. Antitetici e indipendenti, ma al tempo stesso mutuamente indispensabili; senza l'uno non avrebbe infatti senso l'altro. Anzi, è proprio l'antitesi estrema che ne esalta la potenza rappresentativa. In tal senso, bianco e nero sono paragonabili ai termini utilizzati per descrivere la figura retorica dell'ossimoro (per non sbagliare non ho messo accenti), alla stessa stregua di ghiaccio bollente, silenzio assordante, o ancora copia originale per fare solo alcuni esempi. 

Leggi tutto...

brillantiPer festeggiare i 125 anni dall'apertura del primo negozio romano di Bulgari, il Palazzo delle Esposizioni ospita dal 22 maggio al 13 settembre 2009 un'eccezionale mostra sulla nascita, il percorso e le caratteristiche della prestigiatissima maison romana: Tra eternità e storia. BVLGARI. Dal 1884 al 2009: 125 anni di gioielli italiani. Un marchio inconfondibile che nel tempo ha saputo coniare stili particolari intrinsechi di eleganza e raffinatezza. Dalle tempeste di diamanti degli anni trenta, ai gioielli più sobri del dopoguerra e al successo raggiunto nell'età della Dolce Vita, fino ad arrivare ai gioielli sperimentali degli anni settanta e all'ardito accostamento di colori.

Leggi tutto...

metro_mater_dei_350Ciò che colpisce l'occhio di tutti coloro che raggiungeranno l'imponente complesso dell'Ara Pacis, sia di quelli che vi giungono già con lo scopo di visitare l'esposizione che vi è all'interno, o di tutti quelli che passandoci per caso ne verranno attratti, è il forte ed imperituro contrasto che vi è, in primis, senza addentrarci in dibattiti architettonici, tra il monumento Ara Pacis e la teca di Richard Meier che la avvolge come fosse un involucro, e dal 9 aprile fino al 6 settembre, tra le simpatiche e colorate opere esposte e la neutralità e il candore diffuse in quell'ambiente.
Ecco perché la mostra completamente incentrata su Alessandro Mendini, Dall'infinito all'infinitesimo, curata da Beppe Finessi, è uno spettacolo per la vista e non solo, e può essere rivolta e facilmente compresa anche dai non addetti ai lavori, che troveranno nel percorso dell'esposizione tantissimi oggetti di uso comune creati dall'estro del designer milanese.

Leggi tutto...

mostra_leonardoE' arrivata a Roma la mostra che accompagna in un viaggio nella mente del più grande studioso del Rinascimento e forse di tutti i tempi. Per provare l'emozione, per qualche ora, di pensare come il ‘Genio universale'.

Sono tante quanti i campi del sapere da lui sondati, le mostre fino ad oggi dedicate a Leonardo da Vinci. Tutte, però, si sono concentrate solitamente su un solo ramo dei suoi studi, come l'arte, le applicazioni tecnologiche, gli studi d'acqua o sul volo.
La mostra a Palazzo Venezia intende invece avvicinare il visitatore al modo in cui Leonardo concepiva la conoscenza, e al suo metodo di analisi e di ricerca, che manteneva delle costanti indipendentemente dal campo di applicazione, fosse questo tecnologico o artistico.

Leggi tutto...

locandina_beatoangelicoIl "protettore degli artisti".
Agli albori del Quattrocento quando l'arte era ancora legata alle asprezze del cosiddetto Gotico Internazionale, vi furono dei pittori che riuscirono a donare maggior pienezza compositiva a ciò che rappresentavano. Tra tutti spicca il nome di Masaccio - che morto in giovane età a soli 28 anni - influenzò numerosi artisti. Uno di loro riuscì a far sua la lezione di Masaccio in particolar modo il realismo e la prospettiva, per sviluppare uno stile autonomo: frà Giovanni da Fiesole conosciuto come Beato Angelico (1395/1400 - 1455)

A questo pittore Roma rende omaggio con una esposizione unica, in occasione dei 550 anni dalla sua morte dal titolo: Beato Angelico. L'alba del Rinascimento.

Leggi tutto...

Fino al 26 aprile 2009
c/o Complesso del Vittoriano, via di San Pietro in Carcere
Orario: dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 19.30; venerdì e sabato dalle 9.30 alle 23.30; domenica dalle 9.30 alle 20.30
Biglietti: ingresso libero
Informazioni: tel. 06.6780664

mostra_sabiniLa mostra, che riprende il tema centrale del celeberrimo "ratto delle Sabine", dal titolo "I Sabini popolo d'Italia, dalla storia al mito", sarà esposta fino al 26 aprile 2009 ed aperta al pubblico ad ingresso gratuito.
Le oltre 120 opere esposte, si compongono di codici, manoscritti, miniature, disegni, oli su tela, sculture, reperti archeologici, antiche carte geografiche, che celebrano il famoso avvenimento nell'arte a partire dall'epoca in cui avvenne, per poi toccare il Medioevo, il Rinascimento, il Barocco, il Neoclassicismo fino a giungere a testimonianze di arte contemporanea. Molti dei reperti provengono direttamente da musei e gallerie della Sabina.
La mostra si articola in quattro sezioni, ed è introdotta da un filmato di Michele Placido che racconta il mito attraverso aneddoti e curiosità.

