Lunedì, 23 Ottobre 2017

Ti potrebbe anche interessare

Una passeggiata in città

La nostra Capitale offre percorsi a tema o misti. Si può intramezzare l'arte con lo shopping, o tuffarsi in una villa dove spendere un'intera giornata. Le strade che percorrono i romani per passare un pomeriggio con il partner o con la famiglia, possono essere ideali anche per un turista che vuole vivere la città da ... cittadino!

fontana_delle_arti__di_via_Margutta_1000678Via Margutta, una delle piu’ belle e caratteristiche strade del centro di Roma, è nota per gli artisti e i pittori che da sempre amano viverci ma è anche la via delle arti per eccellenza per tutto cio’ che ha significato in passato e per le molteplici esposizioni e mostre che lì vi si tengono in ogni periodo dell’anno. Numerosi sono gli eventi a lei intitolati e su di lei passati. La dama e diva delle strade di Roma ha mille voci su Internet, mille fotografie, disegni, acquerelli e pitture a lei intitolati!

Una delle ultime manifestazioni di cui è stata ‘attrice’ è stata a fine maggio, la VI Edizione del Premio Margutta - La Via delle Arti, dove moda e personalità l’hanno celebrata anche con i nei colori del tricolore italiano a ricordo dei 150° anni dall’Unità Nazionale che quest’anno ricorre.

Leggi tutto...

MARCHESE DEL GRILLOL’associazione I Viaggi di Adriano, specialista nell’organizzare visite guidate, viaggi d’istruzione ed escursioni a Roma e nel resto d’Italia, chiama tutti alla visita guidata con attori per conoscere la vera Roma del Marchese del Grillo. L’appuntamento è per giovedì 5 settembre alle ore 21 presso piazza del Quirinale con prenotazione obbligatoria. I biglietti hanno un costo pari ad euro dodici intero, dieci ridotto, otto under 18 e due under 10.
Si replica sabato 21 settembre e venerdì 27 settembre.

Leggi tutto...

PerRoma_-_Piazza_di_S._Silvestro arrivare a via del Corso in tanti sono obbligati a passare per piazza di San Silvestro, un punto importante per la viabilità. Pochi, tuttavia, potrebbero prestare attenzione a questa piazza, indaffarati come sono a recarsi nelle strade dello shopping o, magari, a piazza del Popolo. Eppure, la piazza ha una storia di un certo rilievo che si rapporta alla storia dell'arte.

Leggi tutto...

sinagoga_artIl ghetto ebraico di Roma è uno tra i più antichi del mondo. Fu istituito nel 1555, circa 40 anni dopo il primo, quello di Venezia. Il termine fa riferimento a un’antica fonderia di ferro, e precisamente alla gettata, in veneziano geto, pronunciato gheto dagli ebrei askenaziti. Il vocabolo fu così usato per indicare la zona, inizialmente di Venezia, e successivamente di tante altre città, dove venivano relegati gli ebrei.
Nel tratto che va dal Portico d’Ottavia alla Sinagoga, i due punti simbolo del ghetto di Roma, si ripercorre un cammino religioso, storico e culturale lungo secoli. Pochi altri luoghi hanno rappresentato, allo stesso tempo, la minaccia verso la propria  identità e il suo ritrovamento, la persecuzione e la speranza.
Succede solo quando si coltiva la memoria.

Leggi tutto...

via_margutta1Non sempre viene segnalata nei percorsi turistici delle guide, ma vale quanto una visita al museo.
Via Margutta, una vietta dietro Piazza del Popolo, sicuramente incontra l'apprezzamento di tutti gli appassionati d'arte e di tutti quei nostalgici che amano ritrovarsi in atmosfere un po' antiche e un po' chic allo stesso tempo.

Leggi tutto...

