Giovedì, 17 Agosto 2017

Ti potrebbe anche interessare

Parchi e ville

Durante la sua lunghissima storia la Capitale ha visto nobili e regnanti, papi e cardinali, eroi e luminari. I parchi, i giardini e le ville erano i luoghi di svago e riposo di questi personaggi, e tanti ce ne sono in questa città, bellissimi e piacevoli da visitare.

villa_piccolominiC’è una via della capitale, a pochi passi dal Gianicolo, che prende il nome dal Conte Piccolomini. Questa strada corre parallela alla via Aurelia Antica, una delle strade consolari più famose e senza dubbio tra le più suggestive. Via Piccolomini è nota principalmente per due motivi, entrambi collegati alla Basilica di San Pietro. Innanzi tutto, la stupenda vista sul “cupolone” michelangiolesco, un palcoscenico eccezionale che rende questa zona una delle più ricercate ed esclusive della capitale. E poi, il singolare effetto ottico secondo cui, percorrendo la via allontanandosi dalla cupola, questa appare di dimensioni man mano più grandi.
Ma c’è un terzo fattore, questa volta indipendente dalla Basilica, che rende questa strada prestigiosa e degna di una originale passeggiata romantica. Infatti, via Piccolomini costeggia e delimita parzialmente la vasta tenuta di origini rinascimentali che porta il nome di Villa Piccolomini. Situata esattamente davanti alla ben più famosa Villa Doria Pamphilj, quasi a voler rivaleggiare con l’incontrastata fama di quest’ultima, Villa Piccolomini è un vero gioiello, incastonato e (purtroppo) ben nascosto nel polmone verde del Gianicolo.

Leggi tutto...

MacchiaGrandeManziana_vialeLa provincia di Roma offre moltissime occasioni per incontrare la natura, coniugando il bisogno di relax e divertimento che gli abitanti della capitale cercano spesso.
Situata tra Canale Monterano e Bracciano, a pochi chilometri dall’omonimo lago, Manziana ospita nel suo comune un’oasi verde incontaminata di circa 600 ettari, ricca di attrazioni geologiche, naturalistiche e storiche: il Bosco di Macchia Grande. Situato geograficamente a sud-ovest di Manziana, il Bosco ha un’elevazione media sul livello del mare di circa 350 metri ed è raggiungibile percorrendo la strada statale SS493 Braccianense Claudia, a circa 2 km dal centro abitato.

Leggi tutto...

Giardino_Aranci_vedutaHo riflettuto a lungo su cosa renda la capitale una città magica, quali preziosi impalpabili ingredienti contribuiscano a trasmettere tali intense emozioni, affascinanti suggestioni, malinconici arrivederci.
Tra questi ingredienti, mi sono risposto, non ci sono solamente mirabili opere architettoniche, pregevoli testimonianze storiche ed incantevoli prospettive paesaggistiche. Uno dei fattori essenziali è la possibilità di poterla ammirare da lontano, spesso dall’alto di uno dei suoi sette colli, con la evanescente sensazione di potere almeno per un attimo controllare, dominare, capire la sua eterea concretezza. Ed è forse questa stessa sensazione, che spinge chiunque l’attraversi a voler fotografare ogni sorta di angolo, panorama e scorcio.

Leggi tutto...

villasciarra_Le sorprese del Gianicolo non finiscono mai, ogni angolo nasconde una meraviglia e solo gli osservatori più attenti hanno qualche speranza di scoprirle. Tra queste, ben nascosta alla vista, merita una speciale menzione Villa Sciarra. Situata a pochi passi da punti di riferimento logistici e storici come Porta S. Pancrazio, il fontanone dell'Acqua Paola, piazza Garibaldi, S. Pietro in Montorio, Villa Sciarra è incastonata come un raro diamante tra le Mura Gianicolensi, via Dandolo e via Calandrelli.
La sua notorietà è probabilmente offuscata da una delle Ville più amate dai romani, Villa Pamphili. Pur non figurando tra le più estese, la sua area raggiunge i 7500 mq, Villa Sciarra è una delle più suggestive tra le centinaia presenti nel territorio di Roma. La sua storia inizia precedentemente all'epoca romana, quando in quel territorio era situato un santuario consacrato alla ninfa Furrina.