Le 4 sezioni sono:
STORIA DEI SABINI: descrizione del popolo dei Sabini, del loro incontro- scontro con i Romani e del ruolo che hanno avuto nella fondazione della città eterna.
ARCHEOLOGIA DEI SABINI: esposizione di numerosi oggetti rinvenuti nei principali siti archeologici della zona (provincia di Rieti).
IL RATTO DELLE SABINE NELLA PITTURA: dedicata all'arte pittorica che celebra l'episodio del rapimento. Tra le tante opere in mostra, lavori di Sodomia, di Giambologna, Poussin, Giordano, Tiepolo, oltre ad alcune di artisti contemporanei quali Arturo Martini, Primo Conti e Franco Gentilini.
IL RATTO DELLE SABINE NEL TEATRO, NEL CINEMA E NELLA LETTERATURA: la quarta ed ultima sezione è basata sulla rappresentazione del mito in queste tre arti. Numerosi drammi musicali e letterari si sono ispirati al rapimento delle Sabine, soprattutto nel XVII e XVIII secolo, come il celberrimo "Romolo ed Ersilia" di Metastasio. In letteratura la leggenda ha ispirato il racconto "Sette sposi per sette fratelli" di Stanley Donen e "Sotto il segno dello scorpione" dei fratelli Taviani. Ultima ma non ultima, la trasposizione cinematografica, con l'esempio di Mario Bonnard che ha come protagonista Totò.

futurismo-carlo_carraAlle Scuderie del Quirinale, fino al 24 maggio, potrete ammirare le opere più famose esposte dai grandi pittori del Futurismo. Il trionfo della luce e del cromatismo.
Da Russolo a Carrà passando per Boccioni, da Severini fino ai pittori russi, in esposizione le più significative opere del Futurismo, a Roma. Dalla Russia anche una delle poche donne delle avanguardie di quel periodo, la famosa pittrice Natalia Goncarova autrice del ‘Ciclista' (1913) che pone la centralità delle forme nuove al centro delle sue opere con la bicicletta e il suo movimento.

A cento anni dalla pubblicazione del manifesto futurista di Filippo Tommaso Marinetti nel febbraio 1909 su ‘Le Figaro', le Scuderie del Qurinale celebrano i più grandi pittori italiani ed europei.

Leggi tutto...

no_smokeIdea! Per smettere di fumare...

A Villa Borghese il tunnel del 'fumo' attraverso il quale si fa il viaggio del fumo della sigaretta dalla bocca ai polmoni. Ottimo spunto per capire. E per smettere di fumare. Magari a Pasqua.

Dal 30 marzo al 18 aprile c'è in ‘mostra' il viaggio che il fumo fa dalle labbra di un fumatore fino ai suoi polmoni arrivando al cuore. Dove? A Villa Borghese, realizzata grazie alla Fondazione Umberto Veronesi ed al patrocinio del Comune di Roma. L'originalità di questa mostra è che si svolge seguendo un percorso che viene spiegato attraverso un'installazione multisensoriale interattiva. Lo scopo: informare soprattutto i giovani del danno che si genera nel corpo umano fumando.

Aperta dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e sabato e domenica dalle 10 alle 19.30, al ‘Parco dei Daini' di Villa Borghese in Via Pietro Raimondi, che è esattamente quella strada all'angolo tra via Pinciana e via Tevere (è il 1° ingresso, proprio nel lato opposto al Museo Borghese) dove c'è il chiosco-bar.

Leggi tutto...

uova_pasquaNella cultura cattolica cristiana, due feste spiccano su tutte durante l'arco dell'anno. Una, il Natale, cade sempre nello stesso giorno ed è al centro di un lungo periodo di ferie che ogni bambino agogna fin dall'inizio delle scuole in settembre. La seconda, la Pasqua, ha una data di ricorrenza variabile ma non aleatoria. Infatti, a causa delle diverse ipotesi sull'anno di morte di Gesù, il giorno della Resurrezione è calcolato secondo una formula matematica elaborata da Gauss intorno al 1800 (basata sulle fasi lunari) ed è compreso tra il 22 marzo ed il 25 aprile.

Ma ciò che differenzia maggiormente le due feste è il "parco dolci" che si presenta nelle vetrine dei negozi e sulle tavole imbandite. Mentre a Natale si parla soprattutto di panettoni, torroni e pandori, a Pasqua la fa da padrone l'Uovo di cioccolata, accompagnato da attori in tono minore come colombe e saporelli.

Leggi tutto...

orchesticaNell'eleganza dello scenario della Sala Santa Rita di Roma, è possibile assistere, fino al 30 aprile 2009, alla mostra La storia e la visione. 60 anni dell'Accademia Nazionale di Danza, inaugurata lo scorso 10 marzo.

Un'incantevole esposizione che ripercorre i 60 anni di storia dell'Accademia Nazionale di Danza, all'interno di un luogo raccolto, caratterizzato da un particolare disegno architettonico e, in seguito all'accurato restauro del 2004, sede di attività di vario tipo, mostre, convegni, spettacoli e le più diverse e prestigiose iniziative culturali, progetti studiati anche per valorizzare l'aspetto estetico dell'edificio e degli interni.