Castel_Santangelo_1_artRoma è una città unica, che grazie alla storia millenaria e all’inestimabile ricchezza artistica, ha, oltre che una dimensione fisica, una dimensione temporale. Passeggiando attraverso i suoi vicoli, attraversando i suoi ponti, osservando i tanti monumenti che ospita, è infatti impossibile prescindere dal periodo in cui vennero costruiti e dalla storia che ce li ha consegnati.
Castel Sant’Angelo ad esempio, uno dei monumenti simbolo della città, fu consacrato al culto cristiano solo durante l’anno 600, e fu inizialmente la tomba dell’Imperatore Adriano, ma in seguito anche fortezza e carcere. Michele, l’arcangelo guerriero che svetta sulla sua sommità, volge il suo sguardo al Campo Marzio, centro della vita militare della Roma repubblicana. Si narra che l’arcangelo Michele rinfoderò la spada davanti al popolo che invocava la fine della peste del 590, camminando in processione lungo il Tevere.
Il fiume stesso attraversa Roma e la sua storia, fino in epoca moderna, quando pochi mesi dopo la Breccia di Porta Pia, sommerse la città appena divenuta italiana.

Leggi tutto...

800px-Palazzo_della_Civilt_ItalianaUna passeggiata alla scoperta del quartiere EUR, dal Palazzo degli Uffici fino al laghetto artificiale, per conoscere una parte fondamentale della storia contemporanea della capitale.

Un percorso guidato tra i principali palazzi e monumenti dell'antico quartiere E42 (i perscorsi sono organizzati dalla società Suerte srl Itinerante; per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) permette di approfondire un aspetto fondamentale di quella che fu la politica di Mussolini: l'importanza per la decorazione urbanistica e gli investimenti statali per opere di interesse culturale collettivo.

Leggi tutto...

Gemellaggio_Via_del_Babuino_Rome_-_Madison_Avenue_NYSe ci si pone al centro di Piazza del Popolo di fronte alle chiese gemelle di Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli, si scorge alla sinistra di via dei Condotti unadelle vie storiche più caratteristiche di Roma, via del Babuino, che collega la suddetta piazza a Piazza di Spagna.

Leggi tutto...

fontana_artiLa recente apertura del MAXXI, nuovo polo per l'arte contemporanea, porta nuovamente l'attenzione su Roma come centro d'attrazione culturale all'avanguardia a livello europeo, trascinando un un soffio d'aria fresca sulla ricerca artistica attuale.

La città eterna ospita non solamente alcuni tra i principali monumenti e centri d'interesse artistico-culturale, ma dà ampio spazio anche a luoghi d'incontro in cui la produzione artistica si lega all'attività commerciale e alla movida cittadina. Chi vuole conoscere i più attuali movimenti artistici e le nuove promesse che un giorno forse faranno parte delle grandi collezioni, non può evitare una passeggiata per le numerose gallerie private. Dal centro fino agli storici quartieri popolari, Roma nasconde un'interessante attività artistica alla quale ci si può avvicinare girando la città e senza pagare nessun biglietto d'ingresso.

Leggi tutto...

porta_portese1E’ il 1945 e nel tratto iniziale di Via Portuense, quello che nasce da Porta Portuensis, accesso fortificato alla città di Roma, voluto da Urbano VIII, nel XVII secolo, trova collocazione il mercato domenicale delle pulci oggi meglio conosciuto dai romani e dai turisti semplicemente con il nome di “Porta Portese”. Questo storico mercato, dall’aria pratica e popolare, tipicamente romana, che si sveglia di domenica mattina intorno alle 6:00 e ripiomba nel suo settimanale sonno intorno alle 14:00, conta quasi un migliaio di espositori e si estende, partendo dalla Porta omonima, in un'area compresa tra piazza Ippolito Nievo, via Ettore Rolli e Viale Trastevere.

Leggi tutto...

Arco_coppedC3A8Per chi non l’avesse mai vista il consiglio è di andare a visitarla. Cosa? La perla nel cuore di Roma, il quartiere Coppedé. Con il suo imponente lampadario in ferro, pendente dall’arco che fa intravedere piazza Mincio da via Tagliamento, da il benvenuto a chi ancora non conosce questo scorcio di area urbana tra  Corso Trieste e Viale Regina Margherita. E l’associazione culturale ‘I gatti del Foro’ proprio lì propone una visita guidata.

Leggi tutto...

via_NazionaleIl centro storico della capitale presenta una magnifica moltitudine di strade, la cui celebrità deriva da svariati fattori: spettacolari esempi artistici, memorabili elementi storici, ricercati atelier di moda, accattivanti botteghe artigiane, lussuose residenze alberghiere e raffinati ristoranti. Dovendo eleggere, tra tutte le strade, quella che meglio raccoglie e valorizza elementi di arte, storia, cultura e mondanità, via Nazionale è sicuramente una ottima candidata alla vittoria.
Partendo da piazza della Repubblica, via Nazionale è un falso piano in discesa che si snoda rettilineo fino a largo Magnanapoli, da cui inizia la S di via IV Novembre che porta fino a piazza Venezia.