Leggi tutto...

villa_aldobrandini_nozzeTra gli attuali 22 rioni della capitale, il più suggestivo dal punto di vista delle attrazioni storiche è senza dubbio Monti, il I rione. Fu così chiamato in quanto comprendeva i colli Esquilino e Viminale, e parte di Quirinale e Celio. All'interno del rione, sorge una meravigliosa villa cinquecentesca che si affaccia sul centro storico. Quella di Roma è la Villa Aldobrandini meno nota, rispetto alla omonima situata nella vicina cittadina di Frascati. Siamo sul bordo sud-ovest del colle Quirinale, nella zona anticamente chiamata Collis Latiaris, a suo tempo percorsa dalla cosiddetta Alta Via Semita. Da via del Mazzarino, salendo una scalinata di due rampe si arriva ad un giardino pensile con suggestiva veduta su largo Magnanapoli.

Leggi tutto...

parco_del_pineto_3Nonostante non possa vantare la notorietà di altri parchi romani, il parco urbano del Pineto rivendica un posto d'eccezione nella classifica dei luoghi più interessanti del territorio della capitale dal punto di vista botanico, faunistico e geologico. Con una estensione di quasi 250 ettari, il Parco è situato nella parte nord-occidentale della capitale e rientra all'interno del XIX Municipio del Comune di Roma. La zona occupata dal Parco è nota con il nome di Valle dell'Inferno, un tempo estesa fino a ridosso delle Mura Vaticane e attualmente delimitata dalla via Trionfale a nord, dalla ferrovia San Pietro - La Storta e dal quartiere Balduina ad est, dal quartiere Aurelio a sud e da via Pineta Sacchetti ad ovest. Dal punto di vista orografico, la spina dorsale del Parco è costituita da una profonda vallata centrale a forma di Y, affiancata da diverse valli di dimensioni ridotte. Fino a qualche decennio fa, il Parco conteneva casali, vigne e le fornaci appartenenti alla Fabbrica di San Pietro, di cui è testimonianza il Borghetto Aurelio; inoltre, era topograficamente collegato con altre aree verdi ad esso simili dal punto di vista della geomorfologia e della vegetazione: Insugherata, Monte Mario, Casetta Mattei, Pisana.

Leggi tutto...

Parco_Forte_Antenne_mappaLazioIl nome “Antenne” deriva dall’antica città sabina di Antemnae, così chiamata per la prossimità dei fiumi Tevere ed Aniene (ante amnes, ovvero davanti ai fiumi). In base alla datazione di ciò che rimane delle mura, la città risalirebbe ad un periodo storico compreso tra la fine del VI secolo a.C. e l’inizio del V. Il Parco di Forte-Monte Antenne è inserito nell’area del Parco di Villa Ada ed è costituito da una verdeggiante zona collinare (da cui il nome di Monte Antenne) di circa 250.000 mq, nella quale sono ancora oggi presenti i resti dell’antico insediamento che gli diede il nome. Antemnae fu capitale degli Antemnati e la sua rilevanza storica viene citata da storici illustri come Plinio il Vecchio, che la inserì nell’elenco delle città scomparse (o ridotte a villaggi o tenute agricole), ma anche da Virgilio all’interno dell’Eneide, in cui compare tra le città più attive nella difesa di Roma dall’assedio di Enea. Gli antichi resti si trovano sulla sommità di Monte Antenne, che costituisce il punto più alto di Villa Ada.

Leggi tutto...

Landriana_giardini_9I Giardini della Landriana sono situati all’interno di una romantica oasi naturalistica nelle vicinanze di Ardea, 40 chilometri a sud della capitale. Con un’estensione superiore ai 10 ettari, i Giardini hanno una storia che risale al 1956, quando il marchese Gallarati-Scotti e sua moglie Lavinia Taverna acquistarono una vasta proprietà rurale ad un’asta giudiziaria.
Il nome Landriana deriva da uno dei componenti della famiglia Taverna. Dopo l’acquisto del terreno, i nuovi proprietari decisero di modificarne radicalmente l’aspetto desolante e spoglio, facendovi piantare alcuni alberi di pino ed eucalipto, ma soprattutto facendo operare una drastica bonifica da mine e bombe dell’ultima guerra, residuati bellici dello sbarco nel porto di Anzio, a pochi chilometri di distanza.