Leggi tutto...

locandinaDal 20 febbraio Roma - come molte altre città italiane-  sta rendendo omaggio al Futurismo con diverse iniziative culturali. Numerose sono le mostre organizzate in occasione del centenario e tra quelle organizzate nella capitale spicca  Armonie e disarmonie degli stati d'animo - Ginna Futurista, negli spazi espositivi del Museo Boncompagni Ludovisi.

L'interesse di questa esposizione sta nell'approfondimento di un artista borderline del Futurismo. Così lo ha definito Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani che in collaborazione con la Gnam di Roma hanno organizzato questa esposizione.

Un artista poliedrico per anni sottovalutato dalla critica e che oggi viene rivalutato e approfondito. Il suo vero nome era Arnaldo Ginanni Corradini, nacque a Ravenna nel 1890, proveniva da una famiglia nobile, si formò all'Accademia delle Belle Arti di Ravenna ma si diplomò a Firenze.

Fu un artista poliedrico che si rivolse a diversi campi del sapere: pittura, scultura, regia, letteratura, scienze occulte, filosofia e teosofia orientale.

Interessi molteplici che lo portarono ad indagare elementi e tematiche diverse dal movimento futurista, con cui entrò in contatto precocemente a Milano a casa di Filippo Tommaso Marinetti dove conobbe, Boccioni, Carrà e Russolo e gli altri.

In un periodo di grande fervore artistico e di attenzione al mondo moderno dove veniva celebrata la velocità e il dinamismo Ginna - il nome le fu dato da Giacomo Balla per l'assonanza con la parola Ginnastica-  si interessò ad aspetti diversi da quelli dei suoi colleghi. La sua attenzione fu rivolta verso una pittura astratta posta ad indagare gli stati d'animo.  

Così facendo anticipò tematiche che vennero trattate successivamente dal Surrealismo. Era avanti con i tempi anche dal punto di vista cinematografico tra il 1910-1912 in collaborazione con il fratello Bruno Corra, realizzò alcuni cortometraggi astratti andati purtroppo perduti durante la seconda guerra mondiale. La particolarità in essi era l'utilizzo del colore nella pellicola non trattata.

Leggi tutto...

I popoli andini di lingua quechua indicano la Madre Terra con il termine [[Pacha Mama]], rappresentando in questo modo "la dea della terra, dell'agricoltura e della fertilità" . Questo è solo uno dei molti casi di popoli che tengono vivo un non comune senso di rispetto e mistica venerazione per il pianeta Terra, dandone mostra in ogni loro rappresentazione quotidiana, che sia arte o costume.

 

Leggi tutto...

locandina_giotto_e_il_trecentoIl più Sovrano Maestro stato in dipintura. Così ce lo riporta Giovanni Villani nella sua opera Cronica del 1340. Figura di spicco del Medioevo, artefice di significativi cambiamenti per l'arte del nostro Paese, emblema di una svolta epocale nelle tecniche di esecuzione pittorica: a Giotto è dedicata un'imponente rassegna inauguratasi lo scorso 6 marzo presso il Complesso del Vittoriano, che si protrarrà fino al 29 giugno 2009.

Dopo circa settant'anni dall'ultima mostra intorno alle opere del grande artista svoltasi nella Galleria degli Uffizi di Firenze, l'atteso ritorno prevede un'esposizione di oltre centocinquanta opere, di cui venti capolavori del Maestro, attraverso i quali, oltre a ripercorrere le tappe fondamentali della sua vita, si compie un excursus sulla storia artistica italiana tra la fine del duecento e la prima metà del trecento. Si pone l'accento, inoltre, sul grande influsso che Giotto esercitò sui suoi discepoli ma soprattutto sull'arte figurativa, architettonica e scultorea di quel tempo, dando inizio ad un nuovo concepimento dello sfruttamento dello spazio, per mezzo dell'introduzione dei concetti di profondità, prospettiva, tridimensionalità e plasticismo, veri capisaldi della sua innovazione.

Leggi tutto...
futurismo roma

Quando a scuola si arriva a studiare il Futurismo spesso si è a maggio, agli sgoccioli dell'anno scolastico, preoccupati della maturità incombente, angustiati da professori spesso in imbarazzo con un movimento così facilmente e frettolosamente associato al regime fascista. Eppure non si può non notare la vitalità e l'energia che scaturisce dall'inventiva di questi rivoluzionari d'inizio secolo. Non si possono non riconoscere i germi di quella che comunque è diventata la cultura moderna, influenzando l'arte e la creatività per tutto il novecento. Che lo si ami o lo si odi il [[Futurismo]] vale un approfondimento più meditato, più articolato, dopo 100 anni di "sedimentazione".  Il comune di Roma promuove per l'occasione una serie di iniziative culturali che possono aiutare a (ri)scoprire quella fucina di idee e di innovazione trasgressiva che tanto ha fatto per l'arte italiana del novecento.

Leggi tutto...

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.