Leggi tutto...

Pigneto_Ponte_sulla_ferroviaÈ una cosa che alla capitale riesce molto bene, quella di prendere un quartiere in decadenza e restaurarlo in maniera da farlo diventare un gioiello urbanistico ed un vanto per i suoi abitanti. Negli ultimi 10-15 anni è successo in diverse ex-borgate, per esempio San Lorenzo, ma anche la Garbatella e poi il Pigneto. La metamorfosi di quest’ultimo è stata forse il risultato più inatteso, probabilmente per la collocazione periferica e la innegabile semplicità urbanistica del quartiere. Indipendentemente dai motivi per cui questo sia avvenuto e continui ad avvenire, che siano questi legati alla necessità di ambientare una fiction come “I Cesaroni” o alla volontà di rendere appetibili gli edifici di una zona della capitale altrimenti fatiscente, l’esito è stato stupefacente ed ha rivalutato enormemente una zona di Roma cui sono legati importanti avvenimenti e personaggi storici.

Leggi tutto...

Galleria_Alberto_SordiIn tutte le città italiane di una certa dimensione c’è una strada su cui si affacciano negozi alla moda e locali famosi, una strada lungo la quale i ragazzi si incontrano per lo struscio. Qualunque sia il suo nome, percorrendola si percepisce chiaramente che si tratta di un’arteria vitale della città. A Roma questa strada si chiama via del Corso (o semplicemente Corso) e rappresenta il rebbio centrale del cosiddetto Tridente, un’imponente opera urbanistica risalente al periodo compreso tra XV e XVII secolo. Il Tridente fu realizzato per smistare su tre strade diverse il traffico diretto da Porta del Popolo, allora la principale porta di Roma, verso le basiliche più importanti: via di Ripetta, nella direzione di San Pietro e Ponte Sant’Angelo, via del Babuino, verso Santa Maria Maggiore e, appunto, via del Corso, che arrivava al Palazzo Pontificio situato a Piazza Venezia e proseguiva poi per San Giovanni in Laterano.

Leggi tutto...

San_Lorenzo_fuori_le_muraIl rione San Lorenzo vide la luce tra 1884 e 1888, a ridosso della proclamazione di Roma capitale avvenuta nel 1870 (ed ufficializzata nel 1871 con lo spostamento da Firenze). Una smania incontrollata di opera edilizia aveva portato alla costruzione disorganizzata di un enorme numero di edifici, più che altro nel tentativo di ottenere facilmente fondi dagli istituti di credito e senza alcuna attenzione alle più basilari norme igieniche e sociali. Le prime abitazioni furono costruite nei pressi della attuale Porta Tiburtina, una volta denominata Porta San Lorenzo, da cui il quartiere prende il nome. Tra 1888 e 1890 questa corsa incontrollata era sfociata in una prevedibile crisi, in seguito alla quale molte costruzioni furono portate a termine in maniera approssimativa o, nei casi peggiori, lasciate inconcluse. In tal modo, probabilmente senza alcuna intenzione ma inevitabilmente, San Lorenzo divenne un quartiere popolare e le costruzioni edificate furono messe a disposizione dei cittadini meno abbienti di Roma. Nel periodo cruciale della seconda guerra mondiale, poco più di 60 anni fa, San Lorenzo doveva sembrare parecchio diverso da ora. Nei pressi dei locali dove attualmente ogni sera si assiepano comitive di ragazzi più o meno spensierati, gli effetti dei bombardamenti americani lasciarono tracce ben visibili.

Leggi tutto...

thumb_piazza_venezia  thumb_piazza_venezia2

Piazza Venezia rivestita di addobbi e di pubblicità, gli uni rimandano all’altra in un gioco di specchi immaginari. La città si specchia natalizia nei suoi cartelloni che rimandano gli stessi colori e le stesse atmosfere, pur rappresentando paesaggi montani.


Leggi tutto...