Leggi tutto...

fontana_tartarugheQuesta bellissima e signorile villa romana ha il simbolo più romantico che si possa immaginare: un cuore.
E questo simbolo non è casuale, visto che, se guardate bene la cartina, vi accorgerete che Villa Borghese ha prorpio la forma di un cuore: il cuore verde di Roma, recita lo slogan. Se vi capita di farci una passeggiata vi accorgerete subito che è un luogo davvero magico.

Leggi tutto...

Parco_Colle_OppioIl Parco di Colle Oppio è una perla nel cuore del Rione Monti. Con una superficie di circa 11 ettari, è incastonato nella zona probabilmente più ricca ed importante della capitale dal punto di vista archeologico. Mirabili resti costellano ogni metro quadrato della sua area, circondata da stupefacenti testimonianze storiche come l’imponente Colosseo, i magnifici Fori Imperiali, il maestoso arco di Costantino e la suggestiva via Sacra. Adiacenti al Parco si trovano inoltre splendidi esempi di costruzioni più recenti, per esempio la Chiesa di San Pietro in Vincoli, contenente diversi capolavori michelangioleschi, e la Facoltà di Ingegneria, una volta convento annesso alla Chiesa stessa.

Leggi tutto...

Tavolo da picninc a RomaNegli anni '70 era un must. Appena la primavera faceva capolino, ecco che sbucava il tavolo pieghevole in fòrmica, quello che sembrava una valigetta, e poi una volta aperto ne uscivano le gambe e le sedioline apribili realizzate in alluminio con la tela di nylon intrecciata. Dopodiché, riempito il cestino apposito di cibarie, via verso boschi e prati. Gli anni '80 e '90, vuoi lo yuppismo, vuoi le mutazioni adolescenziali, lo hanno perso un  po' di vista, ma dati i tempi precari d'oggi giorno, è forse arrivato il momento di ritirarlo fuori dallo sgabuzzino, insieme a tutto  il corrispettivo armamentario.

Leggi tutto...

villa_carpegnaChi non conosce Villa Pamphilj, splendido polmone verde della capitale? Nei suoi viali e giardini facciamo jogging e ginnastica, giochiamo a pallone e portiamo a passeggio i nostri amici a quattro zampe. E contemporaneamente ci perdiamo nel rigoglio delle sue meravigliose specie botaniche. Ed a pochi passi sorge Villa Carpegna, sorella minore di Villa Pamphilj.

Leggi tutto...

casina_civetteNel cuore del quartiere Nomentano, sul lato destro della nota arteria che porta lo stesso nome, via Nomentana, sorge un altro polmone verde delle capitale, più piccolo e più intimo della meglio nota Villa Borghese, ma altrettanto affascinante e da scoprire: Villa Torlonia.

La villa, nata come tenuta agricola proprietà della famiglia Pamphilij, è passata in possesso di un'altrettanto potente famiglia romana, quella dei Torlonia, che l'acquistarono per eguagliare le grandi famiglie di principi romani in sfarzo e ricchezza.

All'interno delle mura di cinta che ne delineano il perimetro, vi sono ben 13 costruzioni, di cui due, sono diventati veri e propri musei: il Casino Nobile e la Casina delle Civette.

Leggi tutto...

Quirinale_2Due giugno: Festa della Repubblica Italiana. La parata militare a cui partecipano tutte le Forze Armate, le Forze di Polizia della Repubblica ed il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa Italiana, e la deposizione della corona d'alloro al Milite Ignoto sono gli eventi fondamentali della giornata che si snodano fino all'apertura, nella fascia pomeridiana, alla popolazione dei Giardini del Palazzo del Quirinale, all'interno del quale, ha sede la Presidenza della Repubblica Italiana.

Leggi tutto...

Sepolcro_degli_ScipioniAlcune zone di Roma sono caratterizzate da una strabiliante quantità di resti archeologici e monumenti di grandissimo richiamo. Una di queste zone si trova poco distante dal Colosseo e dalle Terme di Caracalla, nella prima parte del tratto urbano di via Appia Antica. Ville ed archi di epoca romana, catacombe, mausolei e tantissime altre meraviglie della storia si susseguono in una sequenza inebriante e quasi imbarazzante.

Leggi tutto...

Casa_del_JazzCosa trasforma una villa romana apparentemente come tante altre in un simbolo dell’arte jazzistica? La risposta non è immediata e passa attraverso una serie di fatti di successo iniziati diversi anni fa. Ma andiamo per gradi ed iniziamo con un po’ di storia.

Situata in viale di Porta Ardeatina n.55, la villa fu costruita alla fine degli anni ’30 su iniziativa di Arturo Osio, uno dei fondatori della Banca Nazionale del Lavoro. Dopo aver acquistato l’area, Osio incaricò l’ingegnere Cesare Pascoletti di ristrutturare il vecchio casale del ‘600 che vi si trovava all’interno, dando così alla luce una fastosa villa costituita da tre edifici. La realizzazione del Parco fu invece affidata al paesaggista Pietro Porcinai.

Leggi tutto...

villa_doria_pamphiliDopo diversi giorni aveva finalmente smesso di piovere e non avevo resistito alla tentazione di prendere la bici e farmi un giro al Parco. Nei vialetti infangati c'erano ancora parecchie pozzanghere e mi stavo divertendo a zigzagare per evitarle. Mentre stavo percorrendo il viale che costeggia il laghetto, proprio dove inizia il terrazzamento che degrada nel laghetto, la mia attenzione era stata istintivamente catturata da un bambino, avrà avuto più o meno 6 anni. Correva dritto verso una grande pozzanghera, fermamente deciso ad entrarci per sguazzare nella fanghiglia. Avevo capito subito le sue intenzioni, ancora prima della mamma - in fondo a chi non sarebbe piaciuto... - e quando la voce autoritaria del genitore aveva richiamato il bimbo, era ormai troppo tardi; lui si era fermato esattamente al centro del piccolo laghetto marrone. Quando il rimprovero era poi inevitabilmente arrivato, lo avevo sentito scusarsi mestamente con un timido "non l'avevo vista!..." e dopo qualche secondo mi ero accorto che stavo ridendo da solo, come... un bambino felice.

Sono momenti come questo che mi hanno fatto innamorare del Parco di Villa Doria Pamphili. Polmone di questa nostra capitale, diviso in due dalla chiassosa arteria di via Leone XIII, arricchito architettonicamente dalla Cappella di famiglia e dal Casino del Bel Respiro, vitalizzato dalla Casa dei Teatri e dalla sua moderna Biblioteca recentemente dotata di Wi-Fi, ossigenato da centinaia di piante, colorato da miriadi di fiori, il Parco è in forma splendida e fa respirare migliaia di ragazzi, bambini ed anziani, sportivi e romantici pigroni. La cosa che più mi piace è osservare l'Umanità del Parco, quelle stesse persone che potrei incontrare anche altrove ma che non avrebbero la stessa espressione e lo stesso sguardo. Me ne vado in giro, a piedi o con la bici, girando la testa qua e là, cercando di trovare qualcosa da conservare nei miei ricordi più belli....

Leggi tutto...

leone_bioparcoDa bambina ero solita trascorrere le feste di Natale in Germania a casa dei miei zii ed il 26 dicembre era tradizione andare allo zoo. Qui, più che le spaventose fauci dei leoni fieri ed affamati, mi attirava la piccola fattoria dove i bambini potevano entrare ed accarezzare animali da cortile ed avere così un contatto diretto con esemplari forse meno esotici ma più familiari come pecore, galline, maiali, conigli.