Piazza_di_spagna_Fontana_barcacciaA Roma esiste un famoso tridente che non ha niente a che vedere con il calcio ed i suoi attaccanti. Si tratta di tre notissime strade che si diramano da piazza del Popolo; osservandole dall’alto, sembra effettivamente di vedere il tridente di una divinità marina. Al centro la più lunga, via del Corso, meta indiscutibilmente legata alle prime passeggiate degli adolescenti romani, quelle passeggiate che permettono di assaporare i primi gustosi scampoli di indipendenza. Percorrendola tutta, via del Corso porta dritta a piazza Venezia. Una spada che trafigge il centro della capitale e che, come un tiro in porta da lunga distanza, arriva potente alla porta avversaria. Ai lati del Corso, sempre partendo da piazza del Popolo, ecco le più strette via di Ripetta e via del Babuino, rispettivamente rebbio destro e sinistro del tridente. Proprio all’inizio delle due strade, presenziano i due bar Canova, come due gendarmi di guardia per l’ingresso al vero centro storico di Roma, accattivanti ritrovi soprattutto per i turisti ma anche per i romani amanti della mondanità. È forte la tentazione di soffermarmi ancora su questa parte della capitale, ma mi avvio idealmente lungo via del Babuino, lasciando dietro di me negozi di moda dal nome altisonante, l’ingresso della mitica via Margutta, rifugio appartato di sofisticati e benestanti artisti, ed il Babuino, grottesco ed inquietante satiro, membro del Congresso degli Arguti (http://www.ezrome.it/pillole-di-storia/pasquino-marforio-e-le-altre-statue-parlanti-il-congresso-degli-arguti-0909.html), situato grossomodo a metà della via.

Leggi tutto...

villaggio_olimpico_statuaÈ il 1960 e tocca alla capitale aprire il sipario sul palcoscenico della XVII Olimpiade. Precedentemente, nel 1908 Roma aveva rinunciato all'incarico lasciando a Londra l'onore dell'organizzazione; due anni prima, l'eruzione del Vesuvio aveva causato ingenti danni e si era infine deciso di investire forze ed economia sulla priorità della ricostruzione. Ma questa volta ci siamo davvero! Mesi di caotico fervore ed alacre fermento precedono il 25 agosto, giorno dell'inaugurazione ufficiale, rivitalizzando l'economia della capitale e alimentando l'indotto di un evento di tale eccezionale portata. Il comitato organizzatore identifica nella zona sotto la collina dei Parioli l'area dove edificare le strutture che avrebbero ospitato atleti, allenatori e sparring partner. Centinaia di personaggi, la cui fama più o mena nota avrebbe reso Roma collettore di migliaia di turisti e visitatori, che avranno l'irripetibile occasione di unire alla visita di una delle città più belle del mondo, la partecipazione "bandiera in mano" alle giornate olimpiche.

Leggi tutto...

rione_santangeloIl ghetto ebraico di Roma è uno dei più antichi, fu istituito infatti nel ‘500, circa 40 anni dopo quello di Venezia, il primo al mondo.
La presenza della comunità ebraica a Roma è stata però numerosa fin dall'antichità, e si concentrava principalmente a Trastevere, tanto che in età imperiale il quartiere venne definito ‘fortezza dell'ebraismo romano'.
Gli anni hanno via via modificato i confini dell'antico ghetto, ma la sua posizione, nel cuore di Roma, lo hanno legato indissolubilmente alla storia della città.
Oggi, camminare per le sue vie, è una lezione di storia e antiche tradizioni.

Leggi tutto...

via_giulia_mascheroneVia Giulia, oltre ad essere uno dei luoghi più romantici di Roma stretta com'è tra il Tevere e Campo de' Fiori, è anche una strada con una storia lunga e, spesso, tormentata, fatta di grandi progetti e ripensamenti improvvisi, di utopiche visioni e lavori architettonici incoerenti.
I papi e i signori della Roma rinascimentale, seicentesca e settecentesca hanno voluto lasciare con un tocco più o meno artistico la loro impronta in questa bellissima via, che si allunga tra Ponte Sisto e Ponte Vittorio Emanuele II.

La storia di via Giulia comincia nel 1508, sotto il pontificato di Giulio II Della Rovere che, desideroso di riempire le borse pontificie con una riforma monetaria e fiscale, prepara un piano di modernizzazione delle strutture organizzative della città.

Leggi tutto...

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) Informativa estesa cookie.

Chiudi avviso