Fino a non molto tempo fa i racconti di spazi angusti ed animali sofferenti mi hanno tenuta lontana dallo zoo di Roma, famoso nei primi decenni del '900 per essere uno tra gli zoo più grandi e curati d'Europa. La vasta area verde nel cuore della celebre Villa Borghese cadde però in uno stato di degrado da cui solo negli ultimi anni si è risollevata con rinnovato vigore.

Leggi tutto...

villa_borghese_1_art"Fuori di porta Pinciana fece edificare un bel palazzo in una sua Vigna, o Giardino, o Villa, che vogliamo chiamarla, nella quale si trova ogni sorta di delitia, che desiderare, et havere in questa vita si possa, tutta adornata di bellissime statue antiche, e moderne, di pitture eccellenti, e d'altre cose pretiose con fontane, peschiere, et altre vaghezze..."
Così Giovanni Baglione, pittore e critico d'arte vissuto tra il’500 e il ‘600, giudica il progetto di papa Paolo V Borghese, affidato al nipote, di costruire una villa che esprima il prestigio della propria famiglia.

Leggi tutto...

Villa_Gordiani_3Ogni zona della capitale porta con sé un ricordo forte, evidente, della mitica storia degli antichi romani. Zone archeologiche con resti di grande valore artistico e storico si scorgono all’interno di aree oggetto di tutela e sparse su tutto il territorio urbano del Comune di Roma.

Leggi tutto...

Parco_Acquedotti-1La capitale è ricca di polmoni verdi, situati più o meno su tutto il territorio demaniale. Molte di queste aree sono individuabili come parchi per i quali all’interesse naturalistico si aggiunge un grande valore storico ed architettonico. Da questo punto di vista, il Parco degli Acquedotti è senza dubbio una delle aree di maggiore spicco della zona sud della capitale. Situato interamente all’interno del Municipio X (quartiere Appio Claudio), il Parco ha una estensione di circa 15 ettari ed è incluso nell’area cuneiforme del Parco Regionale dell’Appia Antica (circa 240 ettari), nel quale rientrano anche il Parco della Caffarella, quello di Tor Fiscale e, appunto, quello dell’Appia Antica.

Leggi tutto...

Villa_Giulia_ninfeoL’area del quartiere Parioli in cui è situata la splendida Villa Giulia era nota con il nome di Vigna Vecchia. La zona era situata subito all’esterno delle Mura Aureliane, nella valle che scende dai Monti Parioli fino al Tevere. La storia della Villa risale al Rinascimento, quando venne eretta (1556) per volere di Papa Giulio III, grande umanista ed amante delle arti.

Architetti, pittori e scultori, contribuirono a consacrare Villa Giulia come una delle più pregevoli opere manieriste del Rinascimento. Alla realizzazione della Villa presero parte i più importanti artisti dell’epoca. I piani furono disegnati da Antonio Vasari e rivisitati da Michelangelo Buonarroti. Il compimento definitivo degli edifici fu opera (1551-1553) del Vignola (al secolo Jacopo Barozzi), mentre le decorazioni sono da attribuire a Vasari e Bartolomeo Ammannati.

Leggi tutto...

Giuseppe Passeri_-_Maler_und_Baumeister_des_BarockLa porta San Pancrazio è una delle porte meridionali che si aprivano nelle mura aureliane, celebre cinta muraria fatta erigere dall'imperatore Aureliano fra il 270 e il 273, per proteggere la città da eventuali attacchi esterni. In prossimità di Porta San Pancrazio vi è la Villa Abamelek.

Leggi tutto...

Entrata_Villa_LeopardiVilla Leopardi si trova nel cosiddetto quartiere africano, vicino Via Asmara e Via Nomentana. Si discute spesso sul suo stato di abbandono, ma qualche cosa, negli anni, è stato comunque fatto per migliorare la situazione.

Leggi tutto...

VillaVilla_Chigi Chigi rientra nella categoria, se così si può dire, di villa nobiliare. Si trova nel Municipio II, presso il quartiere Trieste. Personaggio fondamentale per la storia di questa villa è il cardinale Chigi. Costui, infatti, nel 1763 decise di acquistare un terreno sul “Monte delle Gioie” e di fare ristrutturare un casale, per poi poterlo rendere edificio padronale.

Leggi tutto...

LaEsquilino_-_villa_Wolkonsky storia di Villa Wolkonsky, situata dentro le Mura Aureliane, è strettamente legata, com'è facile intuire, alle vicende del principe Nikita Wolkonsky, stretto collaboratore dello Zar Alessandro I di Russia. Oggi è sede ufficiale dell'ambasciatore britannico.

Leggi tutto...

L'OrdineAventino s Maria del Priorato di Malta è ordine religioso di tipo assistenziale, che dipende dal Vaticano ed è il successore, così si può dire, dei Cavalieri Ospitalieri (difendevano i pellegrini che si recavano in Terra Santa). La sede principale dell'Ordine di Malta è proprio la Villa del Priorato di Malta.

Leggi tutto...

Ritratto di Henry Benedict Marie Clement Edward Stuart cardinale YorkLa Valle dei Casali si trova nel quadrante ovest della Capitale, fra il Gianicolense ed il Portuense. Proprio in questa zona si trova Villa York, che prende il nome dal cardinale Enrico Benedetto, duca di York.

Leggi tutto...

Ludovisi_-_convento_di_sant_Isidoro_1598Sono diversi gli edifici, le opere d'arte e i parchi, che devono la loro edificazione a importanti esponenti del clero, in particolare pontefici e cardinali. E' questo il caso anche di Villa Ludovisi, perché la sua vicenda è legata a quella proprio del cardinale Ludovico Ludovisi.

Leggi tutto...

Ingesso Villa Fiorelli RomaNel quartiere Appio Latino c'è villa Fiorelli, che ha circa 9000 mq di estensione. Vi sono tre entrate per accedere a tale villa, quella a Via Enna, Via Terni e Via Avezzano. Le prime notizie sicure che abbiamo risalgono all'Ottocento.

Leggi tutto...

LaRoma Villa DeSanctis storia di Villa De Sanctis è abbastanza recente, perché nel 1994 risale la sua inaugurazione, da parte del sindaco Francesco Rutelli, come parco pubblico. Eppure ci sono notizie più vecchie, risalenti addirittura agli anni '40, quando Filippo de Sancits decide di lasciare, all'Ente Comunale Assistenza di Roma, la sua proprietà privata.

Leggi tutto...

Parco NemorenseRaffaele De Vico è stato uno dei più importanti architetti, che operò nei primi decenni del Novecento. Tantissimi i suoi progetti. Ricordiamo, ad esempio, quelli del parco di Monte Mario, dei giardini di Via Flaminia, della ricostruzione del Teatro di Ostia Antica, del Parco degli Scipioni, e del parco Virgiliano, meglio conosciuto come Parco Nemorense. Parliamo qui proprio del parco Nemorense situato nel cosiddetto quartiere affricano.

Leggi tutto...

LaVilla Gabrielli Villa Gabrielli al Gianicolo è soprattutto importante, perché nei pressi si trovano rilevanti Istituti come il Pontificio Collegio Americano del Nord (si occupa della formazione di seminaristi, specialmente provenienti dagli Stati Uniti), la Pontificia Università Urbaniana (vi si accoglie missionari e giovani allievi) ed il Pontificio Collegio Urbano “De Propaganda Fide” (per la preparazione di nuovi missionari).

Leggi tutto...

Villa_CelimontanaUna villa creata addirittura nel Cinquecento non è proprio cosa da poco. Questo è il caso di Villa Celimontana nel Rione Celio, che ha il suo ingresso principale in Via della Navicella, nei pressi dell'omonima fontana.
La particolarità di tale villa è che essa contiene diversi reperti storici risalenti alle più disparate epoche.

Leggi tutto...

Villa Albani RomaAncora una volta un cardinale dietro l'edificazione di un monumento, palazzo, villa; in questo caso Villa Albani. Il cardinale in questione è l'influente Alessandro Albani, nipote di Papa Clemente XI, protettore di artisti e promotore dell'arte neoclassica.

Leggi tutto...

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti, ad esempio per un compleanno, scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure i regali last minute

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) Informativa estesa cookie.

Chiudi avviso